giovedì 27 settembre 2012

La "casta" non proviene da Marte, ma dalla società civile.

Per curiosità, tempo fa, ero andato a vedere la bacheca, su Facebook, di uno dei poliziotti condannati per aver ucciso Federico Aldovrandi e con NON sorpresa ho visto che pubblicava le solite immaginette indignate contro i politici ladri e tutta la sua indignazione di povero poliziotto onesto che paga le tasse e prende un misero sitpendio. Ho visto la bacheca di un mafioso mandante di un omicidio e ho visto la sua indignazione contro Berlusconi e i politici in generale. Pensate, ho visto anche quei link a favore degli operai che muoiono sul lavoro. Quasi commovente. D'accordo mi si dirà che ho fatto esempi limite e non bisogna assolutamente generalizzare. E allora estendo il più possibile la questione.


Quanta indignazione c'è? Tantissima.

Talmente grande che Monti si è arrogato il diritto di dire che il Governo è più popolare dei Partiti. E' vero, le statistiche parlano chiaro.

Andiamo a vedere quanti italiani, la gente del popolo, ancora vota i politici locali che promettono il lavoro. Non dite di no, sapete benissimo anche voi che questa è una pratica largamente diffusa, sopratutto alle elezioni locali.

Entriamo nel mondo del lavoro solo per un attimo. Quanti sindacalisti, gente del popolo, raccomandano le persone ai posti di lavoro? Tanti. Quanti cercano di fregare il collega, magari riempiendolo di tanto lavoro e quanti prendono meriti non loro? Si, tanti.

D'accordo qualcuno a proposito dei voti di scambio mi dirà:


"Si la mia famgilia ancora vota il politico che promette il lavoro. Pensa di fare un favore a me,, ma io cosa c'entro con loro?"

Eh no, facile distanziarsi. E come se nel grande, uno mi dicesse: "Ed io cosa c'entro con il Sistema?" Invece io, tu, gli altri, ne facciamo parte e abbiamo tutti un ruolo e lo mandiamo avanti consapevolemnte o no. Non si sfugge, mi dispiace.

Bene, ritorniamo all'indignazione contro la Casta.


Molti di voi si commuovono nel sentire le notizie delle morti nel carcere, vero? E poi però rafforzate il Sistema quando urlate:"Non è possibile che Lusi non stia in galera!" E no signori miei. Così non si fa, lui ancora deve essere processato! Non vi rendete conto che urlando galera (magari preventiva)ai poltici, nello stesso tempo condannate tutti gli altri che sicuramente non hanno avvocati o agganci importanti?

In questo modo gli unici che pagano sono i deboli e gli ultimi.

Sapete perchè l'amnistia o l'indulto non si fa? Perchè siete voi che non lo volete. Subito i Travaglio vari scriverebbero editoriali populisti, demagoghi e strumentali :"E' per salvare i politici e mafiosi!". E via con l'indignazione. Non oso immaginare le bacheche riempite dalla "gente per bene" e che paga le tasse: "Che bastardi!" "La casta si copre il culo" "I delinquenti escono tutti fuori!" "Vergogna". No, vergogniamoci noi che siamo complici di tutto questo.

E ricordiamoci che la "casta" non proviene da Marte, proviene dalla società civile.



ps Sapete uno dei motivi principali perchè sono anarchico? Perchè al Potere non deve andarci nessuno e se dovessi immaginare di essere governato dai fautori di questa "indignazione", mi verrebbe la pelle d'oca. Le rivoluzioni sono fallite nella Storia proprio per questo.

Viva la ribellione, non la rivoluzione.

1 commento:

Aries 51 ha detto...

Onesto e chiaro. Spero che molti leggano queste righe e, di questi molti, qualcuno si fermi a riflettere sulle tue parole.
Buona giornata Inka.