sabato 19 maggio 2012

Bomba davanti alla scuola di Brindisi: una strage non di mafia!


Notizia indicibile quella della bomba davanti ad una scuola e la relativa morte di una giovane studentessa. Stiamo attenti, cerchiamo di ragionare a sangue freddo: qui c'è la mano di qualcun altro.
Non può essere la Sacra Corona Unita, ella sta operando nell'ombra e ha tutto l'interesse nel rimanerci. La mafia non ha bisogno, in questo periodo storico, di farsi sentire come all'epoca delle bombe a Firenze e a Roma per trattare con lo Stato.
Qui c'è una chiara strategia della tensione per creare terrore e reprimere ogni principio di sano ribellismo. Temo che sia una strategia per inasprire le repressioni, carceri dure e giustificare l'intervento dell'esercito. E in questo modo sarà la stessa popolazione ad evocare leggi speciali! Per "ragion di Stato"(il maledetto Stato) si fa di tutto. E non è detto che presto parleranno anche di pista politica.
Quale altro posto poteva suscitare sdegno,rabbia ,orrore meglio di una scuola?
Da tempo che c'è una riorganizzazione del Potere in atto e tramite inchieste passate (per Niki) io questi segnali l'avevo colti e ne avevo ampiamente parlato.  Ora con l'arrivo di un Governo Tecnico si sta arrivando alla realizzazione. Non vogliono nessuna resistenza civile e nessuna presa di coscienza verso l'aberrazione del legalitarismo che assieme al liberismo fanno un connubio spaventoso. Osservate cosa è accaduto ai NO TAV con gli arresti.
Facciamo tutti attenzione e soprattutto non facciamoci intimorire.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

sono perfettamente d'accordo con te. è evidente che questo è un omicidio di stato di matrice fascista, volto a diffondere panico nella popolazione, visto il clima "rivoluzionario" che si respira ormai in Italia, grazie alle palesi ingiustizie messe in atto dall'attuale governo.
la mafia di solito non uccide "a caso", ma lo fa con precisione. le stragi fatte a caso sono sempre e solo stragi di stato, perché per chi ci governa noi non siamo altro che numeri...

ventopiumoso ha detto...

e hai detto tutto quello che c'è da dire. ciao

upupa ha detto...

Penso che vogliano distruggere anche quel barlume di "resistenza" che ancora illumina gli animi di alcuni...
Lo scopo è quello di seminare terrore e accettare le leggi restrittive che hanno intenzione di promulgare e applicare...ho un sacro sentore di grossi guai!!!!!!!!!

pablito ha detto...

la penso anch'io così. guarda caso c'è stato un attentato "anarchico" la scorsa settimana, stranamente la polizia non ha operato nemmeno un arresto..La Repubblica pubblica un ingnobile articolo dove attacca tutto il pensiero anarchico dicendo che gli anarchici sono violenti e terroristi (detto da dei democratici!!). Poi questo fatto...è chiaro che si vuole sostituire il governo dei tecnici dell'economia con un governo di tecnici dell'Ordine pubblico.