lunedì 16 aprile 2012

Brevi riflessioni sui nostri tempi e inganni universali.

i

Riporto qui i miei brevi pensieri estrapolati dalla mia pagina Facebook. Spero che aiutino a riflettere...

Alla sala Arrigoni, a Roma, è stato un coacervo di emozioni. Hanno organizzato una giornata davvero importante per ricordare Vittorio. Bellissimo ascoltare in diretta da Gaza i bambini palestinesi che cantano "Bella Ciao". Triste apprendere che L'ALITALIA abbia negato il visto agli attivisti rifacendosi alla legge del Governo Israeliano del 52 e inseriti nella lista nera. E sapere che altrettanti attivisti sono stati arrestati in Israele, tra cui tanti israeliani stessi. Bella democrazia. Raccontatelo a Saviano , Travaglio e ai suoi irriducibili fans.Che sia chiaro: abbiate il coraggio di schierarvi.
 
 Il Procuratore Di Martino, titolare dell'inchiesta sulla strage di Piazza della Loggia, dopo aver assolto gli imputati, dichiara:"Ormai è una vicenda che va affidata alla storia, ancor più che alla giustizia". Non condanno il fatto dell'assoluzione perchè è evidente che non hanno trovato prove concrete, anche se dobbiamo dire che altre persone come i tanti ragazzi anarchici(odierni) sono stati condannati per molto meno e senza prove concrete(solo interpretazioni), ma condanno il fatto che i tribunali(ricordiamolo, sono dei Poteri Istituzionali) non condanneranno mai lo Stato stesso e si affidino alla Storia. La Storia siamo noi e nessuno si senta escluso, diceva quella canzone di De Gregori...




Quando capiremo che come al solito stanno convogliando il nostro disagio verso la storia dell'anticasta e della corruzione, anziché contro la politica economica neoliberista trasversale portata avanti anche dalla gente per bene e dalla fedina penale immacolata, forse faremo tutti un passo in avanti. Intanto sta passando in costituzione il Pareggio in Bilancio, ma non sarà notizia sensazionalistica per giornali come il Fatto o Repubblica.
 
Anche oggi altri due suicidi per mancanza di lavoro e per i conti in rosso. Anche oggi sale il cosiddetto spread. Anche oggi l'OCSE ci ha raccomandato che la manovra non basta e bisogna essere ancora più rigidi. Anche oggi ci è stato ricordato che l'aumento dell'età media è un problema per i costi, quindi è un bene(ovviamente per loro) che si sia innalzata l'età pensionabile. Anche oggi esprimo il desiderio che il rubare per fame non costituisca più un reato. Almeno quello.


Ci sono due Partiti molto affini, anche se appartenenti a differenti schieramenti. Entrambi legalitari, e quindi di destra. Mi ricorda tanto il Partito Fascista che ovviamente si presentò come legalitario, nato proprio per far "pulizia" visto il Governo Giolitti corrotto: ma poi quando è andato al Potere si è rivelato altrettanto corrotto. I Partiti sono la Lega e l'IDV. Il primo è sotto inchiesta proprio per l'uso dei soldi pubblici destinati ai partiti. L' IDV è stato battezzato da alcuni giornalisti e fuoriusciti (come Elio Veltri)"il partito immobiliare". Sapete il perchè? Basterebbe informarsi e non leggere sempre i soliti noti..
 
Solidarietà ai NO TAV che resistono da 22 anni nonostante le repressioni giudiziarie e poliziesche. E non dimentichiamo quelli che ancora stanno in galera senza essere processati. Ricordiamo i due ragazzi anarchici Sole e Baleno che furono arrestati da innocenti e si suicidarono in carcere: lottavano contro il TAV!
 
Diffidate da chi dice che l'amnistia sia inutile e dannosa perchè serve solo per i politici corrotti. Chi dice questo,sono dei delinquenti(veri) perchè parlano in malafede. Immaginate la situazione carceraria come una persona in pericolo di vita: prima lo si salva, e poi si fa la cura. Così come il Sistema Penitenziario: prima l'amnistia e poi una seria riforma che punti al meno carcere possibile.


"Luigi Cardullo, ex direttore del super carcere dell’Asinara, sosteneva che la prigione è il cuore dello Stato. E ne è anche lo specchio. Nelle carceri risorgimentali, così come negli anni Settanta, c’era, in qualche misura, una grande vitalità: circolavano idee, e queste idee mettevano in contatto strati sociali diversi. Oggi le nostre carceri ci parlano di immigrati, tossicodipendenti, problemi sanitari. Io le prigioni vorrei vederle vuote, tanto non sono certo luoghi di risocializzazione e rieducazione. Neppure a Berlusconi, augurerei la galera. Vorrei che non ci fosse e basta” ASCANIO CELESTINI
 


Nessun commento: