mercoledì 7 settembre 2011

L'orrore della guerra in Libia e i video shock.

Consiglio la visura di questi terribili video a chi reputa che sia giusta la guerra contro la Libia ! Cioè quasi tutti i Partiti, le nostre Istituzioni che ancora oggi nascondono le tante porcherie e misteri legati alla loro amicizia con Gheddafi, gli opinionisti e intellettuali che ora utilizzano la stessa giustificazione delle destre a favore della guerra  che appoggiavano quelle contro l'Iraq, alla massa "critica" che si fa orientare dagli "eroi della contro informazione" come Santoro, Gad Lerner o un Mineo di rainews 24 che fino all'altro ieri faceva ottimi servizi come la famosa strage di Falluja perpetuata dagli USA.  

Eppure non è nulla di nuovo, il sottoscritto si ricorda molto bene la guerra nel Kossovo perpetuata dall'allora Clinton, che come Obama rappresentava il volto buono degli USA comportandosi esattamente come il suo successore Bush.  Una guerra appoggiata dall'allora governo D'Alema(colui che coniò il termine "guerra umanitaria") e addirittura intervenendo (come oggi) con i nostri aerei da guerra. Ma almeno io ricordo che nonostante tutto non eravamo quattro gatti , come invece accade oggi, a manifestare contro. 

Oggi il Pensiero Unico ha stravinto: si è inoculato perfettamente tra la gente cosiddetta informata. 

Si perchè anche internet è omologato, basti vedere gli articoli più cliccati, le bacheche su Facebook. La pseudo sinistra che si rafforza con uomini di destra: i "liberal forcaioli" giusto per rubare il termine coniato da  Pannella che adottò verso Gomez quando quest'ultimo, come il suo capo Travaglio, si scagliò contro l'amnistia.  

Pannella è un liberista, ma sui diritti civili(cosa sacrosanta al  di là delle ideologia) tanto di cappello. E su questi temi io non transigo, sono le basi che rendono civile e democratico uno Stato.

Anzi, non basta più'. Ora Santoro e il Fatto Quotidiano faranno una vera occupazione di internet e tutti i social network saranno strapieni delle loro idee legalitarie, anti libertarie e giustizionaliste. E oggi anche guerrafondaie.

Ve lo ribadisco, sono video di una crudeltà inaudita , molti potrebbero sentirsi male. Infatti mi rivolgo a chi osanna la guerra e questi ribelli che vengono paragonati ai partigiani.  

Certo, anche i nostri partigiani sicuramente avranno fatto fucilazioni sommarie, ma qui c'è una crudeltà brutale. Dove con la scusa della guerra, liberano i loro peggiori istinti. Vedendo queste immagini mi chiedo: per quale razza di "libertà" combattono questi "ribelli" che hanno sterminato anche tanti lavoratori africani non libici che erano in Libia solamente per vivere più decentemente? Che concezione democratica avrebbero questi uomini del Consiglio di transizione Libico se alla fine hanno detto che rispetteranno comunque il trattato? Ma quale  concezione democratica se molti di loro sono legati al terrorismo islamico che per assurdo l'occidente vorrebbe combattere ma nello stesso tempo gli da forza e autorità, vedasi l'Arabia Saudita o l'Iraq "liberata"?

Immagini vietate assolutamente ai bambini, ma anche a chi è suscettibile. Qualcuno cinicamente direbbe: ma è la guerra, bellezza! 
Fonte












3 commenti:

Alberto ha detto...

Chi sostiene la guerra certe cose non le vuole neanche vedere. E mi ritorna alla mente quanto detto già tante volte: se, come ha detto santa Teresa Benedetta della Croce, al secolo Edith Stein, "Chi cerca la Verità, lo sappia o no, cerca Dio", io aggiungo che chi non vuole vedere la Verità, lo sappia o no, rifiuta Dio.

giuseppe ha detto...

sante parole!

Adriana Bolchini - Lisistrata ha detto...

Caro Alberto, mi chiamo Adriana Bolchini (Lisistrata) sono fra i pochi che ha urlato subito contro questa ignobile e invereconda guerra, frutto di un tradimento terribile e continuo a farlo, ma io sono sempre stata tacciata di essere fascista, razzista e tantissime altre cose, perché difendo i principi del diritto e quella che io intendo per civiltà, non quella che vediamo andare in scena in Libia, quella è frutto di schifosissimi interessi e a chi tocca, tocca. Darò divulgazione ai video in tutti gli spazi che ho, tutti debbono vedere con i loro occhi o non ci credono e quando vedranno è possibile che trovino molte scuse.
Un saluto. A.B.