martedì 30 agosto 2011

Manifestazione davanti alla Farnesina: la caduta della sinistra!

Non c'è mai fine al peggio disse qualcuno, e questo detto l'ho visto materializzarsi questo pomeriggio alla manifestazione contro la guerra davanti alla Farnesina. 

Chi si ricorda il mio vecchio articolo sulla manifestazione contro l'intervento militare in Libia del 2 Aprile scorso? Qualcuno si sarà risentito quando scrissi" Non siate gregge per Dio" e qualcun altro mi ha detto che sono stato esagerato nel dire che la manifestazione organizzata da Gino Strada( aveva promesso che si sarebbe continuato, l'avete più sentito?) è stato un fallimento. 

Già, i tempi sono cambiati dalle mobilitazioni di massa contro la scorsa guerra in Iraq. Ma è  come se determinati paragoni non si possano fare. Cosa devo dire, che per caso era ipocrisia  quando la gente urlava:"Contro la guerra senza se e senza ma"? Perdonatemi miei lettori e pseudo compagni di sinistra, ma credo proprio di si. Oggi la maggior parte di voi, gli stessi che urlavano quello slogan, i "ma" e i "se" li mettono eccome.

Allora mi permettete di dire si o no che "siamo sempre stati un branco di pecore che si muove solamente quando lo decide il pastore che sia esso un Partito, una trasmissione televisiva, grossi gruppi editoriali, i leader di turno o gli pseudo intellettuali."

Oggi è la vittoria del Pensiero Unico! Si è decretata ufficialmente il disfacimento più totale della Sinistra. Ci sono due vuoti che si sono creati: uno è stato riempito egregiamente dai giustizionalisti liberali destrorsi alla Di Pietro e alla Travaglio, l'altro dagli estremisti di destra, rosso bruni, nazionalbolscevichi o simili che ho ritrovato alla manifestazione di oggi e ne sono stati i protagonisti.

A mio modesto parere le persone davanti alla Farnesina si potevano contare sulla punta delle dita, e prevalevano persone che di sinistra non avevano nemmeno il colore. D'altronde non li rimprovero perchè sono stati loro ad organizzarla. E' evidente questo, come è evidente che la colpa è solo nostra.

Ho potuto salutare il compagno Fulvio Grimaldi che stava con la compagna e il suo immancabile cane. Uno che con la coerenza si era giocato il posto di giornalista a Liberazione. Ci siamo salutati, una breve chiacchierata e ce ne siamo andati.  Mi ha lasciato con queste amare ma vere parole: "Non c'è niente da fare, dobbiamo ricominciare da zero!"

E' la caduta della sinistra, non ci rimane davvero che ricominciare. 



Articolo pubblicato anche qui!

7 commenti:

upupa ha detto...

Ricominciare da zero? Basta che si "ricominci"!!!!!!!!!!!

ventopiumoso ha detto...

hai scritto proprio il resoconto che temevo che scrivessi.. purtroppo siamo messi cosí. e non solo in italia. il nuovo ordine mondiale sta prendendo il sopravvento e mi tocca leggere editoriali come quello di saigon2k, ci sono rimasto di stucco :(

(e poi mi dicono che sono cinico - oltre che complottista e ideologizzato, mah!)

mah.

forza e coraggio, ma guarda inka, ti dico (ma lo sai anche te) basta perdere tempo e rovinarsi fegato e lavoro.

a.

l'incarcerato ha detto...

Incuriosito dal nome saigon2K sono andato a vedere di cosa si tratta. Ma leggi quella spazzatura ? No per favore, non ci facciamo rubare quel poco spazio che abbiamo da loro!

ventopiumoso ha detto...

mah per un periodo sono usciti articoli interessanti, circa 2-3 anni fa.
oggi ho fatto una ricerca su tutti i blog e siti nella blogroll per vedere cosa scrivevano sulla libia.

ho notato che un'altra vittima illustre di questa guerra e' l'immagine della informazione indipendente: i toni sono stati talmente esasperati (anche i miei) che per forza chi ha meno.. "forza" alla fine viene battuto (al di la' dei propri demeriti, che tutti possiamo sbagliare e sbagliamo). ora chiunque scoreggi controvento sara' automaticamente "complottista" a prescindere. molto piu' di 6 mesi fa.

dove abbiamo sbagliato?

vedo lo stato di oceania consolidarsi sempre di piu'.

alpexex ha detto...

reiterare una azione aspettandosi sempre che il gesto solito conduca ad altro risultato piuttosto che il medesimo di sempre, e' il primo segno di follia.

sara di pietro ha detto...

si dweve rifare tutto da capo

paolo2008 ha detto...

La guerra alla Libia ha Fotografato la FINE di una Gran parte della"Sinistra" come Forza Contro la Guerra e il Capitalismo,paolo pensionato