sabato 27 agosto 2011

L'occidente: l'Impero del male!

Leggendo in giro per internet , noto che ci sono alcuni commenti un po' retorici sulla guerra; c'è gente che si domanda come mai non potremmo vivere in pace, siamo fratelli e quindi non aiutarci l'uno con l'altro e via discorrendo. Come rispondere? Non potremmo mica cominciare a fare una disquisizione filosofica che poi in alcuni casi non porterebbe a nulla di concreto. Di certo la violenza è sempre insita nell'uomo ed è un istinto di necessaria sopravvivenza perchè i pericoli della natura ce lo impone. 

Ma quella è una violenza genuina, senza prevaricazione sugli altri, senza interessi particolari che danneggiano la comunità altrui o personale.  Noi occidentali abbiamo sempre avuto il vizio capitale di sentirci superiori ed esportare quindi il nostro modello.

Perchè ad esempio gli USA sono un popolo così bellicoso? Semplicemente perchè è una democrazia fondata su un genocidio.


 
E vogliamo dimenticarci che siamo stati proprio noi europei a causarlo? Prima di Colombo, il territorio nordamericano era popolato da numerose tribù che chiamiamo in maniera poco consona "Indiani D'America" o "Pellirossa". E dopo il nostro arrivo ne sono rimasti qualche centinaio.

Ma che cosa ha veramente causato lo sterminio di una popolazione, che all'arrivo dei coloni, era di oltre tre milioni di persone? Non certo la "bellicosità" degli indiani, che accolsero con benevolenza e fiducia l'arrivo dell'Uomo Bianco. Il motivo, invece, sta proprio nel modo in cui gli indiani concepivano l'esistenza e i rapporti sociali, diametralmente opposto a quello degli europei.
 

La lotta fra le tribù non rappresentava il semplice sfogo di un istinto guerriero , ma la tendenza innata a rifiutare il concetto di "Stato": era la maniera per impedire raggruppamenti e unioni dominanti. E, badate bene, la tribù non veniva annientata e nè si acquisivano i loro territori. Questa concezione di vita venne presa da noi Bianchi "portatori di civiltà" come prova che gli indiani fossero selvaggi e per quanto possa sembrare assurdo, la loro vera colpa fu l'eccesso di democraticità. Anche il più rispettato dei capi, se manifestava tendenze dispotiche, non veniva seguito dalla tribù in battaglia.

Gli Irokesi sono stati definiti "i Greci d'America" per aver sviluppato la forma più alta di democrazia nella storia dell'umanità: senza bisogno di polizie, eserciti, giudici e prigioni, riuscirono a garantire per secoli l'autogoverno con la Lega delle Cinque Nazioni, grazie alla mancanza di capi assoluti e di potere centralizzato.
 

Come vedete l'utopia è stata possibile realizzarla e non è vero che va contro la natura dell'uomo, ma a noi occidentali non garbava tutto questo e avevamo bisogno degli spazi vitali e distruggere ogni forma di società libera. 

E noi occidentali non potevamo comprendere che esistesse una società non concepita come insieme di dominatori e dominati.
 

Per non parlare poi del puritanesimo anglosassone, il quale non poteva mai accettare la libertà sessuale delle donne indiane :  loro facevano normalmente uso di contraccettivi a base di erbe e avevano la possibilità di divorziare o di rifiutare uno sposo scelto dai padri.

Li abbiamo sterminati uno ad uno, prima gli abbiamo portato le malattie, poi ammazzato tutti i bisonti, poi distrutto tutte le foreste, gli abbiamo ammazzato anche i neonati perchè secondo un generale :" Le uova di pidocchio producono pidocchi".

L a strage simbolo per capire di che pasta eravamo fatti( e  siamo ancora) noi occidentali è quella dell'assalto al campo di Motavato vicino al fiume Sand Creek, proprio come la canzone di De Andrè.
 

Il campo fu assalito di notte e Giorge Bent, un meticcio adottato dalla tibù proprio come il protagonista del bellissimo film "Balla con i lupi" disse :" Vidi Motavato con una grande bandiera degli Stati Uniti. Lo sentii gridare alla gente di non aver paura, che i soldati non avrebbero fatto loro del male. Poi le truppe aprirono il fuoco dai due lati del campo".
 

Poi continuò:" Fu una carneficina indiscriminata di uomini, donne e bambini, Una quarantina di squaw avevano trovato riparo in un anfratto. Mandarono fuori una bambina di sei anni con la bandiera bianca attaccata a un bastoncino. Riuscì a fare solo pochi passi, e cadde fulminata..."

Io questo articolo lo dedico a quella bambina di sei anni, e ai genitori che non immaginavano come l'Uomo Bianco potesse essere così animale e a tutte le vittime in Libia ove stiamo facendo un deserto e la chiamiamo pure pace e libertà.
 

E a tutti i vergognosi conduttori che fanno quelli di "sinistra" che non fanno altro che osannare la civiltà statunitense e la sua politica, dimenticando cosa erano e come attualmente sono.





13 commenti:

Anonimo ha detto...

la bellicosità che ha caratterizzato da sempre gli Usa,a partire dall'ignobile sterminio dei nativi per arrivare ai giorni nostri, ha comportato nel corso della storia una sorta di 'istituzionalizzazione' della violenza che ha così subito la perdita della sua accezione in senso spregevole e negativo per acquisire la valenza della ‘forza’,quella forza che Bobbio chiama ‘violenza giustificata’, poiché in generale il concetto di forza, che può essere spirituale o fisica, pubblica o privata, si distingue dalla violenza per il riferimento ad uno o più valori codificati o meno, e in questo caso valori assoluti come la libertà, la giustizia, la civilizzazione e democratizzazione. E purtroppo gli States sono diventati il simbolo per eccellenza di questi valori percepiti o forse imposti come essenziali , posizione che ha permesso loro di portare distruzione e sopraffazione ‘all over the world’..

Makphya Luta (1822-1909)
Sioux Oglala
Non ci interessa la ricchezza, essa non è utile
e non la si può portare con sè da morti.
Vogliamo allevare i nostri figli. Della ricchezza che voi inseguite,
non sappiamo che farcene;vogliamo solamente amore e pace.

giuseppe ha detto...

ciao inka :) per me la guerra in generale non si deve fare!

alpexex ha detto...

"balla coi lupi"? si carino, ma c'e' anche "soldato blu", e poi "piccolo grande uomo". cmq... lasciamo perdere la democrazia e il paragone coi greci. sottolineiamo i tre milioni sul continente americano. ed osanniamo una civilta' capace di non produrre nessun potere centrale probabilmente mediante lo scarso e assennato sfruttamento delle risorse legato, inevitabilmente, al controllo delle nascite. e' chiaro che da noi, invece, e' stato proprio il controllo delle stesse affidato alla struttura piramidale a produrre il cancro che siamo.

Anonimo ha detto...

...e concluderei aggiungendo a quelle che precedono queste parole, parole decisamente eloquenti, pronunciate da il tredicesimo de 'I Ribelli'...Jim:

La violenza, a parole tanto deprecata, è solamente l'effetto, la conseguenza della repressione collettiva delle coscienze. Ma è anche vero che esiste il culto della violenza, e gli americani sono infatuati dalla violenza, ne sono attratti, affascinati, innamorati. E' per questo che sono complici del potere oppressore e tiranno, e danno il loro più ampio consenso a leggi violente e oppressive...

Anonimo ha detto...

mi correggo: il tredicesimo dei "Ribelli!"...Jim

l'incarcerato ha detto...

Cara Alpexex , "lasciamo perdere la democrazia e il paragone coi greci" questo lo dici tu.

red ha detto...

Mi piace il tuo punto di vista, se guardo attraverso di esso le cose che penso assumono sfumature nuove. Lascio sempre questo tuo posto con le tasche piene... le mani piene..le idee piene di voglia di vivere.
Grazie sempre.
Red

ventpiumoso ha detto...

bello inka, bello, condivido

enrica ha detto...

Caro Inka,
non so se la violenza è davvero insita nella natura dell'uomo... a me sembra veramente contro natura.
E' certo che ci sono e ci sono stati uomini che hanno avuto accesso a posizioni di potere (quelli di cui la storia ci racconta) ed altri di cui non sappiamo neanche l'esistenza perché non hanno mai raggiunto alcuna popolarità ma che hanno dato dimostrazione di crudeltà e soprattutto di un istinto distruttivo per se stessi ed il resto dell'umanità che difficilmente riusciamo a concepire. Non so neanche se questo è solo un problema dell'Occidente. Non è avvenuto solo da parte delle forze europee in America. E' avvenuto ovunque. La storia del Congo racconta di feroci crudeltà da parte degli invasori belga sugli indigeni, la storia del Sud Africa racconta di gesti atroci per assicurarsi la proprietà delle miniere di oro e diamanti, Hitler è sulla bocca di tutti, l'inquisizione spagnola è un abominevole capitolo della storia d'Europa, chi ha visto l'Ultimo Re di Scozia, il film, sa di cosa sono capaci alcuni dittatori africani, lasciamo perdere poi Stalin o la repressione cinese del Tibet.
Io temo che la chiave di lettura di ogni guerra sia da cercare nei singoli individui e non in una cultura o in un gruppo specifico. Chi usa la guerra per risolvere qualsiasi cosa è un pazzo. Le conseguenze di una guerra sono tali da non poter giungere ad alcun altra conclusione, non importa quale sia la "giustificazione" o la "propaganda" che circonda un atto tanto ignobile, non importa quanto rispettabile quell'individuo sembri. Credo che Sun Tzu abbia ancora molto da insegnare a questo riguardo...
Buona settimana, Inka.

Anonimo ha detto...

Dietro questi genocidi ripetuti nel corso della Historia moderna ci vedo un complotto maligno, nascosto nelle teorie demoniache dei razionalismi moderni che riducono il valore dello spirito umano. Non scordiamoci mai che la NS è una società manipolata da una mano occulta [ILLUMINATI, P2- SKULL AND BONES - BOHEMIAN CLUB - SCOTTISH RITE - CAVALIERI DI MALTA - CLUB DI ROMA - NOBILTà NERA etc..] che sta guidandoci verso il Nuovo Ordine Mondiale caratterizzato da uno stato globale fascista con un solo esercito, una moneta unica e un popolo di microchippati (calma, vedrete che avanti di questo passo ci metteranno anche il Microchip, questa realtà sta già bussando nelle case di tutti)...ecco la ragione per cui i pellerossa furono sterminati. Come potrebbe l'impero del male realizzare il sogno satanico del Nuovo Ordine globale se prima non si sbarazza della diversità?

Anonimo ha detto...

Dal 1940 "Impero del MALE USA dichiara guerre ,sottomette ed invade nazioni libere , crea governi fantoccio filo-usa e arma è finanzia terroristi in tutto il mondo !
Ovviamente gli USA per fare le guerre di invasione in giro per il mondo si fà aiutare anche militarmente dai paesi fantoccio di merda con governo filo-usa come l"Italia !
In Italia il popolo muore di fame e non ci sono più pensioni nè diritti nè aiuti statali .
Il Regime di Merda Italiano sono 30 anni che và a fare COSTOSE guerre a fianco degli USA .
OVVIAMENTE IN ITALIA NON CI SONO PIù SOLDI per le PENSIONI DGLI OPERAI ITALIANI O PER COSE UTILI AL POPOLO ITALIANO !

Anonimo ha detto...

Cani , gatti , criceti , pesci, pappagalli - Who do you prefer ? O forse quello che i non - nativi animali - serpenti , coccodrilli, lucertole , scimmie ?

Anonimo ha detto...

Gli USA vogliono conquistare tutto il mondo !
Per poter conquistare e sottomettere tutte le nazioni LIBERE GLI USA SONO COSTRETTI A FARE GUERRE !
Gli USA per poter GIUSTIFICARE TUTTE LE GUERRE CHE FANNO IN GIRO PER IL MONDO HANNO CREATO E CONTROLLANO l" ONU !
L"ONU ESISTE MI SEMBRA DAL 1946 E NON HA MAI FATTO ASSOLUTAMENTE NULLA PER FERMARE - BLOCCARE- LE GUERRE CREATE E VOLUTE DAGLI USA DAL 1946 AL 2013 !
FACENDO DUE CALCOLI AD OCCHIO è CROCE TUTTE LE GUERRE PROVOCATE -VOLUTE -DESIDERATE E FATTE DAGLI USA DAL 1946 AD OGGI 2013 HANNO PROVOCATO LA MORTE DI NON MENO DI 30 MILIONI DI CIVILI IN GIRO PER TUTTO IL MONDO !
QUESTI MASSACRI DI CIVILI FATTI DAGLI USA NESSUNO Né PARLA !

Andrea Danton