giovedì 26 maggio 2011

Nucleare e privatizzazione dell'acqua: figlie dello stesso conflitto di interesse che coinvolge Umberto Veronesi.

Non si esaurisce così il mio precedente articolo. In realtà si viene a scoprire che sia il nucleare e sia la privatizzazione dell'acqua sono figlie dello stesso conflitto di interesse che riguarda il presidente dell'Agenzia Nucleare Umberto Veronesi.

Grazie all'interessantissimo articolo su agoravox si viene a scoprire che il gruppo francese Veolia (
l'azienda francese è uno dei leader mondiali nel settore della gestione urbana degli acquedotti, dei rifiuti e dei trasporti) si occuperà del processo di privatizzazione dei nostri acquedotti. E d'altronde ha già messo i suoi tentacoli in Calabria.

Stiamo parlando di una grossa azienda che nel resto del mondo non la vuole più nessuno. Il Senegal, ad esempio, l'anno scorso ha rotto il patto a causa della cattiva gestione dei rifiuti.

Grazie all'articolo molto interessante di Deborah Billi si viene a scoprire che il Presidente della Veolia, un certo
Henri Proglio, è lo stesso della Edf, Electricitè de France che gestisce il nucleare.

Ora è tutto più chiaro visto che nel precedente articolo ho raccontato che il 34% dei finanziamenti della Siram alla fondazione Veronesi provengono dall’Edf, la stessa che Veronesi in quanto presidente dell'Agenzia dovrebbe controllare e ben il 66 per cento dalla Veolia, quella che gestirà la privatizzazione dell'acqua.

Insomma due piccioni con una fava. E per fava c'è Veronesi con dietro l'imprenditore francese
Henri Proglio che gestisce entrambi le società.





Articolo pubblicato anche qui!

Nessun commento: