mercoledì 5 gennaio 2011

L'asse calabro-umbro e la verità per Niki Aprile Gatti.

Care teste di capra, come saprete è da tre anni che conduco una mia piccola inchiesta sulla 'ndrangheta. Esattamente ho cominciato a scriverne dal 2008 quando non era ancora di "moda" come adesso, anche con difficoltà perchè ricevetti oltre delle telefonate strane anche censure da parte di politici.

L'anno 2008 è stato un anno particolare perchè fu l'inizio di inchieste oscure, alcune che misero in luce lo schifo "dell'isola felice" che è la regione Umbria. Il 2008 è purtroppo l'anno in cui Niki Aprile Gatti fu ucciso nel carcere di Sollicciano, e parlai ancora più approfonditamente del problema del Sistema Carcerario. E parlare di carceri ancora non era di "moda" come adesso.


Oppure parlare in maniera allarmante di Sollicciano, e nessun giornale se ne occupò per poi scoprire che i detenuti di quel maledetto carcere si erano incazzati fino a far scoppiare una loro rivolta.

Oppure ancora anticipare inchieste ritenute le più importanti del secolo come quella Telecom-Fastweb condotta dal magistrato Capaldo.

Ma ritorniamo alla 'ndrangheta in Umbria. Ora va di moda parlare della Lombardia mentre in realtà la regione Umbra è molto più inquinata. E mi domando perchè nasconderlo!

Hanno in mano la gestione dei rifiuti proveniente anche dalla Campania, numerosissime ditte appaltatrici, attività commerciali e di ristorazione, controllano il traffico di droga e prostituzione con l'aiuto della mafia albanese, sono collusi con la politica e in particolar modo con la massoneria, usura e fanno le solite intimidazioni, incendi. Una regione dove vengono commessi omicidi e strani suicidi.

Il clan principale è quello dei Farao-Marincola, asse calabro-umbra che lega l'Umbria con la Toscana, Lombardia, Sicilia e Campania.


C'è la famosa asse Perugia-Firenze che fu scoperta con l'inchiesta Premium, proprio quella dove Niki finì in carcere attraverso una trappola ben escogitata!

Ma per saperne di più, a breve Ornella Gemini pubblicherà un documento recente e importantissimo sul suo blog dove ci sono importantissimi collegamenti e che fanno capire chiaramente che la chiave per la verità e giustizia per Niki è nel sodalizio criminale calabro-umbro con l'asse Perugia-Firenze-San Marino-Londra.

Attendiamo!
Noi la verità la sappiamo e presto faremo in modo di poter contattare un magistrato. Ora i tempi sono maturi.



Articolo pubblicato anche qui.

4 commenti:

Itsas ha detto...

credo che in italia non ci siano "isole felici", ma solo luoghi dove la malavita si mimetizza meglio grazie anche e soprattutto ad appoggi politici a tutti i livelli.

intanto, per "divertirti" un po', hai letto questo? http://www.beppegrillo.it/2011/01/la_cella_liscia.html?s=n2011-01-05

l'incarcerato ha detto...

Grazie Itsas, ho appena letto e purtroppo anche i commenti. Nonostante l'informazione sulle carceri che prima non c'era mai stata ancora leggo questi commenti idioti. Itasa sulle "isole felici" hai ragione, ma nemmeno si mimetizzano tanto. Il problema è anche la comlicità dei media, ora va di moda parlare della Lombardia. L'Umbria difficilmente lo sarà...forse!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

Leggere in mezzo a tanta amarezza, un urlo di liberata verità, un messaggio forte e chiaro che annuncia la possibilità di rivolgersi ad un magistrato perché ora la verità si sa e la si deve far saltar fuori anche ufficialmente mi ha dato un filo di speranza in più.

Vedere che quelle tue parole hanno il sapore di una possibile e concreta svolta, mi rende molto contento.

I meriti per come da sempre ti sei battuto in prima linea contro realtà criminali mai prese in esame, sono assolutamente da ascrivere alla tua determinazione e bravura.

Nel mio piccolo l'emozione e l'orgoglio di essere stato utile e d'aiuto con il mio piccolo contributo oltre a confermarti la mia sempre viva disponibilità per ogni evenienza.

A presto
Daniele

l'incarcerato ha detto...

Caro Daniele, tu sei uno dei pochi che fin dall'inizio non ha mai abbandonato la battaglia, persona fondamentale per ogni tipo di iniziativa e so che potrò contare sempre su di te! Un grandissimo abbraccio!