venerdì 31 dicembre 2010

E un altro anno è andato.

E così anche un altro anno intero se ne va.

E ci lascia un insieme di stagioni,di dolori, di attimi di gioia, di fallimenti, di risalite, di pianti, di risa, di contraddizioni, di abbandoni, di rinunce, di conquiste, di speranza, di disillusioni, di scontri, di forti emozioni, di cadute, di risentimenti, di rancore, di paura, di malefatte, di disfatte, di poesia, di chi qualcuno lo ha portato via, di rimpianti, di ogni caso nessun rimorso.

Di batoste, di anime contorte, di freddo, di calore, di chi non è mai di buon umore, di stupidaggini, di peccati, di sporca coscienza, di innocenza, di falsa coerenza, di dissapori, di felicità, di chi hai amato e se ne va.

Di importanza, di cortesie, di aiuti, di chi ha sempre il mal di pancia, di disdette, di arresti, di chi la violenza le ha costrette, di omicidi, di falsi suicidi, di mafie sempre più istituzionalizzate, di manifestazioni, di chi per forza di cose vuole sempre dare lezioni.

Di nuovi leader, di vecchi imbroglioni, di chi ama tutte le religioni, di tradimenti, di forti lamenti, di gente per bene, di chi si rifugia nella fede, di tumori, di espiazioni, di pentiti, di chi si sente per sempre traditi, di servi, di cortigiane , di malaffare, di latitanti, di chi acconsente sempre per paura di fare danni.

Di torpori, di malumori, di contestazioni, di bombe, di terrore, di chi attua la solita strategia della tensione, di animalisti, di ambientalisti , di comunisti, anarchici e capitalisti, di libertari, di liberisti, di conservatori e i soliti progressisti, di confidenzialisti, di federalisti , di leghisti e di soliti fascisti.

Di grandi mangiate, di fame nera, di chi non ha una fissa dimora, di chi attende una epoca nuova, di ammalati, di salutisti, di igienisti, di omofobia, di chi scruta l'universo, di chi ha il timore di un nuovo arresto, di lussuria, di ingordigia, di nuove tangenti, di chi ha paura di essere nuovamente comprato.

Di immigrati senza permesso di soggiorno, di madri coraggio e di chi non trova mai nessun coraggio, di chi fugge, di arrivismo, di particolarismo, di ermetismo, di facebook e di chi paga oro per un nuovo book, di falsi intellettuali , di precari, di sfruttati, di cassaintegrati, di torturati e di nuovi ammaestrati.




7 commenti:

Anonimo ha detto...

....azz che Bello :o)
Rom

upupa ha detto...

...di certo un anno come questo che ci lascia non lo meritavo..e come me tantissimi altri...io cittadina ho compiuto il mio dovere con intelligenza (non è presunzione),ho lavorato tutti i giorni e non ho pesato sullo stato cosa che invece"lui" fa con me...mi ha bloccato lo stipendio per 3 anni e allontanato il tempo della pensione;
non continuo perchè l'elenco è lungo...se ne andasse pure...per il prossimo spero solo in una ventata di "giustizia"...ne abbiamo bisogno...

Tua madre Ornella ha detto...

Inka

.................., ..........
......!!!!........: ........;.........!!!!!!!!!!!!!

.......??????????????????????????

Un bacio
Ornella

Aries 51 ha detto...

... di Incarcerati che parlano di delinquenti liberi,di Uomini liberi che parlano di incarcerati, di chi non tace la Verità,di chi racconta per Onestà.

elena ha detto...

... di amici persi e ritrovati, di sogni infranti o abortiti, di speranze dure a morire e di voglia di riscatto... grazie Inka.
Auguro a te ed a tutti i tuoi lettori un nuovo anno sereno e pieno di lotte... ma vittoriose!
ti abbraccio

Itsas ha detto...

di chi non trova la pace neanche con sé stesso

ciao
inca e auguri

luce ha detto...

...un anno anche di te, per fortuna.
Un abbeaccio!