giovedì 16 dicembre 2010

Capo d'accusa contro le Istituzioni e i gestori dell'ordine per i danni subiti a Roma.

Sento il dovere di fare un capo d'accusa al Governo e a chi ha amministrato l'ordine pubblico.

I veri colpevoli del danneggiamento sono loro e non i manifestanti. I commercianti, il comune di Roma e tutti i cittadini romani dovrebbero far parte civile di un processo d'accusa verso le Istituzioni. Sono loro i veri colpevoli.

E' dal 2008 con la famosa Onda che gli studenti hanno manifestato con grande senso civico contro il DDL Germini. Hanno fatto lezioni all'aperto, occupato per mesi le facoltà, giocato con i bambini, occupato pacificamente le strade di Roma, sono saliti sui tetti ed hanno perfino elaborato, tramite assemblee, un documento per proporre una vera riforma.

Le Istituzioni invece sono rimaste indifferenti, la Gelmini li ha perfino ridicolizzati dicendo che gli studenti facessero gli interessi del baronato. Chiusura totale.

Le Istituzioni avrebbero dovuto accoglierli, ascoltarli e magari discutere insieme il da farsi e soprattutto valorizzarli perchè da anni si diceva che esistesse una generazione silenziosa. E invece a sorpresa, in silenzio non riesce più a starci.

Chi conosce un po' l'abc della democrazia dovrebbe saper riconoscere che il conflitto sociale è la garanzia che essa esista.

Dopo tutta questa chiusura, le leggi votate senza nemmeno cambiare un articolo, un comma, e il voler approvare definitivamente un ddl che di fatto distrugge la scuola pubblica, cosa diavolo ci si aspettava? Che gli studenti lanciassero fiori e baci alle Istituzioni? Amare lo Stato?

E' più che naturale che poi alla fine arriva la disperazione e non voler più essere un movimento invisibile, inascoltato.

Questo è il mio capo d'accusa contro il Governo. E ora passiamo a chi ha gestito l'ordine pubblico.

Mettere le zone rosse, come Genova ci insegna, vuol dire voler provocare lo scontro. Un esempio? Al Social Forum di Firenze, all'indomani della manifestazione si incuteva terrore, si diceva che i no global avrebbero devastato monumenti, bruciato la città. Io c'ero ed è stata la manifestazione più civile e pacifica di tutti i tempi.

E perchè?

Semplicemente non è stata introdotta nessuna zona rossa e non si vedeva un carabiniere, un finanziere o un poliziotto in giro. Tanto è vero che la manifestazione si concluse con uno scambio di maglie e bandiere con quelli della prefettura. All'epoca c'era il prefetto Serra.

Invece a Roma hanno introdotto la zona rossa. E soprattutto sbarrare il corteo su via Del Corso è stato un errore colossale. Era inevitabile lo scontro e il danno di milioni di euro.

Vogliono difendere i Palazzi? Che li difendessero lì come nel passato è già accaduto! Al massimo ritrovavamo danneggiato un po' il Parlamento. E non credo che alla maggioranza degli Italiani sarebbe dispiaciuto.



6 commenti:

viola ha detto...

grande incarcerà, sottoscrivo tutto!mi dispiace solo che la gente comune non riesca a capire questo semplice passaggio e come al solito se la prende con la parte sbagliata, per un ennesima guerra tra "poveri"

upupa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
upupa ha detto...

..dovrei dire tante cose...ma voglio essere educata e contenuta...
I ragazzi chiedono solo il diritto alla vita… ed è giusto così…lo hanno fatto come dici tu per mesi e mesi...ma sono rimasti inascoltati per la presunzione che distingue e caratterizza questo governo…
Io mi sono emozionata…guardando quei volti convinti,certi, sicuri,speranzosi e allo stesso tempo arrabbiati per questa politica corrotta,traviata,viziata ,depravata…e allora ho pensato…gli adulti siamo noi…siamo noi che abbiamo creato questa corruzione,questa precarietà,questa insoddisfazione.
Noi adulti abbiamo permesso che un manipolo di facoltosi affaristi costruissero un paese di incapaci con portafoglio… e come sudditi abbiamo voltato il viso dall’altra parte…
Ora i giovani si ribellano…a loro dico…
Avete ragione, lottate, dimostrate di essere più in gamba di questa generazione fallita…lottate ma fatelo con intelligenza…non lasciatevi intrappolare da chi è un maestro nell’intrappolare,nel vendicarsi, nel distruggere le giovani esistenze… lo STATO è' un mostro!
Solo una raccomandazione…non confondetevi con chi cerca lo scontro, con chi è pagato e mandato per farvi perdere la testa…sono vecchie campane …hanno suonato negli anni settanta…Oggi è un altro tempo…il vostro…e la musica deve essere diversa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

L'istituzione questa volta...e non è la sola, ha fallito...miseramente e vergognosamente....

francesca ha detto...

Ho visto l'apertura della manifestazione sui vari video che girano in internet,non guardo la tele,ho visto dei bellissimi volti,tutti giovani,pronti a manifestare,poi ho visto uomini armati fino ai denti,assetto antisommossa neanche avessero davanti la peggior specie. Ho visto lo stato come sempre contro i cittadini.Adesso nelle loro case si sentiranno più uomini!!

Aries 51 ha detto...

Hai ragione. Penso anch'io quello che tu hai scritto, ma tu lo hai fatto meglio di come avrei potuto io.Ti avrei detto anche le stesse cose che ha scritto Upupa, come sempre sincera e piena di giuste passioni, ma Lei lo ha fatto meglio di me. Un abbraccio.

l'incarcerato ha detto...

Caro Aries. è un piacere rileggerti! Si, UPUPA ha espresso benissimo la sua giusta rabbia! Un abbraccio!