sabato 26 giugno 2010

Sono incazzato, sono troppo incazzato!

Sono incazzato, sono troppo incazzato.
Vedo troppa gente vuota, superficiale, tutti zombie viventi che mi circondano. L'altro giorno ho visto gente triste, che imprecava, era davvero alterata. Per un attimo ho pensato che ci volesse il cielo che all'improvviso ci sia stata una presa di coscienza.

Vuoi vedere che adesso scoppia finalmente una rivoluzione?

Già stavo immaginando la fuga dei politici, l'esilio del nostro Presidente. La paura dei capitalisti.

E invece poi ho capito che la rabbia è dovuta perchè l'Italia ha perso i mondiali.


Sono incazzato, sono troppo incazzato. Alla fabbrica di Pomigliano ha vinto il "modello cinese" con l'aiuto dei sindacati confederali. E presto tutte le fabbriche adotteranno questo modello proprio mentre perfino la Cina, dopo le rivolte dei lavoratori, vuole aumentare i diritti e le tutele dei dipendenti. Noi ereditiamo sempre il peggio di ogni Stato.

Oh come sono incazzato, troppo incazzato. Sono passati 30 anni dalla strage di Ustica e ancora non ci sono i colpevoli. Proprio come la strage di Piazza Fontana, Gioia Tauro, Piazza Bologna, Italicus e Portella delle Ginestre. E proprio mentre in Inghilterra si è conclusa l'inchiesta condannando l'esercito per la strage di bloody sunday.

Ragazza dagli occhi verdi,
quanto eri bella, profumata di arancio,
proprio come la tua bellissima e martoriata terra Siciliana.
Ti ho conosciuta per caso solo per due ore mentre aspettavamo il mezzo che non arrivava mai.
Due ore mai passate così piacevolmente,
ma così giovane già convivevi. Peccato.

E come sono incazzato ,troppo incazzato. Mentre il nostro Paese diventa sempre più autoritario, omicida, sfruttatore e liberista. C'è gente che ti risponde che non gli importa nulla perchè è per la "pagnotta". Ma ben presto non avranno nemmeno quella, ma poi è troppo tardi.

Sono incazzato perchè non ci sarà un dopo guerra, una guerra civile, una crisi che ci risveglierà. E con la sottocultura che abbiamo, non saremo capaci nemmeno di combattere il vero nemico, ma ci scanneremo tra poveri.

Immigrato che ti ho visto lavorare in una frutteria,
vedevo il padrone italiano come ti insultava, umiliava davanti a tutti,
e tu impassibile subivi.
Che vigliacchi, che approfittatori.
E se poi un bel giorno, caro immigrato, ti ribelli,
la gente ti condannerà perchè dice che sei uno scansafatiche e
vieni qui da noi per non far nulla, al massimo rubare.

Sono incazzato, sono troppo incazzato. "Incarcerà ma pigliate una camomilla!". Che dite la prendo gente mediocre che vuoi campare cent'anni facendo i fatti suoi? O magari pensando a se stessi? Riuscite a studiare alla grande quello che ti dicono, proprio in funzione del lavoro. Non avete senso critico. E molto probabilmente diventerete la futura classe dirigente! Stupendo, l'Italia così si salverà proprio. Berlusconi ci insegna di essere ottimisti, male che vada possiamo sempre metterci in proprio, no?

Sono incazzato, sono troppo incazzato. C'è gente che muore sul posto di lavoro per meno di mille euro al mese, mentre c'è gente che vive di sfarzi grazie a loro. Ci sono detenuti che vengono torturati in prigione, e noi ci disinteressiamo perchè mica ci riguarda? "Peggio per loro che sono finiti dentro, un motivo ci deve pur essere no?"Poi magari scopriamo che nessuno è immune, anche se si è onesti.

A Niki, che a differenza di altri ha cercato di farsi strada da solo
e con le sue sole capacità.
Di solito i mediocri ce la fanno, e chi ce la fa come te, finisce male.
Adesso, gente che purtroppo hai conosciuto, sta salendo sempre più in alto.
I mediocri hanno il potere e successo.
Sarà per questo che alla fine, chi comanda davvero, è la criminalità organizzata con i Poteri Forti?
Adesso va di moda chiamarla "Entità".

Teste di capra mie, io sono incazzato, sono troppo incazzato. E voi?


11 commenti:

sR ha detto...

è da tanto tempo ormai che lo sono e il brutto è che mi sto abituando a questa situazione

Tua madre Ornella ha detto...

Inka

e...prova a immaginare quanto lo sia io!!!!!!!!!!!!
...questa mattina poi....se mi fanno una radiografia io sono certa...il fegato non lo trovano!!!
Mai arrivata a questi livelli di collusione l'Italia!!! ORA HA SUPERATO SE STESSA con l'assenzo e la benedizione di TUTTI!!

Che delusione Italia....e che rabbia!!!

...altro che camomilla qui ci vorrebbe solo quella RIVOLUZIONE!!

MA CHI LA FA??????????? ...si è rivista tanta gente in piazza solo per i mondiali....con tanti problemi...ma non ci vergognamo???

Un bacio
Ornella

upupa ha detto...

Io ancor più di te...vista la mia età e quindi ho visto e sentito cose che di "umano" non hanno...sembianze!!!Carissimo i "dormienti" non avevano capito l'ultima nomina del ministro...ti rendi conto? lo hanno dovuto dire chiaro e tondo...altrimenti...Siamo arrivati alla frutta e la gente ancora condivide....la rivoluzione? Ci vorrebbero "eroi",ma oggi non è più tempo...la corruzione è ancor più diffusa alla base!
La cosa che mi indigna di più è ciò che è accaduto a Pomigliano...mi ricordo le lotte degli operai negli anni ...metà sessanta, per ottenere condizioni di lavoro migliori...e ora la Fiat o meglio "Fregatura" ripristina, dopo aver rubato soldi a non finire allo stato,all'Europa,le condizioni di schiavismo...perchè è come se avesse detto o voti così o muori di fame...che vergogna,che sconfitta per la civiltà....ladri e sfruttatori!

Aries 51 ha detto...

Incazzato ? Da molto tempo.Senza più illusioni.Ma sempre con un'Idea e senza compromessi.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

Quoto Aries 51. Da molto tempo, senza troppe illusioni ma con la voglia di continuare spinto solo dalla rabbia contro l'ingiustizia.

luce ha detto...

Incazzato anche io, ma non arresa.
Solo toccando il fondo si può risalire e noi il fondo lo stiamo toccando, specuie dopoquesta manovra, ma qualcosa si sta muovendo a Roma e dirtorni:la stanno facendo troppo sporca, vedrai che cambieranno le cose
Io sento puzza di risentimento popolare, e sono speranzosa.
Un abbraccio a te, non incazzato ma sempre affettuoso

Itsas ha detto...

incazzato
come te
come altri (ma ancora pochi)
come tutti quelli che pensano in questo paese
incapace di dire "chissenefrega"
incapace di pensare da "ottimista"

senza arrendermi, senza smettere di indignarmi e incazzarmi

Maraptica ha detto...

Questa canzone mi fa espoldere una catena interminabile di rticordi nella mente. Si, non so gli altri, ma io incazzata mi ci sento parecchio! Magari qualche compromesso smorserebbe un pò la rabbia, ma non credo di riuscire a scendere a "patti"... Non i "loro" patti almeno.

Spes ha detto...

Per quanto mi riguarda si potrebbe fondare il Gruppo degli Incazzati.
Lo fondiamo? Non sto scherzando.
Come forma di protesta.
Io sono una jena. Capisco il tuo stato benissimo.

Alessandro Tauro ha detto...

All'italiano togligli i diritti, togligli i soldi da sotto al naso, privalo della cultura, dei servizi pubblici, della sanità, della scuola pubblica, fai sparire da sotto i suoi occhi le fondamenta della giustizia (penale e sociale), riduci ad una forma moderna di schiavitù il lavoro salariato, fai divenire una sorta di speranza irraggiungibile un contratto a tempo per più di 6 mesi, inculca la mentalità per cui ambiente, accoglienza, solidarietà diventino parole per "hippie, comunisti e sindacalisti".

Fa' tutto questo e l'italiano non dirà nulla. Borbotterà forse, ma si adatterà, come ha sempre fatto nella sua storia.

Togligli il festival di Sanremo, il Grande Fratello, il girone ad eliminazione diretta dei mondiali, annulla un gol per fuorigioco inesistente alla finale di Champions League, manda in pensione Maria De Filippi e Simona Ventura e lì sì... avrai di fronte a te una vera rivoluzione popolare di massa.

E' questo pensiero che mi fa profondamente, più di ogni altra cosa, incazzare!

Ernest ha detto...

hai ragione inka, hai ragione! Qui le uniche volte che si vede la gente indignarsi e per il calcio, senza parole
un saluto buona giornata e continuiamo a lottare