lunedì 14 giugno 2010

Che fare?

Care teste di capra, sono davvero preoccupato per come si stiano mettendo le cose. Ho notato una grave sottovalutazione da parte di molte forze di sinistra per il DDL che limita per davvero la libertà di parola. E badate bene, io non sono preoccupato per i giornalisti che come ho da sempre denunciato sono loro che il più delle volte si auto censurano.

Siamo informati molto bene in che cosa consiste questa legge vergognosa, ma, ripeto, non sto notando nessuna organizzazione per fermare il Governo. Passata la legge, verrà smantellata l'unica forma libera di battaglia contro le ingiustizie, comprese quelle sociali. I familiari che avranno i figli uccisi nelle carceri, nei luoghi di lavoro, dalle mafie, non potranno più intraprendere nessuna battaglia come si sta facendo
ad esempio con Niki Aprile Gatti, con Cucchi o con Attilio Manca .

Si potranno mobilitare quando i colpevoli saranno rinviati a giudizio. Ma sappiamo bene che la maggior parte delle volte, la Magistratura, i colpevoli non li trova o non li vogliono trovare. Ecco perchè è fondamentale portare avanti la battaglia con l'inchiesta in corso, perchè sono i famigliari assieme alla società civile che trovano i colpevoli. Non potete immaginare quanto sia stato importante che Ornella abbia aperto un blog e tutti noi la stiamo aiutando, non potete immaginare quanti elementi sono stati trovati, e quante segnalazioni anonime abbiamo avuto.

Con questa legge, non si potrà intraprendere nessuna battaglia. Ci azzittiscono.

E quanto avviene questo, io la chiamo dittatura!

Bisogna, prima che sia troppo tardi, cercare il modo di coinvolgere tutte i movimenti, perfino quelli antagonisti, tutte le associazioni e fare una grande manifestazione di massa il giorno delle votazioni alla Camera.

Vogliamo ripetere lo stesso sbaglio dei nostri bisnonni che sottovalutarono la marcia su Roma e fecero instaurare il Fascismo? Possibile che la Storia non ci insegna nulla?


L'amico Rockpoeta ha proposto di inviare delle e mail a Repubblica(
v.zucconi@gmail.com) per dire a Saviano che si attivi trascinando la gente per mobilitarsi. Questa è una buona idea.

Pare che il Popolo Viola stia facendo una gran confusione per indire il giorno della manifestazione, con tutto il rispetto ma qui ci vuole l'ausilio di chi ha esperienza nell'organizzare. Il giorno delle votazioni dobbiamo fare di tutto per interrompere la seduta, in massa dobbiamo circondare il Parlamento. Dobbiamo farci sentire.

Il grave sbaglio è quello di non essersi organizzati prima, d'altronde era da parecchio tempo che tutti noi sapevamo l'intenzione autoritaria di questo Governo.

Non vorrei che i nostri posteri ci accusassero di avergli lasciato un Paese autoritario ove per poter condurre una battaglia bisogna farlo in clandestinità o addirittura all'estero. E che invece di protestare, siamo stati a guardare i Mondiali.

Che fare?

8 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Quello che stiamo cercando di fare. Organizzare un presidio nei giorni che precedono la votazione ed una manifestazione importante il giorno della votazione stessa magari con l'aiuto appunto di uno come Saviano e di altre organizzazioni come per es. Emergency e Amnesty.

Aries 51 ha detto...

Fare subito quanto suggerito da Daniele è la prima cosa. Cercando in seguito di non agire in solitaria. Questi mascalzoni se ne fregano delle manifestazioni popolari, ormai è chiaro, ma comunque non aspettiamo il 7° cavalleria. Anche perchè, carissimo Inka, hai visto giusto coi mondiali e dopo i mondiali ci sono le feriucce al mare, lo stress da rientro, l'ufficio, la scuola, il S.Natale e capodanno, le settimane bianche... Un abbraccio e ancora e sempre Grazie.

Angie ha detto...

Chi non partecipa in alcuna forma è perchè gli sta bene così e quindi gli appelli, purtroppo, lasciano il tempo che trovano (anche perchè c'è un sacco di gente che non usa internet!); non sono una disfattista, ma ancora abbiamo fiducia nella giustizia di questi uomini (ai quali, appunto, ci appelliamo)?

upupa ha detto...

Abbiamo consegnato il paese ad un manipolo di sfruttatori,manipolatori e bugiardi...un regime non si realizza per forza con un colpo di stato o con le armi...questi lo hanno fatto usando il potere che gli italiani riconosce loro...ma dobbiamo continuare a lottare!

ventopiumoso ha detto...

una domanda: quando si presume che sarà il giorno della votazione alla camera?

Ernest ha detto...

ciao Inka
Hai ragione si sta sottovalutando troppo, si parla di emendamenti quando in realtà bisogna puntare all'annullamento di un decreto del genere.
Credo che l'iniziativa delle mail sia un'ottima idea. Inoltre credo che per un paese che vuole rimanere civile sia il minimo organizzare una grande manifestazione il giorno della votazione
continuaiamo a lottare ragazzi
un saluto

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Inka

come sempre si sottovaluta...per pigrizia, per mancanza di informazioni.....
ci si renderà conto solo "dopo" all'atto pratico....purtroppo!!!
E' importantissima qualunque forma di protesta, purchè ci sia!!!!

Un bacio
Ornella

l'incarcerato ha detto...

Caro ventopiumoso, sinceramente non lo so. Pare che Fine dica che non c'è fretta. Pare che per regola le votazioni devono esserci a settembre. Ma il Governo le vuole fare a Luglio!