venerdì 18 giugno 2010

Addio Josè Saramago...

"Perché chi ha detto "no" una volta, non tornerà mai più al "si" di un menzognero compromesso"

I più grandi poeti, scrittori e artisti di questo mondo ci stanno abbandonando. Uno dei più bei libri dove c'è una grande storia d'amore è la "Storia dell'assedio di Lisbona" e ricordo di averlo letto in pochi giorni. Ma non sarà quel libro a farlo diventare un Premio Nobel, ma quelli successivi.

Saramago a tardà età aprì perfino un Blog come tutti noi, diceva che anche quello è un buon mezzo per dedicarsi alla scrittura. E amava essere anziano perchè diceva che a tarda ètà "si è più liberi, quindi più radicali"!

Sicuramente Saramago è morto da uomo libero...




Dev'esserci


Dev’esserci un colore da scoprire, un recondito accordo di parole.

Dev’esserci una chiave per aprire nel muro smisurato questa porta.

Dev’esserci un’isola più a sud, una corda più tesa e vibrante.

Un altro mare che nuota in un altro blu

Un’altra intonazione più cantante

Poesia tardiva che non riesci a dire la metà di quel che sai

Non taci quando puoi, non sconfessi questo corpo casuale e inadeguato.

Josè Saramago.


3 commenti:

Punzy ha detto...

e' vissuto, anche da uomo libero.
Sono fleice di averlo scoperto, letto, vissuto

Ernest ha detto...

E' morto un uomo libero... E vivrà in tutti noi!

Maraptica ha detto...

Mancherà.
Cacchio se mancherà...!