domenica 11 aprile 2010

SOLIDARIETA' AD EMERGENCY!


Sono stati
arrestati tre operatori di Emergency, spero che verranno trattati bene dall'Autorità Afghana. E spero soprattutto che verranno liberati perchè l'accusa sembrerebbe davvero delirante. Mi preoccupa seriamente la reazione del nostro Governo il quale accusa l'associazione umanitaria di fare troppa "politica".

La mia prima impressione è che stiano trovando la maniera per boicottare l'associazione fondata da Gino Strada visto che aiutano tutti i feriti, non facendo distinzione alcuna tra "buoni" e "cattivi". Come una vera associazione umanitaria dovrebbe fare.


12 commenti:

Valentino ha detto...

Per la cronaca, Matteo Dell'Aira, infermiere capo dell'ospedale di Lashkargah, è lo stesso che da circa un mese forniva testimonianze ai media occidentali circa gli omicidi e gli abusi sui civili perpetrati dalle "forze di pace" Isaf. Guarda caso, l'hanno arrestato. Dicono che hanno trovato esplosivo nell'ospedale, ma dicevano anche che c'erano molotov nella Diaz. Poi si è visto come è finita.

Aries 51 ha detto...

Il copione mi sembra stranamente fotocopiato da quello squallidissimo e ripetutamente recitato dai diversamente portatori di Democrazia. Chissà perchè, mi vengono a danzare davanti agli occhi certi ghigni più o meno barbuti che vediamo spesso entrare ed uscire da certi portoni romani. Prendersela coi volontari di Emergency è una azione per cui non trovo aggettivi sufficientemente dispregiativi. Ci hanno messo un pochino di tempo perchè sono lenti a carburare, ma c'era da aspettarselo.

upupa ha detto...

Carissimo..ho ascoltato le dichiarazioni del nostro" caro "ministro....che mediocrità....
Si stanno specializzando in tanti a "costruire" baggianate!!!!!!

Valentino ha detto...

Frattini: "Quelle di Strada sembrano dichiarazioni politiche, e non quelle di un medico che vuole salvare la vita alla gente". Credo che il nostro ministro non abbia ben chiaro che la politica non è quella che loro vermi fanno sulle loro comode poltrone, ma quella che si fa per le strade. Quella che salva la vita alla gente. O forse sono io che non ha capito nulla.

l'incarcerato ha detto...

Caro Valentino, alla tua giovane età hai capito molto meglio di tanti "politici" navigati. Il paragone con la Diaz è calzante.

Aries e infatti per questa messa in scena i protagonisti sono gli uomini della NATO. Proprio i portatori di democrazia...

UPUPA, questo nostro governo fa ribrezzo per le parole riportate.

Matteo ha detto...

Quanto al nostro governo non ci si poteva aspettare altro da un protettorato degli Stati Uniti, scusate il paragone un po' forte, ma l'Italia oggi sta agli Usa come la Repubblica Sociale stava alla Germania nazista.
Evidentemente gli americani del grande Obama stanno preparando una nuova sanguinosa offensiva nella regione e devono liberarsi degli unici testimoni scomodi rimasti.
Totale solidirietà a Emergency.

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Inka

....speriamo solo che vengano rilasciati subito!!
Io sono terrorizzata dalle ..."manovre" ..

Un bacio
Ornella

calendula ha detto...

ho firmato l'appello e ho visto che oggi 12 Aprile le accuse si stanno gia smontando e anche la Boniver intervistata a detto che la permanenza di Emergency in Afghanistan fa del bene alla popolazione ma pesta i piedi a persone senza scrupoli....

calendula ha detto...

dimenticavo..il ministro frattini è talmente inadeguato al suo compito che mi dimentico persino che esiste...

Minuccio ha detto...

Ieri ascoltavo Frattini ed il sangue mi bolliva. Assurdo dare fiducia incondizionata ad un governo strumentale alla guerra, e insinuare sospetti contro gli operatori di Emergency.
Io sto con Emergency!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

In effetti molti dubbi tante perplessità. Ed il timore di un nuovo caso Ilaria Alpi all'orizzonte..... ?

Alessandro Tauro ha detto...

Carissimo Incarcerato, non solo la solidarietà ad Emergency, indipendentemente dalla sussistenza (blandissima) e la confermabilità (scarsa) delle accuse, è doverosa, ma aggiungo che se si volge lo sguardo a ciò che avvenne tra Emergency ed il governo afgano 2 anni fa, durante la liberazione di Daniele Mastrogiacomo, gli eventi di oggi acquisiscono un'inaspettata chiarezza.

E i ruoli assunti dai protagonisti di oggi (Karzai, Nato, Servizi segreti afgani) assumono un senso inaspettato. E' sufficiente riconsiderare le posizioni assunte nei tragici momenti di allora per comprendere la follia delle accuse di oggi...