martedì 9 febbraio 2010

Rilanciamo la Verità e Giustizia per Niki!

Oggi ho deciso di rilanciare l'intervista ben fatta di Sky TG24 ad Ornella Gemini, madre di Niki Aprile Gatti ucciso nel maledetto carcere di Sollicciano.

Un omicidio mascherato da suicidio.


Dietro c'è una storia complessa, di poteri forti come la massoneria e la criminalità organizzata. Una storia dove ci sono di mezzo società off shore di San Marino, le quali risiedono sotto altri nomi anche a Londra. Un po' come
la società ex Eutelia.

Una storia torbida, dove un ragazzo come Niki, genio dell'informatica, è rimasto coinvolto. C'è chi la definisce una morte bianca, una vittima del lavoro. E in effetti oltre a morire per mancanza di sicurezza, si può anche morire perchè esistono delle società che coinvolgono persone in gamba, esperte nel settore, e riescono con abilità a valorizzare i sogni dei ragazzi.

Care teste di capra, la storia di Niki Aprile Gatti deve coinvolgerci, perchè ognuno di noi può diventare vittima di questo perverso sistema. Ornella, una mamma coraggio, ha fatto con grande sforzo questo nuovo post. Supplicando chi sa, ad aiutarla. Ci sono diverse forme per comunicare ,anche nell'anonimato!




Anche qui.

11 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Sempre con Ornella. chi sà si faccia avanti.

sR ha detto...

non c'è bisogno che dica altro

Blogger ha detto...

Non so nulla e, pessimista, conoscendo il sistema Italia, so non ne verrò mai a sapere niente. Solidarietà a questa madre. Blogger

silvio di giorgio ha detto...

un bacione grande alla signora ornella

Tua madre Ornella ha detto...

Grazie Inka,

grazie per il coraggio e la forza che mi date, tu, Daniele, Sr, sempre presenti con il mio Niki
e sempre pronti a non permettere di dimenticare.....la lotta è dura,
speriamo di arrivare almeno alla Verità...di quella abbiamo bisogno!!

Grazie

Ornella

Tua madre Ornella ha detto...

Grazie a tutti gli altri per la solidarietà, è necessaria!!!

Vi abbraccio
Ornella

Aly ha detto...

Siamo con Ornella, senza esitazione.
E un grazie va anke a te Inca, che mi hai (e ci hai) permesso di conoscere questa storia.
Spero veramente che chiunque sappia qualcosa abbia l'onestà di parlare.

Guernica ha detto...

Rilanciare la verità e la giustizia fa sempre bene.

Silvia ha detto...

Ci sono anch'io con Niki e la cara Ornella...

Il dolore di una madre per la morte del figlio è ineguagliabile. In queste circostanze lo è ancora di più.

Grazie anche a te Inca, da quando frequento questo blog ho avuto modo di conoscere questa storia e tante altre di cui prima non sapevo neanche l'esistenza.

Un abbraccio ad entrambi

upupa ha detto...

Bravo...mai abbassare la guardia!

Matteo ha detto...

Bisogna dare atto a skytg24 di aver fatto un servizio decisamente diverso dal ragguaglio frettoloso che ne diedero le altre televisioni. Hai fatto bene a ricordare questa storia, visto che abbiamo la memoria corta e non appena si spengono le telecamere tutto viene dimenticato.
Purtroppo in Italia preferiamo occuparci delle frequentazioni di Di Pietro o del legittimo impedimento.