domenica 7 febbraio 2010

Legittimiamo tutti allora?

Con il post precedente ho avuto l'ennesima costatazione che molti di noi sono e saranno perennemente incarcerati. Perchè non è possibile che ancora, anche a tarda età, si debba essere per forza aggrappati ai leader, non è possibile che ancora ci sia la necessità di avere degli idoli che diventano intoccabili e non criticabili.

Un po' come la religione, c'è una continua voglia di oppio.

E possono essere persone, o partiti. Basta vedere l'accesa polemica, con commenti anche offensivi, che ho ricevuto nel famoso post nel quale criticai l'agire di Rifondazione Comunista nella manifestazione di Livorno.

Basta leggere i commenti che ho ricevuto su Agoravox a proposito del mio articolo sulla foto di Di Pietro per capire quanta mancanza di onestà intellettuale ci sia in giro.

Allora da oggi in poi, se sono "puttanate" le mie legittime ipotesi sulla vicenda di Di Pietro e l'aiuto per facilitare l'inchiesta Mani Pulite, vorrei che a questo punto venga legittimato anche Berlusconi.

Se Di Pietro è credibile quando dice che all'epoca non conosceva Contrada, se non come un "semplice" questore, allora è credibile anche Berlusconi quando diceva di conoscere Vittorio Mangano come un "semplice" stalliere e non come un mafioso.

Se Di Pietro dice di considerare la targa dei servizi segreti Americani come un semplice regalo, allora Berlusconi è credibile quando dice che si era iscritto alla P2 perchè pensava che fosse una "semplice" associazione tipo Rotary Club.

A questo punto tutti sono legittimati a dire che sono vittime di complotti.

Tutti, nessuno escluso!


Come ora è legittimato Di Pietro ad appoggiare De Luca, un uomo del PD che è più a destra di Fini (basta vedere, come Sindaco di Salerno, l'azione di tolleranza zero e la sua voglia di chiudere i centri sociali) ed è imputato con le accuse di truffa e concussione.

Da oggi in poi, per coerenza, legittimiamo tutti!


Ma nel frattempo aspetto che "Todo Cambia" :




9 commenti:

Tua madre Ornella ha detto...

Inka...

mettiti comodo..perchè dovrai aspettare un bel pò ....prima
che ..."Todo Cambia"!!
Si Inka in Italia purtroppo si
legittima tutto e tutti .....
Aspettiamo questo libro che è in uscita ed approfondiremo, è che in una situazione tanto caotica e che ha dell'incredibile (quella italiana) non si riesce piu' a comprendere dove finisce il vero e inizia la fantascienza....

Un bacio
Ornella

Aries 51 ha detto...

Ornella ha ragione e probabilmente la Verità non si saprà mai, resta sempre nascosta nelle pieghe della Storia e difficilmente si rivela per intero. Non per questo dobbiamo smettere di cercarla. Grazie, a te e ad Ornella.

Cappellaio ha detto...

sottoscrivo in toto la tua analisi critica. E soprattutto sono sconcertato dal fatto che l'Idv appoggi de Luca. Spero solo che Sinistra Ecologia e Libertà non cada nello stesso errore.
Cappellaio

sR ha detto...

incarcerato...hai provato sulla tua pellaccia dura cosa vuol dire minare un "idolo".
Guai a toccare un Grillo, un Travaglio, un Di Pietro. Le domande non si fanno su certe persone.
Io condivido la tua analisi, la appoggio e ti sostengo, ma sappi che purtroppo, gli idoli sono difficile da buttare giù.

Vorrei tanto sapere cosa pensa Salvatore Borsellino di tutto ciò.

Continua per la tua strada, lascia le sbarre a chi necessita di catene.
Aprire gli occhi fa paura, non tutti sono in grado di affrontare la sua sfida.

a presto
sR

luce ha detto...

Caro Inka, nessuno è esente , e ne converrai, dallo provare a scagliare la prima pietra senza peccato, ma è anche vero che questa non è una questione di leader da giustificare e di ristrettezze mentali che ne impediscano la analisi comportamentale, ma di fatti.
E i fatti parlano chiaro.
Ci sono persone che hanno di fatto insasinato le cose e altri che forse ne sono stati strumenti inconsapevole, ci sono persone che di fatto sono colplici di danni a altri che inconsapevolemte ne hanno agevolato la degenrazione; del resto la strada per l'Inferno è lasctricata di buone intenzioni, mica cotiche!
Ci sono persone e persone.
Sono gli estremi che fanno male.Sempre
Un abbraccio e grazie sempre di sollecitare pensieri e parole senza omissioni

l'incarcerato ha detto...

Vero SR, infatti non vorrei essere nei panni di Salvatore Borsellino, si trova in una situazione imbarazzante. Purtroppo non dirà nulla, perchè si ritroverebbe isolato se si pronunciasse. E i suo silenzio è "tombale"!

Ti ringrazio per le tue parole e sono contento di non essere il solo.

Cara Luce, al di là di come la si pensa anche il tuo commento è stato molto costruttivo.

Caro cappellaio, mi sa che Sinistra e libertà già ci è caduta nel tranello. Spero che riuscirà, prima o poi, a riuscirne fuori!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Attento a fare certe proposte che questi ti prendono realmente sul serio poi.....

Ti abbraccio
Daniele

upupa ha detto...

Carissimo ....se nel sottosuolo della nostra anima collettiva si fa strada l'idea di non porci più domande e legittimare tutto quello che dicono e fanno siamo arrivati al capolinea...
Dobbiamo "dubitare" sempre...cercare,cercare di capire e analizzare gli eventi...solo così arriveremo ad una coscienza civile....

Alessandro Tauro ha detto...

Personalmente ho trovato il congresso dell'Italia dei Valori di questo fine settimana sconcertante.

Un congresso fatto di Statuti lasciati praticamente inalterati, elezioni per acclamazione (dal sapore terribilmente ottocentesco) e ritiri di sfidanti scelti a tavolino a mezzo metro dal traguardo.

L'unico personaggio politico ad esserne uscito con massima dignità in questi ultimi giorni è stato Luigi De Magistris.
Ha mantenuto con coerenza il suo atteggiamento estremamente critico verso la politica del PD (avvicinandosi alle forze della sinistra) ed ha rifiutato una candidatura di facciata alle elezioni regionali campane, pur sapendo di mantenere salda la poltrona che lo vede europarlamentare a Bruxelles.