lunedì 1 febbraio 2010

Berlusconi ha ragione!

Care teste di capra, questa volta vi farò infervorare. Alcuni di voi si sentiranno male, altre rimarranno deluse, chi mi leggerà per la prima volta si accingerà a chiudere subito dopo aver letto le parole che seguiranno.

Berlusconi ha ragione!

Ebbene si, per la prima volta mi trova pienamente d'accordo quando ha affermato che “la politica di Israele sugli insediamenti potrebbe rivelarsi un ostacolo per la pace”.

Dico solamente che quel "potrebbe" se lo poteva risparmiare perchè le Colonie "sono" un ostacolo per la pace. Un po' l'aveva capito anche quel pazzo sanguinario di Sharon. Poi ovvio che molto probabilmente si smentirà di nuovo, tanto è vero subito ha recuperato dicendo che Israele è uno Stato di grande civiltà e democrazia, tanto è vero che vuole farlo entrare nell'UE.

Va bene, per un attimo ci avevo creduto. Specialmente dopo che Bertolaso aveva criticato gli USA per come sono intervenuti ad Haiti.

Anche Bertolaso aveva ragione, e per un attimo avevo creduto che l'Italia per la prima volta si stava dimostrando non più supina alla prepotenza imperialista Statunitense. Parole che mi aspettavo da governi di centro sinistra, ma quella è per davvero una vera utopia.

Insomma care teste di capra, io non ho un cervello ossificato, non voglio limitarmi. E se una persona di destra,anche estrema, apre finalmente gli occhi e dice cose giuste, io la difendo.

Ovviamente non è il caso di Berlusconi e Bertolaso, due persone che spero non ci siano più nella prossima legislazione.

Per me la parola ormai desueta "Proletari di tutto il mondo unitevi" è sacrosanta. E non faccio distinzione di provenienza, religione, e nemmeno fede politica.

Se vi ricorderete, c'è stata un aspra polemica tra me e alcuni di Rifondazione e giornalisti di Liberazione per quanto riguarda
la manifestazione di Livorno. Una persona ostile al mio pensiero alla fine mi commentò:

"http://www.destradipopolo.net/?p=1569 e ho detto TUTTO.
Meditate gente, meditate. prima di sparare sulla "croce rossa" della Rifondazione."


Ebbene quello è un sito di destra che parla in maniera critica della situazione carceraria con le relative morti. E quale sarebbe il problema? Ben venga che anche una persona con percorsi politici diversi dal mio cominci a porsi delle giuste domande.

Ma cosa vogliamo fare? Avere l'esclusiva su questi gravi problemi? Se è così falliremo tutti quanti.

E si continua a morire.


8 commenti:

sR ha detto...

destra e sinistra, dividi et impera questa è la regola.
noi ci scanniamo sulla destra e sulla sinistra e loro si appropriano della nostra esistenza.

che tristezza...

meno male che hai postato quella canzone di G

angie ha detto...

Destra di Popolo - Circolo di Cultura politica diretto da Riccardo Fucile, dirigente e consigliere provinciale del MSI negli anni 80/90: facile fare del populismo (spostare il discorso là dove si sa che la gente sta ponendo attenzione) in previsione delle elezioni; del resto, stanno sdoganando anche Casa Pound e Forza Nuova... avanti così!

l'incarcerato ha detto...

Angie, non deliriamo! Adesso parlare del problema carcere sarebbe populismo? Ma frequenti la gente? La senti parlare? Fare populismo vuol dire dire l'esatto contrario! Ovvero dire che il carcere è un albergo, e tutte le cretinate varie.

l'incarcerato ha detto...

Ma si, ci piace ricordare Pasolini solo quando ci conviene. Lui disse un cosa importante quanto vera:

"Con i fascisti, soprattutto quelli giovani, ci siamo comportati razzisticamente: abbiamo cioè frettolosamente e spietatamente voluto credere che essi fossero predestinati razzisticamente ad essere fascisti...Nessuno di noi ha mai parlato con loro o a loro. Li abbiamo accettati come rappresentanti inevitabili del Male."

Bruno ha detto...

io non ce la faccio.....anche se ne dice una buona, pensando a cosa ha fatto e a chi è..non riesco a digerire nulla....... mi spiace...

luce ha detto...

Parole sante le tue, bisogna comunque cercare il dialogo, la divisione tende ad estremizzare le posizioni rendendole cieche.
Berlusconi che ha ragione?
Peccato che smentisce anche le cose ( pochissime) giuste che dice, vive di demagogia e non di democrazia, questo è il problema.
Un cordiale saluto

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

E' il buon senso, sono i sentimenti di giustizia quelli che contano non di che parte politica si é realmente. Anche perché oramai, chi un modo chi in un altro, tutti mirano solo ai loro interessi. Tutti o cmq davvero la maggior parte di loro.

Ciao
Daniele

Tua madre Ornella ha detto...

Inka
io penso che se una cosa è giusta è giusta, chiunque la dica, così però, come se è sbagliata, è sbagliata anche se ci viene detta dal nostro vicino di barricate!
Mancuso termina il suo libro nuovo dicendo che l'uomo è autentico solo ed esclusivamente se persegue
la strada della Verità e della Giustizia!!

E l'uomo dovrebbe essere "autentico"!!!!

Un bacio
Ornella