martedì 12 gennaio 2010

La Profezia.

Care teste di capra, a causa dell'evento recente di Rosarno non posso non riportare di nuovo uno stralcio di questa bellissima poesia di Pasolini. E' tragica ma piena di utopica speranza: Alì ed i suoi compagni cambieranno il mondo.

E tra l'altro, per un incredibile coincidenza, parla di Crotone e Palmi. Luoghi calabresi danneggiati dalla maledetta 'ndrangheta.





Alì dagli Occhi Azzurri
uno dei tanti figli di figli,
scenderà da Algeri, su navi
a vela e a remi. Saranno
con lui migliaia di uomini
coi corpicini e gli occhi
di poveri cani dei padri
sulle barche varate nei Regni della Fame. Porteranno con sè i bambini,
e il pane e il formaggio, nelle carte gialle del Lunedì di Pasqua.
Porteranno le nonne e gli asini, sulle triremi rubate ai porti coloniali.
Sbarcheranno a Crotone o a Palmi,
a milioni, vestiti di stracci
asiatici, e di camicie americane.
Subito i Calabresi diranno,
come da malandrini a malandrini:
«Ecco i vecchi fratelli,
coi figli e il pane e formaggio!»
Da Crotone o Palmi saliranno
a Napoli, e da lì a Barcellona,
a Salonicco e a Marsiglia,
nelle Città della Malavita.
Anime e angeli, topi e pidocchi,
col germe della Storia Antica
voleranno davanti alle willaye.


7 commenti:

enrica ha detto...

E' incredibile come Pasolini riesca dipingere con le parole. Sembra di vederli...
E' una storia interessante quella di Rosarno. Viene voglia di chiedersi chi o cosa ci sia dietro. Come sai, non credo nelle rivolte spontanee, sarò disillusa ma... non posso farci niente.
Buon anno, caro amico. Non avevo ancora avuto l'occasione di dirtelo. Spero che quest'anno ci veda testimoni di cambiamenti in meglio.

emanuela ha detto...

Avevo già sentito l'intervista di Saviano, ma è la prima volta che leggo la fantastica poesia di Pasolini, così intensa, così attuale

angie ha detto...

ma come: storia di Rosarno "interessante" e cosa c'è dietro alla rivolta?
magari pallettoni sparati addosso a uomini che non volevano più essere schiavi e che non avevano niente da perdere... e di fronte a un incidente diplomatico si precisa "non c'erano egiziani"... quanta vigliaccheria!

upupa ha detto...

Pasolini aveva la vista lunga...accompagnata da una grande sensibilità e attenzione alla società che gli permetteva una lettura critica molto costruttiva...se qualcuno gli avesse prestato attenzione!!!!!!!!!!!!

Alessandro Tauro ha detto...

Stupenda stupenda stupenda! Ed appropriata più che mai...!!

Uhurunausalama ha detto...

Una poesia che è attuale e che ci dimostra come,in fondo,non sia cambiato nulla.Che schifo!

Silvia ha detto...

Pasolini è sempre così incredibilmente attuale!

E pensare che ognuno di noi potrebbe essere al posto di quell'"Alì dagli occhi azzurri"...Anche noi italiani siamo in tanti ad emigrare.