mercoledì 15 luglio 2009

Se tu mi dimentichi



Se tu mi dimentichi


Voglio che tu sappia
una cosa.

Tu sai com'è questa cosa:
se guardo
la luna di cristallo, il ramo rosso
del lento autunno alla mia finestra,
se tocco
vicino al fuoco
l'impalpabile cenere
o il rugoso corpo della legna,
tutto mi conduce a te,
come se ciò che esiste,
aromi, luce, metalli,
fossero piccole navi che vanno
verso le tue isole che m'attendono.

Orbene,
se a poco a poco cessi di amarmi
cesserò d'amarti a poco a poco.
Se d'improvviso
mi dimentichi,
non cercarmi,
ché già ti avrò dimenticata.

Se consideri lungo e pazzo
il vento di bandiere
che passa per la mia vita
e ti decidi
a lasciarmi alla riva
del cuore in cui ho le radici,
pensa
che in quel giorno,
in quell'ora,
leverò in alto le braccia
e le mie radici usciranno
a cercare altra terra.

Ma
se ogni giorno,
ogni ora
senti che a me sei destinata
con dolcezza implacabile.
Se ogni giorno sale
alle tue labbra un fiore a cercarmi,
ahi, amor mio, ahi mia,
in me tutto quel fuoco si ripete,
in me nulla si spegne né si dimentica,
il mio amore si nutre del tuo amore, amata,
e finché tu vivrai starà tra le tue braccia
senza uscire dalle mie.

Pablo Neruda

12 commenti:

Tua madre Ornella ha detto...

Bellissima Inka,
Neruda è Neruda....
Un abbraccio
Ornella

ALEPH ha detto...

Oh mamma! Inca innamorato! Guarda che l'amore privato e romantico è roba da capitilisti, mica da combattenti! Su su riprenditi, non distrarti!

articolo21 ha detto...

Che grande poeta.

cometa ha detto...

"Le mie radici usciranno a cercare altra terra": avere radici, ma essere libero come l'aria. Per chi è libero, c'è sempre altra terra, anche se non può sostituire quella abbandonata alle spalle.
C'è sempre ancora altra vita, ancora altre possibilità, altre spiagge.
Un abbraccio, compagno!

Crocco1830 ha detto...

Hai fatto un post con uno dei miei autori preferiti.
Ciao Incarcerato.

Nicolanondoc ha detto...

...si che l'avevo capito, adorabile testa di capra, non sei fatto per la politica.....sei bello dovresti dedicarti alle donne, questa frase cossiga la dedicò a casini :-)))
Un abbraccio da un masculo :-)))

l'incarcerato ha detto...

Aleph, un giorno vorrò sapere chi sei in realtà. :)

Ah Nicola! Per favore Casini no! ;)

amatamari© ha detto...

Una bellissima poesia d'amore!

:-)

enrica ha detto...

Caro Inka,
grazie. Adoro questa poesia. Credo sia una delle espressioni d'amore e di umanità più belle che siano mai state scritte...
Enrica

upupa ha detto...

Carissimo...ottima scelta!
Scusa...l'amore è l'amore!
Distraiti pure!

Anonimo ha detto...

Bhe, giusto ieri sera mi è stato detto che "un certo" Che Guevara diceva che bisogna essere rivoluzionari senza perdere la tenerezza...! quindi non preoccuparti caro incarcerato,questa poesia ci sta tutta..! ;->

Aras

calendula ha detto...

l'amore non è una distrazione l'amore è vita... senza di esso saremmo cenere...