lunedì 8 giugno 2009

Risultato elettorale europeo: la Sinistra è fuori anche dal Parlamento Europeo

Bene, la sinistra ora è fuori anche dal Parlamento Europeo. La Casa delle Libertà ha vinto, quindi quando vi dico che è da cretini credere che Berlusconi perda consensi facendo i soliti pettegolezzi che invece lo rafforzano non offendetevi. Il PD per i miei gusti ha preso anche troppi voti, Di Pietro anche. E l'UDC non perde mai, anzi ha premiato i suoi elettori mandando in Europa il Principe Emanuele Filiberto, non è meraviglioso?

L'Italia mi fa ancora più schifo, la sinistra si è oramai estinta e a nessuno interessa nulla. Qualcuno ha detto che ci sia da lezione questo risultato elettorale, no mi dispiace ma io non prendo lezioni dalla massa addormentata e soprattutto rincretinita che presto andrà a votare come un branco di pecore "si" al prossimo referendum.


Ma è un motivo in più per lottare lo stesso, prepariamoci a scendere solo noi in piazza e difendere il più debole dai soprusi che presto riceverà senza alcun freno e a scontrarci con la repressione che si avventerà su di noi. I pochi rimasti, un estrema minoranza che potrebbe dare molto fastidio, e subiremo come non mai.

Prepariamoci ad un dopo Berlusconi molto simile al ventennio fascista, forse ancor più peggiore perchè a ispirazione popolare.

Non ci rimane che Resistere...

30 commenti:

stefania ha detto...

Che tristezza Inc. comunque io mi chiedo ancora perche' rifondazione si sia divisa........mi spiego meglio perche' Vendola se ne' andato.
A questa scissione detti una lettu-
ra ora devo vedere se sono stata
una cattiva Cassandra.
La cosa che sgomenta come L'europa stia andando tutta a destra, o resistiamo o espatriamo.
un besos

l'incarcerato ha detto...

Cara Stefania, non credo che sia stato un male. Mi spiego meglio, la sinistra arcobaleno, nonostante era formata da molti partiti, aveva preso molto meno voti dell'attuale lista rofondazione-cmunisti italiani. Diciamo che in politica uno più uno non fa sempre due, può fare anche zero.

Ma al di là di tutto questo, rimango con la considerazione del mio post: io non faccio in conti con la massa, attualmente è veramente priva di cultura, è mediocre. E io non prendo asssolutamente lezioni da loro. Potrei apparire uno snob, ma non mi interessa perchè io ne sono convinto. Basta ascoltare i discorsi della gente comune, passerà di tempo prima che arrivi un intera generazione che ritrovi la consapevolezza di questo stato di cose.

Ora come ora, non basterebbe nemmeno un dopoguerra...

Stefi ha detto...

Ciao Incarcerato,
tutto sommato ce l'aspettavamo, vero?!?..

Non ho nulla da aggiungere al tuo post se non una piccola considerazione: è vero che 1+1 può fare zero, ma non credi che se SL avesse corso con la Lista Anticapitalista magari il risultato totale non sarebbe stato 6,3, ma il buon segnale di inversione di tendenza al frazionismo avrebbe sicuramente fatto superare lo sbarramento??
Comunque, mio caro, non possiamo che continuare la lotta con ancor più determinazione di prima!
Un forte abbraccio solidario!

Uhurunausalama ha detto...

E ho pure un brutto prsentimento per oggi pomeriggio;se da me a Torino non vince Saitta preparo le valigie e scappo in Brasile!!!

l'incarcerato ha detto...

Cara Stefy, così si sarebbe riproposta la lista arcobaleno e i risultati l'avevamo visti. Poi che facciamo' Avremmo votato una lista che poi vanno in diversi gruppi parlamentari? Io credo che non saremmo arrivati nemmeno al 3 per cento. Ma è una mia considerazione.

Si, continuamo a lottare. Anche se in questo momento storico, lo faremo veramente contro i mulini al vento. Ma non mi interessa.

Spero solamente, e lo dico ai compagni di blog, che la finiate di parlare della vita privata di Berlusconi. Avete visto i risultati, si?

Basta di fare il gioco loro, io quando dico che ho paura del dopo Belrusconi è semplicemente perchè lui è l'unica discriminate che fa credere che ci sia un opposozione. Dopo saranno dolori, scusate la mia presunzione di dire che la Storia mi darà, haimè, ragione...

andreacamporese ha detto...

I risultati hanno dimostrato che il bipolarismo così com'è gli italiani non lo vogliono. Sono stati premiati, chi più chi meno, i partiti con radicamento ideologico (per fortuna). Quindi secondo il PD (numericamente l'unica forza che potrebbe contrastare Berlusconi), dovrebbe lavorare per diventare davvero quella forza democratica moderna con anime di sinistra ed ecologiste, in modo da offrire un'alternativa ma, soprattutto, un programma politico serio.
I numeri, secondo me ci sono, basterebbe smetterla con i sofismi di chi è più di sinistra, con i litigi inutili e deleteri. Magari una bella pulizia del gruppo dirigente non farebbe male.
Saluti

l'incarcerato ha detto...

Andrea, mi dispiace ma non sono assolutamente d'accordo. A parte che il PD non mi pare(per fortuna) un partito di massa visto che prendeva di più il vecchio pds che questa accozzaglia di anime liberiste, filo cattoliche a ddirittura securitarie...

CoN questo risultato abbiamo visto semplicemente che la società attuale dimostra una mediocretà da far spavento. Ma poi rischio di ripetermi.

Una cosa è certa, la sinistra non c'è più. O meglio, è destinata a diventare per sempre una forza extraparlamentare.

Ne riparleremo quando non c'è più la discriminate Berlusconi.

Stefi ha detto...

Mio caro, forse tu hai ragione, ma dai tempi della lista Arcobaleno tanta acqua (anche sporca..) è passata sotto ai ponti. Non so se l'elettorato l'avrebbe intesa come te e quindi il risultato sarebbe quello da te prospettato. Non pensi che molti, tanti, siano stufi di queste contrapposizioni e che avrebbero provato a dare fiducia???
Poi, forse mi sbaglio, ma da ciò che ho capito io, la dichiarazione del gruppo in cui si confluirà è precedente (cioè al momento della presentazione della lista)e SL aveva scelto il gruppo socialista (alleandosi così con Bobo Craxi..)e non quello comunista... Chissà quanti dei loro elettori avevano chiara questa scelta??!!...
¡Hasta la proxima!

sR ha detto...

Quante persone, di quelle che hanno votato, lo hanno fatto con cognizione di causa?
Sapendo che quel loro voto delegherà per 5 anni la loro sovranità a dei rappresentanti?
Voglio essere buono forse un 10% ha votato sapendo cosa votava (parlamento europeo), per chi votava e perché.
Gli altri sono tutti voti o di simpatia o di protesta o di becero attaccamento ideologico.

Io faccio parte della maggioranza relativa del 35% che si è astenuto.
Avevo troppe riserve che non sono riuscito a sciogliere.Quindi non ho votato.

Alessandro Tauro ha detto...

Condivido del tutto il tuo pensiero sulla sinistra, caro incarcerato.
A nessuno piace vedere due forze politiche che con un totale di 6,5% di voti (eguagliando l'UDC e tallonando l'IDV in esplosione) finiscono fuori anche dal Parlamento Europeo.
Ed è una anomalia tutta italiana.
E personalmente non nego che avrei preferito mille e mille volte vedere la sinistra unita sotto un unico simbolo.

Ma è altrettanto vero quello che dici tu: 1+1 non fa sempre 2. Anzi, in politica questo non accade mai. Guardare a questo proposito il PDL e due volte il PD (come somma di DS+Margherita e come PD+Radicali)...

La sinistra, divisa (scelta elettorale certamente disastrosa), non va in Parlamento Europeo. Ma senza lo sbarramento ora staremmo parlando dei 6 seggi presi dalle sinistre come riscossa e rinascita.

In paesi come la Francia, il Portogallo, la Grecia... ci sono anche lì due forze di sinistra: una legata più alla tradizione comunista e l'altra (sempre interna alla Sinistra Unita Europea) ma di alternativa più "estesa".
E in Portogallo, tanto per fare un esempio, hanno preso il 10% ciascuna.

Il problema è questo: in Italia il popolo ha smesso di votare a sinistra. Ci sono segni di progressione, ma restano lì dove sono.

Un paese dove la sinistra deve gioire o fare carte false per raccogliere un 4/5% sotto un simbolo unico per passare lo sbarramento, è una sinistra fallimentare.
Metteteci Zapatero, Obama o riprendete Berlinguer. E mettetelo a capo di una forza unitaria di sinistra OGGI.
Oggi, prenderebbe il suo onesto 5%. Perché il popolo italiano ora pensa così...

Tua madre Ornella ha detto...

X Inka

andiamo avanti.... la speranza del risveglio .....!

Ti abbraccio
Ornella

Crocco1830 ha detto...

Sono assolutamente d'accordo con te. Anch'io ho espresso questo malessere, rivolgendomi in particolare agli elettori di PD e IDV. Complevoli spesso, a mio parere, di non conoscere l'attività dei loro eletti in Europa.
Ed allora, il miglior modo per resistere, credo sia uno sforzo culturale enorme.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Concordo in parte nel senso che nel pessimismo generale vedo qualche spiraglio.

Per es. che manca un partito vero d'opposizione e questo spiega che molti hanno votato tanti altri partiti e poi ancora che l'astensionismo ha un suo forte peso.

Quindi la coscienza civile esiste ancora ma vuole essere più che degnamente rappresentata ed al momento non riesce ad unirsi sotto un un unico partito perché al momento nessuno veramente é una forza realmente capace di portare avanti le aspettative di un Paese che vuole giustizia, verità, rilancio economico e fine di intrallazzi di ogni tipo.

Va detto che esiste anche l'Italia belusconiana ovviamente ma la si può lentamente corrodere.

Basta avere l'acido giusto. Ora non c'é.

elena ha detto...

Temo ormai di non stupire... ma sono d'accordo con te, caro Incarcerato. Non aggiungo altro perché sono sull'incendiario... e se voglio dragheggiare (proprio nel senso di fare il drago), lo faccio a casa mia. Tanto con te non potrei litigare manco volendo... :)

pablito ha detto...

Sono d'accordo con te incarcerato
1+1 non fa 2 in politica. Però secondo me Vendola porta gravi responsabilità: prima dichiara che non spacca il partito e due giorni dopo dà vita ad una formazione alternativa candidandosi per giunta in tutte le circoscrizioni. Non so come definire questo se non spaccare un partito (e qualcos'altro)
Ritengo che questa scissione non avrebbe dovuto esserci e gli altri (verdi socialisti ec) avrebbero dvouto accordarsi coi radicali.
Forse(forse) quel 9% di voti non sarebbe stato disperso.
Ha avuto il suo peso anche lo sbarramento al 4% (lo hanno messo lì apposta, mica per sbaglio!) e il peso mediatico dell'IDV un partito che è molto a la page ma con poca sostanza.
Infine la censura dei massmedia è stata pesante.
hai ragione, purtroppo, a dire che il dopo berlusconi potrebbe essere peggiore.
I dati della LEga al Nord indicano che forse tra 10 anni non ci sarà più un'Italia unita, ma questo è un discorso un po' più complesso.
Cosa fare? io dico di continuare a dire con chiarezza e onestà quello che si pensa.
Questo è tutto quello che possiamo fare.
E Senza perdere la tenerezza...

upupa ha detto...

..ahi patria mia...la sinistra non c'è più...prendo atto di questo e con dolore... dico resistere sempre...a cosa?allo sfacelo del nostro paese!

Pietro ha detto...

e pensare che se sommavi i due partiti della sinistra potevi pure cantare vittoria

elena ha detto...

Sì Pietro, ma i due partiti sommati nell'Arcobaleno hanno preso meno dei due singolarmente considerati qui... la sinistra c'è, ha solo bisogno di continuar a crederci. Dal 3,08 del 2008 al 3,38+3,12 attuale(senza contare Sinistra Critica, Bene Comune etc che non so che fine abbiano fatto) direi che è più del doppio...

Miryam ha detto...

Salve! Sono davanti alla tv e non ne posso più di questo scempio.
Ho tante cose da fare, primo fra tutti dormire poichè domani ho da studiare l'ultimo capitolo di sociologia della cultura....(ho 40 anni, non ridete, lavoro e sono iscritta ad un secondo corso di Laurea) ma non ce la faccio, sono troppo "incazzata"!!!
La mia regione, la Campania tutta ora completamente nelle loro mani, chi credete che debba ringraziare?La sinistra o presunta tale mi ha scocciato... tutta il Pd, quella arcobaleno,quella di vendola e compagnia bella... ma vi rendete conto dove ci stanno portando tutti?
Su una cosa hanno ragione un po' tutti quando si discute e si dibatte: la sinistra in Italia fa schifo. Io sono stata sempre una combattente, ho litigato persino con gli amici ed anche con i parenti... ma ora mi accorgo di aver lottato contro i mulini a vento... La sinistra, tutta,( e non sapete quanto mi duole affermarlo) fa schifo!

Fa schifo perchè non sa comunicare, non sa essere politicamente spregiudicata, non sa radicarsi, non sa combattere ed estirpare il male della fascinazione antidemocratica, l'ignoranza, la distorsione dei linguaggi, non sa scendere tra la gente seriamente, davvero...con scelte, posizioni...ma lascia fare l'opposizione ai comici (cui spetta la libertà di usare qualsiasi linguaggio, sia pure contro il Papa)e quando sta al Governo non ha senso di responsabilità nei riguardi dei cittadini, chiudendosi a riccio nel palazzo del potere...La sinistra non dialoga con la gente e qst sua mancanza grave lascia gli italiani nelle mani di "prestigiatori". Una sinistra arroccata non starà nè in cielo nè in terra.
Ed io mi sento sfinita, fuori luogo, non ho più neanche voglia di parlare, di discutere tra i miei colleghi, tra la gente rassegnata che scrolla le spalle e dice " chi vince vince, tanto son tutti uguali...."
Ci sono tanti giovani che vorrebbero fare politica,combattere e battersi per cambiare la società, ma c'è una tale disorganizzazione da lasciarti cadere le braccia... sono pochi e sempre gli stessi... i figli, i nipoti, i fratelli....
Si, cari amici, anche a sinistra è un vero schifo.
Ditemi che non è così, dimostratemelo... e ve ne sarò infinitamente grata!
Scusate questo sfogo e saluti all'incarcerato e a tutti i commentatori! Miriam

Aly ha detto...

Querido Incarcerato, quanta amarezza in bocca.. ho letto e leggo i risultati europei e provinciali e non riesco a fermare i pensieri della mia mente ke sn fatti d'insulti, di tristezza, di rabbia.. eppure qui abbiamo fatto del nostro meglio, siamo stati cm non mai a contatto cn la gente, siamo andati nei quartieri ghetto, nelle case dormitorio, nelle fabbriche al collasso, nei mercati.. e sento da una parte la responsabilità mia del non aver forse fatto abbastanza, del capire dv ho sbagliato, perkè qui io sn segretaria del prc e forse non ho fatto abb bene il mio lavoro. Poi dall'altra parte c'è, lo ammetto, un'incazzatura verso gli italiani ke cm dice il comico Ascanio Celestini "quando il popolo deve scegliere tra un barabba e un gesù, sceglie barabba".. E mi fanno un pò sorridere coloro ke pensando alla "svolta" hanno votato IdV:questo partito in europa è nei popolari, lo stesso gruppo dv c'è il PdL.. Poi ci sn quelli ke stanki di tutti nn hanno votato ma io qui scusa non li capisco, io sn dell'idea gramsciana del "Chi vive veramente non può non essere cittadino, e parteggiare. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita.Odio gli indifferenti anche per ciò che mi dà noia il loro piagnisteo di eterni innocenti.Perciò odio gli indifferenti." Guardo l'Italia, poi guardo l'Europa.. poi guardo al mio Vietnam e ho voglia di trasferirmici..

l'incarcerato ha detto...

Cara Aly tu dimostri che esiste la volontà da parte dei giovani di cambiare e agire.

Ma siamo un estrema minoranza, la verità è questa. Ed io lo ripeterò fino alla fine: io non accetto lezioni da questa gente indifferente e qualunquista. Tutta gente che non ha più "coscienza di classe".


Cara Miriam, grazie per il tuo amaro sfogo...

l'incarcerato ha detto...

Comunque leggendo vari blog devo dire che ci risiamo: continuate pure ad ricominciare con il nano, psiconano e dire che bisogna unirsi tutti(cani e porci) per "abbaterlo" ecc ecc.

Ma capisco che è una causa persa, continuate così.
Ma possibile che il berlusconismo(anti e pro è lastessa cosa) non tramonterà mai? E quando accadrà mi godrà il triste spettacolo da lontano perchè da questa Italia me ne andrò...

NicKappa25 ha detto...

Caro Inca, il problema è palesemente, banalmente e tristemente culturale!
La gente ha davvero consapevolezza dello strumento elettorale?!...Ma certo che no!

Parlo della mia terra, della Puglia, e anche un po' del sud. Il voto è un favore, una promessa, un diritto/dovere si, ma di riconoscenza, di ossequio al gransignore di turno!
E questo non vale solo, come ipotizzabile, per le elezioni provinciali o comunali, ma anche per le europee. Basti pensare al "suffragio generosissimo" dei campani a Mastella, o soprattutto alla sempre numerosissima schiera di elettori dell'Udc in Sicilia, nonostante le arcinote vicende di "adesione mafiosa" con alcuni politici!..

Sulla sinistra non so che dire. Ho sperato sommessamente nel gruppo di Vendola, non foss'altro perchè ritengo abbia un appeal maggiore rispetto alle altre figure di quella sinistra (che spero di non sentir più chiamare "RADICALE" dai tg, altrimenti spacco il televisore!..) alla cui scomparsa stanno contribuendo un po' tutti in Italia.

A volte mi viene l'assurdo pensiero di "elogiare" la sfrontatezza dei politici del centro-destra (Pdl + lega) perchè almeno sono concreti e vanno dritti al loro obiettivo, mettendoci la faccia al rischio quasi certo di perderla!...Che poi il loro obiettivo sia vomitevole in quanto presuppone l'uniformità mentale ad un unico padrone e soprattutto ad un unico modo (illegale, prevaricatore, razzista e ipocrita) di pensare le istituzioni e la realtà in generale, beh questo è l'altro lato della medaglia.

Lo schifo è sublimato in un pensiero ricorrente nelle interviste ai politicanti di questi giorni: "ormai non ha più senso parlare di grandi ideologie. Sono state sconfitte!".

Come se condivedere un'idea fosse poi un reato..

Saluti

Tua madre Ornella ha detto...

x Myriam,

non sono della Campania,(ma ormai questo problema non è piu' nè locale e neanche solo italiano ma europeo...) ma tu hai ragione al 1000x 1000
Nella mia storia l'unico che mi ha ascoltata Veramente sai chi è stato??????? UN COMICO... BEPPE GRILLO (ma lo vedi come ci hanno ridotti????)

Ed io lo vado urlando da un anno che la vera vergogna italiana è la Sinistra, perchè la destra sta facendo i suoi interessi ed anche "bene" !!! E la Sinistra non esiste piu'... estinta, anzi mima la destra....

Ti abbraccio
Ornella

Tua madre Ornella ha detto...

x Inka

"Dopo l’esclusione dal cratere, l’ennesima tegola si abbatte sul Centro Abruzzo: con l’ordinanza numero 3780 (articolo 2) di sabato sei giugno scorso della Presidenza del consiglio dei ministri, firmata dal premier Silvio Berlusconi, si dispone la revoca della sospensione del pagamento dell’Irpef, per i residenti al di fuori dell’elenco dei comuni terremotati.
Con una prima disposizione, firmata dal ministro dell’economia Giulio Tremonti il 6 aprile scorso, invece, si disponeva l’esenzione dal pagamento dell’Irpef per tutti i residenti in provincia dell’Aquila fino al 30 novembre del 2009.
“Il provvedimento cessa il 30 giugno prossimo – si legge nell’ordinanza – e i contribuenti che si sono avvalsi di tale facilitazione dovranno effettuare i pagamenti con le ritenute non subite in cinque rate mensili di pari importo a partire dal 16 luglio del 2009”.
Sconcerto e delusione per la notizia arrivano da più parti. “L’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 3780 datata 6 Giugno 2009 (per la parte relativa all'art.2 che revoca la sospensione dei versamenti Irpef per i Comuni della Provincia dell'Aquila che sono fuori dal cratere), conferma qualora ce ne fosse ancora il bisogno, che l'Italia è un paese dove spesso non alberga la certezza del diritto. Si naviga a vista”.
Fonte:http://www.rete5.tv/index.php?option=content&task=view&id=15360

x capirci Avezzano è fuori dall'elenco....
Ti abbraccio
Ornella

Guernica ha detto...

Andare a votare non serve.
Non andarci non serve.
Nessuna cosa serve se non si levano dai piedi una buona volta tutti in blocco!

Il dopo Berlusconi sarà un disastro.
Ai partiti di Sinistra caro Incarcerato cosa devo dire?
...
La cosa certa è che a rimetterci siamo sempre noi, indifesi.
La cosa assurda è che gente come noi vota berlusconi.
La cosa bestiale è il numero di voti che ha preso la Lega.

Maurone ha detto...

Io resisto da quando son nato, ma solo pochi ma buoni dobbiamo fare sta resistenza? Perchè ogni giorno salta sempre fuori uno che si stufa e si vende?

chit ha detto...

Analisi corretta. Io mi sono "staccato" ma mi sembra di sentire che sono riusciti a mandare Mastella ma non il principino.
Per il resto credo che di "lezioni" la sinistra in questi ultimi tempi ne abbia prese molte, il problema è che sembra non imparare nulla. Storia recente e numeri, in fredda analisi, mi dicono questo.
Resistere è un obbligo, morale e civile per chi crede in una società migliore. Ed io ci credo!

Gatta bastarda ha detto...

La politica mi ha molto deluso... io cercherò di far quel che posso per cambiare le cose di persona e con il mio lavoro... ma nei politici e negli italiani non ripongo più alcuna speranza!

La Mente Persa ha detto...

Caro Incarcerato,
è tutta questa Europa che se ne va verso la destra a preoccuparmi.
La politica della paura ha dato i suoi risultati.
gio