martedì 16 giugno 2009

La 'ndrangheta (seguito della settima parte)

Segue da qui.

L'Umbria, e in particolar modo la città universitaria Perugia, ha il triste primato della morte per overdose tra i giovani. Morti che sono in continuo aumento perchè gira tanta di quella droga che fa paura.


Il "monopolio" del traffico di stupefacenti è in mano alla cosca dei Facchineri, i quali hanno dato vita ad una struttura associativa multiforme, dedita ad attività criminose principalmente volte alla importazione di consistenti partite di stupefacenti e alla sua successiva commercializzazione.

L'indagine "windshear" condotta dal Raggruppamento Operativo Speciale dei Carabinieri di Perugia ha consentito di ricostruire una rete criminale dedita all'importazione ed al traffico di sostanze stupefacenti, nella quale figuravano personaggi come Roberto Pannunzi e il figlio Alessandro, Stefano De Pascale, non chè appartenenti alle cosche Coluccio, Aquino, Bumbaca e Agostino, tutte originarie della Locride.

Ma la 'ndrangheta, in Umbria, con il tempo non si è limitata più alla semplice commercializzazione della droga. Anche perchè fa tanti, troppi soldi e quindi bisogna riciclarli più in fretta possibile. E allora è nato un altro triste primato in questa bella ma oscura regione: le morti sul lavoro!

Come vi ho già anticipato, l'Umbria non è assolutamente una regione verde. Purtroppo è in corso una cementificazione selvaggia, si costruiscono interi villaggi, inutili case e numerosi centri commerciali. E, ahimè, non è un caso che la regione Umbria si sia dimostrata favorevole al "Piano Casa" ideato dal Governo Berlusconi.

Basta fare una passeggiata tra i borghi dell'Umbria e non è difficile vedere numerose aziende edili al lavoro. Se ne possono scovare centinaia. E non è difficile scoprire che i lavoratori sono tutti o calabresi o campani, così come i Titolari.

Aziende che nella maggior parte dei casi sono ad odor di mafia.

Tempo fa ci fu un operazione dei carabinieri chiamata Naos nella quale si scoprì un accordo tra 'ndrangheta e Camorra(e in particolar modo il clan dei Casalesi) per controllare gli appalti in Umbria. Ci furono numerosi arresti, tra i quali anche numerosi amministratori locali.

Molte di queste società edili controllate dalla 'ndrangheta vengono acquistate tramite estorsione o acquisto a ribasso, e risultano vincenti sul mercato degli appalti pubblici e privati perche riescono a mantenere prezzi ultra competitivi grazie all'uso di materiali scadenti e soprattutto di manodopera rigorosamente a nero e malpagata, con carenza di sicurezza sul lavoro.

E quindi non è un caso che le morti sul lavoro in Umbria, superano la media nazionale. Le 'ndrine succhiano il sangue agli operai e mettono a rischio la popolazione con i suoi manufatti di scarsa qualità.

L'Umbria quindi è diventato un territorio dove succede di tutto, si creano nuove frontiere di riciclaggio del denaro sporco, si instaurano rapporti tra politica e criminalità organizzata, ci sono forti poteri occulti dove sembra che ad ogni avvenimento, dal delitto più efferato alla semplice rapina, intervengono prontamente.

Perugia è diventata una base per la creazione di strane organizzazioni, dove però mantengono sempre legami con le cosche Calabresi e clan Campani. E soprattutto sembrano avere delle coperture veramente troppo grandi, tanto di rimanere impuniti e continuare a fare la vita di sempre. Nonostante che ci sia scappato il morto.

Perchè da Perugia si fanno accordi per portare soldi a San Marino fino ad arrivare a costruire società a Londra . Un vero e proprio intrigo internazionale.

Continua...





28 commenti:

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Inka,
tutte queste denunce, tutte queste inchieste, io mi domando: ma che fine fanno?? Perchè diciamolo chiaramente, le Inchieste sono tante e tutte uguali ( LE 'NDRINE RIPROPONGONO SEMPRE LE STESSE COSE) sul territorio italiano, e se avessero un esito positivo, secondo me verrebbe ripulito tutto il territorio.... Ed invece i meccanismi sono sempre uguali, ci sono da aggiungere night, pizzerie,
tutti strumenti per il riciclaggio e le leggiamo continuamente..... ma poi che FINE FANNO LE INCHIESTE????
Perchè questo è il vero DILEMMA

Ottimo Post
Ti abbraccio
Ornella

Crocco1830 ha detto...

...a dimostrazione di come la 'ndrangheta sia un fenomeno sottovalutato. Tanto da riuscire a rimanere nell'ombra a fare affari, sguazzando nella vita di tutti i giorni di molte persone inconsapevoli.
Chi ha costruito le case dove abitiamo; chi ha realizzato quel centro commerciale; a chi sono stati concessi permessi a costruire. Se solo imparassimo a porci semplici domande di questo tipo...

NicKappa25 ha detto...

C'ho vissuto e posso dirlo...Perugia è una città sottovalutata..

articolo21 ha detto...

Da sempre una criminalità sottovalutata e potentissima... infatti, per rincuorarmi, ho apprezzato molto il video :)

l'incarcerato ha detto...

Purtroppo hanno fatto malissimo a sottovalutare Perugia, ma in realtà è stato voluto. Chissà perchè troviamo difficoltà a trovare giornalisti del luogo che ci danno una mano? Perchè ci sono delle intimidazioni?

Attendo chiarezza su questi fatti, ma quando si ha paura è difficilissimo. Ma il coraggio dove è andato a finire?

ps non c'entra nulla, forse, ma andate a leggere un interessante post di ARTICOLO 21 http://lanciailsasso.blogspot.com/

upupa ha detto...

CARO INCARCERATO...le denunce sono tante ma evidentemente il potere di queste cosche va oltre...e questo è vergognoso!

aleph ha detto...

Ecco appunto, queste 'imprese' sono molto competitive su tutto il territorio nazionale.Dunque sono ben viste e non lasciano scampo alle imprese serie , a norma, e che usano materiali costosi in quanto ottimali. Poi scopri che fanno i cementi con le scorie di ogni genere, così riciclano pure quelle e ti ritrovi i caseggiati al cesio o a chissà che altri rimasugli. E' tutta una catena,e ci guadagna ogni anello.

il monticiano ha detto...

Mi si stringe il cuore a seguire le tue inchieste,come quest'ultima.
A me non è che rimane poi tanto tempo ma sarei stato contento di vivere con serenità e tranquillità
quest'ultimo periodo della vita sapendo che quelli dopo di me
avrebbero avuto una vita migliore della mia.
Non mi sembra che andrà così.

Guernica ha detto...

Caro Incarcerato,
sono decisamente problemi (tutti e tre:spaccio, riciclaggio di denaro sporco e morti sul lavoro) che NON si vogliono risolvere.

Ti parlo di Pino Arlacchi, ex commissario Onu per la lotta alla droga aveva ben compreso come agire.
Non perseguendo gli spacciatori in piccolo ma agendo direttamente sulle coltivazioni locali.Introducendone di nuove per evitare quelle incriminate.
Ebbene.Dopo anni di lavori viene buttato fuori dall'Organizzazione.
Ergo, le cose si vogliono immutate poichè conviene.

Impegnato come il riciclaggio e stato criticato e minacciato più volte.
Insomma.A volte non mi riesce più di chiedermi perchè le persone tacciano.
Se parli ti rovinano la vita se ti va bene.Muori altrimenti.

Ora è stato eletto al parlamento europeo.Speriamo possa fare qualcosa..mah...

Insomma se volere e potere e non si vuole...si va poco lontano.

Grazie per il post.Al solito.

calendula ha detto...

non so se hai sentito che anche qui da noi in Sardegna ( regione da sempre ostile al crimine organizzato) si sono aperte inchieste per strane costruzioni e strane vendite di villette nella zona di Olbia, tutti affari riconducibili all'andrangheta...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io dico solo una cosa: complimenti, la tua capacità di informazione e di reportage supera oserei dire Saviano.

l'incarcerato ha detto...

Grazie Calendula, si ho letto. La 'ndrangheta è la prima mafia più potente e pericolosa al mondo.Si trova dappertutto. Avvolge l'intero pianeta...

Daniele, ti ringrazio ma questa volta hai esagerato! :)

Grazie comunque per il tuo apprezzamento.

Aldo, spero di prometterti che presto qualche luce si avrà. E poi arriverai a più di cent'anni . Quindi c'è tempo ;)

Tua madre Ornella ha detto...

x Inka,
passati questi terribili giorni di ricordi farò un post dedicato alla potenza della rete.
La rete è uno strumento potentissimo, ma come tutti gli strumenti deve essere utilizzato e sfruttato al massimo delle sue potenzialità. Ora il post di ARTICOLO 21 è importantissimo, ma ad esempio in rete sicuramente ci saranno persone di Chiasso che essendo del posto ci potrebbero chiarire meglio o approfondire l'accaduto, darcene notizia a noi della rete e riuscire a CAPIRE!!
Così come ad esempio in riferimento al tuo Post, ci saranno in rete persone di Perugia
che conoscono fatti e che ad esempio mettendoli insieme, il puzzle
si arricchirebbe di contenuti. QUESTA E' LA RETE sfruttata al massimo e potente da far si che riesca ad operare CAMBIAMENTI VERI!! Diversamente è un passaggio di notizie che si, è divulgativo ma non apporta NESSUN cambiamento sostanziale!!
Ti abbraccio
Ornella

Tua madre Ornella ha detto...

x Inka,
le mie nottate insonni, mi portano a continue riflessioni .....
Allora ad esempio riflettiamo:
nei barconi che continuamente vediamo in TV, per capirci quelli dei respingimenti...., vedete le "bonazze" che poi invece si vedono(le ho viste nei servizi tv) dentro ai night della 'ndrangheta??
Questi night chiaramente tenuti da prestanomi, sono luoghi di riciclaggio ma anche di immigrazione clandestina, dove queste bellissime ragazze vengono tenute quasi in stato di schiavitu' ... Ora la mia domanda è: Come vengono portate in Italia??
E perchè anche se oggetto di indagini (anche se con prestanomi) questi night continuano a funzionare????
E perchè non vengono controllati questi cantieri edili?? Abbiamo leggi sulla sicurezza che sono le migliori al mondo però affidiamo i cantieri a queste persone con i risultati che abbiamo sotto gli occhi Morti Bianche e case sbriciolate ....
Ma si continua.....
X Guernica
se siamo sotto scacco per la PAURA
abbiamo perso in partenza e la rete
la utilizziamo per cose inutili, e i Padroni indiscussi rimarranno LORO.... quello che stà accadendo..
Dietro la Paura si nasconde anche chi non vuol fare nulla e vuole continuare la sua "normalita" illusoria..
Vi abbraccio
Ornella

Nicolanondoc ha detto...

Bisogna saper "LEGGERE" oltre che a scrivere....."CAPIRE" aiuta molto!!!
Ti abbraccio, incarceerato.

cometa ha detto...

Riciclaggio anche in Veneto:
da l'Arena, quotidiano di Verona.

l'incarcerato ha detto...

Sai qual'è il problema caro Cometa? Che tutti questi arresti avvengono solo per far finta di dimostrare che lo Stato li sta combattendo e invece poi (come dice Ornella) scopriamo che non c'è un seguito. E comunque la 'ndrangheta si potrà sconfiggere solamente quando si comincia ad alzare il tiro sul connubio di istituzioni-massoneria deviata(la Santa e altro)-criminalità organizzata.

Ma purtroppo noto dei strani movimenti che presagiscono un qualcosa di molto grosso che ancora non riesco a visualizzare. Spero che non succeda niente di "eclatante" per avvalorare la mia ipotesi...

sR ha detto...

confermo le preoccupazioni dell'incarcerato.
perugia è una città intrisa di malavita.
e i perugini negano...

enrica ha detto...

Notizie interessanti e sconosciute per me, grazie!

Enrica

Rosa ha detto...

La potenza del potere mafioso viene dallo Stato stesso, che, invece, dovrebbe combatterla.
Nando dalla Chiesa, nel libro Il giudice ragazzino, afferma che ciò su cui la mafia si basa è il REGIME DELLA CORRUZIONE: "…ma dietro, sullo sfondo, ancora più grande e torva, si staglia l’ombra del regime della corruzione; è nel suo grembo che la mafia trova alimento e protezione. Quell’ombra che la protegge come un immenso angelo custode le dà sicurezza e baldanza…" e ancora"Il regime della corruzione è fatto di tangenti che chiamano tangenti, di omissioni che chiamano omissioni, di silenzi che chiamano silenzi e di soprusi che chiamano soprusi…"
La mafia, servendosi di questo regime, regna sovrana, sapendo che nulla la può ostacolare,il potere mafioso, infatti, ha i suoi uomini nello Stato, ha magistrati che assolvono i mafiosi, non per errore ma perché li devono assolvere. Gli uomini della mafia, li troviamo anche nella politica e nell’imprenditoria.
Potrei scrivere pagine e pagine di quello che vedo tutti i giorni.
Sono tutti corrotti e la cosa più grave e che lo fanno alla luce del sole con luce del sole...TANTO NON LI FERMA NESSUNO. Fanno arrestare di tanto in tanto qualcuno per proteggerne altri molto più importanti.

Hai letto il libro di Leonardo Sciascia : Il cavaliere e la morte?

Grazie per il lavoro che svolgi.
Ti abbraccio
Rosa

l'incarcerato ha detto...

Cara Rosa, grazie davvero per il tuo commento molto costruttivo! Purtroppo non l'ho letto, ma se me lo consigli forse è da farlo in futuro...ho molti arretrati :)

Un abbraccio.

Tua madre Ornella ha detto...

x Rosa

un'analisi PERFETTA!!
E' quello che cerco di dire e far capire con altra terminologia, ma
il nocciolo è proprio questo!!

Ti abbraccio
Ornella

cometa ha detto...

@ Rosa, Incarcerato ed Ornella:
Ma... e le elezioni?
Gli italiani votano sempre gli stessi, anche se ne conoscono la disonestà, la corruzione, la malafede... o al massimo, quando proprio sono feriti e delusi, non votano, come all'Aquila.

La colpa di questo "regime della corruzione" è del mio vicino, del benzinaio, del vigile, della vecchina a cui porto la spesa, delle persone che incontro tutti i giorni, tutto il giorno, dappertutto...
ciao, cometa

Alessandro Tauro ha detto...

Stupendo come sempre, incarcerato!!
Stai ricostruendo una storia degna dei migliori Lucarelli e Saviano! E non lo dico per piaggeria, te lo assicuro!

E approfitto per dirti che cercherò di aiutarti ben volentieri sul reperimento di altre informazioni sulla società di Gubbio.
Spero di rendermi davvero utile...!

Guernica ha detto...

* ORNELLA, certamente!
La PAURA è un pessimo ingrediente e spopola attualmente.
Purtroppo.
Ma è molto comodo mantenere la finta normalità...finchè dura.

emanuela ha detto...

Avrei detto che una regione rossa avesse anticorpi più forti delle altre. Così non è. Siamo tutti nelle mani di un'economia pronta a vendersi e di una politica incapace di elaborare alternative

l'incarcerato ha detto...

Emanuela hai detto una cosa purtroppo vera, la 'ndrangheta e in generale il potere mafioso-massonico è bipartisan. E alcuni apparati della sinistra sono altamente corrotti. Purtroppo...

Franca ha detto...

Sono stupefatta!
Ma la mafia non sta solo al sud?