mercoledì 13 maggio 2009

Lettera al Presidente Napolitano per Niki!

Care teste di capra, come già molti di voi hanno appreso, la deputata del PD Paola Concia ha intrapreso un interrogazione parlamentare per fare chiarezza su Niki. Paradossale che da noi, senza passare per i mezzi di informazione(?), si è arrivati direttamente nel Parlamento Italiano.

Se l'Italia fosse così limpida e senza lati oscuri, sembrerebbe quasi quasi una democrazia diretta. La società civile chiede spiegazioni e il Parlamento ne risponde direttamente.

Ma sappiamo benissimo che non è così.

Allora vi chiedo umilmente di intraprendere un iniziativa come quella passata fatta insieme al Rockpoeta, dobbiamo scatenarci di nuovo tutti e scrivere direttamente al Presidente della Repubblica, e non tramite una semplice e mail, ma con una lettera vera e propria.


Perchè il cartaceo, in questo caso, ha più potere.

Devo ringraziare la nostra amica blogger Rosa che ha avuto questa bellissima idea, è stata davvero una grande e sensibile testa di capra. E visto la disponibilità di Napolitano che ha avuto con Pino Masciari mi sento ottimista!

Ma tutto dipende da voi se contribuirete con decisione e voglia di verità e giustizia.

Questo è il testo e non dimenticatevi di allegare una fotocopia del vostro documento di identità:


Al Presidente della Repubblica Italiana
On.le Dott. Giorgio Napolitano

Palazzo del Quirinale
00187 ROMA




Onorevole Presidente,

Sono una cittadina italiana, che crede fermamante nei valori della Giustizia, della Libertà e dei Diritti Umani.


La Costituzione della Repubblica Italiana Le riconosce, non solo le funzioni di Capo dello Stato, ma anche quelle di Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura.

A Lei quindi mi rivolgo , per sottoporLe un caso di ingiustizia perpetrata ai danni di un giovane ragazzo, Niki Aprile Gatti.


Niki aveva solo ventisei anni. Da un anno e mezzo viveva a San Marino dove lavorava come informatico per un gruppo di aziende oggetto di un' inchiesta per truffa telefonica e frode informatica da parte del Magistrato fiorentino Paolo Canessa.

Le Società incriminate sono la Oscorp Spa, Orange, OT&T e TMS, tutte residenti a San Marino, la Fly Net di Piero Mancini, Presidente dell'Arezzo Calcio, ed altre Società con sede a Londra.


Niki era incensurato, non aveva mai avuto problemi con la Giustizia; arrestato per la prima volta, viene immediatamente portato nel carcere di sicurezza di Sollicciano in regime di Custodia Cautelare.


Per ipotesi di reato e truffa informatica vengono arrestate diciotto persone, però solo Niki finisce in quel carcere duro

Il 23 giugno 2008, Niki viene interrogato dai Pm e, manifesta da subito l’intenzione di dire tutto quello che sa.

Il giorno successivo, viene trovato morto, impiccato durante l'ora d'aria, in bagno.

L’ipotesi è di suicidio, eppure siamo in tanti a sostenere che Niki non si è suicidato.


E’ molto strano che un ragazzo di appena 26 anni, incriminato solo per truffa informatica, intenzionato fra l’altro a collaborare con la Giustizia, decida di compiere questo gesto insano

L’ipotesi del suicidio, a mio modesto avviso, non regge per i motivi che vado ad elencarLe:


(il testo integrale lo trovate cliccando qua)



17 commenti:

Tua madre Ornella ha detto...

Inka
grazie!
grazie per il costante appoggio
che ci stai dando.
Speriamo che siano in tanti ad aderire, perchè si accenda una Luce in questo Buio voluto in primis dalle persone piu' coinvolte!!
Con Amore
Ornella

Anonimo ha detto...

Il Comitato Verità e Giustizia per
Niki Aprile Gatti

R I N G R A Z I A
per l'adesione all'iniziativa davvero importante
e preghiamo tutti i lettori del blog, ad aderire e a spedire la lettera, in quanto offre maggiore forza alla Interrogazione Parlamentare ed alla indagine
del Ministero di Giustizia.
Vi ringraziamo anticipatamente.

Il Comitato Verità e Giustizia per
Niki Aprile Gatti

Pierprandi ha detto...

Disposto a tutto pur di arrivare alla verità, farò la mia parte. A presto Inck

chit ha detto...

Spesso capita che affindandosi a persone di buona volontà le cose proseguano senza necessariamente l'appoggio dei media. E credo sia il fatto al tempo stesso triste ma che dà la speranza che qualcosa si può ancora provare a fare per il prossimo.

Scriverò naturalmente, allegherò documento e provvedrò a pubblicizzare come tutte queste azioni devono!

Rosa ha detto...

Dopo pranzo i due agenti hanno lasciato scoperto Pino fino alle 17:30.
Su precisa domanda riguardo quali servizi siano stati ordinati nei confronti di Pino, i carabinieri hanno specificato che non c’è “scorta e tutela” ma “passaggi”.
Ti prego leggi QUI'.
Roba da matti!

Ti abbraccio
Rosa

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Ho aderito con piacere tramite il blog di Rosa,finalmente la drammatica storia vede una luce,speriamo non sia effimera.

P.s.

Le piste ciclabili a Torino sono presenti,non siamo ancora a livello olandese,anzi,ma si possono fare percorsi con un minimo di tranquillità,te lo dice uno che più o meno si fa circa 5000 km all'anno sulla due ruote.

Saluti

&& S.I. &&

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Hai il mio appoggio. In primis tutti a spedire la lettera e poi cmq ne parlerò presto anche da me.

L'interrogazione Parlamentare é importante; tasselli di un certo spessore si stanno muovendo e spiragli di luce sembrano vedersi timidamente, forse, all'orizzonte.

Ciao
Daniele

l'incarcerato ha detto...

Grazie mille amici miei, e mi raccomando per il passaparola anche con amici e familiari. Devono arrivare talmente tante lettere da sommergere tutto il Quirinale!

stella ha detto...

Vieni nel mio blog dei Premi?

princicci ha detto...

ciao caro incarcerato, puoi scommetterci che aderisco......consideralo già fatto!!!!!! grazie per avermi informato....!!!un bacio grande...claudia

princicci ha detto...

ECCO FATTO....ANCHE UN POST DA ME!!!!!presto o tardi Niki e la sua mamma avranno la giustizia che meritano!!!!!!!!l'importante è non arrendersi mai!!!!un bacio claudia

Guernica ha detto...

E' in viaggio!:)

Il tizio delle poste quando ha letto il destinatario era così O_O
eheheh

amatamari ha detto...

Grazie Incarcerato.
Contatterò anche dei miei amici fidati: più siamo meglio è
:-)

sirio ha detto...

Avevo letto di questa iniziativa da Rosa,Ho fatto la raccomandata che oggi,venerdì, dovrebbe essere già da tre giorni nelle mani di Napolitano.

Ciao, buona giornata!

riri ha detto...

Ciao Inc. sono presente sempre ai tuoi appelli , lo sai, per la giustizia sarei pronta a tutto.
Un fraterno saluto

Guernica ha detto...

Domenica a Roma ci sarà una raccolta firme per la campagna contro il razzismo!
E' riportato nel mio ultimo post.
Ti avverto data la tua sensibilità per questi temi :)
Oppure si firma online.
Non so, magari hai già aderito...

Notte!

emanuela ha detto...

Farò senz'altro la mia raccomandata. Forza con le battaglie civili!