lunedì 13 aprile 2009

Riflessioni sulla tragedia abruzzese.

"L'Aquila era una bella città. D'estate la notte faceva fresco e la primavera degli Abruzzi era la più bella d'Italia. Ma quel che era bello era l'autunno per andare a caccia nei boschi di castagni"...
(Ernest Hemingway - Addio alle armi)


Vi chiedo scusa da Abruzzese. Molti di voi non conoscevano molto bene la mia terra, nomi come Avezzano, L'Aquila, Marsica nemmeno ne eravate a conoscenza.

E'un lungo periodo di brutte notizie, cattiva informazione, corruzione politica e tragedie annunciate. L'arresto di Del Turco,il sindaco D'Alfonso di Pescara, costruzioni di raffinerie petrolifere in odor di mafia, idem per la centrale del Biogas che vogliono costruire nella piana del Fucino. E distruggerà tutto l'ambiente circostante, eliminando tutti i Pioppi, gli unici alberi rimasti. L'infiltrazione mafiosa nella Marsica.

Ahimè, avete conosciuto la mia città dove sono nato e vissuto per un bel po' di tempo, Avezzano. E questo perché, Niki, un ragazzo in gamba, con la passione dell'informatica che è riuscito a tramutarla in lavoro, è stato ucciso nel carcere di Sollicciano. E tutti vogliono nascondere questa atroce verità. E i mandanti sono liberi di agire e magari reclutare altri giovani e tenerli all'oscuro del loro schifo.

E infine la tragedia del terremoto.

Una strage che poteva essere evitata solamente se le costruzioni fossero state costruite a norma. E' crollato l'ospedale inaugurato nel 2000, la prefettura, l'assessorato, e la Casa dello Studente.

E le società che hanno partecipato alla costruzione sono il gruppo Impregilo. Quello che ha costruito amenità come la Salerno-Reggio Calabria, quello dello smaltimento dei rifiuti in Campania. E sarà il gruppo che parteciperà alla costruzione( e speriamo di no) dello Stretto di Messina.

E c'è un altro gruppo, quello che pare abbia il monopolio quando si tratta di cementificazione : la Calcestruzzi SPA. Finita nel passato sotto inchiesta per truffa, inadempimento di contratti di pubbliche forniture e intestazione fittizie di beni. E qualche anno fa l'amministratore delegato Colombini finì in manette perchè accusato di aver agevolato l'attività di Cosa Nostra.

Quasi tutti i grandi appalti sono collusi con la criminalità organizzata. La Salerno Reggio Calabria, e lo stretto di Messina sembrano collegare la Camorra-passando per la 'Ndrangheta fino ad arrivare alla mafia Siciliana.

Prima che sia troppo tardi si spera che la ricostruzione dell'Aquila non venga affidata a nessuno di questi gruppi. E che Berlusconi non faccia l'imperatore, quello che decide tutto lui, ma che la ricostruzione venga affidata agli enti locali come avvenne nel Friuli. E soprattutto deve essere ricostruita così come era, ma in materiale antisismico, magari con l'ausilio di architetti che ci tengono all'ambiente. E per carità non permettiamo che venga costruita una New Town, un agglomerato di case che sono dei veri e propri ghetti moderni.

In Inghilterra è stato un fallimento.

Intanto succede che la gente innocente muore. Perchè purtroppo, prima o poi i nodi vengono al pettine. E il pettine, molte volte, sono le calamità naturali.


21 commenti:

Pietro ha detto...

non ci sono grossi gruppi in italia immuni da legami illegali, dovrebbero nascernene di nuovi

sytry82 ha detto...

la mia speranza, che sicuramente è anche la tua, è che questo tipo di infiltrazioni non si creino con i fondi destinati alla ricostruzione, come avvenne 30 anni fa per l'irpinia per esempio. Purtroppo ... Bush in Luisiana ne è un tragico esempio ... i disastri sono un grande business.

Rosa ha detto...

Il ponte sullo stretto, la centrale nucleare... Forse hanno dimenticato che sono ben 356 le città e i paesi siciliani classificati ad alto rischio sismico. Più del novanta per cento, se si considera che i comuni dell´Isola sono in tutto 390.In gran parte del territorio siciliano si corrono rischi sismici pari, se non maggiori, a quelli dell´Abruzzo e se penso che tutto quello che è stato costruito negli anni del boom, tra il Cinquanta e il Settanta, non è adeguato e ci aggiungo tutte le costruzioni abusive (e ce ne sono tantissime)successivamente sanate, mi vengono i brividi.
Se penso invece che c'è gente sopravvissuta agli ultimi terremoti, che non ha mai avuto una casa e che vive ancora nelle baracche, mi metto a urlare.
I nostri politici sono sempre stati, dei mascalzoni, collusi con la mafia e che per accaparrarsi voti hanno fatto leggi, condoni e porcherie varie a spese di intere regioni.
Nonostante tutto, voglio credere che almeno questa volta si comportino onestamente, restituendo le case a tutti gli abruzzesi.

cometa ha detto...

La realtà è che bisogna smettere di piegarsi come le canne al vento. Bisogna dire di no. Se non vogliamo che i morti del terremoto siano morti invano.
Localmente, in Abruzzo come nel resto d'Italia, si sanno gli inciuci, i gruppi politici compromessi negli appalti.
Tutti? Allora tutti a casa.
Creare liste di persone oneste, integerrime, non toccate da interessi personali. Ci sono queste persone, esistono, anzi sono la maggior parte, e se non hanno ancora spazio nelle Giunte e nei Consigli regionali, provinciali e comunali, e in Parlamento, e nel Governo, è perché tutti si lamentano, ma chi dice NO sono i soliti 4 gatti.
Allora, bisogna smettere di piangersi addosso.
Rileggere Silone!
Ribellarsi!
"Per quanto voi vi crediate assolti, siete per sempre coinvolti"
ciao, incazzata cometa

pierprandi ha detto...

Ho postato anche io al riguardo, quindi condivido a pieno quello che dici. da sempre nel bel paese,gli interessi vengono prima del benessere e dell'incolumità dei cittadini.. A presto

Bastian Cuntrari ha detto...

Caro mezzo-compaesano, debbo farti una confessione: pur essendo mia madre nata ad Avezzano, non ho mai visto quella città. Nè ho mai visitato L'Aquila, e ora è tardi. Ho letto che La Casa dello Studente è il riattamento di un magazzino di medicinali costruito negli anni '60, e che nell'arco di tre anni (1998-2001) sono stati fatti lavori di ristrutturazione interna per farla diventare un ostello. Sulle stesse fondamenta. Per la città che non ho mai visto non auspico alcuna new town, ma nemmeno la ricostruzione di quel nuovo quartiere edificato (l'ho sentita oggi ad Omnibus, su La7) esattamente sopra la faglia. Spero solo che quella città, in cui sono anche le mie radici, torni a vivere. E che la ricostruzione sia data a gente onesta, del posto, come è stato fatto in Friuli, e come giustamente rammenti.

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Inka,
ma ci sono notizie anche piu' recenti,es.: (marzo 16, 2009 )
"Tre arresti e sequestro di quote societarie, un comlesso turistico e terreni per un valore di oltre 2 milioni e mezzo di euro. E’ il bilancio dell’operazione “Alba d’oro” del G.I.C.O. del Nucleo di polizia Tributaria della Guardia di Finanza di L’Aquila nell’ambito dell’attività finalizzata a monitorare, prevenire e reprimere fenomeni di infiltrazione mafiosa nella nostra Regione. L’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale antimafia di l’Aquila hanno consentito di ricostruire operazioni finanziari condotte dalle persone arrestate che hanno reimpiegato in attività imprenditoriali della Marsica circa 2 milioni di euro provenienti dal “tesoro occulto” riconducibile al defunto boss mafioso Vito Ciancimino. I capitali illeciti provenienti direttamente dalla Sirco spa “nota” holding palermitana già sottoposta a sequestro dalla Procura di Palermo, sarebbero stati impiegati per realizzare il villaggio turistico “La Contea” di Tagliacozzo. "

Ops dimenticavo la fonte:
http://giornaledabruzzo.net/homegda/?tag=la-contea-di-tagliacozzo

Qui sarà difficilissimo.... pensi che qualcuno si possa dire fuori?
Parli di enti locali, esempio???
Comuni( es.D'Alfonso...) Regione (es. Del Turco) ....è a piramide ....

Baci
Ornella
(la mia è una piccola storia per gli altri, ma ne sono rimasti fuori: Sindaco-Provincia-Regione-Stato (ti sei chiesto il perchè??? alcuni erano anche miei clienti, li ho persi anche come tali .... TUTTI LONTANI...P E R C H E'????)

La Mente Persa ha detto...

Impregilo nella ricostruzione no! Sarebbe la centesima presa per il fondelli!

pierprandi ha detto...

P.S. Ho fatto solo oggi il bonifico per Anna (mea culpa..) , so che è già tutto fatto, ma troverete comunque un modo per sfruttare ciò che è avanzato. Ri-ciao

l'incarcerato ha detto...

Carissimi, avete fatto degli ottimi interventi. Siete riusciti tutti ad integrare meravigliosamente il mio post.

Intanto vi invito a leggere un bellissimo articolo di Saviano:

http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/cronaca/sisma-aquila-5/saviano/saviano.html

stella ha detto...

Inka mi piace.

Stamattina sono andata in banca per il versamento a Marina e pensa commissioni : 8,50 euro, obbligatorie perchè il bonifico era per una privata, seppure terremotata.

Questa cifretta non poteva essere aggiunta ad altre cifrette per gli abruzzesi? Non capisco...

upupa ha detto...

.caro incarcerato...io spero solo che queste "brave"persone rimangano fuori da tutto... dobbiamo fare in modo di farle rimanere fuori,lottando e denunciando continuamente le evidenti connessioni con mafia,camorra ecc....
Non è più possibile piegare la testa davanti all'illegalità che purtroppo,come abbiamo visto,fa vittime innocenti....
sempre vigili

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Inka,
non possiamo limitarci a controbattere lo Stato senza prove certe, rischiamo di essere messi a tacere per sempre, ed invece ora secondo me gli aquilani devono essere intelligenti, costituire un Comitato di cittadini e seguire da vicino i loro interessi, la ricostruzione, vigilare sulla tracciabilità degli aiuti e il loro impiego, fare polemiche sterili non li aiuta, devono sedere ai tavoli di concertazione con gli enti, Comune-Provincia-Regione, con Bertolaso, con l'On. Silvio Berlusconi e lo devono fare adesso, SUBITO (ANZI DOVEVANO GIà STARE IERI CON LORO) , i morti sicuramente saranno di piu', ma secondo me anche in questo sparare cifre non possibili, NON AIUTA.
E' con lo Stato che i cittadini devono stare, altrimenti sono fuori, e questo sarà davvero l'ERRORE irreversibile.
Ti abbraccio
Ornella
(non si vigila da fuori, da fuori non vedi Niente!!! oppure quando ne vieni a conoscenza è già tardi... ti ricordi a Rai3 quando Saviano ha detto che avevano svuotato le loro spiagge, per mettere la sabbia al posto del cemento???? ECCO LA PROVA )
Anche ad Avezzano 2 edifici evacuati....un palazzo di 5 piani...

Franca ha detto...

Ma perchè l'Italia deve essere il paese dei furbi dove gli onesti fanno sempre la figura degli imbecilli?

amatamari ha detto...

Leggendo i commenti non posso non sottoscrivere l'idea di un comitato di vigilanza composto dai cittadini.

Guernica ha detto...

:) anzi :( ...
Facciamo :) per ringraziarti della visita e del commento,ma :( per tutto quello che scrivi nel post.
Sono notizie che conosco bene purtroppo.
Diciamo che non è fantastico che l'Italia abbia conosciuto bene l'Abruzzo per tutte queste belle cose.
Mi hai fatto venire in mente 2 cose:
1-il prossimo post;
2-che devo passare dalla mamma di Niki.
Detto questo, faccio un giretto nel tuo blog!

marus ha detto...

Si, penso che l'unica siano i Comitati di cittadini! bisogna anche aiutarli ad emrgere, che abbiano visibilità. Perchè siano d'esempio e perchè l' Abruzzo sia affare di tutti gli onesti.

ALEPH ha detto...

Mica facile : bisogna vedere chi sarebbero questi 'cittadini', io per esempio non mi fiderei per niente del mio vicino di casa. Mettere insieme tante teste diverse e per la maggior parte ottuse, come vediamo quando si va a votare, non sempre è una impresa a fin di bene. Mah. Notte.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Vigilare sarà importantissimo. Fermare chi vorrà speculare con ogni mezzo.

stefania ha detto...

Ornella io sono con te x quanto riguarda comitati di quartiere e quindi di cittadini, ma purche' siano immuni da addentellamenti di vario tipo.
Ribadisco che questa Italia non mi piace ed anche se siamo in una situazione che ci vorrebbe tutti uniti non posso fare a meno di dire che puzza.
Mi auguro visto che anche nel mio sangue scorre una parte di abruzzo che la gente sappia come agire forte nel chiedere e pretendere, non lasciandosi abbindolare dal palcoscenico.
Troppi legami che contano, gli aiuti sicuramente saranno moltissimi speriamo che cadano in buone mani...mi sembra di aver letto che giovedi' Santoro fara' la sua ultima trasmissione bene cosi' avremo il buon vespa che ci erudira' su tutto.
In questo momento a Ballaro' c'e' er nano in diretta ma non reggendolo ho spento.
Inc. appena torno a Roma ci sentiamo cosi' mi farai sapere come devo fare x mandare aiuti diretti senza intermediari.

Vincenzo ha detto...

Carissimo amico finalmente oggi posso dedicarmi ai vostri meravigliosi post che completano il quadro di informazione rifilata dai media ufficiali ed è bellissimo notare quanto siate precisi nel narrare i vostri pensieri depurati da ogni infiltrazione professionale. Anche questa è natura!
Mi auguro che Berlusconi abbia imparato qualcosa da questa tragedia perchè credo che se vorrà continuare ad essere votato dovrà mantenere fede alle sue promesse altrimenti rischia di fare la fine del “povero” Bush. La speculazione edilizia come è noto è sempre in agguato ma forse è prematuro fantasticare che tutto sia fatto in modo trasparente e coscienzioso di fronte all'ingordigia di tutte le aziende avide di denaro. Penso che ci sarà molto da mangiare e da spartirsi ma questo non riguarderà i “campeggiatori” a tempo indeterminato...