martedì 21 aprile 2009

Licio Gelli, un miserabile uomo.



In questi giorni, spinto dalla curiosità, ho ascoltato con dovizia le varie interviste fatte ultimamente al "signor" Licio Gelli. Basta digitare il suo squallido nome su Youtube e ne compaiono a centinaia. Ormai lo hanno riabilitato.

Lo ammetto, sono rimasto un pochino deluso, pensavo che avrei ascoltato una persona, certamente criminale, ma dotato di cultura. E invece mi son ritrovato ad ascoltare un anziano signore come quelli che incontri nei bar, i quali fanno discorsi rozzi ed estremamente razzisti. Oppure quei discorsi che li senti udire da quei ragazzini viziati che esibiscono le tessere di Forza Nuova come un trofeo. Non sapendo nemmeno di cosa stiano parlando.

Quante volte vi siete ritrovati di fronte a questa gente priva di qualsiasi cultura democratica, senza aver letto nulla nella vita. E quante volte vi è venuta voglia di sparargli un paio di revolverate di Lev Tolstoj, Vladimir Majakovski, Rimabud? Sbattergli in faccia Dante Alighieri, Boccaccio, Tommaso Campanella, i viaggi di Keroach, oppure la grande umanità di Jack London? E se cercano di riempirvi di botte li impallinereste con Marx, Che Guevara, Spinoza, li illuminereste con Kant, Rousseau, Cesare Beccaria, Benjamin Franklin. E se non basta li assalireste fino allo sfinimento con Sciascia,Gramsci, Pasolini, Italo Calvino,Enrich Fromm e tanti altri?

Ecco , il tanto decantato e “grande Vecchio” Gelli è semplicemente un miserabile, un fascista non pentito il quale dichiara che i gay sotto il fascismo non esistevano, e che trova squallido che Luxuria sia stata in Parlamento. Dice che gli immigrati che vengono qua dovrebbero essere messi nei campi di concentramento, che addirittura in America è inammissibile che abbia vinto un nero, perché i neri si potrebbero vendicare perseguendo i bianchi. Ma cosa diavolo dice questo Gelli? Nemmeno i bambini di quattro anni fanno discorsi così. Oppure dice che le donne sono adatte a stare in casa, e non è un bene che facciano politica.

Ti danno fastidio le donne, vero “signor “ Gelli? Alla fine sei stato assolto dalla giustizia, ora sei pulito, ma sai benissimo che c’è stata una Commissione Parlamentare senza precedenti presieduta dalla grande Tina Anselmi. Ti brucia che una donna, in più partigiana che ha contribuito a solo 17 anni a sconfiggere il tuo amato fascismo, grazie ad una commissione ha fatto uscir fuori tutto lo schifo di cui facevi parte?

Lei, “signor” Gelli parla molto bene del fascismo, elogia il fatto che tutti erano tranquilli, non c’era prostituzione per le strade, gli operai, chissà perchè, producevano senza creare problemi.Tutto tranquillo vero? Nel solo biennio 1920-21 quattromila uomini, donne, vecchi e bambini vennero assassinati nelle vie e nelle piazze d’Italia per mano delle vili squadre fasciste nella vigile indifferenza, e con l’appoggio dei prefetti e delle autorità di pubblica sicurezza. E il resto del ventennio era costellato da lunghe scie di sangue: quarantamila bastonati, storpiati, feriti; ventimila esiliati;diecimila confinati…

E lei elogia tutto questo? Non mi sorprende miserabile uomo, d’altronde lei, dopo che è caduto il fascismo, e dopo che si è salvato camuffandoti vilmente da partigiano, ha contribuito alla strategia della tensione. Appena il tempo di piangere i caduti della guerra e via di nuovo fino ai nostri tempi: una lunga catena di stragi. Da Portella della Ginestra, passando da Piazza Fontana, l’Italicus, fino alle stragi di Falcone e Borsellino.

A proposito di Borsellino, lei ha avuto perfino il coraggio di dire che la mafia sotto il fascismo non c’era ! Vorrei essere io l’intervistatore, quante te ne avrei dette “venerabile”!. Nomini il prefetto Mori che sotto il fascismo ha “sconfitto” la mafia? Bè, non è andata esattamente così.

A lui venne data carta bianca per disfarsi della manovalanza della mafia militare della cui opera non c’era più bisogno. La mafia, come ben sai, è fatta di vari livelli. Diciamo che il livello basso, la manovalanza, fu eliminata da Mori con dovizia. Ma quando Mori, chiusa la partita con la mafia militare, inizia a indagare sul livello politico che coinvolge i colletti bianchi immediatamente riceve la comunicazione di essere stato licenziato in tronco dal servizio. Tra le carte di Mori è stato rinvenuto un ritaglio della “Nazione” di Firenze del 26 Giugno 1929 che riportava: “Il capo del governo elogia l’opera di Mori”. Attorno a quell’articolo disegnò una ghirlanda di fiori scrivendogli sotto:”Qui riposa in pace”.

E perchè non dici di quanti contatti con la mafia lei ha avuto dopo il fascismo? La loggia iside che cosa era? E la ’ndrangheta che faceva comunella con l’eversione nera e in principal modo con il tuo amico Borghese?

Per nulla caro Gelli, lei è un uomo che mi ha deluso. Almeno c’è Andreotti che ha una cultura superiore a lei. Ma forse lei è consapevole visto che Andreotti, come dichiarò la moglie di Calvi, è il vero capo della P2. E con questo si capisce tutto, lei è uno squallido burattino come tutti gli altri, amico dei dittatori sanguinari, ha istruito personalmente i vari metodi per torturare le persone. D’altronde lei già a 16 anni è stato addestrato dai Franchisti, vero?

E intanto scrivi poesie, parli d’amore, di pace , di libertà, scrivi frasi quasi commoventi. Gelli, perdonami che non ti apostroferò con una frase originale, ormai inflazionata: ma vaffanculo!

35 commenti:

fratello vento ha detto...

licio gelli altrove sarebbe finito sulla sedia elettrica..in italia aspettano solo la sua beatificazione!

Pietro ha detto...

ore scrive poesie l'omo, è proprio romantico oltre che democratico...

chit ha detto...

Non aggiungo altro perchè non avrei potuto esprimere meglio quel che è anche il mio pensiero su Gelli quindi...mi associo con gioia all'invito!!

Tua madre Ornella ha detto...

Inka,
lui può farlo ..... scrive poesie...
Mica passa le sue giornate, fra lacrime,cimiteri,lacrime,psicofarmaci, lacrime .....
Fanno piangere gli altri ...
Ornella

ALEPH ha detto...

Inca, che fai? Ti metti a parlare con gelli mo? ahiahaiahi...

silvio di giorgio ha detto...

quando morirà mi aspetto di vedere i servizi dei tg sui suoi funerali per dare un'occhiata sul chi si muoverà per andare a rendergli omaggio...molto interessante...

riri ha detto...

il pensiero che scriva poesie mi fa passare la voglia di scrivere....tanta intelligenza sprecata, come Craxi e tanti altri, avremo potuto avere grandi statisti ed invece abbiamo avuto solo camorristi...
tò, mi è venuta anche la rima, un abbraccio sempre solidale.

il monticiano ha detto...

Accodandomi MILLE VOLTE AL VAFFA...
esprimo un desiderio: vorrei andarmene da questo mondo infangato da gente come quel criminale dopo di lui giacchè voglio vedere anch'io le facce dei merdosi che gli vanno dietro.

andreacamporese ha detto...

Complimenti, bell'intervento come spesso trovo da queste parti.
Saluti

silvano ha detto...

Vaffanculo ci sta tutto. Ma come mi sembra dici anche tu Gelli è soprattutto un miserabile. Un miserabile delinquente che sarebbe meglio fosse morto da piccolo. Licio Gelli in fondo è un burattino sanguinario e pericoloso ma nient'altro che un burattino. Il problema è che ce l'hanno per anni spacciato come un capo, mentre i fili, anche quelli di Gelli, li tirava qualcun altro.

silvano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Guernica ha detto...

Attenzione che parliamo di un conte!!!
Dal curriculum di tutto rispetto, non c'è che dire.
Ma io me la prendo anche con chi va a mettergli il microfono davanti ad un personaggio del genere!
Notte Inka.

marus ha detto...

Se c'è una cosa buona di alcuni massoni è che si mettono il cappuccio, ci eviterebbe la sua faccia di.

Stefi ha detto...

Caro Incarcerato a me viene in mente solo "A livella" di Antonio De Curtis...l'unica che pareggerà tutto!!...Forse!

Stefi

Tua madre Ornella ha detto...

x il Monticiano,
Caro Aldo, chi sà quante volte li hai incontrati, hai mangiato con loro, li hai salutati magari con molto rispetto.... Guarda che la storia dei cappucci è molto, ma molto fantasiosa, purtroppo sono all'interno del tessuto sociale ...
poteri occulti, perchè occulti??? perchè non visibili,ma potenti e determinanti. Si è fortunati solo
se restano in qualche modo fuori delle nostre vite private, e sentiamo il loro potere di riflesso
ma non DIRETTO (ma purtroppo quando ce ne rendiamo conto è troppo tardi ...sempre per noi chiaramente!! loro scrivono anche poesie ....)Ma sapranno cos'è la poetica?? Sapranno cos'è la morte (non quella inflitta agli altri) e qui mille volte ragione all'Incarcerato per l'ignoranza....
Un abbraccio
Ornella

Tua madre Ornella ha detto...

x Stefi

...." A Livella" ... ma sai che Niki l'adorava?? quando era piu' piccolo se la faceva recitare da me (che l'adoro)
La differenza è, cara Stefi, che sì, livellerà tutti, ma loro campano fino a 100 anni, mentre gli altri non arrivano a 30!!!
E la differenza è sostanziale...
Loro arrivano a 100 anni, nelle ville, rispettati da tutti, con il potere sulla tua vita e si permettono anche licenze poetiche,
e decidono come e quando la tua vita invece verrà distrutta per sempre ...
Ornella

Tua madre Ornella ha detto...

Un consiglio per tutti,

Leggete il libro "Trame Atlantiche"
di Sergio Flamigni
capirete molte cose

Io mi stò facendo una cultura ....chi sà perchè....

Ornella

NADIA ha detto...

Hola mi associo all'invito che allargherei volentieri ad altri...............
Besito!!!

Anonimo ha detto...

Altro che poetica, sto Gelli fa discorsi pari a quelli da Osteria...ma la laurea se l'è presa coi punti?

Alessandro Tauro ha detto...

Stupendo post incarcerato! Davvero nient'altro da aggiungere!

cometa ha detto...

Grande incarcerato!
Non ho letto quel libro di Flamigni di cui parla Ornella, ma confermo che lui è un grande personaggio. Chissà che un giorno non decida di aprirci i suoi archivi e di rivelarci le cose che ha capito ma che non ha mai potuto provare... sarebbe un terremoto non da poco!
ciao, cometa

articolo21 ha detto...

In Italia questi personaggi campano indisturbati. Intoccabili.

La Mente Persa ha detto...

Ho ascoltato quelle squallide interviste diverso tempo fa, lui è il simbolo di quel che penso di un certo potere.
Buon 25 aprile
gio

Stefi ha detto...

@Ornella
mia cara, anche io adoro questa poesia e forse proprio perchè, a volte, sembra l'unica consolazione poichè la Giustizia non è di questo mondo e forse non la vedremo mai prevalere.
Ma non per questo bisogna rassegnarsi ed arrendersi, anzi!!
Un sincero e forte abbraccio per il tuo coraggio e la forza di continuare la tua battaglia e molte altre...non sei sola!
Stefi

stefania ha detto...

Poteri poteri poteri, lui scrive poesie el capoccia va tutte le mattine a messa si comunica e fa un tu x tu con Cristo.
Vorrei sapere che gli racconta.

Maurone ha detto...

Ormai si sdogana chiunque, a presto ci sarà anche una bella fiction su Valerio Juno Borghese, ci scommetto sai?

Punzy ha detto...

IO trovo assurdo dare diritto di parola e di espressione a tipi del genere
Mi preoccupa e molto anche, la "rivalutazione mediatica" che ne stanno facendo

Anonimo ha detto...

In realtà credo che la levatura o la bassezza se vogliamo di Gelli sia emblematica per dimostrare che lui è solo una faccia dell'organizzazione che è dietro la Loggia P2. La P2 una "fantasiosa trama di personaggi eclettici" che sono infiltrati a tutti i livelli dello stato e che lavorano seguendo un disegno che la Commissione Anselmi ha illustrato in ben 120 fascicoli di schiccianti atti e testimonianze che hanno causato la fine politica della grandissima Tina (la adoro anche io Incarcerato perchè è una donna coraggiosissima). Non credo che il divo Giulio sia il capo della P2 mentre credo alla teoria delle trame atlantiche di cui Ornella ha detto bene di leggere nell'ottimo libro di Flamini. E' vero invece che Giulio ha fatto da anima nera di quelle trame. Forse dovremmo ascoltare la favoletta in cui si racconda di una colonia che si chiama Italia in cui si cerca di creare un ordine mondiale di cui un gruppo di occulti poteri anglo-americani, detengono la regia. Il capo della P2, la testa della Triade è quindi anglofona. E' forse possibile che esista un progetto di governo mondiale con un Nuovo Ordine? Possiamo forse dire che le trame di destra e di sinistra (originalissime quelle italiane) avessero una medesima regia che volesse destabilizzare il vecchio ordine per creare un "nuovo ordine"' E' forse possibile che lo stesso progetto politico della Propaganda2 sia quello di Al Tappone? (N.B. Silvio Berlusconi: tessera Loggia Massonica P2 Nr. 1816) Ma chiaro che la risposta è sempre un SI. Ma allora la famosa trama giudaico-massonica è molto più di un pretesto per filmetti di fantapolitica? Potremmo dire che l'infiltrazione massonica veda livelli di tale e complesso spessore, da dovere sopportare anche di avere dei Gelli destinati ad essere recepiti da persone come quelle che votano Lega o PDL? Possiamo dire che anche un Mario Moretti potrebbe essere un brigadista ben oscuro e anomalo, assassino di Moro eppure beneficiato in tutto e per tutto, pur senza avere mai fatto rivelazioni di chissà quale spessore o importanza? Sarà casuale la "svolta assassina" della Br solo dopo che Franceschini e Curcio vengono catturati a causa di uno strano appuntamento a cui vengono convocati dallo stesso Moretti? Fuori i capi storici, lo stesso Moretti prende il comando e inizia la scia di sangue. Preferirei finire qui la serie inquietante dei "potrebbe". Un caro abbraccio a tutti. Volpina

l'incarcerato ha detto...

Volpina, grazie per il tuo commento. Vedo che anche te hai letto il bellissimo libro di Flamigni.

ps la p2 si sa, è di importazione americana, ma io penso che Gelli è secondo pure ad Andreotti e credo fortemente che ci sia lui al vertice della P2. Anche in Trame Atlantiche si pone questo dubbio!

Su Moretti la penso anche io come te...

upupa ha detto...

...CARO INCARCERATO...LA TUA ULTIMA PAROLA SINTETIZZA TUTTO.. ED E ' ANCHE IL MIO PENSIERO...MA IO LO DIREI NON SOLO A GELLI MA A UN BEL GRUPPO DI PERSONE CHE MI STANNO PROPRIO SUL GROPPONE...COMPRESO...TACCO RIALZATO..COME LO DEFINISCE QUALCUNO!!!!!!!!

viola ha detto...

bravo incarcerato, bel post!!!! (l'ho letto tutto ;) )
ciau

Fra ha detto...

Meriterebbe la prigione è dire veramente poco.
Ti mando un caro saluto visto che è da un po' che sono sparita ;)

Rosa ha detto...

Scrittore, saggista, poeta,
giornalista , candidato al Premio Nobel per la letteratura nel 1996.
Che uomo!!!

Incarcerato, come mai negli Usa un manager pur essendo anziano finisce all’ergastolo per dei gravi reati finanziari, e sconta ogni singolo giorno della pena, qui in Italia un golpista cospiratore, protagonista delle più inquietanti vicende della storia della Repubblica, diventa un eroe e lo invitano pure a parlare in tv?
In questo Paese tutti(i delinquenti) possono parlare, in nome della libertà d’espressione.

Non c'è più opposizione,non c’é più una stampa vigile e la
democrazia è molto indebolita.
Qualcuno ha perfino ipotizzato che ci sono elementi,che ci possono far sospettare che il piano per un colpo di stato è già pronto.

Bel post!
Bravo, ti ammiro,hai tanto coraggio

emanuela ha detto...

Mi accodo all'invito finale, anche se, mi dispiace ricordartelo, ma persone di questo tipo, alla fine, piacciono molto alla maggioranza degli italiani, deboli di memoria e, soprattutto, di valori

Gatta bastarda ha detto...

ci sono tante persone ignoranti e osannate in italia...il governo ne è pieno