martedì 28 aprile 2009

"Liberazione" per Niki

Carissime e adorabili teste di capra , l'attesa è stata esaudita !

La nostra battaglia per
la verità e giustizia per Niki rischiava di sprofondare nell'anonimato più completo. C'è stato il serio rischio che la battaglia rimanesse confinata in queste quattro mura quale è il blog, o la rete in generale. Potrete comprendere benissimo quanto dolorosa e complessa sia questa triste vicenda, piena di lati oscuri, intrisa di poteri trasversali; anche perchè non c'è un nemico visibile, concreto contro cui scatenarsi. Non è che non esista,ma è diventato intoccabile e quasi impronunciabile.

In realtà c'è costata molta fatica, sembrava che ci fosse una chiusura da parte di molti, ma per fortuna non tutti sono uguali.

Oggi su Liberazione è uscito l'articolo a tutta pagina riguardante la storia di Niki e con coraggio, quello che manca agli altri quotidiani o trasmissioni come Anno Zero o Chi l'ha visto, hanno fatto anche dei nomi importanti.

Ringrazio il redattore dell'articolo, un giovane giornalista che ha riabilitato il mestiere del fare giornalismo, quello serio, quello di inchiesta.

Ancora grazie a Liberazione perchè ci ha dato una forza in più per andare avanti!


L'avevo detto, loro tramano, ma noi non scherziamo.


PS desidererei che tutti gli altri giornali come Repubblica, l'Unità ecc... osservassero un minuto di vergogna. Essere di sinistra vuol dire sfidare il vento, seguirlo e rincorrerlo è troppo comodo. E sicuramente così si campa cent'anni...


38 commenti:

ANNA ha detto...

Emozionante!

l'incarcerato ha detto...

Anna cara, hai ragione, è stato e d è emozionante...

A proposito, dimentico di dirvi che oggi fate uno strappo alla regola e comprate Liberazione. ;)

mau/C ha detto...

era ora...bravi!

Alessandro Tauro ha detto...

E' una notizia stupenda! Finalmente il primo grande passo verso la messa in luce della verità.

C'è ancora qualcuno evidentemente che sa cosa vuol dire "informare" in questo paese. I bei tempi andati del giornalismo d'inchiesta che tornano a farsi vivi.

Aspettiamo adesso che i "grandi" mezzi di informazioni si degnino di fare il loro dovere e partecipare a questo accertamento della verità che ancora una volta parte dai "piccoli"!

Un applauso da fare con il cuore a Daniele Nalbone. Senza ombra di dubbio!

NADIA ha detto...

hola Era Ora sono contenta per Niki ma ancor di più per Ornella!!!
Un abbraccio!!!

Stefi ha detto...

Caro Incarcerato,
ottima notizia! A dimostrazione che non bisogna mai arrendersi e che ancora c'è qualche Persona che ha il coraggio di portare avanti battaglie apparentemente "perse" o troppo scomode anche per una cosiddetta "sinistra"!
Dopo il tuffo nel passato con i Procol Harum vado a comprarmi Liberazione! Ciao
Stefi
PS ovviamente d'accordo per la proposta del minuto, ma anche due.., di vergogna da osservare dalle altre testate (di capra)

silvio di giorgio ha detto...

ottimo! la speranza è che non resti solo un articolo isolato. ma è pur sempre un inizio. bravo!

Tua madre Ornella ha detto...

Grazie Grazie Grazie Inka!!!
Grazie dell'incoraggiamento,
grazie della tua costanza,
insomma grazie di TUTTO,
è UN MOMENTO IMPORTANTE CONDIVISO!!!
E' UN INIZIO....
Insieme e insieme a voi tutti del blog possiamo farcela!!!
Vi abbraccio
Ornella e Niki

Guernica ha detto...

Vedi questo è quello che volevo sottolineare quando ho postato l'appello per la ricostruzione in Abruzzo...
La Sinistra dove cavolo è?!!
Assenza di principi.

Comunque in tutto ciò la cosa più importante è l'articolo che quel giornalista, e sottolineo giornalista, ha avuto il coraggio di pubblicare!
Oggi si che è una bella giornata!:)
Anche se il sole non c'è.

aleph ha detto...

Bravi, non c'è altro da dire. Nella speranza che non resti lettera morta. Doppio brindisi.

Natascia ha detto...

Ciao sono felice che finalmente abbiano parlato di Niki, suppongo ne abbia parlato Checchino...è un ottima persona...
Anche per la vicenda di mio padre Liberazione ha trovato spazio,
un saluto e un grazie per essermi vicini, sono vicina anche io a tutti voi

l'incarcerato ha detto...

Grazie Natascia cara, no, non l'ha scritto Checchino anche se ovviamente se ne sta interessando anche lui. L'articolo è di Daniele Nalbone, un ragazzo veramente in gamba!

Attendo anche da te se c'è qualche novità...spero che anche noi arriveremo ad un processo. Sarebbe già un grande risultato. Ma se avrai letto l'articolo e fatto qualche piccola ricerca sui nomi apparsi potrai capire quando è complessa la vicenda, c'è "rischio" che si tocchino dei fili scoperti..

Natascia, vedrai che troverai giustizia per tuo padre! Ne sono certo!

stefania ha detto...

Grande grande Daniele ti voglio un bene immenso, siete la parte migliore di questa societa' quella che ci fa ancora respirare credere e andare avanti.
Checchino io e te ormai ci conosciamo da anni ci siamo visti anche il 25 aprile e sai perfettamente quanto e' grande la mia stima ed affetto.
Inc. Repubblica di sinistra? ma quale sinistra nemmeno ha fatto un trafiletto x parlare della condanna che il tribunale dei minori ha inflitto al piu' giovane, e la dichiarazione che non e' stata una lite tra balordi........quindi meglio che non mi esprimo su loro.
Ma oggi e' un giorno di grande gioia per noi tutti finalmente una stampa LIBERA E SERIA ha dato ampio spazio alla VERITA'.

il monticiano ha detto...

Bene! Si comincia a fare i primi passi verso la ricerca della verità con l'articolo del giornalista di LIBERAZIONE.
Azzeccatissima la canzone dei Procol Harum da me molto amata. Del 1967 pensa un pò. Tu non eri neppure nato eppure sei andato a scovarla. Bravo.

Crocco1830 ha detto...

Ho letto l'articolo. Bello, ampio, dettagliato e completo. Finalmente un richiamo a livello nazionale!
Bravi! Bravissimi!

articolo21 ha detto...

Avanti così. Sono veramente soddisfatto di questa novità.

Ivo Serentha and Friends ha detto...

D'ora in poi terremo molto in considerazione Liberazione,senza smuovere le acque sarebbe andato tutto nel dimenticatoio,dopo radio 24,si è aperta una piccola luce.

La risposta sulla previsione di Giuliani e la testimonianza della donna.

Bè,la testimonianza della donna non può essere messa in discussione,toccherebbe dare a Giuliani fiducia o perlomeno dargli una possibilità,i suoi studi potrebbero diventare importanti,senza troppe responsabilità però,ma senza appello,o c'azzecca e si evacua una zona quando vi sarà nuovamente emergenza,o altrimenti aspetteremo tempi migliori.

Saluti,

&& S.I. &&

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Comprato, letto e molto soddisfatto! Qualcosa si muove!!!!

Anonimo ha detto...

@ L'INCARCERATO

Il comitato Verità e Giustizia per Niki Aprile Gatti,ti
ringrazia per la fattiva collaborazione e partecipazione!!
Grazie, i primi risultati si cominciano a vedere.

Il Comitato Verità e Giustizia per Niki Aprile Gatti

upupa ha detto...

.....tombola!!!!!!
caro incarcerato...e io che ti mando le poesie!!!!Mi sono sentita tanto"la bella addormentata nel bosco"..ma va bene così..Ciò che ha fatto Daniele è un grande passo avanti nella storia di Nikiò.
sempre vigili

Daniele ha detto...

grazie a tutti! davvero. ma io devo necessariamente ringraziare in primis Stefania, perchè è lei che mi ha fatto conoscere il caso di Niki e mi ha fatto capire quanto forte possa essere una madre.
Quindi grazie all'Incarcerato, e non aggiungo altro.
Infine grazie a Ornella!
Non so come finirà questa vicenda. So solo che è doveroso dare la verità, qualunque essa sia, a una madre che ha perso il suo bambino.

p.s. grazie Checchino e grazie Ylenia!

ora andiamo avanti...

nota: per qualsiasi cosa, la mia mail è danielen81@hotmail.it

Gabriella ha detto...

ciao incarcerato,sono la zia di Niki,quanto mi manca!dentro casa e fuori casa,non ho mai il coraggio di parlare con Ornella,mi fa troppo male,ma oggi e' un passo importante
e qualunque cosa possa dargli un po' di beneficio all'animo cosi' ferito...mi fa piacere.ciao e grazie.

amatamari ha detto...

Caro incarcerato, non pensavo che potessere esistere persone di buona volontà così vicine e vere.
Grazie, è un primo reale passo avanti.
Per qualsiasi cosa io ci sono.

Rosa ha detto...

Finalmente un grande passo verso la verità (grazie anche a te incarcerato)
E poi dicono tutti di essere di sinistra...Mah!!!
Io quella stessa mail che abbiamo inviato a Santoro, l'ho spedita a diversi giornalisti e giornali on line, senza avere mai nessuna risposta :((

P.S.Purtroppo in Sicilia "liberazione" non arriva più da qualche anno,pare ci siano problemi di distribuzione.
Non ci credo! Secondo me è l'ennesimo atto di monopolio dell'informazione siciliana.
:((


Ti abbraccio
Rosa

baruda.net ha detto...

ti ringrazio..io passo spesso per il tuo di blog.
da tempo.
il carcere è il mio incubo numero uno.
Sono contenta che l'articolo sia venuto così bene: io scrissi per lo stesso giornale l'articolo su Manuel eliantonio che fece un po' riaprire il caso...ogni tanto, anche quella testata si comporta bene!!!
un abbraccio, a pugno chiuso e contro il carcere

stella ha detto...

Momento importante condiviso.

Nicolanondoc ha detto...

Senza Luce....
Ciao Inca, lo sai bene, ti seguo sempre e sono vigile...
mi riporti nel passato, sai una volta, (bei tempi!!), ero iscritto ad un circolo aziendale ed eravamo abbonati a liberazione, avevamo anche un nostro giornalino che se ricordo bene si chiamava "energia alternativa"... Oggi più che una scelta si è obbligati a navigare controcorrente, per cercare di vivere una vita se non dignitosa almeno accettabile...
Ti ho messo tra gli "altresi" del blog che tu conosci.....grazie del passaggio, se credi potresti aiutarmi a trovare i contenuti.

l'incarcerato ha detto...

Nicola! Ma vedi che i bei tempi poi riaffiorano? Come disse Neruda potranno recidere tutti i fiori ma non arresteranno mai la primavera!

Io aggiungo che piccoli fiori stanno crescendo, e quello che sta accadendo ne è la prova. Altro che chiacchiere...

chit ha detto...

L'indifferenza verso certi argomenti, sopratutto quando riguardano giustizia e sociale, l'ho già toccata con mano quando seguivo il caso Parlanti. Ed ancor più triste è scoprire che le cose non sono cambiate e probabilmente, escluso qualche caso isolato (vedasi Liberazione) certi appelli cascano nell'oblio dell'attualità fatta di veline e gossip.

Aly ha detto...

Ho scoperto l'articolo su facebook, sulla pagina de "osservatorio sulla repressione".. mi sn fiondata sul tuo blog x darti la notizia ma con gioia vedo ke l'hai già riportata.. penso sia una piccola vittoria e spero ank'io ke altri quotidiani presto ne diano notizia, spero ke non lascino cadere il silenzio su questa vicenda..

stefania ha detto...

certi appelli cascano nell'oblio dell'attualità fatta di veline e gossip"
Io parlerei di oblio voluto dal potere, quello che ti accantona e vorrebbe farti sentire un essere farneticante e a volte pure pericoloso.

l'incarcerato ha detto...

Stefania quanto hai ragione, avvolte è anche la stessa gente che ama essere disinformata. Non ne vuole sapere delle brutte notizie, dei tristi avvenimenti che quotidianamente accadono. A molta gente non interessa sapere che un ragazzo bravo e brillante come tuo figlio possa essere stato ucciso da dei balordi, intrisi di ideologie razziste, quelle dell'odio e della violenza gratuita verso i più deboli. A nessuno interessa sapere che un ragazzo in gamba e pieno di curiosità del mondo come Niki possa essere stato rinchiuso in una cella dura quale è qualsiasi carcere, figuriamoci quello duro di Sollicciano. Rinchiuso e poi fatto "suicidare".

E pensa Stefania quanto è assurdo il potere, ti ammazza e ti infanga pure. E sapessi quanta gente, alcuna anche con buoni ideali , ha abboccato come un baccalà.

C'è ancora chi pensa che Niki si è ucciso perchè faceva un lavoro sporco,e Renato ucciso perchè stava facendo rissa.

Poi avvolte c'è la giustizia, ma quanta fatica!

Ma bisogna sudarsela come la libertà. Non ce la regala nessuno.


"La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire"
Orwell

La Mente Persa ha detto...

Leggo subito l'articolo!

Gatta bastarda ha detto...

finalmente spero in sviluppi veloci!

Anna ha detto...

Una bella vittoria. Un inizio. Bravi!

stefania ha detto...

Inc.di gente non pensante razzista sessista omofoba ormai il bel paese ne e' pieno.
A l'elenco devi aggiungere Federico Aldrovandi, che si e' autoucciso con sfondamento dello scroto e arresto cardiaco per compressione (morte a bacio, avviene quando le pareti del cuore compresse si toccano.......manganellato per mezzora e due manganelli rotti.
Alla gente del blog che chiede VERITA' E GIUSTIZIA riportando nomi e fatti sono arrivate 15 denunce.
Aldo Bianzino morto in carcere per qualche piantina d'erba.
Dax altro pericoloso balordo accoltellato da famiglia fascista e ucciso.
Nicola un codino e una sigaretta hanno decretato la sua fine, nella civile Verona.
Carlo un sasso ha deviato il proiettile e lui sporco comunista che era uscito con un estintore da casa.
Vogliamo parlare di tutte le aggressioni mortali......dove mai gli aggressori vengono trovati?
Ho risposto poco fa ad un giornalista della rai su facebook che si lamentava x un video su l'altra informazione, che si andasse a informare su NIKI e desse notizie vere.
Ciao Inc. buona serata e un abbraccio grande

cometa ha detto...

Sono molto emozionato.
Purtroppo non ho saputo dell'articolo in tempo e non ho potuto comprare il giornale. Il sito di Lib. è down. Sono molto ansioso di leggerlo.
Sono convinto anch'io che la libertà non è un diritto, ma va conquistata e pagata giorno per giorno.
Comunque... ce n'est qu'un début!Un abbraccio, cometa

Future ha detto...

Ho comprato il giornale ed ho letto l'articolo, finalmente si inizia a divulgare la notizia anche a mezzo stampa!