venerdì 17 aprile 2009

Appello politico per una ricostruzione in Abruzzo senza le infiltrazioni mafiose.


LE RISPOSTE SONO UN DOVERE.


La prima emergenza in Abruzzo si è pressoché conclusa. Garantito il funzionamento delle tendopoli o comunque delle soluzioni abitative provvisorie, inizia la fase della ricostruzione.

Non vogliamo entrare in contenuti puramente tecnici ma riteniamo sia assolutamente necessario dare un contributo di indirizzo politico alla ricostruzione in Abruzzo. In alternativa alle new towns di Berlusconi chiediamo che siano messe in campo quelle competenze che possono sviluppare progetti condivisi che valorizzino il territorio e trovino soddisfazione in materiali e costruzioni ecocompatibili. Una nuova progettualità indirizzata ad un miglior rapporto con l’ambiente può elevare la qualità della vita specialmente là dove eventi luttuosi hanno segnato profondamente la vita delle persone.

Sicuramente in molti aspirano ad entrare nella cerchia di chi dal terremoto ci guadagnerà e proprio per questo la Sinistra, al di là di frazionamenti su altri temi, riteniamo debba essere vigile, propositiva e non tollerante nei confronti di chi, come già in altre calamità, ha approfittato per creare tandem affaristico-politici.


Non possiamo tollerare che interessi di tipo mafioso possano stendere i loro tentacoli su questa ricostruzione.


Il popolo della sinistra si appella ai propri politici per sentirsi rappresentato nella lotta contro le speculazioni edilizie in Abruzzo. Il lutto di questa terra, il dolore, i timori e la dignità delle persone colpite dal terremoto meritano nuove risposte dall’Italia nel segno della trasparenza, della legalità e del rispetto.

Alcuni blogger nei giorni scorsi attraverso la rete hanno sollecitato dirigenti locali e nazionali della sinistra ad esprimersi su questi indirizzi di ricostruzione che oggi riguarda l’Abruzzo, ma che di fatto può diventare un modello di progettualità per altre città anche non in regime di emergenza.

Tutti questi dirigenti sono stati contattati in quanto presenti in rete attraverso social network o blog.

DA NESSUNO DI ESSI E’ ARRIVATO ALCUN COMMENTO.
Rinnoviamo l’invito ad esprimersi in quanto riteniamo queste risposte un DOVERE.
La rete non è una passerella dove è sufficiente la presenza per guadagnare consensi.

I dirigenti gia contattati precedentemente e che saranno nuovamente contattati tramite facebook sono:

Bruno Pastorino, Massimiliano Smeriglio, Alfonso Gianni, Gennaro Migliore, Titti De Simone - (MPS – Sinistra e Libertà)
Antonio Bruno – Vittorio Agnoletto - (Sinistra Europea)
Tirreno Bianco – (PdCI)
Ermete Realacci, Claudio Burlando, Claudio Montaldo, Roberta Pinotti, Pierluigi Bersani, Mario Tullo, Fausto Raciti, - (Partito Democratico )
Roberta Lisi, Claudio Fava, Lorenzo Azzolini, - (Sinistra Democratica – Sinistra e Libertà )
Unire la Sinistra, Katia Belillo, Mariuccia Cadenasso, Umberto Guidoni, Luca Robotti - (Unire la sinistra – Sinistra e Libertà )
Paolo Ferrero, Maurizio Acerbo – ( PRC)
Cristina Morelli –(Verdi- Sinistra e Libertà )

Ovviamente la discussione è aperta a tutti

I blog che promuovono questa iniziativa e ai quali indirizzare commenti sono:

a sinistra
come il pane a colazione
il Russo
l'eco dell'Appennino
la Mente Persa
schiavi o liberi
vengo da lontano ma so dove...
via della Polveriera


Invitiamo gli altri blogger a diffondere questa iniziativa in rete al fine di garantire una discussione ampia.

Io ho aderito immediatamente, aggiungo solamente che dovremmo premere affinché si organizzino dei comitati cittadini dell'Aquila e dintorni per la ricostruzione e presentare questa iniziativa alla Pezzopane, Presidente della Provincia.

PS ho cancellato gli altri blog e ho lasciato solamente gli otto blog che, come giustamente mi hanno fatto notare, sono stati i promotori dell'iniziativa. Invito gli altri blogger a fare altrettanto. Mi scuso per non aver capito.

37 commenti:

La Mente Persa ha detto...

AL MOMENTO L'UNICA RISPOSTA ARRIVATA E' STATA QUESTA:
Condivido la preoccupazione che sulla ricostruzione dei paesi interessati
dal terremoto si scatenino appetiti di tutti i tipi. La sinistra politica
italiana non può sottovalutare che il progetto della destra è sostenuto da
una visione culturale precisa, che passa anche da uno stravolgimento
territoriale del nostro patrimonio architettonico. Sarebbe necessaria non
solamente un'adesione formale a questo appello, ma una riflessione comune,
che tenga conto della cultura profonda popolare che la destra vuole
scardinare a favore di una nuova idea del vivere comune, delle collettività.
I pericoli di infiltrazione mafiosa, quando si enuncia con grande enfasi una
volontà di far presto, di passare sopra un necessario progetto complessivo
di riqualificazione del territorio colpito, compongono un complesso mosaico
di interessi cui la sinistra dovrebbe contrastare con serietà.
Aurelio Mancuso presidente nazionale Arcigay

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Inka,
sempre sensibile e sempre attento
io non commento, invito però a una riflessione: "Quale è l'elemento (almeno uno troviamone) che differenzia questo terremoto dagli altri? Che cosa o chi è cambiato, per cui abbiamo una speranza in piu' rispetto alle altre volte??"
Abbiamo la "speranza" (io sono abruzzese) ma penso l'avessero anche gli altri terremotati.....

Un bacio
Ornella

l'incarcerato ha detto...

Ornella, se nel passato è andato male, ciò non deve essere motivo di non proporre, di non fare nulla perchè tanto è così che va il mondo.

Bisogna lottare, e tu mi insegni che facendolo si arriva sempre a qualcosa! Anche quando sembra di trovarsi in un tunnel buio senza fine... Un abbraccio!

Tua madre Ornella ha detto...

Inka
ho scritto il post di getto e con tutta la rabbia che ho (e ti posso assicurare che non è poca...)
Sono stanca di chiacchiere e poi da chi .... e da entrambe le parti.... tu mi puoi capire...
ORA PERO' RIFLETTEVO ....

PUO' DARSI CHE LA DIFFERENZA E' LA RETE ...

COME DEVO FARE PER ADERIRE???????????

VOGLIO ESSERCI
Ornella

Alessandro Tauro ha detto...

Carissimo incarcerato, la tua osservazione sull'opportunità di coinvolgere il Presidente della Provincia Pezzopane mi sento di condividerla in pieno.
E' colei che meglio di tutti può dare una risposta a questo appello. E' pur vero che resta un appello e niente di più, ma mostrare a chi dovrà farsi carico della ricostruzione della volontà di tanti cittadini di "vigilare" sulla correttezza delle prossime opere può essere un pungolo non indifferente.
Un pungolo che avrà forza anche in virtù della quantità di spazio in rete che si dedica a questa iniziativa.

Tua madre Ornella ha detto...

Inka ho aderito!
Passa da me
Baci

Guernica ha detto...

Aderire è il minimo.Lo farò.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Bravo incarcerato.
Grazie.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Il commento di Mente Persa é tutto un programma. Credo che se ne freghino di quello che gli chiediamo. Ritengo che essenziale sarà vigilare noi come potremo da qui soprattutto con lo strumento della denuncia e chi può sul posto, ogni tentativo di infiltrazione mafiosa in Abruzzo. Stare attenti e con gli occhi bene aperti. Io stesso ho scritto di questo problema non so purtroppo, Incarcerato, quanto scrivere a lor signori (Claudio Burlando poi te lo raccomando.....) per chiedere questa cosa.

Ciao!
Daniele

l'incarcerato ha detto...

Ma infatti Daniele, per correttezza ci si rivolge a tutti. Ma tanto so che alcuni Partiti(uno al caso, il PD) mica hanno interesse a questa cosa. Anzi...e qui mi fermo!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

ERRATA CORRIGE: non so purtroppo quanto scrivere a lor signori di questa cosa possa sortire qualche risultato. Al massimo ci sentiremo rispondere che "certamente, sarà loro personale premura vigilare"

Poi arriverà puntuale come la morte, lo scandalo e noi gli chiederemo perché é successo e dov'erano loro? E "lor signori" ti risponderanno che loro erano a vigilare davvero ma questa cosa non potevano prevederla, che loro sono puliti che la mazzetta non é vero che l'hanno presa....

Scusa l'amarezza, ma credo che sia così la realtà. Non é chiedendo il loro aiuto che possiamo vincere ma lottando per affermare la verità che possiamo far uscire altri come noi magari, loro, pronti anche a metersi in gioco entrando in politica.

Un abbraccio
Daniele

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Vedo che mi hai letto nel pensiero anticipando la mia risposta incompleta :-))) Scusa abbiamo di fatto scritto a tempo :-)))

Ciao!
Daniele

l'incarcerato ha detto...

Esatto, se vedi ho messo una postilla rossa dicendo di rivolgersi direttamente alla Pezzopane(lei ha interesse) e cercare di spingere i cittadini ad organizzarsi in comitati per la ricostruzione.

elena ha detto...

Ho aderito anch'io... e la differenza tra questo terremoto e le precedenti "calamità naturali" - ben coadiuvate dai nostri "uomini di stato", ma questa è un'idea mia... - può essere magari nel fatto che, questa volta, per ora, non hanno ancora messo il silenziatore alla rete...
Fuori tema, ma neanche tanto: ho visto il post per il PC ad Anna (già da mò...) e volevo chiederti se non si può utilizzarlo in modo più... cospicuo, quel CC. Intendo dire, a parte il PC, c'è gente - tipo me - che agli organismi preposti, stato compreso, non scucirà nemmeno un cent. Ma direttamente agli interesati magari sì... Se non mi sono spiegata fammi sapere... cmq grazie!
ciau

cometa ha detto...

Aderisco anch'io e rilancio sul mio blog, ma condivido le vostre perplessità.
Ciao, cometa

chit ha detto...

Giusta iniziativa, come diceva Paolini in uno spettacolo noi italiani siamo più appassionati della trama delle cose che dei finali. Spesso, passata l'onda emotiva, ci si fa catturare dal prossimo "menu" servito dai media.
Mi organizzo e vedo di aderire e pubblicizzare come giusto! ;-)

Simone ha detto...

Per quanto puoi sei sempre attento a contrastare la mafia parlando molto di questa tematica.
Ti stimo molto, amico.

Guernica ha detto...

Ho aderito.

Però non ho potuto fare a meno di aggiungere una postilla alla fine,mia personale.

Notte!

l'incarcerato ha detto...

Elena, non devi chiedere a me. Io e altre persone abbiamo fatto quello che potevamo,con tutta sincerità preferisco che ci pensino gli altri dove destinare i soldi. Io ho levato il disturbo.

Simone, grazie per le tue parole.Davvero!

Grazie a tutti voi per aver aderito a questa iniziativa.

cometa ha detto...

Paolo Ferrero ci risponde con un intervento sul suo blog:
"TERREMOTO, NO A SCUDO FISCALE PER LA RICOSTRUZIONE. EVITARE ESEMPIO DEL MOLISE, DOVE SI E’ SPECULATO

17 Aprile 2009

Dico no con nettezza a qualsiasi ipotesi di scudo fiscale per finanziare la ricostruzione del terremoto in Abruzzo. Lo scudo fiscale è un nuovo condono che permetterebbe a chi ha evaso il fisco portando i capitali all’estero di farli rientrare in Italia senza pagare le tasse. Si tratta della classica porcheria berlusconiana grazie a cui, in nome dell’emergenza, si fa un favore ai soliti noti e si permette alla malavita di inserirsi nei meccanismi della ricostruzione.

Per quanto riguarda poi le modalità con cui operare la ricostruzione, l’idea della new town e quella del perenne ricorrere a un presunto stato di emergenza sono solo modi diversi di usare l’emergenza per aggirare la normativa sugli appalti o per favorire appalti viziati da
clientele: siamo totalmente contrari.
La speculazione sul terremoto si è già vista in Molise, solo per parlare dei casi più recenti, e non deve ripetersi. In Molise sono stati spesi quantità ingenti di denaro senza fare gare d’appalto e finanziando opere e paesi che non c’entravano nulla con il terremoto, andando a ingrossare solo le clientele locali.
La ricostruzione si deve fare in un modo totalmente diverso, ricostruendo uno stretto rapporto con la popolazione locale e nella massima trasparenza degli appalti e delle procedure."

upupa ha detto...

..pubblico anch'io incarcerato!!!!!!!!!!Speriamo che questi signori...ascoltino
sempre vigili

l'incarcerato ha detto...

Bè, Ferrero ci ha risposto. I politici non sono tutti uguali UPUPA. Alcuni sono dei veri signori!

Grazie Cometa per averlo riportato, mi piace sottolineare questa cosa che ha scritto: "La ricostruzione si deve fare in un modo totalmente diverso, ricostruendo uno stretto rapporto con la popolazione locale e nella massima trasparenza degli appalti e delle procedure."

Gap ha detto...

Carissimi,
Ferrero ha diramato un comunicato stampa, personalmente non lo vedo come una risposta all'Appello.

Elle ha detto...

Ciao.
Ieri pomeriggio ho aprlato al tel con Anna.
Le servirebbero stivali di gomma misura 37 e 43, tuta gym taglia 44/46, dei teli o una tenda piccina per approntare una sorta di cucina da campo.
Le altre cose che le occorrono le mando un po' domani con uno dei volontari del campo di Spogne/Lucoli, ed un po' le porto su io quando vado a dare il cambio a Spogne, venerdì prossimo.

Ho lasciato qui il commento sperando che in molti leggano le necessità attuali di Anna e possano dare una mano :-)

Grazie!

Cedric ha detto...

Ho il dubbio che a ricostruire saranno le solite società che malgrado gli scandali accumulati negli anni (e ben nascosti dai mesia) ricostruiranno... La gente scorda in fretta, specialmente quando non sa! Speriamo di evitare questa (troppo solita) situazione.

l'incarcerato ha detto...

GAP certo che non ci ha risposto direttamente, ma alla fine siamo un piccolo circuito di blogger(piccolo ma molto tosto e costruttivo) e non mi aspettavo una risposta diretta.

Ma a lui va il merito che almeno ha affrontato l'argomento. Dobbiamo sempre sparare a zero su tutti?(parlo in generale, non a te, GAP, che non sei qualunquista)

Poi non piangiamo lacrime amare quando non c'è rimasto più nessuno a cui chiedere aiuto e avere un punto di riferimento. Come ho paura che accadrà.

serenella ha detto...

....ho aderito anch'io!

loris ha detto...

incollo il commento che ho messo sul mio blog. Essendo uno degli 8 promotori ritengo di aver chiaro cosa è stato scritto e quello che ci aspettavamo.
"No, mi spiace ma nessuno ad oggi ha risposto, e, men che mai sarò io a interpretare post di uno o l'altro dirigente per ricondurlo a quest'appello che se non fosse stato eccessivamente chiaro ha cercato di indicare alcuni punti di progettualità sui quali si può essere o non essere d'accordo ma sono l'elemento da cui partire.
Quando si parla di partecipazione non la si può assumere solo ed esclusivamente in termini ideologici ma necessità mettere in campo gli strumenti e le competenze che consentano una effettiva partecipazione. Mai come adesso ritengo che i dirigenti politici e in particolare quelli della NOSTRA Sinistra devono uscire dalle conventicole per confrontarsi,ascoltare e proporre.

ps. In 2 giorni l'appello degli 8 blogger è stato visitato da circa 1600 contatti (per difetto). A questi va sommato con un valore quasi esponenziale tutti quei blogger che hanno voluto condividere a loro volta questo appello e che hanno pure loro trovato una corrispondenza in termini di visite. Se i commenti sono stati scarsi la ragione è perchè la gente aspettava e aspetta le risposte.

Anche a nome degli altri blogger promotori ringrazio Aprile on-line per aver pubblicato l'appello (anche li i dirigenti hanno fatto scena muta)"

stefania ha detto...

Io Inc. non sparo su tutto e su tutti, mi soffermo aspetto e rifletto. Dalle persone che sono vicine al mio pensiero alle quali ho dato il voto mi aspetto cose concrete.
Anche se sinceramente oggi sono demotivata e come ho detto molte volte mi sento orfana....ma continuero' a lottare sperando sperando e ancora sempre piu'sperando.

pierprandi ha detto...

Sono contento del gran numero di blog e siti che hanno diffuso il nostro appello, ma tremendamente deluso del completo disinteresse della classe politica di sinistra... Compreso il mio segretario... Il suo è il solito comunicato stampa di rito, senza idee concrete, senza RISPOSTE... Detto questo non ci arrenderemo. A presto Inck

Nicolanondoc ha detto...

ps. In 2 giorni l'appello degli 8 blogger è stato visitato da circa 1600 contatti (per difetto). A questi va sommato con un valore quasi esponenziale tutti quei blogger che hanno voluto condividere a loro volta questo appello e che hanno pure loro trovato una corrispondenza in termini di visite. Se i commenti sono stati scarsi la ragione è perchè la gente aspettava e aspetta le risposte.

Non so a cosa potrà servire ma in termini di contatti è un piccolo successo superiore al sopraindicato sondaggio ....aggiungendo gli altri....
Complimenti.
Scusami Inca...ma quando si tratta di numeri mi trovi sempre...poi bisogna pur mettere le fondamenta ad un nuovo progetto.
Un caro saluto a tutti voi.

Pietro ha detto...

Ho inserito il manifesto, speriamo che la prossima volta se ne accorgano anche quelli a cui era destinato...

gap ha detto...

postato anche nel blog ... non mi ricordo più!!!

No amici, non ci siamo.
Se ci dividiamo anche ora non facciamo che ripetere lo stesso errore dei "vertici".
Apprezzabile e condivisibile la diachiarazione di Ferrero.
Altra cosa sarebbe stat una risposta diretta ai blogger.
Non faccio il difensore di Mancuso. Avrebbe potuto benissimo stare zitto come hanno fatto tutti gli altri, ha sentito il bisogno di rispondere senza essere chiamato in causa, apprezzabile.
Perchè dobbiamo fare sempre dietrologia?
Allora perchè non ce la prendiamo con coloro che hanno ripreso l'Appello e condito con commenti che rasentano il qualunquismo? E non faccio nomi per non allargare la polemica. L'appello ha girato e continua a girare, quindi, per il momento va bene così.

Franca ha detto...

Che si formino comitati di cittadini abbruzzesi è un ottimo consiglio...

Bruno ha detto...

potresti utilizzare "20mq di libertà" come sfondo musicale del tuo blog :-D
ciaooooo buon week

Rosa ha detto...

Ti prego incarcerato,ho appena letto questo appello . Tu che sei di Roma, se puoi e se ne hai voglia, l'appuntamento è domenica 19 alle ore 16 in via Giuseppe Toraldo 132, nel quartiere di Torre Angela.

cometa ha detto...

Viste le critiche (da parte di alcuni dei promotori) che ci sono state nei commenti del mio blog, ho deciso di cancellare il post che conteneva l'appello.
Mi rendo conto, a questo punto, di non capire assolutamente lo scopo di questo appello.
Io mi ritiro, ma forse, tra voi promotori, dovrebbe esserci più chiarezza.
Cosa vi aspettate?
Cosa volete?
Cos'è che importa, l'impegno dei politici (e allora siamo a zero, totale sconfitta, perché Mancuso è fuori dai partiti e Ferrero, secondo molti, non ha risposto) oppure quante persone abbiano visitato "quegli 8 blog" promotori (quando invece molti altri blog ne hanno fatto da cassa di risonanza)?
Caro incarcerato, non mi riferisco a te, ma ho l'impressione che ci sia chi si preoccupa delle popolazioni dell'Abruzzo e chi del successo del proprio piccolo palcoscenico virtuale.
Sarei molto felice di essere smentito dai fatti.
Ciao, cometa