mercoledì 18 marzo 2009

Vietato manifestare

Questa mattina il nuovo regolamento per i cortei a Roma è stato fatto rispettare egregiamente dalla polizia di Stato. I ragazzi dell'Onda, riunitasi ai cortili della Sapienza volevano uscire per manifestare, ma prontamente la polizia li ha caricati. Molti studenti hanno lanciato le scarpe alla polizia imitando il gesto del giornalista Iracheno.

Guai a voi che la chiamate ancora "generazione silenziosa".

E questa poesia la dedico invece all'altra generazione, quella menefreghista, quella indifferente, quella che scenderebbe in piazza solo nel caso in cui la De Filippi non conducesse più "Amici".
Quella che si sente male se un Sabato non va in discoteca, quella che se fa un lavoro precario non gliene frega niente, tanto c'è paparino che paga. Quella che non lotta, quella che deride chi lotta.

Brecht! Per fortuna sei esistito e ogni qual volta abbiamo bisogno di un sostegno, ci sono le tue poesie.

Ho sentito che non volete imparare niente


Bertolt Brecht

Ho sentito che non volete imparare niente.
Deduco: siete milionari.
Il vostro futuro è assicurato - esso è
Davanti a voi in piena luce. I vostri genitori
Hanno fatto sì che i vostri piedi
Non urtino nessuna pietra. Allora non devi
Imparare niente. Così come sei
Puoi rimanere.

E se, nonostante ciò, ci sono delle difficoltà, dato che i tempi,
Come ho sentito, sono insicuri
Hai i tuoi capi che ti dicono esattamente
Ciò che devi fare affinché stiate bene.
Essi hanno letto i libri di quelli
Che sanno le verità
Che hanno validità in tutti i tempi
E le ricette che aiutano sempre.

Dato che ci sono così tanti che pensano per te
Non devi muovere un dito.
Però, se non fosse così
Allora dovresti studiare.




PS voglio ricordare che questa repressione è frutto del protocollo sui cortei voluto dal Sindaco di Roma firmato da tutte le forze politiche, dal Pd al PDL. Tranne ovviamente Rifondazione Comunista.

34 commenti:

upupa ha detto...

caro incarcerato...ho letto tutte le agenzie e anche i commenti.... e a questi sono impallidita....in particolar modo per quelli su "il Corriere della sera"....fascisti che inneggiano ad uno Stato,dicono loro,normale.....Normale sarebbe fascista ...come lo è!!!!!!!!!!Vergogna ad Alemanno e a tutti i suoi "compari"...ma diversamente non poteva essere, visto che ai suoi tempi andava picchiando i suoi compagni d'università che "osavano" dimostrare per i diritti....
Vergogna a tutti quei ragazzi che inneggiano al fascio...dovrebbero studiare la storia per non perdere alcuni passaggi importanti...
I ragazzi che manifestano non sono bamboccioni...come definiti da alcuni che, pur non conoscendo l'italiano, scrivono commenti..e allucinanti... i ragazzi dell'onda sono ragazzi che lottano per un mondo migliore e questo,purtroppo,loro non lo vogliono...Un mondo migliore manderebbe a casa questi facinorosi amanti del potere ...
Vergogna per tutti quei poliziotti che sono andati alla Sapienza con l'intento di picchiarli, come hanno fatto...5 ragazzi feriti...di certo non sono i loro figli...perchè questi non sanno cosa significa "cultura" ...e tantomeno la insegnano ai loro figli...purtroppo ho dovuto vedere poliziotti in borghese con i manganelli nascosti dietro...
vergogna....Dovrebbero prendersela con noi adulti... che di manifestazioni siamo esperti perchè ai miei tempi si potevano fare...anzi la polizia ci scortava per proteggerci..non per massacrarci...vergogna.. .....pestano il nostro futuro e distruggono il diritto!!!!Sempre vigili

Pietro ha detto...

Ci risiamo con la repressione.

l'incarcerato ha detto...

Grazie UPUPA per il tuo intervento. Non stai esagerando che questi è un periodo ben peggiore degli anni settanta.
Forse perchè non abbiamo una grande forza politica di vera opposizione?

Diciamo che c'è, ma è fuori dal parlamento. Datemi retta: lasciate perdere il PD, la loro politica fa vomitare. E lasciate perdere l'antiberlusconismo, ritorniamo alla politica vera. Che quello che sta succedendo è frutto del sistema vigente. Contemplato e rafforzato dai due schieramenti che sono divisi solo negli scranni del Parlamento.

Tutti,tranne PRC, hanno firmato quel vergognoso protocollo: VERGOGNA!!!

Silvia ha detto...

Vietato manifestare... tutto questo somiglia maledettamente al clima tipico del regime... Che cosa di peggio dobbiamo aspettarci, ancora??

:*-(

stefania ha detto...

Cara Silvia ti puoi aspettare di TUTTO, io personalmente non sono sicura se non vogliono le manifestazioni o se desiderano SCONTRI FORTI.
Ieri e' stata una giornata carica d'emozioni, oggi abbiamo assistito ad una repressione pazzeaca domani non lo so............se i genitori uscissero fuori dalle tane e affiancassero i figli sarebbe bellissimo.

Alessandro Tauro ha detto...

Carissimo incarcerato, sono venuto a conoscenza quest'oggi anch'io di questo folle provvedimento targato Alemanno.
Ne ho provvidenzialmente parlato anch'io nel post di oggi, perché un'aberrazione legislativa simile merita molta attenzione (ed indignazione), quantomeno.

Tua madre Ornella ha detto...

Incredibile...
Stefania ha ragione ....
Ma se le cose non le cambiano
questi ragazzi armati solo di tanta buona volontà chi le può cambiare??
Comunque tutta questa violenza è pericolosissima ...... questi scontri a chi e per cosa servono?
Solo come affermazione del potere?
Non credo....non lo sò ....
Ornella

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Bravo! Silenziosi siamo noi che oltre e giustamente a scrivere e denunciare dalla rete non andiamo per le strade con loro, per loro, per noi e per tutti; e questi "tutti" anche loro, a loro volta, dovrebbero fare lo stesso.

Ma dalla poltorna, sia pure per ragioni diverse (loro il potere noi la pigrizia, convenienza o ignoranza) non si schioda più nessuno.

Bruno ha detto...

purtroppo tocca lottare contro sistemi di sicurezza che fanno solo il loro lavoro ed eseguono degli ordini....le scarpe vanno tirate alla "bush" cioè alla fonte

amatamari ha detto...

Se è una strategia per creare tensione ci sono riusciti benissimo.
Ma l'onda non si ferma.
Anche oggi ho scioperato.
E non è finita qua.

pierprandi ha detto...

Meno male che rifondazione non ha collaborato a questa porcata...Ha ragione Stefania, non è il caso che anche i genitori comincino a calcare le piazze...? Ho sono tutti intenti a lucidarsi il SUV... A presto

Uhurunausalama ha detto...

La repressione non è mai scomparsa,ora è solo maggiormente legittimata e giustificata.Ho visto le immagini e sono tornata indietro ad una settimana fa quando anche a Torino è successo un casino tra fuan e studenti di sinistra:chi è andato a caricare la polizia?ovviamente non i provocatori.Per fortuna il rettore sta cercando di mettere ordine come può ma è stata una porcheria colossale!
Non si devono fermare,non dobbiamo fermarci!

Chiara Milanesi ha detto...

Ho appena visto il video e sono incazzata nera!
Pensavo che il provvedimento fosse una sparata priva di fondamento della giunta romana. Scopro che l'ha firmato pure la CGIL. Mi sembra evidente che quello che tentano di creare è una tensione insostenibile con morto canonico (ricetta Kossiga) per poi bastonare ancora più forte applauditi da tutti.
Quanto a Upupa, d'accordo col tuo post, ma a me la polizia non mi ha mai scortato. Picchiato sì, e non una sola volta!

Franca ha detto...

Daltronde il PD no è altro che il PDL senza la L...

Ishtar ha detto...

Che rabbia...veramente una rabbia forte sapendo che domani potrebbe pure essere peggiore di oggi...
Ciao

upupa ha detto...

...per Chiara.........io ho fatto tante dimostrazioni....ed in questo mi rivedo in mia figlia...(brava figlia mia dimostra, fatti sentire,urla..... lotta per te e per chi non lotta perchè non ha la forza...))
e devo dirti che non sono mai stata caricata...........forse perchè non vivevo in una grande città....non so dirti...ma quando vedevo una macchina della polizia ...mi sentivo sicura.....ora quando li vedo ...tremo...per me ,per i giovani,per i deboli,per gli indesiderati...per tutti...
......i genitori devono affiancare i figli.....io sono con mia figlia....e se mi chiede di intervenire....lo faccio,perchè non smetterò mai di lottare per un mondo migliore...non è la poltrona che mi tiene legata....ma forse questi giovani hanno diritto ad essere protagonisti del loro tempo...e non accompagnati sistematicamente....guardiamoli e assistiamoli con coraggio e forza ma senza invadere il loro spazio...
sempre vigili

Anonimo ha detto...

Quello che tu dici Upupa io l'ho chiesto ai miei genitori. So che a volte ci sono anche loro nei cortei e so quanto si preoccupano per me. Ma voglio il mio spazio senza il loro sguardo, mi basta sapere che sono con noi, dalla nostra parte. Se esco dalla famiglia...non posso trovarmela fuori. Mi sento meno "libero". Forse dico una cosa cruda, ma non è in ballo il mio affetto per loro, nè il loro per me.
Sbaglieremo e faremo cose giuste, impareremo, siamo tanti non vinceranno minoranze violente che tengono armi negli armadi dell'Università.
Oggi Incarcerato sono 31 anni da Fausto e Iaio. Non ho trovato niente sulla stampa. Anche queso è fascismo.
Ciao e graze dell'ospitalità.
Francesco

Silvia ha detto...

Avevo già letto la poesia di Brecht...Bella dedica la tua :)

Aly ha detto...

Concordo cn Urhunausalama, la repressione non è scomparsa,ora è solo legittimata.. si sentono le spalle coperte durante la cariche le forze dell'ordine, sanno ke qualcuno li appoggia, ke (vedi Genova) tanto se fai un casino ne esci.. Di questo passo ci toglieranno il diritto di manifestare? E se così fosse, quanti italiani si opporrebbero? è questa la domanda ke mi preme oggi. Cm dici anke tu, c'è una fetta menefreghista e indifferente ke a me sembra sempre più larga..
Per fortuna almeno la "mia" Rifondazione ha votato contro..

Sub ha detto...

E a Milano è successo grossomodo lo stesso, questa volta in metropolitana.

Dire che tira aria di fascismo è ormai riduttivo, non si tratta più di aria ma di fascismo fatto e finito.

Erika B. ha detto...

Esiste anche gente che lotta in silenzio.
Gente che la mattina si fa km per andare al lavoro per guadagnare nulla dal suo lavoro precario, e che i soldi del paparino non ce li ha perchè il paparino magari non glieli da, o forse perchè non vuole sentirsi mantenuto a vita. E lotta ogni giorno in silenzio fra gli scaffali del supermercato per cercare un olio di oliva che non costi 6 euro a bottiglia, si dimena fra le bancarelle per trovare un paio di calze che non costi 3 euro.
Che rantola ogni santa mattina quando deve pagare 2 euro di parcheggio e che i mezzi non li puo' prendere perchè a Roma i mezzi fanno cacare.
Che vorrebbe tanto manifestare ad alta voce, ma non puo' perche' sennò perde pure il suo posto da precario.

Non generaliziamo.

l'incarcerato ha detto...

Erika, e secondo te il mio scritto è rivolto alle perone che tu hai citato? Guarda che chi te lo dice che io non sia una di quelle persone che tu molto bene hai descritto? Non generalizzare tu per favore. Poi non puoi scrivere a me queste cose visto che ho sempre dedicato post agli invisibili...

Io ce l'ho proprio con chi ha la
possibilità di fare qualcosa, ma se ne frega. L'importante è la cura del proprio corto e della propria felicità. Quell'individualismo che io non condivido assolutamente.

Ciao

La Mente Persa ha detto...

Grande Incarcerato!
Hai sentito le parole di Brunetta?
gio

NADIA ha detto...

hola bella poesia.....ma non è di questo che vorrei parlare......
trovo assurdo che non si possa più manifestare, cercano di tappare la bocca solo a quelli di sinistra perchè le manifestazioni di destra ci sono eccome, come ci sono quartieri di Roma che erano neri prima e adesso lo sono ancora di più, ma molto più tutelati rispetto a prima.
Che cosa ci distingue dal Cile di Pinochet??
Forse che ancora non circolano le camionette...no signori anche quelle tra poco ci saranno, ritengo a questo punto DOVEROSO SCENDERE IN PIAZZA ACCANTO AI NOSTRI FIGLI, così potranno caricarci insieme a loro e non da soli, perchè dietro a questi ragazzi ci sono i loro genitori, li stessi che scendevano e prendevano le manganellate anni prima!!
hasta siempre!!!

Erika B. ha detto...

Incarcerato,
a volte si è talmente stanchi di certe cose che ci si chiude all'interno del proprio individualismo sperando che le cose possano andare meglio, perchè vedi che attorno a te c'è solo tanto marcio, anche in coloro che scendono in piazza per manifestare contro il delirio che sta affliggendo il mondo..e poi li intravedi dentro un mc donald, mentre si comprano scarpe nike, mentre bevono coca cola.
E allora, uno che deve pensare???
Io non ci credo più nei buoni propositi.
Per me, come ti ho già detto sul mio blog, siamo prossimi all'estinzione.
Scusami, non volevo essere dura verso te, non ce l'ho con te.
Ce l'ho col sistema, che ahimè ci vede vittime e artefici, e soprattutto impossibilitati ad essere incontaminati ed incontaminanti.
Buone cose

Erika

Anonimo ha detto...

....complimenti a Francesco...condivido ciò che ha detto....testa dritta e cuore in mano..sempre!..
caro incarcerato....sono decisamente "arrabbiata"...questi ragazzi studiano,lottano,fanno sacrifici,aspettano un posto di lavoro...forse per anni...perchè questo è il destino di chi studia...un pò come me.....è la storia che si ripete ....
e dopo.....sul posto di lavoro ti dai da fare,cerchi sempre di migliorare,se poi sei un'insegnante e ci tieni alla scuola e ai ragazzi....ecco che non sei più padrona del tuo tempo...tutto ciò che vedi,sperimenti,ascolti..pensi sempre a come riutilizzarlo per interessare sempre di più gli alunni....ed ecco che fai anche la funzione strumentale.....sempre per migliorare....ma......
ti ritrovi a percepire per quel lavoro 850 euro...e lo Stato te ne toglie 600...conguaglio fiscale è la dicitura....
mi chiedo...non è meglio riappropriarsi del proprio tempo e ...lasciare che questo governo continui ad affondare la scuola?
sempre vigili

ANNA ha detto...

Pietro più che repressione qua è DEpressione! Meno male che io sono un'ottimista perseverante! C'è una cosa che però non hanno tenuto in conto questi signori che anche l'animale più quieto se lo si bastona in continuazione alla fine ti azzanna.... azzi loro....

l'incarcerato ha detto...

Brunetta? NO COMMENT

l'incarcerato ha detto...

Erika, ho capito quello che dici però dicendo che quei ragazzi, i quali manifestano, vanno da MC Donald, indossano le niki, bevono coca cola è generalizzare.

Ma quanti, e qui generalizzo appositamente, fanno un lavoro precario, oppure studiano all'università gravando sui genitori che magari non ce la fanno ad arrivare a fine mese, e non partecipano nei cortei? Oppure si disinteressano di quello che accade nella società? Tu dici che forse bisogna rinchiudersi nell'individualità! Ma è ciò che vogliono!

Nel sessantotto dicevano se tu non ti occupi del potere,il potere e le sue imposture si occupano comunque di te.

Poi se alla fine alcuni sessantottini si sono talmente occupati del potere da diventarne parte, questa è un'altra storia...

stefania ha detto...

Upupa i figli se va bene finiscono fracassati se va male all'obitorio,
penso che tra la generazione mia e quella di mia madre ci sia stato un abisso.
Noi del 70-80 conosciamo le piazze poteri forti allora vedi kossiga e
poteri grandi ora. Io come donna che ha sotterarto un figlio ucciso dai fascisti penso che se invece della lobotomizzazione televisiva l'adulto andasse avanti ai figli ci sarebbe una NUOVA PRIMAVERA.
Ieri ero a Roma 3 chiamata dai ragazzi con tutto il comitato delle madri per la conferenza stampa dopo le aggressioni e sai cosa dicevano: magari mia madre fosse con voi ci sentiremo piu' sicuri.
Credimi esserci significa condividere e dichiarare un'appartenenza, appartenenza che significa un MONDO MIGLIORE senza barriere e differenze.
Se l'ONDA fosse gigantesca e portatrice di un grande AMORE PER LA VITA forse ci penserebbero prima di caricare.
Non e' una certezza ma una speranza i FIGLI VALGONO e i loro sogni sono valori inestimabili.

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Come afferma un proverbio cinese,castigarne uno per educarne 100,poichè per una minoranza che alza la testa,esiste una maggioranza insensibile a tutto,non prendere atto delle ingiustizie,della precarietà,d'una scuola che risulterà sempre più scadente,per facilitare l'istruzione solo per i più abbienti,e quando la minoranza diventerà maggioranza,sarà come prendere atto che la stalla non ha i più i buoi da molto tempo,anzi saranno visibili solo macerie.

Saluti,

&& S.I. &&

upupa ha detto...

..cara Stefania....io condivido ciò che ha detto Francesco.....io sarò sempre con mia figlia....ma quando manifestavo io....certo non avrei voluto mio padre vicino a me...non per niente, ma non mi sarei sentita libera..... l'onda li travolgerà tutti......
Noi genitori dobbiamo,in qualche modo,dare spazio a loro...anche perchè è diversa la situazione,le modalità,i tempi.....
i giovani devono essere protagonisti del loro tempo...

Erika B. ha detto...

no no no! Sono tutti così! Siamo tutti così!
Chi di noi non ha a casa un capo della nike, o un pacco di pasta Buitoni (Nestlè)e..devo andare avanti?
Io non credo più in nessun essere appartenente alla società, sottoscritta inclusa: sporchiamo, ce ne fottiamo dell'ambiente, ci ingoziamo di consumismo a raffica, pure quelli che fanno i comunisti e portano le felpe fatte dagli americani, che ci stanno rubando tutto.

Ritornando al manifestare:
IO (e lo scrivo maiuscolo) CREDO FERMAMENTE NEL DIRITTO DI ESPRESSIONE, ma credo anche che vi è stato un abuso e che ormai la protesta abbia perso valore e sia diventata una sorte di piacere individuale nel voler urlare il proprio credo senza rispettare cio' che ci circonda.
Mi capita di andare al lavoro e trovarmi strade bloccate e arrivare tardi e bestemmiare dio e il demonio perchè non è possibile che debbano bloccare strade importanti per la viabilità romana, a causa di cortei e manifestazioni.
Per me è un meglio che ci siano state delle regolamentazioni.
Vedi..anche questo è individualismo, ma vale lo stesso per quelli che lo stesso giorno hanno deciso di uscire e occupare la strada.
E' un discorso lungo da affrontare, ho cercato di tagliare corto e fondamentalmente manco ho tagliato tanto.
Bon, mi sono rotta le palle di scrivere:)

un bacio

Erika

Gatta bastarda ha detto...

appena tornatat da dublino questa è stata la prima notizia ricevuta dall'italia... grande la voglia di tornare indietro!