venerdì 13 marzo 2009

Io sto con la "madre coraggio" di Niki Gatti.


La signora Ornella, oramai ribattezzata "madre coraggio" sta svolgendo nel suo blog un lavoro doloroso. Ha deciso di parlare, e raccontare in maniera più dettagliata la sua vicenda. Visto che nessuna trasmissione televisiva non ha il coraggio oppure l'interesse di intervistarla, lei utilizza l'unico strumento che ha. Vi prego cortesemente di leggere, di informarvi e nel vostro piccolo di parlarne con tutti i vostri conoscenti.

Anche il passaparola è uno strumento incontrollabile.

Ormai avete capito benissimo che la triste vicenda di Niki è molto complessa, e ha una similitudine con il cosiddetto "caso De Magistris". Perchè tocca dei fili scoperti, e una volta toccati si rischia di morire. Non fisicamente, ma moralmente.

Perchè la solitudine, l'emarginazione, l'isolamento uccide.

Nel post precedente ha raccontato, pur non facendo i nomi, quale forze occulte(ma nemmeno tanto) stanno agendo su di lei per infangare il nome di Niki e per farlo risultare suicidato. Molti lettori, blogger, non riescono a crederci perchè sembra troppo esagerato. Ma voglio esortarli a leggere libri che trattano questi argomenti, ad informarsi semplicemente. Non a caso ormai viene coniato il termine "massomafia".

Non dovete immaginare i mafiosi, quelli al vertice, con il cappelletto e la lupara. Loro sembrano gente perbene, vestiti eleganti, parlano in maniera cordiale, sono dei docenti universitari, sono medici, sono avvocati, sono magistrati, sono imprenditori, sono politici.

Sono dei lupi travestiti da agnelli.

Stiamo lavorando per la verità e giustizia per Niki. Stiamo svolgendo un inchiesta parallela che presto sarà resa pubblica. Si certamente siamo piccoli piccoli, ma basta un granello di sabbia per rovinare un ingranaggio.

Intanto voi dovete seguirmi per la mia piccola inchiesta sulla 'ndrangheta che tra una puntata, al massimo due, vi darò una notizia che si collega alla storia di Niki. Io non ho paura nel raccontarla!

Nel frattempo Niki viene ricordato da molte persone, i ragazzi che avevano sfilato per ricordare Valerio Verbano, hanno anche fatto uno striscione mettendo i nomi di Renato, Giuseppe, Aldo e anche di Niki (lo hanno scritto per sbaglio con due k).























La Lettera

Ricordate, quindi siamo andati a parlare con il Dottore il 28 Luglio, il furto c’era stato il 19 Luglio, nel frattempo non si era ritenuto fare immediatamente la “Denuncia” …. (io la richiedevo a gran voce … dov’erano le care cose di mio figlio??) Come non si riteneva opportuno che io parlassi “perché dobbiamo aspettare le carte del Carcere” e intanto passa il tempo …..
Di Niki non ne parla piu’ nessuno ….. (gli stessi giornalisti quando SOLO a Settembre, dopo il cambio di Avvocati, le denunce (fatte a settembre …..) e le carte del Carcere, ho iniziato ad urlare tutto quello che mi era accaduto, mi hanno detto:”Signora per noi il caso era chiuso ….. ora è Lei che lo sta riaprendo …..”
Provate a parlare con la bravissima Avv. Eleonora Baratta (che non è un mio Avvocato) se davvero funziona così …. Lei ha iniziato a Urlare dal giorno della morte del povero Gianluca,( la sua è un’altra storia), lo dico solo per farVi vedere la differenza fra Avvocati ed avvocati, è Lei che urla, contatta giornalisti, sta smuovendo mari e monti ….. io invece dovevo stare in silenzio …… aspettare …… ma aspettare cosa?????
Nel frattempo ogni giorno c’era una mina mentale, ma sapete io posso parlaVi di cose di cui ho documentazione, di “chiacchiere” che sarebbero prontamente negate dai protagonisti, (ho avuto davvero una mano superiore che mi ha guidata in una strada piena di buche) servirebbero solo sì, a farVi capire lo stillicidio mentale, ma porterebbero denunce, e tutto questo chi si adoperava a metterle in atto lo sapeva benissimo.
Arriviamo all’ 8 Agosto ….. rientro a casa la sera, sempre piu’ distrutta e trovo 2 lettere, perfettamente identiche, stesso colore, con lo stesso identico francobollo ……. Sembra incredibile lo so, ma vi giuro è andata proprio così ….. che messaggi ci invia l’Universo…(ce l’ho io entrambe) giro la prima per vedere il mittente … è l’Impresa Funebre … è la fattura immagino … sbatto la busta (senza aprirla) sull’altra in un impeto di disperazione e crollo in lacrime sul divano …. Mai, mai una mamma dovrebbe ricevere una simile busta ……Poi penso …. Perché due e non una ?????
Voi non ci crederete ….. mi rialzo e giro l’altra per vedere il mittente ……
La prima veniva da Celano –AQ- , la seconda da Sollicciano (FI) …. IDENTICHE … Causa-Effetto
Apro la busta di Sollicciano , era il titolare …. che dopo un ingresso “morbido” di mesi a Rimini è stato portato a Sollicciano (io non lo sapevo che lo avevano portato lì, lo scopro proprio con questa lettera …..)
Voi ora chi sa come immaginate questa lettera …… non è come l’immaginate …
Inizia con un “scusami non avevo l’indirizzo prima” ….(???????) anche se la spediva alla Libreria Mondadori di Avezzano, sarebbe arrivata … .. ma l’indirizzo lo aveva e come ….. Voi potete immaginare una lettera piena di emotività … , con cancellature …. ,errori (soliti tra l’altro per lui), ebbene, nulla di tutto questo, “perfetta” anzi ci sono anche i capoversi ….. sembra essere scritta al tavolo di un Hotel …
Mi da le condoglianze, mi elogia il grande cuore di mio figlio, definisce Niki un “Grande Amico” (tutto il tono era voler far vedere un rapporto alla pari ….. che Voi potete ben comprendere NON ERA COSI’ e per l’età e per i ruoli, FONDAMENTALMENTE e PROFONDAMENTE diversi ), altro capoverso”Spero che appena mi fanno uscire di qui possa esserti di AIUTO ….. DI SICURO VORRA’ VEDERCI TUTTI VIVERE CON AMORE E ARMONIA ……. (Armonia??????? Amore?????? Ma chi ti conosce piu’ di tanto?????? Ti avrò visto in tutto tre volte ….. Mi ridarai mio figlio per riavere l’Armonia???????? O ancora “in che modo vorresti “AIUTARMI”?????????)
Altro capoverso, vengo invitata (cose da PAZZI ) a stare “vicina” ….. a chi è stata la loro lunga mano per fare tutto quello che hanno messo in atto ….. Telegramma/furti e quant’altro ……
Cioe’ il tono della lettera (quello che si legge tra le righe e anche sulle…) è “quando esco IO” , sistemo TUTTO …….
E COSA????????????? COSA SISTEMI???? Mi ridai mio figlio????
Termina questa VERGOGNOSA LETTERA con postilla “Grazie per tutti i libri che mi hai regalato negli anni, se ho trovato la forza di scriverti è anche grazie all’amore che ho imparato sui libri” (QUASI ….”SANTO”)
Io ti ho regalato libri per anni????????????? Ma che cosa si voleva far CREDERE con questa lettera?????????
Io a questa “persona” avro’ regalato in un anno e mezzo 4 o 5 libri, ma sapete in che modo???? Veniva Niki e mi diceva:” Mamma, lui vorrebbe questo libro” ed io in perfettissima buona fede glieli regalavo in quanto “titolare” di mio figlio!!!!!!!!!!!!!!!!! (Voi cosa avreste fatto?? Pensavo fosse un titolare normale …) E invece …… ma che cosa VOLEVANO far credere???????? Magari lo avessi conosciuto meglio …. MIO FIGLIO ORA SAREBBE ANCORA VIVO!!!!!!!!
Ma io poi mi domando: “In un Carcere di Massima Sicurezza la corrispondenza non viene letta??????”
Sicuramente si …… Cosa si aspettava, una risposta??????????
Sono rimasta in SILENZIO …. ancora …. E senza rispondere perché , se avessi risposto, con tutta la rabbia che ho ….. so io COME e QUELLO che avrei risposto …..
Quanti pianti quella sera, esterrefatta …. Arrabbiata … delusa ….. quali esseri “umani” girano dando un’immagine di se completamente opposta ….. Mio marito era su tutte le furie e mi disse: “ORA BASTA DAVVERO! NON RISPONDERE PIU’ NEANCHE AL TELEFONO BASTA, QUESTI VOGLIONO PORTARTI AL MANICOMIO, SE NON PEGGIO ……”
E’ uscito a Dicembre, stringe amicizie importanti su face book , manager … di alto livello ….
Ebbene cosa immaginate, che mi abbia fatto una telefonata per chiedermi scusa??????????? NON AVREI ACCETTATO NEANCHE LA SUA VOCE DALL’ALTRO CAPO DEL TELEFONO E SPERO DI NON INCONTRARLO MAI PIU’ SULLA MIA STRADA (NON RISPONDO DELLE MIE AZIONI!!!) MA N I E N T E (se fosse capitato alla mia dipendente io sarei andata alla casa dei suoi genitori e avrei accettato anche, che loro mi uccidessero ….. ma vedete, se si da valore alla Vita può accadere questo, ma se si parla di un ragazzo di 26 anni morto come di un “capitolo”……)
MA, c’è un MA, …….. IO non ho aspettato che uscisse LUI, …… non sono stata in SILENZIO ……
Non si è MAI fatto sentire , sapete la prima cosa che gli dissi, quando sono andata su a San Marino, per conoscerlo e vedere dove e da chi era andato a lavorare mio figlio?? “Mi raccomando, è la cosa piu’ preziosa che ho, questo ragazzo” …… Chiaramente quando andai su a conoscerlo, in una cena, ho conosciuto lui, la moglie, le figlie,la famiglia del Mulino Bianco …..
Da quando ho iniziato a “capire” , ho detto: “No, non hanno preso in considerazione ME e come sono fatta, dimostrerò ciò che è accaduto, Lotterò per questo figlio, fino all’ultimo respiro, NULLA potrà fermarmi!!! La Verità e la Giustizia Voglio e NIENTE ALTRO!!!! …
Se sono ancora qui lo devo all’Amore per Niki, per Nathan e all’amore e alle cure di mio marito, e di tutte quelle persone Sane ed Oneste che mi sono state accanto, dandomi Forza!! Grazie (è stata Dura anche per loro riuscire a tirarmi continuamente fuori dal Baratro, dove continuamente cercavano di sbattermi)
Una persona sempre in quei giorni mi disse:” Tieni duro”, “se non ci sarai piu’ tu”, questi risolvono il 99% dei loro problemi!!!

V E R G O G N A

E Vergogna a San Marino, che lo lascia girare come prima, mentre a me ancora deve dare UNA, ma dico UNA sola risposta, su dove è la POSTA di mio figlio ed ho indicato anche l’indirizzo sulla denuncia, e dove sono tutte le cose di mio figlio, il Furto è avvenuto lì ….. Complimenti San Marino, per il vostro Stato di Diritto !

Complimenti anche all’Autore di quella lettera (chiunque esso sia)!!

Ti Amo Niki, In tutti i modi ci hanno provato …. Ma non ci sono riusciti!!!
Mamma




27 commenti:

Bruno ha detto...

mi auguro che si metta della luce su questa vicenda ma come giustamente viene scritto..si vanno a toccare dei fili scoperti..... è dura..!!!

Anonimo ha detto...

carissimo.. sono la zia di Niki...tutto ciò che hai detto,come sempre,è sacro...forse non riusciamo a credere a tante vicende dolorose ..perchè ci sembrano assurde..ma non è così...accadono e Niki ne è la prova...per questo dobbiamo lottare duramente ..per fare in modo che non acadano più..che ci sia la giustizia...ma quella vera...
ti posto ciò che ho scritto nel blog di Niki...affinchè tutti possano meglio capire e ....riflettere...non siamo visionari o invasati...siamo disperati per quello che ci hanno fatto!!!!!!!impunemente ....vigliaccamente!!!!!
Tutto ciò che è accaduto è una tragedia che durerà nel tempo e nei nostri cuori fino alla fine dei giorni. Quando muore un ragazzo,muore una parte dell’universo,e quando ,per questa morte, ci sono dei responsabili che non vengono puniti, ma continuano la propria vita come se niente fosse…muore un’altra parte dell’universo….
Ornella sta,sistematicamente, ripercorrendo i vari momenti di questa tragedia,in modo lucido e veritiero..come solo una mamma può fare…Immaginate con quale dolore..ma il desiderio della verità supera anche questo continuo rinnovare …….
L’episodio della lettera, di quel “ distinto signore”lo abbiamo vissuto …come fossimo in un film…Non capivamo come potessero accadere certe cose…come, dopo ciò che era accaduto,…qualcuno potesse osare tanto…Prometteva aiuto….ma a chi? Per che cosa?Ormai era tutto vigliaccamente fatto!!!!!
A quante intimidazioni,perché così devono essere chiamate,abbiamo assistito!!!!!!!!
Tutti hanno provato a stendere un silenzio vergognoso su Niki,anche chi dichiarava di amarlo, e solo per coprire le loro orrende azioni!!!
Così si decide la sorte di un ragazzo nel nostro paese……quando cominciamo ad urlare ?
Jolanda

Anonimo ha detto...

Caro incarcerato...io sono sempre di più senza parole per la vicenda di Niki....mi sono informato e...quando arriveremo alla verità?
Giacomo

Tua madre Ornella ha detto...

Grazie Incarcerato,
come sempre sei sensibilissimo...
Ma questa volta devo farti una correzione e te la faccio mentre non riesco a frenare il pianto ...
"Perchè tocca dei fili scoperti, e una volta toccati si rischia di morire. Non fisicamente, ma moralmente"
NON E' VERO!!! SI MUORE VERAMENTE!!! Torno ora dal Cimitero!
Ti voglio bene grazie
Ornella

princicci ha detto...

hai un cuore davvero grande...incarcerato.....la verità verrà fuori prima o poi ne sono certa......io ci sono sempre!!!!!!un abbraccio claudia

stella ha detto...

Ti ho prelevato la prima parte del post.
Un abbraccio.

silvio di giorgio ha detto...

leggo e non dico nulla,non c'è da dire ma da fare. ma cosa..?e come?

riri ha detto...

Ciao I. volevo solo dire qui che anch' io sto con la madre coraggio.
Vi abbraccio entrambi

stefania ha detto...

x silvio di giorgio, bisogna solo esserci non allontanarsi e distrarsi ma seguire con attenzione facendo sentire tutto l'amore possibile a questa mamma.
X INC. sei semplicemente fantasticounico e splendido, ogni volta che ti leggo anche se sono una caprotta mi fai commuovere.

sirio ha detto...

Ciao incarcerato,ho la netta impressione che sia proprio questo denunciare la verità che dia fastidio a tanti,per cui ecco ventilata la proposta di "mettere il silenziatore" ai nostri blog.

Non posso che approvare quanto fai,la triste storia di Niki la sto seguendo dall'inizio e continuerò a sostenere questa causa!

l'incarcerato ha detto...

Grazie Stefania, e se la storia di Niki è conosciuta negli ambienti giusti è anche grazie a te! ;)

stefania ha detto...

Bisogna andare avanti sempre e non lasciare che cada nell'oblio una storia cosi' tragica.
La parte sana di questa Italia sa e deve ancora piu' rendersi conto della ferita di questa madre.
Ci sono tante iniziative ovunque e, so che il nome di NIKI CIRCOLA ovunque, non e' piu' un fantasma per nessuno MA UNA TRISTE REALTA'.
Ti abbraccio con grande affetto.

articolo21 ha detto...

La verità è una strada lunga. Ma arriverà. Viva le madri coraggio.

princicci ha detto...

ciao incarcerato sono passata per farti un salutino e per augurarti un buon fine settimana......claudia

Silvia ha detto...

E' tremendo sapere che la ricerca della verità da parte di una madre sia resa così difficile dal silenzio, dall'omertà di tutto quello che la attornia. Tremendo sapere che nessuno, che ne avrebbe pure il potere, dice qualcosa. E' difficile credere nella giustizia con tali premesse. Ma siccome so che la signora Ornella non si fermerà mai, questo mi indica che riuscirà a scoprire la verità e ad avere giustizia.

Aly ha detto...

Non conoscevo questa storia.. ke dire.. allibita.. leggerò tutto, fino all'ultima parola.. grazie x avermela fatta conoscere.
A presto hermano 3957

Fra ha detto...

Personalmente non riesco a leggere gli accorati racconti della signora Ornella senza piangere ed arrabbiarmi allo stesso tempo. Spero che ottenga giustizia

La Mente Persa ha detto...

Grazie Incarcerato per quello che fai e per non arrenderti.
gio

Silvia ha detto...

E' ammirevole la tua perseveranza Incarcerato come anche la forza della signora Ornella...

Sono stata un pò assente nel mondo dei blog ultimamente ma ci sono sempre!

Un abbraccio, a presto...

il monticiano ha detto...

In contatto con mamma Ornella ho ricevuto un suo riassunto scritto della tragedia di Niki che ho inviato per e-mail ad amici e parenti.
Più persone sono al corrente di questa storia e meglio è.

l'incarcerato ha detto...

Grazie Aldo, questo è il passaparola che ci serve. Informare a più gente possibile è già qualcosa di molto utile.

Sei una brava persona Aldo!

GRAZIE A TUTTI!

stefania ha detto...

Inc. leggi
In occasione del festival Independence Days vogliamo ritrovarci per discutere insieme dei percorsi e delle pratiche di conflitto contro la Governance delle gabbie sociali e dello stato di polizia, per affermare che a questa fase di crisi che considera gli individui come linfa produttiva da sfruttare e controllare, rispondiamo con la forza delle nostre pratiche di lotta quotidiane espressione della ricchezza sociale che rappresenta l’unica reale alternativa di un mondo possibile. 20 Marzo 2009 Ore 16.30 presso l’ex Volturno Via Volturno INDIPENDENCE DAYS – 18, 19, 20 e 21 Marzo 09 -- ...fermarsi soltanto alla felicità .
Noi abbiamo un tavolo il gioro 20 non sarebbe male se il Comitato di Niki partecipasse........tanti gia' conoscono e seguono il fatto ma riproporlo penso non sarebbe male.
ciao

Franca ha detto...

Mi unisco al commento di Articolo 21...

Rosa ha detto...

Anch'io come il monticiano ho inviato molte e-mail ad amici conoscenti (pregandoli di fare altrettanto) e redazioni di giornali, per far conoscere la storia di Niki.
Mi auguro che almeno qualcuno contatti la madre di Niki e si decida a fare quello che finora è stato fatto solo da noi blogger.

P.S. a proposito di e-mail, ho contattato Luana da circa dieci giorni, ma ahimè senza risposta.

Ti abbraccio
Rosa

amatamari ha detto...

Ho letto più volte il tuo post e la sensazione che provo è sempre la stessa di un dolore unito ad una sensazione mista che viaggia tra il disgusto e la rabbia.
Passerò parola il più possibile.
Ciao, a presto.

Ale ha detto...

ti ammiro molto, per come combatti queste battaglie, perchè non ti sei mai arreso un attimo e mai hai lasciato sola la mamma di Niki. Quello che stai facendo è davvero bello. E io mi metto dietro di te.
Buona settimana!

NADIA ha detto...

hola incarcerato, la storia di Niki mi sconvolge ogni volta che leggo una cosa nuova, questa lettera è terribile......
Signora Ornella vorrei darti ancor più coraggio ma sò per certo che una mamma nè ha sempre di scorta!!!
un abbraccio grande Ornella!!!