giovedì 5 marzo 2009

Cromosomi romeni

Care teste di capra, vi ricordate che molto tempo fa parlai della strategia del terrore creata appositamente per dare la caccia al diverso? E più precisamente per convogliare lo scontento generale verso un "nemico" ben preciso quale è lo straniero? Un operazione ben precisa visto le leggi razziali contro determinate etnie.

A San Valentino c'era stato un orrendo stupro verso una ragazzina di 15 anni a Roma, il sindaco Alemanno prima ancora che fermassero i due romeni aveva dichiarato in Slovenia che i violentatori potevano essere dei Rom, degli zingari. Disse proprio così: "Due stranieri forse nomadi originari di un paese dell’Est". E le forze dell'ordine lo avevano subito accontentato.

I mostri potevano essere solamente gli zingari, al massimo dei Romeni.

Ora i ragazzi sono stati scagionati, e non era bastato il fatto che non corrispondessero alla descrizione fattasi dalla povera ragazza, non era bastato appurare che quel giorno non erano nemmeno nel luogo del delitto. E' servita , ed era giusto farlo, l'analisi del DNA sullo sperma ed è risultato che non è il loro.

Fin qui tutto bene, o quasi.

La notizia che mi fa ribollire il sangue e anche preoccupare è questa qui che leggo ad un giornale, e non è quello spazzatura come "Libero" o "Il giornale! Ma è il Corriere della Sera :

"La convinzione degli investigatori, ricavata grazie ad un esame accurato del cromosoma «Y» estratto dal DNA, è che bisogna ricominciare a cercare nella comunità romena. Attraverso l'analisi di questo particolare componente si può infatti ricavare l'etnia del profilo genetico e in questo caso il risultato raggiunto conferma che la nazionalità è proprio quella."

Si cari miei, avete letto bene, secondo loro esisterebbe un cromosoma Y, quello che distingue i maschi dalle femmine, che permetterebbe di dire che lo sperma è romeno!

Io pensavo che non ci saremo mai arrivati a questo, ma qui stiamo parlando della genetica nazista, stiamo parlando di una cosa che non ha nessun fondamento scientifico : quella che si può identificare la cultura di una persona in base al suo patrimonio genetico.

Povera polizia, ha catturato i romeni sbagliati. E lo dice la Stampa.

Abbiamo ai posti di responsabilità degli imbecilli, e sono pericolosi, bisogna fermarli prima che il razzismo prenda una piega irreversibile. E fermare anche questi maledetti giornali.

Perchè tra ronde e polizia ci passa in mezzo un grande silenzio, e noi non possiamo più tacere.




ps Io partirò per Parigi, mancherò per pochi giorni. Ma visto i tempi, respirare aria nuova mi farà sicuramente bene. Un grande abbraccio!

38 commenti:

loris ha detto...

Il commento più immediato è che al peggio non c'è mai limite.
Eppure Girolimoni (il film con Manfredi) lo abbiamo visto in molti e chissà come mai racconta di un episodio del ventennio fascista.
Altro gran bel film Hurricane visto più volte e lasciato sempre con tanto amaro in bocca.
Considerazione a margine ma molto pertinente è che i media come già Gore Vidal evidenziava per giustificare l'attacco Usa all'Iraq sono troppo spesso complici.

NADIA ha detto...

Hola non sò ancora esprimermi in merito visto che uno dei violentatori è stato riconosciuto dalla vittima e l'altro è stato riconosciuto dalla signora violentata un mese prima.
Un dato certo èche prima di sbattere il mostro in prima pagina avrebbero dovuto indagare meglio con prove certe, ma si sa come sta andando qui in Italia!!!
Buon viaggio querido io torno e tu vai, buon divertimento!!!
Un besito!!!

liberoPensieRoberto ha detto...

Devo informarmi sull'argomento.

Il punto è: anche se fosse vero il discorso del cromosoma Y (ma mi fa schiattare dal ridere sta roba), è davvero opportuno farne un discorso di etnia?
Non si può fare un discorso di stupratori e basta?
Quando una donna viene stuprata (ho due amiche che hanno subito violenze), QUALCUNO CREDE CHE LE INTERESSI LA NAZIONALITA' DEL SUO CARNEFICE?

Sono esterrefatto. (era il modo educato per dire che sono incazzato come un toro).

p.s.: ti ho risposto al commento su InformaReagire

Pietro ha detto...

Ah Parigi, cazzarola. Spero sia un bel viaggio, Ciao

mau/C ha detto...

dimmi se questo mio video è pertinente :D
http://www.youtube.com/watch?v=4h4EWnznYD4&feature=channel_page

caro mio finalmente parti...se ti va di vedere le mie foto contatta la mia amica Zohreh, il numero è sulla homepage di www.artistessansfrontieres.com
a bientot!

marus ha detto...

basta più srprenderci. Cerchiamo di anticipare: sentiremo parlare di circonferenze craniche, ossa facciali, orecchie sporgenti, balbuzie e lombrosianate varie. Prepariamoci e proteggiamo il nostro fegato.
Goditi Parigi!
ciao
Marus

articolo21 ha detto...

Parigi! Che culo! ahaah

cometa ha detto...

Ti ringrazio per il post, penso le stesse cose ma tu le hai dette con la forza che ci voleva.
Siamo ormai all'eugenetica. Dall'eugenetica al lager il passo è breve. D'altra parte, come chiamare altrimenti i famigerati CPT?
Solo che ai nostri governanti non bastano. I Romeni sono Europei. Allora, progredendo nella perversione, verranno i campi di concentramento per i Rom, e per incanto o per sbaglio ci finiranno dentro i Romeni.
Spero tanto di sbagliarmi.
Ma credo che pure Maurizio sia d'accordo con me, giusto?

E poi, siamo una nazione che vive di (in)giustizia sommaria e carcere preventivo. Radici d'inciviltà che permettono un utilizzo "di parte" della giustizia. Liberano le mani alla criminalità e permettono soprusi, come l'assassinio di Niki.

Ma ti auguro un bel viaggio. Un abbraccio con invidia! Cometa

Aleph ha detto...

EH sono finiti i tempi in cui bastava Lombroso ! Ogni epoca ha i suoi cazzoni, che ci volete fa'...ma è ovvio che è una minkiata smentita dalla scienza.Anche se...che magari ci sia un non ben identificabile cromosoma K in certe persone...che dite?

Bruno ha detto...

la cosa ancor piu' strana è come mai quel ragazzo ha ammesso di essere stato lui e ha coinvolto anche l'altro? e poi invece ritira tutto.... è un granm casino, lasciando perdere comunque le porcherie dei giornali.......

buon viaggio..parigi è meravigliosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

@ Bruno forse la polizia avrà utilizzato qualche bel metodo per farlo parlare...

upupa ha detto...

...caro incarcerato...sono felice che tu vada a Parigi.....che invidia!!!!!!!!!!!!!!
In rferimento al tuo post...spero solo che gli italiani di "cervello" sappiano leggere bene le infamità che stanno facendo...
Ma che ci aspettavamo da chi riesce a trasformare un'isola in un lager? A questi basta prendere qualcuno e accusarlo...per il resto ....la faccenda dell'y...è solo nazista!!!!!!!!! Mancavano certe idee e modi di fare!Ma chissà perchè "loro"non vanno mai a finire dentro.....povera Italia...

mau/C ha detto...

È di oggi la conferma che non vi sarebbe alcun elemento a carico di Alexandru Isztoika Loyos e Karol Racz, i due romeni arrestati con l’accusa di aver stuprato una ragazzina di 14 anni al parco romano della Caffarella. Né il DNA sui mozziconi delle sigarette fumate dai violentatori né quello sui fazzolettini usati dopo l’aggressione corrisponde a quello dei due indagati; non sono compatibili inoltre i frammenti di DNA trovati sulle impronte rilevate sulle schede telefoniche, rimosse dagli stupratori dai telefonini delle due giovani vittime; non corrispondono infine l’identikit e le descrizioni degli stupratori rilasciate dalla vittima, secondo la quale gli aggressori avrebbero addirittura parlato italiano, con un leggero accento straniero.

Calliope ha detto...

Se controlli devono esserci per fermare la criminalità che ben vengano ma...è sottile il filo che divide..
a presto monsieur!

Lara ha detto...

Ciao Incarcerato, vengo qui ad augurarti un buon viaggio!
Forse l'aria di Parigi è più respirabile della nostra ...

Ciao :)

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Incarcerato,
se non ci fosse così tanto da piangere....ci sarebbe da ridere!
Questi per sostenere le loro tesi , stravolgono anche la genetica ....
Che Popolo Silente.... MA RIBELLIAMOCI VERAMENTE ...
Buon Viaggio e goditi un pò di riposo!!
Un bacio
Ornella

Uhurunausalama ha detto...

In questo periodo in rete ne girano di filmati in cui la linea dei controlli viene più che oltrepassata;questo giustizialismo a tutti i costi,rischiando di incriminare il primo che passa,non va affatto bene;mi chiedo se dovesse mai capitarci da vicino come reagiremmo...
Salutami Parigi e buon cambio d'aria!!!

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Regola numero uno dopo una tragedia o un crimine: incolpare e sbattere in galero lo straniero, meglio se sia dell'est o extracomunitario!!!

Gatta bastarda ha detto...

già qui si torna indietro...spero che al più presto scienziati vari si facciano sentire per far sapere che quella del'etnia è una minchiata pazzesca.
se non è razzismo questo!
buono stacco a parigi allora... io il 13 vado a dublino fino al 18...stacco con la festa di sanpatrizio e tanta guinness...

stefania ha detto...

quindi la razza e' scritta nel cromosoma y vedi tu che roba tra poco alle leggi razziali gli facciamo un baffo.............
Inc. fai buon viaggio divertiti e respira aria diversa pure per noi.
un abbraccio grande

amatamari ha detto...

L'Italia è un paese che sempre meno mi rappresenta.
Assisto ad una ignoranza che genera prepotenza se non arroganza, con dei risvolti grotteschi - ma fino a prova contraria uno non era innocente? O adesso si gioca all'inverso? - fino ad assistere alla caccia all'extracomunitario nella mappa genetica.
Un accanimento che mi sembra ormai xenofobo.



Buon viaggio incarcerato.

pierprandi ha detto...

Intanto goditi Parigi, cambiare aria non guasta mai, soprattutto in questo periodo..Riguardo il post...Beh è il solito giochino di questo governo...Il vero problema è la gente che abbocca e ci crede..A presto

Maurone ha detto...

Buon Parigi!
Al ritorno non ritroverai un paese migliore, ma spero che tu ci perdonerai.....

cometa ha detto...

@ Bruno: qualcuno ha ricevuto un servizio tale, che avrebbe preferito l'ergastolo.

@ Nadia: ieri sera ad Annozero la signora violentata un mese fa ha dichiarato di non essere sicura che sia proprio lui.

@ Aleph: la scienza smentisce se il potere acconsente. Le cose pseudoscientifiche fanno molta impressione alla gente. Si dice una stronzata simile e la gente ci crede. Lo fece anche Hitler. Funzionò, e la gente allora non era più idiota di oggi. Assolutamente non lo era.

La Mente Persa ha detto...

Mi si è gelato il sangue nelle vene.
Faccio pubblicità al tuo post su FB.

Buon viaggio Incarcerato e salutami la mia amata Parigi, ci vado ogni volta che riesco :)
gio

Fra ha detto...

anche a me verrebbe voglia di cambiare aria, come ti capisco. Più che cercare i veri responsabili si cerca solo di chiudere il caso. La cosa che mi fa arrabbiare è che si è arrivati al punto di associare alla parola rumeni il significato di mostro. Se dico francese, spagnolo o finlandese mica penso ad un rapinatore o quant'altro. Penso che si dovrebbe trattare la persona nella sua individualità e non quanto insieme, ovviamente cromosoma permettendo.

Alessandro Tauro ha detto...

Io ho dedicato il mio penultimo post, come ben sai, a questa surreale vicenda.
Giorno dopo giorno vediamo di fronte ai nostri occhi la dimostrazione di ciò che in cuor suo ogni cittadino italiano dotato di senno sapeva bene da subito: l'importante in questa vicenda non era preoccuparsi di prendere il vero responsabile, ma di prendere innanzitutto qualche potenziale responsabile, anche innocente (mai lasciar credere alla pubblica opinione che il governo non sia efficiente nell'acciuffare i criminali), e ancora meglio se prendiamo due piccioni con una fava e decidiamo da subito che il "cattivo" è un rumeno.

I cattivi saranno rumeni o meno, non m'interessa. M'interessa stabilire se e quanto a priori si è deciso che tale dovesse essere il colpevole.
Perché se ora dobbiamo sentir dire che dal DNA è possibile determinare con esattezza la razza/NAZIONALITA' di una persona, idiozia smentita dall'intera comunità di medici genetisti italiani, possiamo stare tranquilli che anche se non si troverà il rumeno giusto, cercheremo a tutti i costi di far pagare i danni anche a quello sbagliato...

Saretta ha detto...

madonna santa.... ıo non avevo dubbı che cı potremmo essere arrıvatı... vaı vıa pure te che per un po fa bene...
un abbraccıo enorme

"l ıtalıa sta ancora ın pıedı perche non sa da che parte cadere" dıceva qualcuno...

Rosa ha detto...

Nel 1920 il Partito Nazional Socialista Tedesco dei Lavoratori iniziò una campagna razziale contro gli ebrei.
Obiettivo: rendere il territorio tedesco judenfrei (libero da ebrei).
Bisognava convincere il popolo tedesco che gli ebrei non erano per niente esseri umani pacifici, bensì una razza priva di valori morali.
Semplice!
I nazisti attribuirono agli ebrei aggressioni,delitti e perfino infanticidi, insomma tutti i crimini particolarmente odiosi.
La propaganda nazista fomentò inoltre l'odio della popolazione "ariana" nei confronti degli ebrei attraverso un'ossessiva campagna di stampa
I " bravi" giornalisti, allora come ora, diedero un grandissimo contributo a veicolare tale azione di discredito.
Il resto, è STORIA.
Come vedi, caro incarcerato,le similitudini con gli anni delle leggi razziali sono ormai troppe e troppo evidenti.

A proposito del cromosoma «Y»,18 grandi scienziati della Stanford University fra cui Luca Cavalli-Sforza, scienziato di fama mondiale per le sue ricerche sulla genetica delle popolazioni e sulle migrazioni umane, hanno dimostrato con un manifesto che l’idea secondo cui la variabilità genetica umana permetta di identificare le caratteristiche di razze ed etnie non ha alcuna base scientifica. E su questa stessa scia si è ribadito che i concetti di razza e di etnia hanno una matrice esclusivamente socio-politica e che nell’albero genealogico di un individuo le informazioni genetiche ci dicono poco se non sono accompagnate da altre di tipo culturale, affettivo, comportamentale.
Un manifesto per molti versi simile a quello degli scienziati antirazzisti presentato nel 2008 dal presidente della Regione Toscana Claudio Martini e dal genetista Marcello Buiatti, nonché da scienziati quali Rita Levi Montalcini, genetisti, psichiatri, etologi e antropologi di fama mondiale, che conferma che, alla luce delle conoscenze scientifiche attuali, il termine razza non ha alcun senso legato alla genetica. Pertanto l’affermazione riportata nell’articolo del Corriere della Sera non ha alcun fondamento scientifico.

Bon voyage
Rosa

princicci ha detto...

ciao incarcerato....non sono sempre d'accordo con te....ma ti rispetto molto!!!!!!!!buon viaggio...a presto claudia

chit ha detto...

Non c'è più la caccia al colpevole in Italia, ma allo straniero ed al "diverso" (secondo loro) e purtroppo non da oggi. Oggi è arrivato solo un governo che ha reso tutto questo 'a norma di legge'!

Ottima scelta di un po' di aria nuova, buon divertimento ;-)

Franca ha detto...

"...ma qui stiamo parlando della genetica nazista..."

Proprio così.
Tempi molto bui si stanno preparando...

Elsa ha detto...

il tuo titolo parla da se...
dice tutto.
per distrarre il popolo dai problemi che lo affligono, gli si sbatte in faccia il terrore rumeno e non solo...
No in Sardegna siamo terrorizzati dalle quattro centrali nucleari per le quali siamo stati scelti...quale regioni non sismica!
cosa posso aggiungere...il mio incazzo perenne verso chi non si svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.
un abbraccio
Elsa

Elsa ha detto...

perdono orrori ortografici:)
no..Noi

NicKappa25 ha detto...

Hai ragione...questi sono davero imbecilli!
Ciao Inca.

Ale ha detto...

cavolo..parigi..buona permanenza allora :D e ritorna presto :)
la canzone che hai messo è uno dei brani più belli..scusami per l'OT ma devo per forza consigliare proprio il film "The Hurricane"..

riguardo al senso del post, appena ho saputo che non erano loro, che il DNA non corrispondeva, mi sono messo a ridere...mi è venuta da dire..e adesso chi incolperanno?

Tua madre Ornella ha detto...

Incarcerato....
ci manchi!!!
Ornella

Anonimo ha detto...

Ho letto il riassunto di Chiara e sono arrivata a leggere anche le idee su questo blog. Sono contenta di sentire un altro mondo degli italiani che non mi sembra ombreggiato dall’ignoranza tipica delle persone che vivono la loro vita solo nelle situazioni descritte dei giornali, senza fare nulla a capire la verità che si trova sotto le parole. Questo è un modo democratico e amichevole di portare un dialogo per quale vi felicito :), Daniela