mercoledì 11 marzo 2009

Alla luce del Sole

Care adorabili teste di capra, non posso sottrarmi alla difesa di Genchi e delle inchieste scippate a De Magistris come Toghe Lucane, Poseidon e Why Not.

Perchè non sarei coerente con me stesso.

Tutti voi avete sentito la relazione di Rutelli, presidente del COPASIR. Sinceramente non ho voglia di riproporla qui, e comunque non è facile reperirla visto che quasi tutti i giornali sono allineati in sua difesa. E quanto mi fa male veder difendere il potere.

Di solito accade nelle dittature trovare questa trasversalità. Ma per fortuna, fin quando ce lo consentiranno, ci saremo sempre noi blogger che facciamo controinformazione. Anche se non basta.

Il Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica è un organo del Parlamento Italiano che ha la funzione di controllo sui Servizi Segreti. Era stato costituito nel 2007 , proprio con una riforma la quale ha anche cambiato i nomi dei Servizi Segreti che ora si chiamano corrispettivamente Aise e Aisi. Prima SISMI e SISDE.

Badate bene, l'attuale COPASIR ha funzione di controllo, ma non di difesa dei Servizi Segreti perchè come sanno anche i bambini, sono spesso soggetti a deviazioni. E allora cosa fa il nostro caro Rutelli?

Accusa Genchi di aver controllato Pollari e Mancini.

E allora? Proprio questi due uomini che a spese dello Stato hanno costruito un giro di soldi tramite ricatti? Mancini era quello del famoso scandalo Telecom. Pollari era quello del rapimento di Abu Omar e anche lui collegato con Mancini per lo stesso scandalo Telecom.

E quindi immagino che il lupo perde il pelo ma non il vizio e quindi se questi due tizi fossero stati indagato da De Magistris per l'inchiesta che stava svolgendo, e quindi Genchi eseguiva gli ordini essendo un perito informatico, perchè è sbagliato intercettarli?

E così, guardate che trasversalità politica c'è, subito è intervenuto il ministro della giustizia Alfano( quello che partecipava ai matrimoni dei mafiosi) dicendo che presto il governo varerà una proposta di legge che tutelerà i Servizi Segreti dalle intercettazioni. E quando ci vogliamo scommettere che questa legge balorda verrà votata quasi all'unanimità?

Ma ora vorrei porre una domanda, sicuramente scontata, perchè proprio Rutelli lo hanno messo come Presidente? Eppure tutti oramai sono a conoscenza dell'inchiesta e anche se non era indagato, tutti sanno che aveva rapporti personali con Saladino, all'epoca Presidente della famosa Compagnia delle Opere. Ed era il perno centrale dell'inchiesta di De Magistris.

O ancora, perchè mettere una persona ambigua come lui, la quale quando militava con i Radicali si incontrò, assieme a Pannella, con Gelli ? Per candidarlo con loro e garantirgli l'immunità parlamentare?

Abbiamo Rutelli ad una Commissione che in realtà tutela i Servizi Segreti, Pisanu alla Commissione Parlamentare Antimafia, Cuffaro alla vigilanza della RAI. Senza contare in numerosi parlamentari tra cui anche un certo Farina, nome in codice "Betulla".

Il famoso "comitato d'affari" che opera in maniera trasversale o massoneria, chiamatela come vi pare, non è vero che opera di nascosto. E' talmente alla luce del Sole che occupa addirittura dei posti chiave.


E ora vi propongo un pezzo di intervista a De Magistris:

Il caso Genchi «è una grande bufala»: lo dice l’ ex pm di Catanzaro che, a proposito della relazione sulla vicenda che il presidente del Copasir leggerà oggi in Senato, sottolinea di non aver «assolutamente paura di Rutelli , ho agito nel pieno rispetto della legalità e delle norme solo al fine di accertare determinati fatti. Prendo atto che non si vuole far emergere la verità ». De Magistris è convinto che il Copasir non possa fare accertamenti sull’operato dell’autorità giudiziaria. «Se questo accadesse - sottolinea - saremmo fuori dalle regole dello Stato di Diritto. L’Autorità giudiziaria ordinaria non ha limiti nella sua investigazione se non quelli stabiliti dalla Costituzione e dalla legge della Repubblica. Altri limiti non li può individuare nè il Copasir nè altre autorità che non sia l’autorità giudiziaria ordinaria». Quanto a Genchi, l’ ex pm di Catanzaro si assume l’ intera responsabilità delle indagini e ribadisce che quelle di Genchi «non sono intercettazioni , i tabulati servono per capire un soggetto sul quale si stanno facendo investigazioni quali contatti telefonici ha avuto, ma all’investigatore non interessano tutti i contatti telefonici che questo ha avuto». Per De Magistris, tra l’ altro, «non c’è nessuna legge che vieta l’intercettazione di appartenenti ai servizi segreti; detto questo, io non ho mai intercettato nessun appartenente ai servizi. Il punto che forse sfugge è che nell’ambito di queste inchieste erano coinvolti appartenenti ai servizi segreti e non è la prima volta che purtroppo accade in questo Paese». (Ansa)

E per finire, vi invito a leggere l'ultimo post della mamma di Niki. Un post terribile, tragico, ma spero che lo facciate. Perchè Ornella non ce la fa più e ha raccontato altri dettagli che fanno male. Ma potrebbero chiarire alcune perplessità dei dubbiosi. Specialmente a quelli che fanno finta di non vedere.




22 commenti:

Pietro ha detto...

Trovano sempre il modo di fermare chi vuole andare in fondo, questo perchè tutti hanno degli scheletri da nascondere. Tutti tutti.

Uhurunausalama ha detto...

A nessuno interessa la verità!O meglio,sono tutti impegnati in un complotto per crearsi una propria verità,che faccia loro comodo, da sottoporre a tutte le teste di capra italiane!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Anche tu torni davvero alla grande!

Post deciso, coraggioso e che dice la verità.

Punzy ha detto...

innanzitutto, bentornato,anche se sono un pò in ritardo con i tempi.
dopo il tuo precedente post sono andata a curiosare nel blog di genchi e ci tornerò, ha molte e scomode cose da rivelare.
so che non basta ma sensibilizzare il popolo della rete su questi temi non é poco, aiuta chi vorrebbe contro informarsi e non sa come fare ad orientarsi

Rosa ha detto...

Sono dei luridi bastardi.
Vogliono chiudere la bocca a tutti quanti...e intanto stanno facendo il lavaggio cerebrale alla stragrande maggioranza degli italiani.
Meglio morta che pseudo-viva.
BRAVO incarcerato,gridiamo la verità finchè abbiamo fiato in corpo.

Viva la libertà!
Rosa

Tua madre Ornella ha detto...

Caro Incarcerato,
i tuoi post sono autentici,
ma hanno su di me un effetto devastante ... di realtà.
Dove posso arrivare IO???
Ci sono tutti coinvolti, ricordi il Sit-In davanti a Montecitorio?
Ricordi l'Interrogazione Parlamentare?? Ancora NIENTE ...
MA CON QUESTO QUADRO????? INTERROGAZIONE??? TUTTO TACE
INESORABILMENTE
Con Amore
Ornella (la mamma di Niki)

Tua madre Ornella ha detto...

Carissimo,
una precisazione, nel POST nuovo,
come negli altri io non ho potuto mettere i nomi sempre per via ....
dell'art. 595 .. ma le Autorità e tanti altri i nomi e le persone coinvolte nella storia li sanno ...
ma sono passati 9 lunghissimi mesi e .....?????
NON E' SUCCESSO NIENTE
Fermata l'informazione e fermi tutti .....
Un bacio
Ornella

cometa ha detto...

Caro Incarcerato, come sempre con chiarezza e lucidità ci racconti storie che fanno male. Fanno male anche perché grazie a questo meraviglioso sistema elettorale che gli Italiani (fessi e cornuti!!) hanno scelto per referendum, chissà quante persone oneste ieri hanno votato per Rutelli (perché l'alternativa, a sindaco di Roma, era ancora peggiore) ed oggi se lo ritrovano insabbiatore nel COPASIR (o picconatore nel PD, ma questo è un altro discorso). Parlo di Rutelli, non perché lo ritenga l'unico colpevole, ma perché è un fulgido esempio della corruzione diffusa.
Da parte della classe politica c'è paura di una nuova ventata di processi, e perciò si cerca di legare le mani ai magistrati più coraggiosi, sia attraverso colleghi corrotti, sia attraverso azioni di controllo politico.

Tuttavia, ti sembrerò fatalista, ma sono convinto che la Storia non si fermi. Credo che ognuno di noi debba portare il suo granello di sabbia per fermare l'ingranaggio, e quando i tempi saranno maturi il meccanismo esploderà. Il malgoverno, l'economia che ha mangiato sé stessa, la paura e l'insoddisfazione della gente, per ora incanalate demagogicamente, creano un ambiente che arriverà al punto critico.
E' solo questione di tempo.
Un abbraccio! cometa

Bruno ha detto...

è una cosa vergognosa....eppure prima o poi dovrà andare alla fine questo sitema... sono fiducioso...

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Mi fa piacere, finalmente direi, che nel mondo dei bloggers, qualcuno voglia ancora parlare dell'inchiesta "why not".
Nel mio blog, avevo inserito un post, che si occupava soprattutto del seguito della vicenda, perchè mostra che anche nella magistratura c'è chi non sembra alieno a questo mondo di camarille varie, in cui vale la regola dell'amico dell'amico, e in cui va insabbiata ogni tentativo di far luce su tali eventi criminosi. Ebbene, non ho ricevuto alcun commento a proposito. Io credo che trascurare questi aspetti, magari vittime di un anti-berlusconismo sterile, sia un errore madornale: la verità va conosciuta.

Gatta bastarda ha detto...

difendono questi loschi figuri perchè ci sono di mezzo anche loro...
sono tutti coinvolti se non in questi direttemente in fatti simili che hanno paura che escano fuori.

Alessandro Tauro ha detto...

Un comitato di controllo sull'operato dei Servizi Segreti che non è altro che la copertura politica di ogni atto dei servizi.

Hai fatto benissimo a ricordare a questo proposito il terribile operato, le squallide storie, di Pollari e Farina.
Abbiamo parti più o meno grandi (sarebbe il caso di scoprirlo) degli apparati informativi del governo che per anni hanno operato a scopi prettamente di politica interna, spiando e magari ricattando, giornalisti, politici, magistrati, ogni elemento potenzialmente scomodo per la "corretta" regolarità del funzionamento delle istituzioni.

Le stesse persone vittime di queste prevaricazioni o legate politicamente ad esse, sono poi le stesse che effettuano promozioni quando stanno al governo o che ne difendono l'operato una volta presidenti di commissioni.
Ed è un dato di fatto che dovrebbe far pensare...

silvio di giorgio ha detto...

non mi sembra di aver vissuto un periodo della politica così buio. e non perchè prima ero piccolo e non capivo...guardando indietro c'è sempre stata spazzatura ma ora si è arrivati ad un punto devastante

aleph ha detto...

Si è vero , bisogna insistere, non dimenticare e non far dimenticare, come fai bene tu...a me però viene un senso di frustrazione diffusa, un persistente senso di impotenza. Se penso a quante piccole e grandi lotte dal '78 ad oggi andate miserevolmente in fumo e senza alcuna conseguenza. Ci lasciano dire e fare per dimostrare che c'è democrazia, ma alla fine si spalleggiano e si spalleggeranno sempre a vicenda perchè come è già stato detto HANNO TUTTI SCHELETRI NELL'ARMADIO, e chi se ne vuole uscire fa la fine del topo.

il monticiano ha detto...

Dall'alto (o dal basso come più vi aggrada) dei miei quasi 79 anni io vi assicuro che non ne posso più di questo marciume.
Questi sono politici di merda.

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Il gioco delle sabbie mobili...
Vieni a trovarmi dalle 20 in poi di oggi, quando puoi, C'e' un saluto per te
Grazie, ti abbraccio. Saba

princicci ha detto...

ciao incarcerato....questa realtà ormai mi fa girare la testa.......è come vivere in un incubo...poi ci pensi....è tutto vero!!!!!!mio dio dove finiremo.....il mio pensiero è sempre a mamma Ornella al suo dolore e a questo mondo di bugie e falsità , AL SISTEMA CONTORTO !!!!!tu sei sempre così AUTENTICO!!!!!UN ABBRACCIO CLAUDIA

stefania ha detto...

Inc.carissimo la cosa che uccide in maniera ancor piu' crudele della morte stessa e' l'indifferenza,questa Italia sana questa Italia che dice di comprendere tutto da che parte si trova.

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Gioacchino Genchi ha promesso ulteriori news molto scottanti,sicuramente si sarà cautelato dovesse perdere la vita,non si sa mai,è diventato scomodissimo,ma salteranno fuori ugualmente,ho idea.

Saluti senza spari dei cacciatori minorenni,e spari organizzati ad hoc per l'equilibrio ecologico delle specie,al max!!!

Dalida

Fra ha detto...

Quello che sta succedendo si chiama attuazione del piano di rinascita democratica, non so come sia possibile negare l'evidenza: Piano di rinascita democratica

Aly ha detto...

Già Sciascia disse "Il nostro è un paese senza memoria e verità"...
(PS:è la prima volta ke approdo sul tuo blog,alquanto interessante direi, ma una cosa m'ha colpito più di tutte..tu hai letto/ascoltato Jack Folla, vero?^^ nn pensavo di trovare un'altra persona ke lo conoscesse..)

Aleph ha detto...

Per Aly : ti perdono solo perchè sei giovane.Jack Folla mi sa che c'era prima che tu nascessi ( si fa per dire) e ti assicuro che lo conoscono in tanti!
Ciao incarcerato che lavori anche di domenica.