domenica 11 gennaio 2009

Ricordando De Andrè...

Approfitto per ringraziarvi tutti quanti, voi che avete inviato le lettere e scritto post o inserito banner per informare dell'iniziativa intrapresa. Grazie a voi una piccola rivoluzione senza precedenti è in atto per Niki, la casella postale della redazione di Annozero avrà ricevuto migliaia di lettere. E spero che Santoro contatti la madre, perchè potrebbe deludere molti di noi. Ma non dobbiamo fermarci e invito chi non l'ha fatto ad inviare la lettera che trovate nel post precedente.

Oggi è il decimo anniversario della morte del grande Faber, e chissà se avrebbe apprezzato questo mio scritto. Lui che da vero anarchico ha sempre dedicato le sue canzoni agli ultimi, ai diseredati, e agli invisibili.

Agli invisibili

Questo post lo dedico a voi. Al ragazzino che non è voluto entrare nel branco, e per questo viene emarginato e deriso in continuazione. Perchè i ragazzini sanno essere molto spietati.

Lo dedico alla ragazza che ha dovuto abortire, e per questo viene giudicata in continuazione. Al ragazzo che ha studiato una vita e che non vince nemmeno un concorso. Perchè viene scavalcato in continuazione da persone raccomandate.

All'operaio che ha paura di accarezzare il proprio figlio. Perchè ha la mano piena di calli.

Alla segretaria che viene tartassata dal proprio datore di lavoro perchè pretende che si vesta sexy. Ma lei per sua natura non potrà mai essere sexy.

Alla transessuale che vuole un lavoro dignitoso, ma nessuno la vuole assumere. Per questo si prostituisce.

Alla persona che ha paura di morire in solitudine, perchè ha perso tutti. All'anziano che ha lavorato una vita, che magari ha fatto la resistenza, e non trova posti da sedere sull'autobus. Perchè ci sono tanti ragazzi maleducati e stronzi per natura che non si alzeranno mai.

Alla persona che lavora duramente, e si ritrova un datore di lavoro che lo umilia dicendogli che dovrebbe lavorare di più. Alla donna che si è fidata ciecamente del marito e scopre di essere malata di AIDS. Perchè magari il marito si è infettato andando a prostitute.

Alla persona che soffre di panico e ha paura di uscire e frequentare la gente. Al ragazzo che per sua natura non è arrivista, e rimane sempre secondo a qualcuno. Alla donna che non si vede bella, e soffre. Perchè una donna non bella, viene ridicolizzata dalla maggior parte degli uomini. Ancor di più se non possiede un forte carattere.

Alla donna divorziata, che anche in questi tempi viene marchiata come una "donna di facili costumi". Al prete che sta dalla parte degli oppressi e viene ostacolato. Delle volte scomunicato.

Alla persona fragile, per questo non vive bene come dovrebbe. Al poeta di oggi, ora che le poesie non le legge più nessuno. Allo scrittore senza denaro, perchè solo con il denaro ha la speranza di pubblicare un libro.

Alla badante polacca che deve sopportare le continue lamentele e offese dell'anziana donna. Perchè alcune donne anziane sono così.

A tutti gli incarcerati che pretendono giustamente di cambiare vita e inserirsi nella società. Ma rimarrà sempre con la fedina penale sporca e per questo alcuni di loro vengono emarginati. Alle tanti madri che si ritrovano uccisi i loro figli in circostanze misteriose e che magari vengono ridicolizzate, prese per pazze, abbandonate.

Questo post lo dedico a voi, mie adorabili teste di capra, voi che siete la gente migliore di questo maledetto Paese. Voi che siete invisibili perchè per vostra natura non vi metterete mai in mostra. Emergete da questo sottosuolo, invadete queste grigi e tristi città.

Il vero esercito di sognatori siete voi.






33 commenti:

pierprandi ha detto...

Post davvero bello e toccante. A fermersi un attimo dalla frenesia giornaliera, si ci rende conto di quanti siano gli invisibili... A presto

Mister_NixOS ha detto...

Ciao Incarcerato.
E' bellissimo. Grazie!
Ieri sera ho pubblicato il post su Niki.
Mister_NixOS

Farfallaleggera ha detto...

Grazie per avermi dedicato questo post: Alla donna divorziata, che anche in questi tempi viene marchiata come una "donna di facili costumi".L'unica variante che io vissi questa condizione di donna facile all'incirca una trentina d'anni fa...Oggi da donna risposata sono diventata rispettabile ma quei tempi non si dimenticano più...Ciao giò

il monticiano ha detto...

Sono una di quelle teste di capra che pensa di non essere più "invisibile" senza per questo voler mettersi in mostra ma che è emersa dal sottosuolo grazie al blog ed ai blogger amici. Faccio parte a pieno titolo dell'esercito dei sognatori. Anche a te grazie per il video.

mau/C ha detto...

http://mauphoto.blogspot.com/2009/01/faber-ai-trans-ai-rom.html
ciao caro

Franca ha detto...

Agli ultimi e ai diversi...

il Russo ha detto...

Non si ricorda mai abbastanza uno come Faber: lui avrebbe odiato le celebrazioni della sua persona, noi ricordiamo la sua poesia.

Silvia ha detto...

Ciò che hai scritto è bellissimo, specialmente certi passi (puoi immaginare quali...) e credo che sarebbe piaciuto a lui come piace a tutti noi!

Conosco molto poco De Andrè e la sua produzione musicale (purtroppo), ma ricordo una canzone che scoprii quando stavo in terza media, ascoltata per la prima volta grazie all'insegnante di educazione musicale: Geordie; in quel periodo non facevo altro che cantarla... e a distanza di tanti anni è una canzone che mi è molto cara!

***

;-)

Luz ha detto...

Grazie per le tue belle parole. Per essere più in sintonia con questa nostra unica vita basterebbe scoprire che in ognuno di noi alberga un piccolo pezzo di eroe, di emarginato, di detenuto, di donna e di uomo, fallibile, mortale, che ha a disposizione giusto un pugno di anni per dare a avere un pizzico di felicità.
Luz & Gap

upupa ha detto...

....carissimo,come sempre, le tue parole toccano il cuore. E' necessario e giusto dare voce a chi voce non l'ha.....a chi cammina tra la gente senza essere visto, a chi soffre senza un amico..
Non è la società che ci porta ad essere insensibili siamo noi che viviamo bene in questa società arida e scostante perchè così ci fa comodo...non a caso l’abbiamo creata noi;non vedere,non sentire, non preoccuparsi per l’altro ,forse è un modo per essere forti,ma non è vivere....dobbiamo riflettere e dare una nuova direzione al nostro percorso di uomini se vogliamo ancora chiamarci così...

loris ha detto...

Incarcerato, è grazie a gente come te che gli ultimi, gli invisibili, riescono a trovare talvolta voce.

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Un grande lui, un grande tu.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sei sempre un grande. Grazie sono così orgoglioso di essere una Testa di Capra!!!

Ciao
Daniele

PS: le capre hanno la capa tosta per questo possono fare cose come questa per Niki.

Grazie davvero a tutti!!!!

Ciao Incarcerato
Daniele

il monticiano ha detto...

Devo però fare presto per cercare di recuperare ciò che mi sono perso del Faber.
Qualche nota della sua musica però a volte risuona nella mia mente, senza averle riascolate in questi giorni...quelle di "Marinella".

Snapshot83 ha detto...

Ciao caro incarcerato, il tuo commento mi ha molto colpito ed eccomi subito nel tuo blog... Vorrei riportare parte del tuo pensiero da me, se me lo concedi.. perché anche un diverso come me, come te, ha bisogno di poter superar e le barriere e volare.. e la musica. fortunatamente, ha questo potere.. non lasciamocela sfuggire.. mai.

Snapshot83

Snapshot83 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Snapshot83 ha detto...

leggendo la tua dedica mi sono commosso.. grazie ancora di tutto, anche per avermi regalato questa emozione...

desaparecida ha detto...

grazie a te,
per esserci

un bacio

princicci ha detto...

mi hai commosso........grazie per le tue parole.....claudia

amatamari ha detto...

grazie

Anna ha detto...

Mi rivedo nel non essere arrivista e nel rimanere sempre dietro a qualcuno. Ma ne sono contenta, mi piace.
Bel post amico mio, sei sempre dalla parte dei deboli. E questo ti fa davvero onore.

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Un post assolutamente doveroso, per il cantautore che ha lasciato un segno indelebile nel panorama della musica italiana.

Sorry per l'equivoco,pareva reale la tua prigionia....

Il blog Freedom ha inviato la mail per Niki,incrociamo le dita per sua mamma e per lui naturalmente.

[ Freedom ]

natalibera ha detto...

Bellissimo......Il modo più giusto per ricordarlo,credo.

Un abbraccio

♥gabrybabelle (^..^) ha detto...

Post commovente testina,mi prende per il "mio" grande Fabrizio-
mi prende perchè nel tuo post hai citato qualcosa che mi appartine,che sta' nel mio vissuto,grazie:-)
Ho mandato tre e@mail dai tre account che ho in diverse piattaforme per Niki,spero di aver contrubuito,certo alle volte ci vogliono "santi in paradiso" altre(magari) basta intasare una casella di posta elettronica@@@chissa'!

desaparecida ha detto...

Mi permetto di segnalarti un blog di un ragazzo di gaza che cerca quando può di descrivere
L’inferno in cui vive.
Me ne ha parlato un mio amico che ha tradotto un suo agghiacciante post www.ilmondodifabio.blogspot.com

Il blog di Samed è :

www.gazatoday.blogspot.com

Diamogli almeno un segnale.
Grazie

stefania ha detto...

Grazie a Te Inarcerato sei una persona bellissima e particolare, leggerti provoca UN FREMITO e fra scendere lenta una lacrima.
Mi sono ritrovata in molte delle varie sfaccettature che tua hai descritto cosi' BENE......vero siamo invisibili ma esistiamo.
Ora il mio pensiero va al grande FABER, amato e riamato da generazioni intere, iniziando da me e cosi' di seguito ai mie figli e nipoti dei nipoti dei nipoti ancora.
UN SOGNO CHE NON FINIRA' MAI.

Rosa ha detto...

Grazie Incarcerato!
Leggerti è come prendere una pillola di speranza.

Contenta di essere una testa di capra, ti abbraccio

Rosa

NADIA ha detto...

hola!! meraviglioso testa di capra!!
GRZIE GRAZIE a te!!!!

volevo segnalarti un ragazzo che riesce a scrivere su un blog la tragedia che lo circonda nella striscia di gaza, si chiama Sameh, che ne dici lo aiutiamo a non sentirsi troppo lontano, a fargli sentire che stiamo cercabndo di fare , non sò nemmeno cosa..........
blog è:
www.gazatoday.blogspot.com/
mi ha avvertito fabio r.
qui potrai trovare una parte di traduzione
www.ilmondodifabio.blogspot.com/

dai abbiamo fatto 30 facciamo 31!!
aiutiamo SAMEH
hasta siempre!!!!

Bruno ha detto...

grazie a te per tenerci sempre informato...anche sul ns blog abbiamo fatto un bel casino per Niki.. .-D

il ricciolo ha detto...

scusandomi per il ritardo, ho scritto a santoro. ci aggiorniamo

cometa ha detto...

Ragazzi, ragazze,
mai abbassare la guardia,
mai perdere la tenerezza!

http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/spettacoli_e_cultura/de-andre-schedato/de-andre-schedato/de-andre-schedato.html

baci dalla cometa rossa

NicKappa25 ha detto...

Grazie Inca.

Gatta bastarda ha detto...

bel post... mi sono commossa! ciao faber anche noi proveremo come te a parlare degli ultimi ... dal letame nascono i fior...