lunedì 1 dicembre 2008

Un attimo di riflessione

"Ciascuno di noi si crede "uno" ma non è vero: è "tanti", signore, "tanti", secondo tutte le possibilità d'essere che sono in noi: "uno" con questo, "uno" con quello diversissimi! E con l'illusione, intanto, d'esser sempre "uno per tutti", e sempre "quest'uno" che ci crediamo, in ogni nostro atto. Non è vero!"

Pirandello



Oggi, care adorabili teste di capra, prima di concludere questa mia piccola inchiesta sulla comunità cinese in Italia, ho voglia di condividere con voi questa piccola riflessione.


So benissimo che molti di voi penseranno che io sia un buonista, ma non è assolutamente così.

Io, come nel passato, quando ad esempio affrontai il cosiddetto "problema sicurezza", oppure il "problema" rom, ho sempre voluto far emergere le cose buone.


Ne ho sentito la necessità, il mio è stato un obbligo morale innanzitutto. Cosa dovrei fare quando tutto il resto del mondo, quando tutti gli organi di informazione enfatizzano la pericolosità della diversità?

In ognuno di noi c'è la parte cattiva, o ancora meglio esiste quella parte di irrazionalità che se non domata potrebbe sfociare nella perversione, rischierebbe di rompersi il nostro delicato equilibrio e portare alla distruzione di noi stessi e degli altri.

Provate ad immaginare se arrivassero degli stimoli dall'esterno che cominciassero a rivelare esclusivamente l'altro lato della nostra personalità (Lo strano caso di mr Jeckyll e dottor Hyde di Stevenson è una storia che rappresenta tutti noi), noi cominceremmo ad apparire nei confronti della società dei veri e propri mostri.
Il giorno ci nasconderemmo nelle fogne, la notte ululeremmo come dei lupi mannari. Al confronto un Gasparri e un Calderoli apparirebbero delle persone splendide e garbate. Borghezio un cavaliere d'altri tempi.

E non è da buonista dire tutte queste cose, fidatevi!

Provate a riflettere e vi accorgerete che è la stessa identica situazione se il tutto lo paragonassimo al populismo squallido delle destre attuato nei confronti di tutte queste comunità così misteriose e diverse ai nostri occhi.

Perchè loro rappresentano il nostro lato oscuro.





26 commenti:

marina ha detto...

La citazione di Pirandello è molto ben applicata.
Io non so se sei buonista perché non ti conosco, ma mi piacciono le cose che dici
ciao, marina

Franca ha detto...

Uno, nessuno e centomila...

Pupottina ha detto...

in ognuno di noi c'è una parte buona ed una cattiva....

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Maglio essere considerato tra gli ultimi come un topo di fogna piuttosto di una persona per bene che assomiglia a Calderoli o tutta quella gentaglia.

Silvia ha detto...

"In ognuno di noi c'è la parte cattiva", niente di più vero! Per questo dovremmo farci tutti un esame di coscienza prima di parlare a vanvera e giudicare...

***

Io sto lavorando affinché la mia parte cattiva esca fuori...!!!!!

;-)

Pietro ha detto...

Basta poco per far venire fuori la parte cattiva, basterebbe che qualcosa di spiacevole ci toccasse da vicino.

paoladany ha detto...

Cosa intendi per buonista? non avercela con gli stranieri solo perchè tali, diversi da noi? allora sono buonista anche io. Non riesco a capire tutto questo odio per le persone diverse da noi, solo perchè diverse...sia che siano cinesi o tunisine... o omosessuoali...o persone con handicap.
Non pensi carcerato che questo "odio" sempre più sviscerato per gli stranieri si sta riversando anche sulle persone diversamente abili?
io ho paura TROPPa paura di si

La Mente Persa ha detto...

Sicuramente convivere con chi ha abitudini diverse da noi non è sempre facile ma può essere fonte di arricchimento.
Sopratutto bisogna ricordarsi che siamo tutti esseri umani con gli stessi diritti. Spesso i leghisti lo dimenticano.
buona giornata
gio

Saretta ha detto...

beh... la cosa a me sembrava ovvıa e non sento la necessıta dı rıbadırlo ancora... ma forse nella socıeta moderna tuttı dovremmo rıpartıre dall ABC dell ıntellıgenza, della morale e del buonsenso...

cıao, Sara

Anonimo ha detto...

...la verità è che ci tormentano con falsi episodi che non fanno altro che incattivire la gente comune,alimentare quella parte cattiva di noi che è dovuta forse all'istinto di conservazione..la verità è che la diversità(qualsiasi essa sia) è ognuno di noi, è una risorsa e non una condanna,ti immagini un mondo di uguali? che noia mortale! La bellezza è proprio in questo tutti diversi, tutti uniti,tutti per tutti! per i nostri governanti chiaramente è meglio lottare tra di noi per l'affermazione di ognuno,anche se a discapito di altri,così siamo sempre in lotta tra noi e non ci concentriamo sulle oscenità che compiono, sulle aberrazioni legalizzate che ci propinano.Ciò che vogliono è un popolo di incapaci, un popolo di indifferenti, di insensibili..così i tanti Calderoli, bossi,e quanti altri...presidenti e non possono dominare e dettare legge...meditiamo perchè rischiamo di diventare persone del "nulla" jolanda

Tua madre Ornella ha detto...

..CERCO ED ASPETTO...
Aspetto e Cerco....chiedo Aiuto...mi unisco e Lotto,x la Legge degli uomini, per la Verità che dovrebbe esistere al di sopra di ogni cosa, è la mia parte migliore.
Ma alla fine se tutto questo non porta a nulla, chi di voi alzerebbe la propria scure su di me?? Emergerebbe quella che agli occhi della massa sarebbe il mio volto peggiore..
Riflettiamo....
Con Amore
La mamma di Niki

Uhurunausalama ha detto...

Fanno proprio questo:puntare sulla vulnerabilità delle persone,sull'incertezza di come uno possa reagire...è spaventoso!

silvio di giorgio ha detto...

...non mi hai mai dato l'impressione di essere un buonista...non so se è un complimento,eh :-)

stefania ha detto...

Ornella sei veramente convinta che uscirebbe la parte peggiore di te?.. io no non ci credo e sai perche', perche' nessuna Giustizia riportera' NIKI a casa.
So di essere cruda nel dire queste parole, per quanto tu possa lottare
ricorda sempre che LA VERITA'e' gia' nei cuori di chi ti sta vicino, ma non dobbiamo aspettarci chissa' quale miracolo.
Una VERITA' che sa di cose strane, di una casa svuotata di un ragazzo che non e' piu' tornato, non smettere mai di lottare NIKI deve rappresentare il Lercio CHE IN MOLTI COMBATTIAMO,DEVE ESSERE PER TE FONTE DI VITA che ti portera' a lottare contro tutti i sopprusi.
Non voglio essere patetica ma solo se si volge il dolore e la rabbia in qualcosa di costruttivo per questa societa' ragazzi in primis si sopravvive.
Ti abbraccio forte forte con Renato e Niki nel cuore

il Russo ha detto...

Sarà che condivido le tue idee sugli ultimi, ma non ci trovo nulla di assurdo ne buonista nei tuoi pezzi.

stella ha detto...

Russo,cerchi di essere obiettivo!

Un bacione ad Ornella e a Stefania.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Un ragionamento che non fa una grinza.

Io non sono buonista, ma non voglio neanche passare per pirla.

E qui mi pare che ci vogliano far passare per dei pazzi visionari o nella migliore delle ipotesi dei poveri sciocchi che non sanno quel che dicono.

Il ragionamento fatto con la citazione di Pirandello è perfetta.

Tua madre Ornella ha detto...

Stefania,
purtroppo lo sò che nessuno me lo farà tornare a casa e questo mi stà uccidendo...
Ma questo muro di gomma????
Vorrei sapere come è morto, come ha vissuto gli ultimi giorni della sua vita... dove sono nascoste le sue cose,chi ha dato l'ordine di cambiare avvocato, chi ha mosso i fili di questi burrattinai,e' legittimo per una mamma?? IO SONO NEL BUIO (sai sono usciti tutti gli altri e 17, passeranno il Natale come tutti gli anni...) io non posso neanche pensarci, ma non solo a Natale, neanche a domani...
Forse la parte cattiva di me per la disperazione, la faranno rivolgere solo verso me stessa...
ti voglio bene un bacio
Ornella

Paola Pavese ha detto...

Credo che il tema della pluralità interna ad ogni essere umano sia di fondamentale importanza, o almeno, per me è stato così. Da bambina ho costruito un'idea di me monolitica, che si è riflessa in un'idea del mondo, del giusto e dello sbagliato ugualmente monolitica, a volte crudele. L'ho chiamata Veterotestamentaria... ero sempre inseguita e avevo sempre nella mente un dio pronto a punire me e il mondo con le sue maledizioni. Ho fatto una gran fatica per capire che la natura umana era più complessa di come la immaginavo a tre anni...

Un giorno ho letto un libro che si intitolava I SETTE SAPERI NECESSARI ALL'EDUCAZIONE DEL FUTURO, di Edgar Morin. Un'interno un capitolo era dedicato a come insegnare La Condizione Umana, parlava dell' Homo complexus e iniziava con queste parole "Siamo esseri infantili, nevrotici, deliranti, pur essendo razionali. Tutto ciò costituisce la stoffa propriamente umana".
Dunque, grazie ancora Incarcerato, per percorrere con i tuoi post strade che ci permettono di guardarci dentro e di guardare il mondo con occhi più chiari.

Silvia ha detto...

Certo è che la scelta di Lindo Ferretti è azzeccatissima...
Chi più di lui può impersonare meglio mr Jeckyll e dottor Hyde!?

Solo chi è ignorante ed ha una debole personalità può lascirsi influenzare dallo squallido populismo delle destre!

A presto :)

stefania ha detto...

Lo so Ornella e comprendo perfettamente, sai una volta Haidi
mi disse" almeno Renato se ne e' andato guardando il mare con la musica negli orecchi e Laura vicino, il mio e' morto tra grida urla e tanto fumo".
Quando le madri vivono queste tragedie crolla tutto e ci si attacca anche ai particolari, ma e'
piu' che giusto sapere cosa ha vissuto il proprio ragazzo e cosa
e' successo.
Non so che consiglio darti, gli Aldro in specialmodo la madre con i quali sabato ero a cena fuori hanno fatto un lavoro enorme ed ora sta dando i suoi risultati.
Loro hanno un avvocato stupendo, valuta tu.
Chi l'ha visto ti ha risposto?
Sai i natali se gia' prima non li amavo ora sono un incubo, tra poco
abbiamo deciso insieme ad un gruppo
di partire.
Se vuoi sapere qualcosa di piu' possiamo sentirci al telefono.
Un bacio grande

Tua madre Ornella ha detto...

Stefania,
vieni nel mio blog, ho fatto degli aggiornamenti.
Grazie un bacio

cometa ha detto...

Il perbenismo di chi non si sente toccato dal male, dalle tragedie, dal malessere sociale della depressione e della follia, crea sempre più solitudine, incomprensione, disagio profondo.
Baratri.
Come questo, nella mia città:
http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsID=88530

"Era una famiglia per bene - ha detto il sacerdote che curava le lezioni di catechismo al bimbo più grande - è un dramma inspiegabile"

Inspiegabile! La verità è che siamo una società di persone sole e chiuse, tanto più chiuse quanto più bisognose di aiuto.
Noi che chiediamo giustizia per Niki, Carlo, Renato, Federico, Fausto e Iaio e tanti altri fiori strappati alla vita, lo possiamo fare solo se strappiamo le persone alla solitudine ed all'indifferenza.
Ciao, cometa

Punzy ha detto...

mi rifiuto di pensare a calderoli come al mio lato oscuro!! al massimo, può essere il mio intestino crasso..ciao caro

Anna ha detto...

No Incarcerato, non sei buonista. Io non l'ho mai pensato. Buonista è Uolter, che vuole andare in Africa a fare il missionario, ma solo come intenzione. Poi, nella realtà dei fatti, resta attaccato alla poltrona. Buonista è chi predica il bene e poi se ne frega.
Tu sei uno che si arrabbia e soffre delle ingiustizie.
Io sono come te e mi ritengo buona, il lato oscuro non lo trovo in me. Forse dovrei cercarlo meglio :-)

Anonimo ha detto...

Vero, in ognuno c'è tutto, anche se in base alle situazioni, all'educazione, alle proprie scelte e ad altri motivi più misteriosi emergono predominanti alcuni personaggi a scapito di altri...
Buonismo...la realtà è una cosa complessa, come ognuno di noi appunto, e a proposito di essa ci troviamo sempre di fronte ad una scelta: quali aspetti scegliamo di sottolinearne? quelli che portano in una direzione di possibile miglioramento/evoluzione, o quelli che conducono al conflitto?

Mastrologos