mercoledì 29 ottobre 2008

La perdita dell'ingenuità

Scusate ma questo post lo sto scrivendo di getto, è la prima volta che lo faccio. E chiedo scusa se non è ben articolato, ma l'avvenimento di questa giornata è da raccontare.
Questa mattina mentre il maledetto decreto veniva approvato, davanti a quel lurido palazzo di potere un immensa folla di studenti medi hanno manifestato con grande forza.
Ma dopo è avvenuto un fatto che ha smentito me in prima persona. Forse peccavo troppo di idealismo quando dicevo che forse non era da disprezzare che all'interno del movimento ci fossero anche ragazzi di estrema destra, pensavo nella mia ingenuità più pura che si potesse andare oltre l'appartenenza politica e sfidare apertamente il potere che vuole distruggere la scuola pubblica e omologare il sapere.
Purtroppo non potevo sapere che l'estrema destra, come nel passato, potesse essere ancora serva del potere bianco. Così è stato.

Ora non voglio fare nessun gioco di parole, voglio dire con chiarezza che questo dimostra che il governo ha una paura enorme. Non è un caso che il loro consenso popolare è partito dal 60 per cento e sceso al 40. E questo non è dovuta da questa "specie" di opposizione che risiede in parlamento, ma dal movimento, da questa grande onda anomala.
Il mandante di quei ragazzi è stato il governo stesso. Cossiga ci aveva avvertiti, no?

I ragazzi dell'estrema destra era composta da un ventina di persone, ma non avevano l'età dei liceali, erano adulti. E loro vigliaccamente hanno aggredito con spranghe i ragazzini, alcuni di loro feriti gravemente. E poteva capitare il peggio se non fossero intervenuti prontamente i ragazzi universitari a proteggerli.
Questi sono i fatti.
Oggi si può celebrare la "perdita dell'ingenuità" del movimento, ma non lo fermeranno.
Continuerà più forte di prima, domani ci sarà il corteo assieme ai sindacati ma badate bene, il movimento pretende di più e non si fermerà finché non otterrà l'abrogazione della legge.

Ora spero in un vero sciopero, quello generale. Noi lavoratori, precari, disoccupati dovremmo unirci a loro. Perchè è un problema che deve riguardare anche noi! Noi non rimarremo indifferenti.

Da domani comunque il movimento sarà dichiaratamente antifascista. E siccome sono incazzato nero, vi lascio questa canzone.

69 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

che siano loro gli infiltrati di cui vaneggiava cossiga?

mariarubini ha detto...

Il governo sperimenta la dottrina Cossiga

Oggi il Governo ha sperimentato la dottrina Cossiga per giustificare la criminalizzazione del movimento. Denunciamo l’infiltrazione fascista nel corteo degli studenti a piazza Navona. La polizia consente a un gruppo di cinquanta fascisti armati di spranghe, catene, bottiglie, caschi e cinghie, di infiltrarsi nel presidio democratico degli studenti in movimento a piazza Navona e massacrare per un’ora, indisturbato, studenti e studentesse di quindici e sedici anni. La polizia è intervenuta solo quando un gruppo di militanti di sinistra è giustamente intervenuto a difendere gli studenti democratici. Il risultato è che molti studenti e studentesse sono finiti all’ospedale e molti feriti si registrano anche tra coloro che sono intervenuti in soccorso dei più giovani, tra cui molti militanti del PRC uno dei quali, il compagno Yassir che era partito con noi dalla direzione, è al momento in stato di arresto solo per aver cercato di garantire l’agibilità democratica della piazza. Ne chiediamo l'immediata liberazione. E’ evidente il tentativo del Governo di creare caos nel movimento che per tutta risposta si è ricompattato bloccando la città di Roma e riunendosi in assemblea alla Sapienza. Questo evento mette un punto definitivo sulle polemiche suscitate dai media di regime rispetto a un presunto fronte unitario tra attivisti di destra e di sinistra. Il movimento rivendica con forza la propria specificità democratica e antifascista. Non un passo indietro sul piano della lotta di liberazione per salvare l’Università e la scuola pubblica in Italia. Il nostro compito è adesso quello di estendere ulteriormente il movimento contaminando la società tutta e al contempo assumere i provvedimenti necessari a formare un comitato promotore del referendum abrogativo di questa legge vergogna. La lotta continua.

Rifondazione Comunista - Dipartiemnto università-Ricerca

buona manifesatzione nazionale!!

stella ha detto...

Ho un rigurgito antifascista... e poi dicono...i napoletani...

Scusa i puntini sospensivi,ma non ho potuto farne a meno.

NADIA ha detto...

hola Cossiga aveva avvertito, o il complotto già era in atto?????
sono disgustata, infuriata e ti risparmio il resto!!!!!!

il Russo ha detto...

Purtroppo hai dovuto vederli all'opera per capire perchè io ti diedi contro in quel famoso post: questa è la merda della merda, con la democrazia e con i valori delle persone normali questi non c'entrano niente.
Scendono a fare i fenomeni con spranghe contro i ragazzini, ma poi quando sono arrivati ragazzi più adulti ad affrontarli a mani nude erano lì che piagnucolavano e invitavano telecamere e forze dell'ordine a tutelarli.
Vili, monnezza della società.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Ti giuro incarcerato che a me quello slogan ne neri ne rossi non piceva proprio.
Domani farò il post, mi farebbe piacere lo commentassi.
Un abbraccio di solidarità antifascista

articolo21 ha detto...

Io su questa vicenda ho già avuto modo di esprimermi nel post del Russo. Secondo me non si può ingigantire un fatto che, se pur grave, rimane episodico rispetto alle mobilitazioni esistente in tutta Italia. Oltretutto, come qualcuno anche da sinistra ha scritto da qualche parte nella rete oggi, quelli del Blocco Studentesco sono stati parte attivissima delle proteste romane fino a questa mattina. Lunedì in strada hanno manifestato ragazzi del Blocco Studentesco e ragazzi che avevano la maglietta di Che Guevara (ci sono video su youtube che lo dimostrano palesemente). Erano Insieme. E cantavano. Sempre Insieme. O si sono sbagliati tutti o era veramente una protesta concordata. Oggi è accaduto qualcosa, ma non ha deteriorato nulla. Quanto al fatto che c'era gente troppo grande negli scontri di oggi è altrettanto vero. Ma purtroppo, e mi dispiace dirlo, è stato così per tutti i contendenti (davanti al senato questa mattina c'erano ragazzi del Blocco Studentesco e della sinistra, ma c'era anche un signore sui 60 anni, con i ragazzi di sinistra, che non ho capito bene cosa volesse e di cosa parlase con un linguaggio che sembrava uscito dal 1977 più che nel 2008...). Domani è un altro giorno. Il giorno dello sciopero. La mia speranza è che non sia l'ultimo giorno dell'Onda. E un ultima cosa: hai scritto al termine della tua riflessione che il movimento sarà dichiaratamente antifascista. Io ti posso assicurare, avendo seguito questi giorni, che se c'è una cosa che esula da tutte le etichette è proprio questa protesta, che trova alcuni riferimenti ideologici in gruppi (Blocco Studenetswco, Rete degli Studenti, Unione degli Studenti, Azione Unoversitaria, Lotta Studentesca) che non rappresentano (e purtroppo devo dire fortunatamente) la maggioranza degli studenti. Detto questo non bisogna mollare. Avanti tutta.

Gatta bastarda ha detto...

ho appena visto le immagini al tg... sono schifata... nauseata... non ne posso più di vedere ste cose...

l'incarcerato ha detto...

Guarda Articolo21 ho partecipato all'assemblea alla Sapienza questo pomeriggio e tutti i ragazzi sono concordi con essere chiaramente antifascisti. Ma non perchè, come dici tu, non lo fossero. Ma oramai è giusto ricordarlo. Ora dovranno farlo.

Purtroppo i fascisti del blocco studentesco hanno chiaramente simulato fino al giorno dello scontro.
Tutto preparato ad arte.

Dico purtroppo perchè sai benissimo come la pensavo. Ma i fatti mi hanno smentito,anzi deluso.

L'onda anomala continuerà e vedrei che Berlusconi smetterà di sorridere .

Demian ha detto...

Io ho tanta paura, ma dobbiamo continuare, anche se la speranza non è molta, e le probabilità ci vanno contro. Non bisogna dimenticare, e ora che sembra tutto perduto non dobbiamo arrenderci.
Anche io oggi ero all'Assemblea alla Sapienza, e certe cose (poche) che hanno detto non mi sono piaciute.
Sarebbe bello creare un movimento davvero apolitico, senza schieramenti, se non appunto quello antifascista.
Intanto domani ci si vedrà alla manifestazione, e si spera che la partecipazione sia larga e che le cose vadano per il meglio. Speriamo bene. Speriamo che non avremo bisogno di fuggire dal nostro Paese.
Resta comunque il fatto che io sono esterrefatto, nauseato, allibito.
E' surreale che sia permesso ad un presidente del consiglio di dire certe cose, ed è incredibile che succedano cose come quella di oggi.
Questo paese fa schifo.
Ci vorrebbe una bella scossa.
A presto, incarcerato. Cerca di evadere, le persone che lottano ci servono fuori dalle galere.

Kalindi ha detto...

Credete che lo sciopero possa cambiare qualcosa? Io credo di no. Se studenti, professori ...scendono in piazza al governo non importa niente . L'unica strumento di cui potremmo avvalerci è una bella petizione, come propone Veltroni, raccolta di firme per il Referendum Abrogativo (500.000 firme). La nostra non è una dittatura, è una democrazia (almeno dovrebbe) e la petizione è lo strumento che il popolo ha per esprimere la sua volontà . Però, pensandoci bene, gli studenti del liceo ( la gran parte dei rivoltanti) non possono recarsi alle urne perchè minorenni, che grande fregatura! Come fare?

Blogger ha detto...

Incarcerato non so se sarà possibile, soprattutto le persone con difficoltà, proprio per non perdere quel poco che hanno, spesso non si mobilitano.
Vedo un movimento diverso comunque, l'Italia, anche dal punto di vista della piazza, del risveglio civile, sembra vivere un periodo nuovo.
A presto.
Blogger

PS Pensavo di averti linkato da tempo invece no.
Ti ho inserito ora nel blogroll se no ti perdo.
Spero non ti dia fastidio.

natalibera ha detto...

SONO INCAZZATAAAAAAA....
Più che rigurgiti sono conati veri e propri quelli che mi vengono....
Non bisogna abbassare la guardia o illudersi che i topi di fogna possano diventare rondinelle....
bisogna deratizzare il movimento!!

XpicioX ha detto...

L'hanno remixata. In origine aveva un altro sound.

l'incarcerato ha detto...

No Kalindi scusa se ti contraddico ma abbiamo la Francia come esempio, dopo mesi di grande protesta, il governo di destra ha ritirato la legge sulla precarietà.

Il referendum è buona come arma, io lo firmerò di corsa, ma siamo sicuri che funzionerà? Non vorrei che servisse anche per bloccare il movimento che fa molto paura a questo maledetto governo, ma anche all'opposizione. Perchè il movimento è si apartitico ma è fortemente politico.

Caro Demian anche a me alcune cose non sono piaciute all'assemblea, ma in generale sono state dette buone cose e sicuramente c'è la volontà di continuare ad oltranza.

ps il professore aveva ragione: ci dovrebbe essere un servizio d'ordine, è fondamentale specialmente per evitare infiltrazioni fasciste...

♥gabrybabelle(#..#) ha detto...

Testina,ti ho letto in commento nel post del Russo e sono corsa qui,dal tittolo non avevo capito8sulla blogroll)certo che se tu avessi avuto una telecamera,altro che sti stronzi di giornlisti asserviti-Per fortuna c'è stato comunque chi ha registrao qualcosa ma sai ormai io sono cosi diffidente,che o ho visto con i miei occhi,oppure chi me lo riporta so bene chi è oppure mi affido alla rete,di tutti gli altri,in testa mass media giornali,giornalisti,forze dell'ordine,mi fido poco...pcoco ..poco...
la cos apiu schifosa è che degli adulti si sono mischiati in mezzo a dei ragazzini,bisognerebbe prenderli da soli,uno per uno,poi vedi..............

Pietro ha detto...

il governo perde consensi nonostante la vergognosa informazione.
a sti ragazzi bisogna ringraziarli

La Mente Persa ha detto...

Ho il voltastomaco.
Mio nonno è stato un partigiano e mi ha insegnato una cosa che nessun fascista potrà mai avere: la forza di combattere per la dignità.
Loro non c'entrano nulla con la democrazia.

Uhurunausalama ha detto...

Anche io sono super inca**ata e sono d'accrdo con te:proprio ora non bisogna smettere;ci hanno provato a sputtanare le proteste e ci sono riusciti!E' una vergogna e il tutto mi puzza parecchio.

Silvia ha detto...

L'ingenuità è un lusso che non possiamo più permetterci...

:*-(

Franca ha detto...

La lotta continua. Resistere, resistere, resistere...

davide ha detto...

concordo,unire studenti e lavoratori in un'ottica antifascista-contro le loro aggressioni e contro il governo nero che li sostiene e le forze di polizia che li difendono-però è anche vero che il movimento non potrà rimanere apolitico,ma giustamente se vuole sopravvivere deve lottare a livello politico che vuol dire portare avanti il bene di tutti,l'istruzione libera e gratuita e così via

gap ha detto...

Caro Galeotto,
non ne avevi bisogno, ma hai guadagnato 100 punti nella scala della stima che ho per te.
Vorrei che si finisse di parlare dell'"informazione" come di un agglomerato indistinto, un enorme blob gelatinoso che si aggira per l'Italia e nell'etere. Per favore, distinguiamo, per rispetto verso chi fa questo mestiere con passione, e ancora ci sono.
Lo scontro di ieri non ha fatto che spostare l'asse dell'attenzione sul dito e si è così tralasciata la luna. Oggi in molti aprono con gli scontri e non si parla della riforma e della giusta protesta degli studenti, professori ecc. Mentre scrivo mi volteggia da almeno un'ora un elicottere delle forze dell'ordine(!!!!!!?????) sulla testa solo perchè l'ufficio è vicino al Ministero della Pubblica Ignoranza. Però, al momento, è tutto calmo, ma la gente si chiede che cosa stia succedendo.
La paura indotta è il nuovo credo, pensare che il/un nemico ti è sempre alle spalle e occore che ci sia ordine.

Anonimo ha detto...

Bravo incarcerato finalmente hai compreso e sai chi fa uso di un certo tipo di violenza, violenza che non ci appartiene e che recusiamo.
Cattiva informazione come sempre e' quella che abbiamo visto dai tg. compresa la 7, chiaramente ci sono molti giornalisti che sanno cosa vuol dire informare.Visto che solo ora ho capito che sei un cucciolo
(prendilo in maniera materna)posso
solo dire antifascista sempre.
La paura indotta è il nuovo credo, pensare che il/un nemico ti è sempre alle spalle e occore che ci sia ordine.

30 ottobre 2008 6.35


Scusate ma questo post lo sto scrivendo di getto, è la prima volta che lo faccio. E chiedo scusa se non è ben articolato, ma l'avvenimento di questa giornata è da raccontare.
Questa mattina mentre il maledetto decreto veniva approvato, davanti a quel lurido palazzo di potere un immensa folla di studenti medi hanno manifestato con grande forza.
Ma dopo è avvenuto un fatto che ha smentito me in prima persona. Forse peccavo troppo di idealismo quando dicevo che forse non era da disprezzare che all'interno del movimento ci fossero anche ragazzi di estrema destra, pensavo nella mia ingenuità più pura che si potesse andare oltre l'appartenenza politica e sfidare apertamente il potere che vuole distruggere la scuola pubblica e omologare il sapere.
Purtroppo non potevo sapere che l'estrema destra, come nel passato, potesse essere ancora serva del potere bianco. Così è stato.

Ora non voglio fare nessun gioco di parole, voglio dire con chiarezza che questo dimostra che il governo ha una paura enorme. Non è un caso che il loro consenso popolare è partito dal 60 per cento e sceso al 40. E questo non è dovuta da questa "specie" di opposizione che risiede in parlamento, ma dal movimento, da questa grande onda anomala.
Il mandante di quei ragazzi è stato il governo stesso. Cossiga ci aveva avvertiti, no?

I ragazzi dell'estrema destra era composta da un ventina di persone, ma non avevano l'età dei liceali, erano adulti. E loro vigliaccamente hanno aggredito con spranghe i ragazzini, alcuni di loro feriti gravemente. E poteva capitare il peggio se non fossero intervenuti prontamente i ragazzi universitari a proteggerli.
Questi sono i fatti.
Oggi si può celebrare la "perdita dell'ingenuità" del movimento, ma non lo fermeranno.
Continuerà più forte di prima, domani ci sarà il corteo assieme ai sindacati ma badate bene, il movimento pretende di più e non si fermerà finché non otterrà l'abrogazione della legge.

Ora spero in un vero sciopero, quello generale. Noi lavoratori, precari, disoccupati dovremmo unirci a loro. Perchè è un problema che deve riguardare anche noi! Noi non rimarremo indifferenti.

Da domani comunque il movimento sarà dichiaratamente antifascista. E siccome sono incazzato nero, vi lascio questa canzone.

postato da l'incarcerato alle 11.07 il 29-ott-2008

Lascia il tuo commento
Bravo incarcerato finalmente hai compreso e sai chi fa uso di un certo tipo di violenza, violenza che non ci appartiene e che recusiamo.
Cattiva informazione come sempre e' quella che abbiamo visto dai tg. compresa la 7, visto che solo ora ho capito che sei un cucciolo
(prendilo in maniera materna)posso
solo dire antifascista sempre.
E per dire questo non servono partiti, lo si sente nel cuore, si vuole rivisitare la storia e la memoria si e' creata ignoranza e paura.
Riprendo quello che ha detto GAP...
La paura indotta è il nuovo credo, pensare che il/un nemico ti è sempre alle spalle e occore che ci sia ordine.
Che dire a voi tanto giovani, che vi dobbiamo noi adulti chiedere scusa per avervi regalato una societa' come questa...noi donne e madri temiamo per voi, sentiamo l'insicurezza dell'avere un libero pensiero.
Noi ci saremo sempre perche' come donne abbiamo una grande responsabilita' quella della VITA.
Odiamo la violenza il razzismo il sessismo e tutto cio' che crea il diverso da abbattere.
Io personalmente credo che solo l'amore possa creare e dare frutti.
stefania

Anonimo ha detto...

scusami Gap volevo estrapolare dal tuo bellissimo commento una frase e invece ho fatto un casino.
ciao
stefania

l'incarcerato ha detto...

Grazie Stefania per il "cucciolo"...è da tempo che non me lo dice più nessuno! :)

Comunque sia tu che GAP avete centrato in pieno il problema: la paura indotta, la destra ha stravinto per questo!

Ma oggi ha vinto il coraggio, Berlusconi dietro la sua falsa ironia e le solite frasette da quattro soldi, nasconde tanta paura...

Paola Pavese ha detto...

La manifestazione di oggi è stata talmente bella, talmente grande... I lavoratori della scuola erano moltissimi ma chi mi ha preso il cuore sono stati gli studenti, i medi soprattutto. Con i loro cerotti sulle guancie, la voglia di rivendicare il loro diritto al futuro e la capacità di lottare e e di divertirsi nello stesso istante.
Ho visto anche fascistelli aggirarsi per il corteo, perché non c'era nessun'altro luogo dove andare oggi a Roma. Sono stati risucchiati dalla manifestazione. Certo erano molto giovani e non avevano camion alle spalle con dentro le spranghe ...
Questo per dire, che dopo tanti anni mi è sembrato che le idee di giustizia sociale e di dignità di chi lavora e studia abbiano di nuovo preso il sopravvento. Mi è sembrato che i ragazzi siano usciti dagli stadi e dalle bische, siano saltati giù dai muretti e abbiano deciso di giocare un gioco più grande.

Farfallaleggera ha detto...

A me viene un dubbio...che i fascisti del blocco studentesco siano gente mandata dal governo stesso d'accordo con la polizia...

Fra ha detto...

condivido la tua rabbia, che dire c'è chi ha sentito le parole di Cossiga e si indignato sperando che si riaprano i processi, chi invece ha voluto mettere in pratica i vetusti insegnamenti

Gatta bastarda ha detto...

sai che fine ha fatto il blog di io operaio... non c'è più... ma soprattutto perchè?

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

ciao incarcerato, passo per un saluto.

paoladany ha detto...

io sono proprio un'ingenua perchè ci speravo, speravo che il governo facesse marcia indietro, e si aprisse al dialogo.
ed invece niente! e se penso che questo potrebbe essere l'ultimo anno che lavoro, con i tagli, mi viene il magone

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Su indymedia ho trovato questo, un po' lo condivido caro amico.

Piazza Navona. Il "milione". E il movimento studentesco.
Gio, 30/10/2008 - 23:48
autore:
Fedeli alla Linea
Perchè bisogna complicare in maniera totalmente inutile dei fatti che non hanno di per se nulla di anomalo? Che motivo c'è di stare a pontificare sul chi ha fatto la mossa prima e chi dopo? Personalmente trovo totalmente deleteria la pratica politica dell'antifascismo, ma dal punto di vista "militare" è chiaro che in determinati casi non possa esserci alcun tipo di equilibrismo comportamentale.

A prescindere dunque dalla carica effettuata da Blocco Studentesco ai danni degli studenti medi (fatto chiaramente omesso nel video "verità" di BS), la presenza dei fascisti all'interno di una piazza, seppur particolare come quella anti-gelmini, non può e non deve mai essere tollerata.

Onore dunque ai compagni che hanno cacciato a calci in culo dalla piazza la feccia fascista.

Sul presunto "lasciar fare" attuato da parte delle forze dell'ordine si può discutere senza alcun timore di sorta vista la plausibiltà del fatto, ma i discorsi sugli infiltrati stile anni settanta lasciano un po' il tempo che trovano, specie se non supportati da prove concrete, il rischio di passare per ridicoli è assai forte, quindi meglio non avventurarsi in strane fantasticazioni.

In riferimento alla piazza di oggi, io onestamente sono rimasto abbastanza sconcertato dall'esaltazione espressa da Radio Onda Rossa per una manifestazione che ha portato si in piazza 1 milione di persone, ma su una piattaforma che ricordiamoci era quella dei confederali, hai voglia a raccontarsi la favoletta che non erano li per loro... il numerone grosso è stato fatto grazie a questi e la Piazza del Popolo esaltata in Radio era quelli in cui parlavano, di fronte ad una marea umana, i capoccia di CGIL, CISL e UIL!

Il discorso dello spezzone studentesco con "contenuti propri" poi non regge. I contenuti "propri" non ci sono. Questa volontà di manifestare una mancanza di rappresentanza sfocia in comportamenti e dichiarazioni a volte raccapriccianti, addirittura si sentono appelli ad una presunta apoliticità della propria protesta, ogni lotta è di per se LOTTA POLITICA! La presunta apoliticità di una protesta, equivale ad una politicizzazione latente, ma al tempo stesso ancor più forte della stessa, equivale a non porre in discussione lo stato di cose presenti e dunquue la possibilità di allargare il fronte della lotta. Tralasciando poi gli studenti medi che chiaramente non forniscono alcuno spunto politico (lo siamo stati tutti e dunque inutile prendersi in giro, svago e poco più), fattore su cui poggia il tentativo di infiltrazione di Blocco Studentesco, il discorso va fatto sul movimento universitario e lì purtroppo a mio avviso non c'è alcuna volontà di manifestare una propria capacità di opposizione al capitale, è chiaro che una radicalizzazione della protesta sul piano politico comporterebbe conseguenze sul piano numerico, ma così com'è ora la protesta non è altro che una protesta piccolo borghese quasi di stampo corporativo e come tale avrà vita assai breve messa com'è o

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Soprattutto la seconda èparte riguardante la politica..

l'incarcerato ha detto...

Io non condivido la sua analisi per intero, prima parla del ridicolo quando uno dice che quei ragazzi erano degli infiltarati, perchè è roba da anni 7o.
E poi quando parla del movimento cosa fa? Parla come un vecchio comunista degli anni 50 quando tutto doveva essere sotto iul controllo del partito, quando il partito è Dio e quindi il movimento non può non appartenere ad un partito!

Il movimento è apartitico ma non ha mai detto di essere apolitico. Ma questo signore che ha scritto l'articolo è mai stato nelle assemblee universitarie? Ha sentito parlare i ragazzi, ha ascoltato le sue opinioni? Oppure fa come i giornalisti che scrivono articoli senza raccontare la verità, senza riportare i fatti come stanno, nudi e crudi?

Primo, perchè il movimento deve essere per forza di opposizione al capitale? Perchè vuole a tutti i costi omologarlo questo bellissimo movimento? Innanzitutto è nato per opporsi alla riforma, quindi non vedo perchè parlare di capitale o di Marx?
Ha detto che lo spezzone degli universitari si dovevavo accodare con i sindacati confederali? E perchè mai dovrebbe essere inglobato dai sindacati? E da questi confederali poi? Che sono i primi ad essere scesi a continui compromessi?

Il movimento invece è qualcosa di concreto e anche se comprende le superiori, perchè ridicolizzare gli studenti medi? Io lo sono stato e non ero per niente un cretino, io sapevo per che cosa mi battevo, dopotutto una coscienz apolitica la cominci a formare proprio in quell'età.
Quanti anni credete che avevano i partigiani che ci hanno liberato dai nazifascisti? Voglia di far casino pure loro? Oppure strumentalizzati dalla sinistra? Nio perchè qui c'è il rischio di cominciare a parlare come Berlusconi.

Il movimento è politico, chi ha detto il contrario? E proporrà alla cgil di indire uno sciopero generale generalizzato. Il movimento andrà molto lontano!

Vogliamo ripetere l'errore dei social forum che hanno smesso di vivere quando Rifondazione voleva egemonizzarli? Iodico questo per esperienza...

Questo signore che ha scritto l'articolo puzza molto di vecchio. Ripeto, lui parla di ridicolo pensare alle infiltrazioni(dice chiaramente roba da anni 70)e poi propone un modello di movimento stile marxista(contro il capitale).

Io sono contro il capitale, appunto per questo dobbiamo sostenere questi movimenti che difendono il pubblico!

l'incarcerato ha detto...

Il movimento delle pantere aveva perso proprio perchè era principalmente partitica.

Bruno ha detto...

Ciao
e grazie di essere passato da noi. Avevo letto un post sul blog di calendula che indirizzava al tuo cosi sono venuto e ho letto la storia e l'iniziativa. Credo molto nella rete, unico mezzo libero per esprimere cio' che vogliamo...e credo che per le iniziative vere e giuste gli utenti (tantissimi come hai potuto leggere dal mio post) possono veramente fare qualche cosa.
Mi piace il tuo spazio e tornero' a breve, magari per discutere degli argomenti postati.

P.S. Si faccio parte di un gruppo, facciamo rock comunque appena riesci ad ascoltare facci sapere il tuo giudizio...se vuoi qui trovi il nostro ultimo CD free download
http://www.roccaforte.it/italiano/foto_varie.htm

desa ha detto...

Mentre ti leggevo volavo con la mente....cioè una parte di me leggeva te,l'altra andava con i ricordi ad un libro....solo un vecchi libro che periodicamente mi fa capolino nel cervello,che parla di cose lontane.
Parla di una dittatura mentale,imposta con il lavaggio del cervello;
la folla è una massa di persone omologate che nn appena obbediscono ma devono anche spontaneamente condividere il sogno dell'autorità.
E' un libro in cui l'uomo arriva a nn sapere identificare “razionalmente” l'origine della propria sofferenza perchè nn riesce più a descriverla a saperci riflettere....e nasce così un rancore indefinito.
Forse il rancore dell'essere un'ingranaggio.
E' sconvolgente come la massa accetta passivamente qllo che viene propinato come verità.

E forse è questo....forse si sta spezzando un ingranaggio oggi....
OK mi sono riletta è un volo pindarico...ma ormai lo lascio così .

Buona giornata! :)

ANNA ha detto...

Sono unita nell'essere incazzata nera! Ti voglio ringraziare perchè fai sentire la voce di chi per tanti motivi non ha potuto essere lì nelle piazze, ma ritiene ingiusta questa legge! Forza che ce la facciamo!

intrigantipassioni ha detto...

Anch'io vado fuori tema, e me ne scuso. Per inserire il banner devi solo cliccarci con il tasto destro e fare "Salva immagine con nome".
Poi vai nel layout del tuo Blog e lo inserisci come foto, dove vuoi, e nella stessa schermata hai la possibilità di collegarlo ad un sito Web (in questo caso il blog di Ornella, la madre).
Grazie per il tuo aiuto....

l'incarcerato ha detto...

Intigrantipassini, fatto! Grazie a te...

calendula / trattalia ha detto...

Ti ringrazio per il bel commento nel mio blog, ieri ho visto annozero, i ragazzi del movimento hanno parlato bene, quelli della cosiddetta " maggioranza silenziosa" sembrava che avessero un discorso imparato a memoria...senza contare che neanche uno di loro era uno studente... spero che le manifestazioni conducanoa qualcosa di concreto... ricordatevi che in Francia un paio di anni fa i ragazzi della Sorbona hanno ottenuto quello che volevano, non arrendendosi.
Un saluto dalla Sardegna Calendula

l'incarcerato ha detto...

Esatto Calendula e anche loro non appartenevano a nessun partito essendo ovviamente fortemente politici!

Spero che continuino!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Ciao incarcerato, ti ho scritto quel pezzo perchè volevo vedere fino a che punto ci credi. E tu ci credi tanto e questo ti rende merito. Per cui, voglio slo dirti che mi è dispiaciuto leggere quello che hai scritto da me l'altro ieri, cioè se il russo vuole può cancellare il mio commento. Non è giusto, soprattutto perchè eri in buona fede e chiunque può non sbagliare, ma intraprendere una strada meno giusta.
Un saluto

l'incarcerato ha detto...

Grazie Marco, io putroppo sono riamsto veramente deluso, non poensavo che fossero così cretini questi di destra. Saranno sempre dei servi, oramai si sono consolidati in questa maniera.

Si,uno può avere pareri differenti su questo movimento, ma posso dire che non sopporto che alcune persone si permettono di criticarlo o addirittura dirgli cosa devono fare.
Anche perchè sono 30 anni che non si è fatto proprio nulla.

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=5wTeI_tatoY

unità è forza.

Sub ha detto...

Hai detto bene,
dichiaratamente antifascista ed antirazzista.

E non potevamo non esserlo. Ci siamo illusi che avessero superato la loro piccolezza: ma così non è stato.
Abbiamo perso l'incanto, forse, ma non siamo caduti nel loro tranello. Come il fetente con la K insegna.

Luana ha detto...

Ciao, passo da qui in seguito al post di Calendula sulla terrificante storia di Niki...sai Rigurgito Antifascista è venuto in mente anche a me in questi giorni e guardando alcuni video...ovvio sono incazzata nera come tutti, penso che dobbiamo stare molto attenti, perchè è in atto una deliberata strategia del terrore, l'unica che può garantire loro una permanenza mooolto lunga al potere, è la solita vecchia pratica, che l'Italia conosce bene.
Nello stesso tempo è in atto una riabilitazione pratica del fascismo a suon di lavaggio del cervello (vedi dichiarazioni di Cossiga e di Berlusconi), si sta, cioè, tentando di persuadere e abituare l'opinione pubblica alla normalità di alcuni episodi e situazioni, semplicemente parlandone, a più riprese, brevemente.
Dobbiamo stare molto molto attenti a tutto quello che ci propinano e dicono, anche modelli negativi in tv, tipo Gelli che ora condurrà una trasmissione su Odeon, perchè fa tutto parte dello stesso subdolo disegno e ricordiamoci che in Italia il colpo di stato, fatto con metodi non violenti, non è più perseguibile penalmente (regalo del penultimo governo Berlusconi).

BlogMamba. ha detto...

Guarda c'era anche la Cia.
E l'immancabile camioncino del Mossad.
Sinceramente l'estrema destra sarebbe anche pronta ad unirsi all'estrema sinistra.
Ma la sinistra in nome dell'ideologia non cede al corteggiamento.
Dunque se vogliamo vedere il complotto è piuttosto la sinistra a tenere in gioco la classe dirigente.
Personalmente ho sempre partecipato a manifestazioni studentesche ed è sempre stata la sinistra ad escludere la destra dicendo che i fascisti non sono degni di manifestare per la libertà, per l'uguaglianza e per la solidarietà.

elena ha detto...

@blogmamba: innanzitutto distinguiamo tra destra e fascisti. Non è la stessa cosa... Travaglio, Montanelli e Gobetti non sono/erano di sinistra, ma questo non li pone automaticamente nel novero dei fascisti! Che infatti non li hanno mai potuti sopportare.
Essere di destra non vuole automaticamente dire essere fascista, per fortuna... e se "la sinistra" non vuole i FASCISTI nei cortei, fa solo BENE. Perché questi tizi che si riempiono la bocca con l'"ONORE" e poi vanno a picchiare i medi, questi contestatori che non cercavano lo scontro ma sono arrivati con manici di picconi (picconi? PICCONI? cosa mi ricorda questa parola??? uno che comincia con la K...), cinghie e quant'altro, meno si avvicinano a questo movimento e meglio è. Per tutti. Almeno noi.
Per me fascisti e terroristi si assomigliano molto: entrambi dicono che vogliono cambiare il mondo, ma i loro metodi fanno solo il gioco della reazione e del potere. Più o meno consciamente, magari, ma questa è l'unica "differenza".
Quanto all'onda, non mi sogno di cavalcarla... non mi interessa proprio che faccia capo ad un partito - fosse pure il mio - ma che sia politicizzata ed antifascista/antirazzista sì... e se si dotasse di un SO sarebbe pure meglio.
Non parlo di picchiatori: parlo di gente di buon senso, che sappia moderare quando si può e finché si può, ma che sappia anche difendere i cortei.
Suerte.

l'incarcerato ha detto...

Allora, io ringrazio l'anonimo per il video. vi consiglio di vederlo tutto perchè è chiaramente modificato, e non poco!

Per testimonianza diretta ho il dovere di dire che quando quel maledetto furgoncino metteva la canzone di rino gaetano(ancora prima una canzone di vasco rossi) era passat l'ambulanza, verissimo! Ma nel video non si vede che successivamente
erano arrivati un gruppetto di ragazzi con il saluto romano e ho potuto vedere che cominciavano a malmenare le persone a caso, e infatti gli studenti cominciavano a fischiarli!
Poi io e glia mici miei ci siamo allontanati anche perchè c'era una donna con noi. Dopo una ventina di minuti sono arrivati gli studenti universitari! Come mai avete fatto un video tagliato e rimontato?

Forse tu non c'entri perchè non lo sai, ora sai la verità!

Le parole di quel ragazzo le avrei condivise se non fossero successi quei fatti. Forse non riuscite a mettervi d'accordo nemmeno voi!
State attenti, siete manovrati e nemmeno ve ne rendete conto!

l'incarcerato ha detto...

Guarda caro bolgmamba, io al pensavo esattamente come te per quanto riguarda il discorso di unità verso un unico obiettivo, ma voi avete dimostrato di essere manipolati e servi del potere. Mi dispiace ma la storia è sempre la stessa, dagli anni della strategia della tensione fino ad oggi.

Poi per quanto riguarda la giornata di piazza navona, purtroppo ti devo smentire. Ma per fortuna c'è una testimonianza più autorevole della mia, quella di Curzio Maltese.

BlogMamba ha detto...

Caro incarcerato.
Innanzitutto respingo al mittente il tuo posizionarmi tra quella gente.
Quella schiera hanno i tuoi stessi modelli, i tuoi modi d'agire, i tuoi modelli culturali di riferimento e i tuoi stessi nemici.
Inoltre fatela finita con questa retorica del tutto il mondo contro di voi, del complotto tra i servizi segreti deviati e la destra per tenervi confinati ai margini della politica.
In questo Paese, in nome dell'antifascismo, grazie ad una tessera di partito delle vere e proprie nullità sono diventate stimati professionisti, accademici di rilievo, bravi scrittori, attori di fama internazionale, politici di qualità eccelsa.
E tutta questa gente si è servita del consenso di un esercito di persone obbedienti che, in nome della comune appartenenza, gli hanno spianato la strada verso il successo.
Ma che cosa avete ricevuto in cambio della vostra dedizione alla causa?
Solo umiliazioni.
Anche ora vi prendono in giro e pianggono per la vostra scuola pubblica, ma mandano i loro figli a quella privata.
Insomma difendono il vostro e il nostro diritto a mangiare merda, ma loro assaporano succulenti piatti a base di aragosta, caviale e spigola.
Suvvia.
Decidedevi su cosa vorrete fare da grandi!
E smettetela di fare i cani urlanti sui blog!

Pupottina ha detto...

buon weekend

il Russo ha detto...

Blogmamba, innanzitutto cane urlante lo dici a tua sorella.
Ristabilita un minimo di educazione, passiamo alla faticosa (si, visto in un video manipolato manco bene come quello sopra tale diventa) ricerca della verità.
Le foto oramai disponibili su tutti i media, aspetto che quelli di casa pound blocco intestinale studentesco li posti, oramai sbugiardano definitivamente le follie pronunciate da questa maggioranza vergognosa che in Parlamento si fà difensore d'ufficio dei fascisti.
Cinghiamattanza, la lurida canzone degli zetazeroalfamerda, ha da oggi un suo possibile video di piazza: eccolo qua .
Ora, cinghiamo i ragazzini per un bel pò, poi quando si viene ripagati con la stessa moneta (a mani nude contro i bastoni), si chiagne spalleggiati dai poteri fortissimi.
Lo si dica una volta per tutte, i fascisti con un pò di demagogia e slogan come "nè rossi nè neri" presi in prestito dai fascistissimi ultras bisl (basta infami solo lame) della Roma (vedi qua ), c'hanno provato e, grazie alla manipolazione in parte ci sono anche riusciti, ma le foto parlano chiaro: hanno aggredito, e questa qua è la fine che hanno fatto.

l'incarcerato ha detto...

Caro blogmamba, mettiamo per assurdo che sia tutto vero quello che dici. Mettiamo per assurdo che tutti i miei, nostri, punti di riferimento erano dei venduti, opportunisti, manipolatori, arrivisti. Mettiamo per assurdo che sia tutta una merda come dici, che sia tutto finto, mi dici perchè non va bene che questa generazione pretenda un futuro migliore, pretenda una scuola pubblica come si deve, una scuola dove posso permettersi di viverla senza pagare magari in futuro una tassa quadruplicata.
Perchè questi giovani non hanno nulla a che fare con i figli di papà, la maggior parte di loro sono figli di operai, figli di gente che magari ha perso il lavoro, e non possono permettersi di frequentare università tipo la Bocconi o la Luis. E allora?

Vedi caro mamba, il tuo discorso è di un qualunquismo spaventoso, a differernza tua noi abbiamo delle idee da potare avanti, e grazie a quelle idee che uno straccio di diritto lo abbiamo acquisito, grazie alle idee di libertà che c'è stata gente che ha deciso di combattere il fascismo. Ed era gente che non rimaneva indifferente,e ha avuto il coraggio di schierarsi, di agire e sicuramente non stava riparata nei suoi privilegi e appunto magiare caviale o spigole.
E se queste idde coincidono con qulache partito di riferimento, non c'è nulla di male esserne iscritti.

Non so poi a chi ti rivolgi dicendo:
decidetevi cosa farete da grandi.

Vedi, qui siamo tutti adulti e vaccinati, io personalmente mi faccio un culo così tutte le sere, altri qui studieranno, altri staranno cercando lavoro disperatamente, altri ancora saranno forse precari a vita, e tutti noi sappiamo benissimo che la difesa dei nostri diritti non viene da quella gente che tu citi, ma da noi stessi.
Ma non è una novità, le conquiste sono state sempre fatte dal basso, è realtà storica.

Recentemente in Francia gli studenti avevano manifestato ad oltranza contro una legge sulla precarietà se eri lì saresti stato uno di quelli che dicevano che erano strumentalizzati dai partiti, che erano obbedienti,che facevano gli interessi degli altri, ecc ecc

Bè, loro hanno ottenuto ciò che volevano, e intanto la Francia sul lavoro stanno messi molto meglio di noi. Invece noi sul precariato stiamo messi molto ma molto male, ma a causa dei tuoi ragionamenti(perchè amico mio il tuo non è per niente originale) c'è un immobilismo spaventoso, stiamo solo a guardare.

Per ultimo ripeto che sei molto disinformato, hai mai sentito pasrlare dell p2, dell Gladio, dei servizi segreti deviati? Tutte cazzate, fanatapolitica della sinistra? Valloa dire in faccia ai familiari delle vittime delle stragi, vallo a dire alla figlia di Aldo Moro, oppure al padre di Carlo Giuliani. E l'intervista di Cossiga? Cazzata anche questa?
Ancora credi che la sinistra manipoli la verità? A dire quello c'è già Berlusconi.

l'incarcerato ha detto...

Poi scusami blogmamab, è tuo questo blog?
http://blogmamba.ilcannocchiale.it/

no perchè uno che tifa per il sindaco Alemanno e anche sostenitore delle impronte digitali mi sembra abbastanza schierato,no?

E allora vaia prendere in giro qualcun'altra persona. Qui noi sosteniamo i più deboli e indifesi, anche perchè molti noi ne fanno parte.
E complimenti per i tuoi modelli di riferimento.

Simone ha detto...

Questa volta Incarcerato sei ricaduto nel solito "antifascismo fuori tempo massimo", tanto utile al sistema :-)

Io credo che aggressioni come quelle del Blocco possano solo far fare una pessima figura alla destra radicale (anche se io, che vedo in quell'area molta più "sinistra" che tra i rossi preferisco il termine "terzaforzista") che pure produce ottime idee.

Non dimentichiamo infatti che anche questa parte del mondo antagonista è fortemente contraria al Decreto Gelmini.

Io credo invece che proprio da quest'ultimo fatto nasca l'aggressione di piazza Navona.
La scorsa settimana, sempre a Roma, il Blocco aveva manifestato a fianco del Movimento Studentesco contro il Decreto, un esempio di convergenza tra [presunti] opposti estremismi che a me piacciono molto. Poi i soliti parapiglia fa-antifa e la manifestazione si spacca tra botte e scontri.

Ed ecco, l'altro giorno, che i giovani del Blocco, esclusi indebitamente da una protesta cui anche loro hanno titolo di prender parte, organizzano la rappresaglia, buttando al vento quanto di buono poteva venire da una convergenza con gli altri gruppi studenteschi.

Insomma, seconda la regola del "divide et impera" destra e sinistra per l'ennesima volta hanno impugnato il copione per recitare la parte degli utili idioti di sistema.

Concludo dicendo che il paragone tra il "neofascismo atlantico di servizio" degli anni '70 e i giovani del Blocco dall'altra, mi sembra sbagliato: su questo punto difendo il Blocco perché, a differenza del primo gruppo, questi giovani sono indubbiamente antisistema.
E se sapessi quante persecuzioni giudiziarie subisce quest'area politica ci sarebbe poco da dire su un loro presunto servilizmo al potere e alle forze dell'ordine.

Buon Capodanno Celtico!

l'incarcerato ha detto...

Guarda Simone, il tuo discorso filerebbe se non ci arrendessimo all'evidenza. Quel giorno, al di là del resoconto del governo(non ti pare strano la loro difesa del blocco?) e dei giornali vari(organi innegabili del potere), c'è stata un ingiustificata aggressione da parte degli estremisti di destra.

Non voglio paragonarli ai fascisti degli anni 70, anche perchè loro commettevano delle stragi e per fortuna(almeno fino adesso non è avvenuto), ma ancora una volta sono stati usati.
Non puoi negare questo, anche perchè sai benissimo che fino a quel giorno loro hanno sempre manifestato e nessuno gli ha mai dato fastidio.
Mi dispiace ma forse dovresti rivedere bene questi gruppi, perchè molti di loro non sono come te, o lameno fanno finta di esserlo.

Capisco che sono anche loro antisistema, e hanno molte problemi giudiziari, ma anche nel passato era lo stesso.

I NAR mica erano legali, erano antisistema ed erano al pari delle Brigate Rosse, con la sola(non poca)differenza che compivano stragi...e sai benissimo per fare che cosa!

La storia si ripete,caro Simone dovresti aprire un dialogo con questa gente e fargli capire che per l'ennesima volta sono diventati strumenti di potere.

Comunque con te il dialogo continua.

Simone ha detto...

@ l'incarcerato.

Vedi il mio compito [assumo un ruolo paterno anche se in realtà non sono molto più grande dei giovani di cui parliamo] è quello di proporre linee che incanalino bene ogni energia e ogni potenzialità di cambiamento nella società.
Colgo volentieri il tuo invito a dialogare con questi giovani per metterli in guardia dal ruolo che rischiano di interpretare, ossia quello di servi del sistema. Del resto ciò che dici si inquadra perfettamente nel mio pensiero, tanto più che mi è già capitato, proprio per questo, di attirarmi le antipatie di giovani di estrema destra, testardi quanto quelli di sinistra nel capire che i vecchi steccati devono cadere se vogliamo davvero promuovere un mondo nuovo e migliore.

La difesa che gli esponenti della maggioranza hanno fatto del Blocco non mi sorprende: il centrodestra ha bisogno di non avere troppi nemici tra gli studenti e la stessa [ex] destra di governo, ossia AN, spera forse di strappare qualche militante alla destra più radicale facendole le fusa.
Chiaro che, se questo comportamento vale una condanna, al condanna deve essere rivolta al governo che strumentalizza il Blocco e non il Blocco stesso.

Simone ha detto...

Guarda cosa ho trovato.

http://www.youtube.com/watch?v=5wTeI_tatoY

Esiste un'altra versione dei fatti che mi pare ben documentata e che ritrae un grave episodio antecedente a quello che a questo punto non può più essere definito un assalto fascista a piazza Navona.

Prendendo per buona questa versione direi che il ruolo di utile idiota, ma diciamo anche di utile coglione, servo del sistema, è stato recitato dall'estrema sinistra.

Cosa che accade troppo spesso dopo la "normalizzazione" del Pci voluta da Berlinguer.

Che ne pensi?

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ioo ho visto due video: uno con Curzio Maltese di Repubblica che testimonia di ave visto alcuni ragazzi ma non studenti che hanno provocato la rissa e protetti dalle forze dell'ordione,.

Poi l'altro mostrava uno dei questi figuri che poi alla fine sale su una camionetta della polizia ma... non come arrestato ma come collega.

Ciao
Daniele

l'incarcerato ha detto...

Carissimo simone, io ero un testimone oculare, il video è stato montato ad arte. Dopo la canzone di Rino Gaetano non hanno fatto vedere l'assalto dei fascisti nei confronti dei liceali.Per fortuna ero lì, sennò avevo gli stessi tuoi dubbi. Credimi ma quel video è una montatura.

Simone ha detto...

Attenzione!

La bufala del rpesunto infiltrato della polizia è stata smascherata, ci sono testimonianze su Youtube e su Repubblica.it.

Il video che ho proposto mostra, come quelli delle controparti, una visione parziale, e quindi non fa vedere fatti esterni a quello spazio o a quel preciso arco temporale, ma non credo che le immagini siano state montate o modificate.
Del resto non possiamo dimenticare l'estranieità, fino ad oggi, del Blocco Studentesco ad ogni atto di violenza... cosa che non si può dire degli ambienti dei centri sociali.

BlogMamba. ha detto...

Per Incarcerato.
Anche quello che dici tu possiamo ammettere che sia vero.
Ma se ti accorgessi che quelli che protestano per il maestro unico, sono i soliti che protestavano per il maestro plurimo faresti un passo in avanti.
Capiresti che quelli che guidano le masse in piazza sono una ristretta cerchia di conservatori ostili ad ogni riforma del paese.
Infatti loro difendono il loro privilegio di essere gli unici che si possono permettere di mandare i loro figli alla scuola privata.
Per Simone.
Quello che dici è vero.
Gridano sempre al complotto, perchè i loro modi di agire sono sempre poco limpidi.
Gridano sempre all'infiltrato perchè il ricorrere ad infiltrati è il loro tradizionale modus agendi.
Insomma ognuno giudica con il proprio metro.
Alla fine non mi stupisce sapere che quella dell'infiltrato era una bufala.
Cmq nota una cosa.
Quando sembrava verosimile la notizia dell'infiltrato è successo un caos tremendo.
La notizia della smentita la sappiamo solo io, te e 3 o 400 persone(esagero volutamente).
E poi si lamentano della poca democraticità dei mass media.
(Per loro la democraticità dell'informazione evidentemente è ancora quella alla sovietica).

l'incarcerato ha detto...

Simone, però ora non puoi contraddirmi. Se ti dico che ho visto tutto e quel video è una montatura mi devi credere. Poi se vuoi ragionare come blogmamba che dice che siamo dei cretini, che vediamo infiltrati dappertutto e parlare alla Berlusconi maniera che i media sono in mano ai comunisti, mi dispiace, ma è impossibile dialogare!

ps per fortuna il pezzo mancante del video che mi hai postato puoi trovarlo dal Russo! Ti consiglio di darci una guardata!

Simone ha detto...

@ l'incarcerato

Non posso conrtaddire la tua testimonianza che è oculare.
Ma prendo atto che l'informazione iniziale di "agrgessione fascista" non corrisponde a verità per i fatti si sono svolti in modo più complesso.
Ancora non capisco perché ai ragazzi del Blocco non sia stato concesso di partecipare alla manifestazione unitaria.

Con BlogMamba ho un pessimo rapporto (a livello di blog, non certo sul piano personale) e uso schemi diversi dai suoi, ma posso capire cosa intende quando parla del vizietto della sinistra estrema di attribuire agli altri i propri peccati, come ad esempio lo squadrismo di piazza e la collusione con gli apparati dello Stato.

Sinceramente sono stanco.
Cercavo nella protesta degli studenti non dico la rivoluzione ma almeno una sommossa sinceramente ribelle al sistema.

E invece vedo solo l'ergersi di steccati che avrebbero dovuto essere abbattuti a colpi d'ariete.

Future ha detto...

Ecco, siamo alle solite: gli uni che accusano gli altri di aver provocato per primi! E nessuno che abbia mai il coraggio di ammettere che siamo solo una massa di incivili che non sa neanche far valere i propri diritti in piazza. Io alla storia del "dialogo" tra le parti non c'ho mai creduto ma, almeno, quando si tratta di difendere un bene così prezioso come la pubblica istruzione! Ennesima delusione!

viola ha detto...

Il fatto che quelli del blocco avessero le mazze già dipinte con i colori della bandiera vuole dire qualcosa o no? per esempio che avevano l'idea di fare un casino fin dall'inizio o no? oppure le hanno dipinte al volo lì in piazza navona?
che dici incarcerato? Forse ce lo siamo sognato quello che abbiamo visto? forse quei liceali non sono stati presi a cinghiate, era solo una dimostrazione di affetto.....al modo del blocco!