martedì 8 luglio 2008

La guerra del Kossovo e i meno peggio

Purtroppo non esiste il meno peggio, e nemmeno tra le guerre esiste la "meno dannosa". Volete dire che una bomba sganciata dal governo Clinton facesse meno male di una di Bush? Provate a dirlo ai parenti degli oltre duemila civili uccisi dai bombardamenti "umanitari" in Kossovo!
Il governo D'Alema che ha appoggiato la guerra del Kossovo è forse stato il meno peggio del governo Berlusconi che ha sostenuto la guerra in Irak?
La risposta è assolutamente no. Non mi va di raccontarvi le bufale che ci hanno detto per fare la guerra in Kossovo, io vi racconto cosa ha provocato questa maledetta guerra.
Innanzitutto è stata una guerra sporca, cioè non si sono usate le armi "previste" dalla Convenzione di Ginevra, bensì chimico-nucleari. Infatti contro la Serbia e sul territorio Kossovaro (cioè quello che si voleva "liberare") sono stati impiegati proiettili e missili con testate all'uranio cosiddetto "impoverito"(depleted uranium), ottenuti rifornendo le scorie delle centrali nucleari. Solo in seguito la NATO ha ammesso (il 7 febbraio del 2000) di aver lanciato durante il conflitto almeno trentunmila proiettili all'uranio, senza specificare che le ogive dei missili Tomahawk(quelli intelligenti che quasi sempre colpivano mercati) sono anche esse a base di uranio impoverito!

Per gli USA che si ritrovano con almeno cinquecentomila tonnellate di scorie radioattive da smaltire dalle proprie centrali nucleari, il riciclaggio sotto forma di proiettili e testate di missili per loro è veramente un business criminale.
Si care teste di capra, la guerra appoggiata e diretta dai "meno peggio" ha reso la Serbia e il Kossovo territori altamente radioattivi. Nel 2000, un volontario di una Ong italiana ha prelevato un campione di terra nella città di Nuovi Sad e lo ha fatto analizzare al suo rientro in Italia: ne è risultata una radioattività da isotopo 238 addirittura mille(!) volte superiore al limite considerato accettabile per gli essere umani.

Purtroppo solo a lungo termine avremmo gli effetti dell'inalazione e dell'ingestione di ossido di uranio e ogni tanto qualche giovane militare della KFOR si ammala di leucemia, i poveri familiari proveranno a chiedere un risarcimento dallo Stato. Ma la popolazione serba e Kossovara, i bambini che nascono deformi, le madri condannate al cancro, gli operai delle fabbriche distrutte che per primi hanno tentato di ricostruirle esponendosi alla contaminazione, i contadini Kossovari "liberati" che avranno ingerito acqua e cibi tossici a loro insaputa, tutte le vittime innocenti di questa guerra "umanitaria", a chi chiederanno il risarcimento?

Infine ringraziamo il meno peggio D'Alema e ancor prima la "colomba" Clinton che l'Italia sopporterà il peso più oneroso tra i paesi che hanno partecipato a questa sciagurata guerra. Oltre all'inquinamento ambientale che ci colpirà o forse già ci sta colpendo causando impennate di tassi di radioattività, l'Adriatico è infestato di ordigni pericolosissimi, le famigerate cluster-bombs.
Centinaia di migliaia di queste micidiali bombe sono state sganciate in mare dagli aerei della NATO al rientro dalla missione, su preciso ordine dei comandi, per "questioni di sicurezza"( evitando di atterrare negli aeroporti con quel carico devastante).
Così non passa mese senza che i pescatori del Veneto, della Romagna, delle Marche, della Puglia ne segnalino la presenza tra le reti tirate in secco, e sono già diversi i feriti gravi per le esplosioni avvenute a bordo o poco distante dai pescherecci.

Ma secondo voi quelli del 1999 (che poi sono gli stessi di ora che fanno "opposizione") possono considerarsi i meno peggio, visto che per assurdo contribuirono a destabilizzare l'Europa stessa e a condannare intere generazioni ad affrontare la più subdola e pericolosa delle forme di inquinamento letale?




20 commenti:

SerialLicker ha detto...

sacrosanto
e sull'uranio impoverito, non dimenticare le vittime italiane, soldati mandati a far la guardia a depositi e aree appena bombardate, ammalatisi poi di leucemia
con l'esercito che, ovviamente, nega

(ps... poi rispondi a una mia mail che ti mandai sul "mattino dopo"?)

Silvia ha detto...

Già, è una sporca faccenda quella dell'uranio impoverito, una sporca faccenda che tutti trovano più conveniente insabbiare. E sì, quanti ragazzi si sono ammalati di leucemia e cancro per colpa di questa porcheria?

No, non esiste il meno peggio, non esiste affatto...

A Roma si dice che: "il peggio non è mai morto", appunto.

articolo21 ha detto...

Una questione sempre sotto traccia questa...

Alzata con pugno ha detto...

Sporca guerra, tutte le guerre sono sporche, e, sinceramente, tutti i governi.
I motivi che hanno portato alla guerra in Kossovo erano ridicoli, come spesso lo sono quelli per tutte le altre guerre, ma a parte lo smaltimento dell'uranio, c'è da dire che una delle voci di maggiore impatto per il nostro Pil nazionale è costituita dalla produzione di armi da guerra, nello specifico, noi italiani siamo fra i primi esportatori di mine antiuomo, figuriamoci gli amici USA quanto guadagnano da ogni azione militare.

Fra ha detto...

capirai in Italia non sono stati mai capaci di opporsi ad una guerra tipo dal tempo degli etruschi.
Per quanto riguarda gli USA, fanno guerre a mo di investimento, come noi compriamo una casa. C'è un territorio ricco lo vogliono e se lo prendono, nel caso della Serbia da prendere non c'era nulla ma come tu hai giustamente fatto notare smaltire le scorie nucleari in quel modo è geniale per non dire mostruoso, diabolico.
Una guerra non è mai giusta qualsiasi scusa si possa dare, poichè in nome di essa moriranno sempre degli innocenti.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

E pensare che in quei posti ci sono passato l'anno scorso...
il mio commento è la lettera di una bambina ai potenti del mondo...Quei bambini che stiammo tradendo lasciandogli un mondo di cacca

MESSAGGIO ai potenti della Terra. Ciao, io sono Elena, vengo dall'Italia e ho 10 anni. Vi scrivo per dirvi che sono stanca di tutta questa violenza non capisco perchè tutti i bambini della Terra debbano subire tutte queste guerre. Voi che siete signori, potreste fare qualcosa? Potreste fermare queste guerre? Io spero di sì. Vi scrivo anche per dirvi che nel mondo c'è tanta sporcizia e che c'è poca gente beneducata, che non butta carte per terra. A scuola abbiamo letto un articolo che parlava di bambini poveri che sono costretti a lavorare per prendere soldi e abbiamo parlato di tutte quelle guerre che si fanno nel mondo. Leggendo, abbiamo sentito che alcuni bambini vi avevano scritto e allora abbiamo pensato di scrivervi anche noi. Spero che quello che ho chiesto si esaudisca.

Lo spero anch'io. La guerra non lascia parole, la guerra è sempre sbagliata...

il Russo ha detto...

Non mi si parli dell'uranio impoverito che al solo sentirlo nominare mi incazzo come una biscia: il solo fatto che stiamo ancora qua a doverne dimostrare l'incidenza sulla mortalità di soldati e civili é disarmante...

l'incarcerato ha detto...

PUBBLICO IL COMMENTO DI DUCCIO DATAMI VIA E MAIL

Non ho capito esattamente il senso del tuo post. Mi spiego e cerco di farlo senza polemiche. Io sono contro le guerre, tutte, quindi anche contro quella nei balcani a cui abbiamo partecipato a fine anni '90. Dico subito che, per amor della Politica con la P maiuscola, non si possono buttare o promuovere i governi tenendo conto di un solo paramtro. Ma rispondo subito alle tue domande: certo, il governo di D'Alema è stato meglio dei governi di destra, populisti, demagocici, anti sociali, in conflitto di interessi, pieni di compromessi sugellati dal premier che ha sempre pensato ai fatti suoi. Incazziamoci pure per tutte le cose che non vanno e che non vengono svelate, ma se controlli i siti ufficiali, scoprirai che è stato il ministro Parisi del governo Prodi a correggere i dati ufficiali sui morti italiani per uranio radioattivo, che è stata la sinistra a chiedere una proproga della commissione di indagine parlamentare istituita appositamente, al fine
di accertare maggiormente la situazione, ma Alleanza Nazionale si è opposta, anche se denunciava anchessa l'insufficenza dei dati. Ti ricordo che fu il governo Berlusconi a vietare alla compagna di un militare morto in Iraq di essere presente al funerale di stato. Che è stato il govero Bush junior ad approvare le bombe al fosforo in Iraq, ad arruolare giovani disoccupati 18 enni e sbatterli in prima linea, ad ucciderci Calipari e ferire a morte la giornalista Sgrena. A depistare le inchieste su Ustica, a creare il carcere degli orrori ufficiale, Guantanamo, e quello non ufficiale, Abugraib, dove soldati americani hanno torturato per anni cittadini iracheni e sono stati condannati per questo. E in questi giorni continuano i massacri delle bombe americane sui villaggi, ospedali, scuole di villaggi afgani. Incidenti di percorso? Danni collaterali accettabili?
Come dire, a male comune rimedi diversi. I governi non sono tutti uguali. Niente affatto, ed affermare questo vuol dire rischiare di confondere la politica con l'antipolitica, i fatti dalle opinioni, aprire la strada al qualunquismo.
Attenzione quindi a ciò che diciamo, i diritti non sono negoziabili, come la verità dei fatti.
Naturalmente non c'è guerra migliore di un'altra, ma governi migliori che cercano di evitare le guerre.
http://ducciop.blog.kataweb.it/
;-) duccio

l'incarcerato ha detto...

Caro Duccio, innanzitutto ti ringrazio per il commento molto interessante.

Io purtroppo non lo condivido pienamente, anche perchè governi migliori qui in Italia che evitino le guerre ancora devono venire e sinceramente non me lo aspetto da un futuro governo Veltroni.

Potrei elencare altri danni di politica estera che fecero i governi di centro-sinitra,a causa della mancanza di scelte coraggiose. Mi viene in mente l'estradizione del povero Ocalan(recentemente l'Europa ha ammesso che non è un terrorista) oppure il caso dei due americani che fecero la strage a causa dei loro divertimenti aerei della funivia.
Purtroppo la guerra in Irach è stata altrettanto tremenda, anche lì il tasso di radioattività è altissimo e sappiamo quante stragi hanno commesso.

Non dico che i governi sono tutti uguali, ovvio che un Berlusconi è diverso di un Veltroni sia come personalità, sia per cultura, sia per eleganza politica ma purtroppo sappiamo che in questa epoca di globalizzazione i governi fanno politiche economiche quasi uguali, poiltica estera idem.

E poi, la domanda fondamentale : quale governo iniziò le prime privatizzazioni, gli inserimenti dei lavori interinali, la parità scolastica, e se pensiamo alla storia, i primi revisionismi? E infine, chi contribuì all'eliminazione delle forze critiche? Che nel bene e nel male servono per dare un senso democratico in questo Paese sempre più autoritario?

Questo non è un discorso qualunquista, per me i politici non sono tutti uguali e delinquenti come la pensa Grillo! Il problema è che non riescono ad emergere.

♥gabrybabelle♥♥ ha detto...

Do ut des,e cio' che è dato è reso è con questo pensiero che dovremmo sempre riflettere,pensare,confrontarci e infine fare i conti.ma gli uomini politici(prrrr)se ne fottono,pensano sempre che:in ogni caso,qualunque cosa succedea avanti negli anni,loro non ci saranno,senza rifletetre sul fatto che si,loro non ci saranno ma i figli,i filgi dei figli e via via ci saranno e subiranno le conseguenze delle loro azioni.[[Le colpe dei padri,ricadranno SEMPRE sui figli]]ciao testina,Gabrybabelle

alfa ha detto...

La guerra mi lascia sempre attonito, sempre incazzato. Non la capisco, non la condivido. Soprattutto perchè a rimetterci sono sempre poveri civili che stanno semplicemente cercando di vivere la propria vità, spesso già nella povertà. Che schifo. Davvero.

P.S. Scusa se vado fuori tema... volevo dirti che ii ho risposto al commento sulla manifestazione, qualora volessi continuare la discussione ;-)

Saluti!

Fiordaliso ha detto...

Vogliamo parlare di chi ha dato il via a questa serie di lavori precari e parasubordinati???
Vogliamo parlare di chi diceva che la flessibilità e la precarietà sarebbero state un bene per le aziende e soprattutto un bene per i giovani che avrebbero potuto fare esperienze formative e trovare più facilmente lavoro???!!!
Per quanto riguarda la guerra io non ne conosco una giusta e mi spaventa anche la guardia giurata davanti alla banca... E l'uranio impoverito è solo una delle vergogne di queste guerre.
Sono anni che mi si dice che bisogna appoggiare il meno peggio perchè l'altro è più pericoloso ma non mi sembra di aver ottenuto molto...
Incarcerato, mi dispiace, non ho avuto molto tempo di passare da te in questi giorni perchè, tornata da una settimana al mare, al lavoro mi aspettava una montagna di arretrato.. Eppure dice che potrebbero fare a meno di me....
a presto

Fiordaliso ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gatta bastarda ha detto...

ogni guerra fa schifo ... non si divrebbe parlare di guerre giuste nel 2008 ma siamo ancora alivello degli spartani cari miei... anzi forse loro erano più civili... togliamo il forse và!

Elia Banelli ha detto...

E' assurdo!
Un hacker ha oscurato il sito di Sabina Guzzanti.
Se la notizia trovasse conferma sarebbe l'enneismo gravissimo attacco alla libertà di espressione.

http://eliabanelli.blogspot.com/

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Infatti sono a fare comunella con il Cavaliere. Sono la stessa razza, solo che il Cavaliere è forse un filino più deciso a farsi legge su misura....

Anonimo ha detto...

interessante Duccio, qualche distinguo ci fa bene al cuore.
Malleolo.

davide ha detto...

al di là del peso sulla politica italiana, è grave la storia del Kosovo.
Ho dedicato tantissimo spazio sul mio blog,dalla parte dei serbi,per smascherare le bugie occidentali e le mire albanesi.
Come anche sull'uranio impoverito,abbiamo fatto banchetti e volantinaggio noi del pcl,la gente in gran parte era ignara di queste cose...mah!

caramella-fondente ha detto...

Io non credo all’esistenza di guerre giuste o sante.(IPOCRISIA CAPITALISTICA)
Ho anche difficoltà a credere all’esistenza di guerre inevitabili. So che, talvolta, i popoli sono stati costretti a difendere con le armi i propri diritti, ma so anche che, in questi casi, gli uomini più degni lo hanno fatto con dolore, con l’animo violato dall’orrore di dover vedere un "nemico" in un altro uomo. Chi ha salvato la vita, ha comunque perduto sonni tranquilli e notti felici...
Per quanto riguarda i politici che hai nominato sono tutte teste di ca...
Pensare che chi difende la Costituzione o io o te o altri che hanno il coraggio di esprimere il proprio dissenso all ipocrisia viene definito amorale, apolitico, volgavve e a volte qualunquista...
MAH!!!!!! Contenti loro!
Forse si accontentano del meno-peggio!!!

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good