giovedì 19 giugno 2008

Militarizzati

Ieri hanno approvato il maledetto pacchetto sicurezza, non ne hanno potuto fare a meno dicono, sembra che il popolo non aspettava altro. Ora avremmo l'esercito nelle strade, quel sempre eccitato La Russa promette che è solo un esperimento e l'esercito pattuglierà le nostre città per solo sei mesi. Scusate mi verrebbe da ridere se non fosse che io, da latitante che sono, mi dovrò nascondere tra le fogne di Roma per non essere trovato, mi verrebbe da ridere se non fosse per i poveri clandestini che si sentiranno persi per sempre, mi verrebbe da ridere se nel futuro bisognerà stare attenti a fare qualche manifestazione contro questo governo perchè magari potremmo essere definiti dei sovversivi. Mi viene da ridere nel definire questa operazione un esperimento perchè noi italiani siamo abituati a tutto, all'inizio ci indigneremo veder diventare le nostre metropoli un campo di battaglia ma poi ci rassegneremo e anche l'esercito diventerà normalità. Dopotutto ci siamo abituati a vivere con uno stipendio di merda, un lavoro precario di merda, e quindi con una conseguente vita di merda.
Noi abbiamo l'arte di arrangiarsi , e non è una prerogativa solamente napoletana.
L'esercito nelle strade non ci sarà per solo sei mesi o un anno, ci sarà perennemente; e guai paragonare queste operazioni con le altre come i vespri siciliani o quelle durante il rapimento moro perchè nei primi c'era da fare da deterrenza alla mafia(tra l'altro del tutto inutile) e l'altro c'era da ostacolare il terrorismo. Ma ora chi sono i terroristi? Oppure chi sono gli scioperanti da manganellare come fece il fascismo?

Sono di poche parole, ma da oggi non mi sento più sicuro.




18 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sei mesi... se davvero sarà così è solo una propaganda inutile.

In sei mesi non rimedi a nulla a meno che non sia un esercito stile birmania.... allora però di fatto saremmo in un regime di dittatura acclarato in tal caso.

spaccalegna ha detto...

dalle mie parti si dice "il polipo si cucina nella sua stessa acqua".
Gli isterici faranno una fine infame. La sicurezza è un sacrosanto diritto di ognuno di noi. Ma con la destra al governo.. si rischia l'abuso di potere.

la prossima tappa sarà la definizione dei siti nucleari.. prevedo grossi casini, già nessuno vuole le discariche!

PDL ma vaffanculo.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Rendiamoci conto che l'esercito è li per noi; servirà a sedare le rivolte che nel tempo potrebbero interessare questo paese sempre più malato. Servirà per svilire ogni iniziativa di critica, facendoci sentire controllati offuscando ulteriormente così, i valori democratici.Quando ci saremo abituati a questo, potremo dire definitivamente addio alla democrazia.

mariad ha detto...

impossibile stare dietro a questi!
a volte mi manca persino la voglia di un ragionamento, tanto lo trovo ovvio...

LauBel ha detto...

e hai ragione: in gioco c'è una "cosa" troppo preziosa: la libertà...

Vincenzo ha detto...

Carissimo Incarcerato ottima scelta quella dello Zulù...Luca Persico è un mito per me. Che cosa ci potevamo aspettare dalla destra al governo? Maggiore polizia, più controlli, zero tolleranza per i migranti e per tutti coloro che li appoggiano (come noi), ecc. D'alta parte i “comunisti” al governo non ci sono più e quindi chi sostiene le loro idee (come noi) viene definito solo terrorista o sovversivo o criminale a seconda di come fa più effetto e a seconda della circostanza. Se i berlusconiani o quelli di destra ti sentono dire certe cose per strada ti insultano dandoti del comunista di merda, amico degli immigrati e degli zingari, ma accadeva anche nel precedente governo Prodi. Non sono nuove cose del genere e personalmente non mi sarei potuto aspettare di peggio dalla destra italiana. Si perchè la destra nel nostro paese è inquinata da Berlusconi. Lui è l'unico Presidente del Consiglio dei paesi cosiddetti civili con diversi procedimenti penali (in ultimo corruzione) che gli pende sul collo e si sta facendo tutte le leggi per salvarsi il culo ancora una volta. E' l'anomalia più sfacciata e spudorata della destra storica italiana. Peggio di Mussolini c'è solo il boss Berlusconi. Se fossi di destra sarei anti-berlusconiano più di quanto lo sia adesso. E' una vergogna ciò che sta accadendo nell Repubblica italiana. Quello Stato che 60 anni fa è nato dalla sconfitta della monarchia e dell'oppressione borbonica. Finchè vive politicamente il peggiore n°1 d'Italia non c'è speranza cara testa di capra e tu potrai anche strapparti tutti i capelli e i peli del corpo ma niente potrà migliorare. Non è questione di retorica o di piagnucolare come degli imbecilli, è una verità oggettiva di cui prendere atto e fare di tutto per opporsi. Usare ogni mezzo civile e democratico a disposizione ovviamente...non farti venire in mente cose da falsi comunisti mi raccomando...ciao e in bocca al lupo! (Che crepi il lupo bastardo!)

articolo21 ha detto...

I militari a Roma e nelle grandi città. Il sogno dei golpisti anni settanta.

caramella-fondente ha detto...

Il moderno leninismo del Signor B, che poi è lo stesso del Signor V, gioca così: abbattendo le dinamiche di partito, giocando tutto su quelle di leadership, creando un consenso pilifero infinito, puntualmente deluso una volta messo alla prova dei fatti. Poichè questo, è fortunatamente-sfortunatamente, non lo so più, un leninismo virtuale, dove il Capo ha sempre ragione non per il Popolo, o per la Patria, ma per sè stesso
Adesso aspettiamoci anche il coprifuoco!!!

Sub ha detto...

A questo punto mancano solo i garage olimpo e i voli nel mediterraneo aperto.

Non sono ironico, purtroppo.

il Russo ha detto...

Come cantavano gli Assalti quattordici anni fa "Perchè ci si abitua a tutto, anche al fascismo...".
Quindi tutti a pronti a scendere nelle strade.......se la nazionale vince gli europei però!

giulia ha detto...

Ciao, l'ho pensato e detto ancora prima che Berlusconi stesse al potere! Il fascismo è questo, militarizzare, abolire, vietare, sopprimere, distorcere la verità!

Demian ha detto...

Ma come non ti senti più sicuro?!
Non hai capito che lo fanno per noi? Ci stanno proteggendo. Ora sicuramente non potrà più essere possibile essere presi a sprangate perché siamo vestiti da zecche, o se teniamo per mano una persona del nostro stesso sesso, o se attacchiamo volantini di idee opposte al governo.
No, non prenderemo più sprangate.
Perché le spranghe saranno sostituite dai manganelli, e perché no, dalle pistole.
Che merda di paese che abbiamo.
Ripeto, l'unica soluzione è andarsene via, e lasciarli bollire nel loro brodo.
Tristemente,
a presto.

Fra ha detto...

Tra un po requisiranno anche oro e rame per la patria e poi incolperanno i rom.
E proprio un periodo del cavolo

Andrea ha detto...

Onestamente, avendo esperienze con l'esercito posso dire che per quanto ne so sbirri e carabinieri sono invasati e stronzi oltre che arroganti e immuni da qualunque punizione, i militari o sono scazzati ed imboscati o sono seri professionisti. Temo 1000 volte di più uno sbirro che un plotone di fanti.
P.S. ultimamente ti sto commentando poco , pur rimanendo un tuo lettore assiduo, è che mi scazza la " verifica parola "..

l'incarcerato ha detto...

Hai ragione Andrea, la verifica l'ho tolta prorpio ora!

alfa ha detto...

In effetti i militari in strada servono a ben poco, a mio parere... mi sembra solo un ulteriore modo, dopo il reato di clandestinità, dopo i campi rom sgombrati, di mettere paura agli immigrati e di far sentire sicuri i fantomatici cittadini che sono in questo fantomatico allarme sicurezza, minato da cosa ancora non l'ho capito.

davide ha detto...

il controllo sulle strade per impedire qualsivoglia forma di conflitto sociale.
Il problema è che la cultura imposta della pace sociale è anche nel dna del partito di opposizione in parlamento,cambia il metodo ,ma non il merito.
Si deve cominciare dalla formazione pratica e teorica di avanguardie o pionieri chiamali come vuoi tu,che riportino la sinistra e il comunismo a livelli di scontro e conflitto sociale

elena ha detto...

@Vincenzo: scusa ma, a nome dell'associazione lupi e balene residue (che ho appena fondato...) ti pregherei di non utilizzare più frasi tipo "in bocca al lupo" o "in c..o alla balena". Siamo specie protette, noi... infatti l'esercito nelle strade, malpensanti che non siete altro, ce lo mettono per noi. Che notoriamente in strada ci facciamo vedere molto...!
Se vuoi, puoi sostituirla con "in groppa all'istrice" e l'altro risponde "con le mutande di ghisa..." o qualcosa di analogo, che se non altro non prevede la fine truculenta del povero animale in questione.
Scherzi a parte: se l'esercito fosse stato già presente nelle strade a Milano qualche giorno fa, magari quella povera ragazzina Rom (Rebecca) e tutta la sua famiglia non sarebbero stati inseguiti e malmenati per strada da due individui che si sono dileguati, coraggiosamente, all'apparire delle forze dell'ordine... già. Con l'aria che tira, temo che non li avrebbero inseguiti ma prontamente accerchiati e disarmati di cellulare - militari in primis.
Però io non voglio ancora emigrare a Cipro, anche se, come tutti, è un pensiero che mi si affaccia spesso alla mente... E' ancora ora di lottare per fare tornare ciascuno al posto che gli spetta. Sì, qualcuno anche nelle fogne! :)
Suerte.