giovedì 26 giugno 2008

Il segreto di Stato

Io dico basta, quando potremo dire veramente che la storia siamo noi? In questa Italia di trame oscure, quando prenderemo in mano le redini del nostro destino? Possibile che la recente storia italiana la deve fare un Gelli, un Andreotti o la CIA , e che addirittura sono la stessa cosa? Mi chiedo, come sia possibile che non sappiamo e forse non sapremo mai cosa c'era dietro le stragi di Stato? Una cosa che umilia tutti noi è che esista questo maledetto segreto, quello di Stato.
La strage di Ustica, Gioia Tauro, Piazza Fontana, Stazione di Bologna sono tutti maledetti segreti di Stato. Addirittura negli omicidi della Uno Bianca, quelli del mostro di Firenze, negli strani suicidi che hanno coinvolto gente che in qualche modo rientravano in tutte queste storie, esiste un velato segreto di Stato.
Quando diventeremo i protagonisti della Storia? Come possiamo sostenere quelle persone che hanno cercato e cercano di svelare questo segreto che offusca la Storia e la rende malata?
Prima li ridicolizzano, poi li minacciano, gli ammazzano la famiglia e se non basta li "suicidano" o li uccidono direttamente.

Questo scritto lo dedico innanzitutto ai cinque ragazzi anarchici appena ventenni Gianni Aricò, Angelo Casile, Franco Scordo, Luigi Lo Celso e Annelise Borth. Ragazzi che avevano scoperto cosa c'era dietro la strage di Gioia Tauro del 1970 e che sono morti stranamente in un incidente automobilistico proprio mentre portavano dei documenti scottanti a Roma.
Poi lo dedico a Falcone, Borsellino, al giudice Imposimato perchè la mafia gli aveva ucciso il fratello.
Per ultimo a De Magistris, e la Forleo alla quale molto probabilmente gli hanno ucciso i genitori, perchè così azzittiscono le persone.
E a tutti gli invisibili che lottano, perchè sono soli, non sono famosi e nessuno li sostiene.


12 commenti:

emanuela ha detto...

Mi unisco a te nel sostenere "noi invisibili".
Tanti anni fa, quando sono entrata in politica, combattevamo i segreti di stato. Oggi non è cambiato niente

Vincenzo ha detto...

Ciao Incarcerato in questi giorni ho fatto una full immersion nello studio e mi sono quasi esaurito ma finalmente ce l’ho fatta! Adesso ho un po’ di giorni di “ferie” per modo di dire. Condivido in pieno le tue domande perché sono le stesse di tutti quelli che pensano da sempre a quei maledetti segreti di Stato e che sia davvero un’enorme ed insopportabile ingiustizia continuare a nasconderli in questo modo meschino e infame. Sto preparando dei video a tal proposito e appena possibile li pubblico, sono argomenti di estremo interesse…ciao ciao

Fra ha detto...

si hai ragione tutti questi sotterfugi, intrighi l'importante e negare, nascondere, manipolare. Il brutto di tutto questo è che non finirà mai ed è un gomitolo così ingarbugliato che se ne è persa molto tempo fa la logica.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Quello che secondo me è intollerabile, è che il segreto di stato dovrebbe essere usato per salvaguardare i cittadini e non per ritorcerglielo contro. Sempre ammesso che sia giusto visto che lo stato siamo noi contribuenti.Se sapessimo, cosa c'è dietro le stragi di stato, molto probabilmente non saremmo mai arrivati a questo punto. Saremo noi la storia, quando smetteremo di avere paura della verità...

articolo21 ha detto...

Siamo con te.

Silvia ha detto...

Questo è il Paese delle mezze verità...

E il segreto di Stato serve per parare il culo a chi compie le peggiori porcherie di cui resta traccia nelle storia di questa nazione.

il Russo ha detto...

In Italia questi depistaggi, questi insabbiamenti, questi muri di gomma hanno trovato sempre terreno fertile perchè un'opinione pubblica superficiale, ignorante, egoista non ha mai saputo indignarsi come invece riusciva a fare per un torto arbitrale alla propria squadra del cuore alla domenica, 50 anni di DC e 15 di Forza italia vorranno dire qualcosa o pensate tutti che sia un caso?

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Integro il mio commento dando pienamente ragione a Russo. Purtroppo l'indifferenza e l'ignoranza della nostra gente, hanno ucciso un'altra volta quelle persone.

Anna ha detto...

Siamo voci nel deserto, in mezzo ad una massa di pecoroni che pensa solo al prorpio orticello. Gli Italiani sono questo: a nessuno interessa nulla di cose accadute anni fa, a nessuno interessa quello che questo governo sta facendo per trasformare la nostra democrazia in un regime repressivo verso i deboli e le minoranze, a favore di pochi eletti. Ma gridare è comunque utile, anche se si rischia di restare invisibili, sempre.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Aggiungerei il caso di Emanuela Orlandi... Cosa c'entra apparentemente una quindicenne come tante con scandali ed intrighi internazionali? anche su quella faccenda tante speculazioni e nessuna verità.

Franca ha detto...

In un paese civile il segreto di Stato verrebbe apposto solo quando è in gioco la sicurezza del Paese.
Da noi viene apposto quando è in gioco la "sicurezza" della classe politica...

caramella-fondente ha detto...

IL BALLO DEL POTERE....
Sembrano tutti argomenti diversi ma sono legati da un unica causa che entrambi li origina, cioè la mancata volontà autonoma dello Stato Italiano di combattere in maniera costante, determinata e decisa, la criminalità organizzata e questo a causa dei complessi intrecci che legano quest'ultima alla nostra classe politica e a tutte le altre "entità" deviate che minano alle radici la nostra democrazia...e ne svuotano di contenuto la Costituzione...
Se noi siamo teste di capra, loro cosa sono????