giovedì 15 maggio 2008

Sforzatevi a vedere...

Ci sono cose, eventi, situazioni che si notano facilmente. Altre no. Facile notare un cielo stellato, ovviamente dove è possibile. Non è facile notare lo scroscio dolce e delicato di una fontana nel cuore della notte. Non è difficile notare la bellezza dei fiori. Non è facile osservare il pistillo maturo di un fiore dove si poggia dolcemente un ape.
Vedi donna che mi leggi con quei occhioni selvaggi, ce l'ho con te. Ci sono uomini, ragazzi, che non notereste mai. Sono taciturni, apparentemente mediocri, non c'è nulla di roboante che li segnali all'opinione pubblica per qualche notorietà. Nè nell'abito, nè nel portamento, nè nei gesti clamorosi.
Sono uomini che conoscono alla perfezione l'arte della sofferenza come i poeti di una volta. Sono dei grandi giovani Werther, con i loro dolori. Si, Si quello di Goethe teste di capra. Non voltargli la spalla, donna dagli occhi selvaggi! Fai un piccolo sforzo! Questi uomini sono , in genere, fraintesi dalla società che non è più programmata a riconoscerli come guide, se non proprio osteggiati e disprezzati, tranne dai bambini, dalle persone molto malate, dagli animali, dai poeti, e dalle strade notturne che riconoscono i passi.
Pensare che tu, donna selvaggia, potresti imbatterti in uno di questi uomini e riconoscerlo in una strada affollata è difficile. E non accade quasi mai.
Ma se accade, sarebbe in grado di donarti tutto l'amore che ne hai bisogno. Come mai nessuno.

Ora parlo a te, non ti nascondere testa di capra. Inutile che ridi sotto i baffi, fratello! Tu che alla solo vista di una donna come la Ferilli o come una Naomi Chambell diventi scemo, tu per loro cambieresti fede politica. Oppure calcistica, visto che per tanti è lo stesso. Per queste donne, che fanno di tutto per mettersi in mostra e che fanno salire gli ormoni a mille, saresti disposto a tenere un santino con la faccia di Calderoli oppure di Fassino. Per queste donne partiresti in una guerra che ancora non esiste, sareste disposto addirittura a fare il Kamikaze per una causa persa.
Guarda all'aldilà delle apparenze, ci sono ragazze che sono difficili da notare. Di solito è quella che in un gruppo si trova sempre in disparte, di solito è quella che non riesce a riconoscersi nello stile di vita delle sue coetanee. Potrebbe apparire disadattata, un po asociale, forse con un espressione sempre malinconica. Vai e conoscila bene. Esplora la sua mente, il suo modo di pensare, falla sorridere se ci riesci, valorizzala. Avvolte il suo stato è dovuto da una delusione d'amore, le donne ne soffrono di più o semplicemente hanno bisogno di un vero amore, non quello superficiale che è facile trovare. Magari scoprirai che dietro quella ragazza si nasconde un'Elsa Morante, un' Alda Merini, o semplicemente una donna che sarebbe in grado di arricchirti. Perchè queste donne sono la più grande meraviglia che si possa incontrare. Più dell'alba, più del Sole, più dei tramonti.
Perchè sono le primavere a Novembre.

Ehi tu ragazza dimmi se sai
cosa può nascere anche senz' acqua,
cosa può ardere senza estinzione,
e soffre e piange senza le lacrime.
Sciocco ragazzo, cosa mi chiedi?
Senz'acqua crescere potrà una pietra,
senza estinzione brucia l'amore
e senza lacrime soffre e piange un cuore.

(canzone popolare yiddish)

21 commenti:

Andrea ha detto...

Il "kamicaze per una causa persa" è un'immagine bellissima, riferita ai sentimenti.

Fiordaliso ha detto...

Questi "occhioni selvaggi" hanno letto con piacere e curiosità quello che hai scritto...:) Non credo di essere mai stata una che si ferma alle apparenze...
Sei veramente un personaggio misterioso e riesci a spiazzarmi ogni volta che leggo qualcosa scritto da te. Hai tu età indefinita e un aspetto indefinito... La curiosità mi consuma

stella ha detto...

Hai centrato il bersaglio !C'è chi "appare" e chi "è ".Occorre saper distinguere!!

Alzata con pugno ha detto...

Hem...ora, non so se ho gli occhi selvaggi (magari!) però ho avuto, accidenti, lo spirito da crocerossina. Il problema è che i giovani Werter s'appiccicano, e quando la storia finisce è difficilissimo che ti lascino in pace. E sono stata una di quelle che stanno in disparte, e poi però ho smesso, perchè il mio non essere come le altri ho cominciato a vederlo come un valore. E ho trovato un uomo sensibile, per niente appariscente ma che non fa la vittima, che amo, e che mi ama.
Niente eccessi, per favore :)

bradipa ribelle ha detto...

stupendo quello che hai scritto...

siamo talmente abituati a guardare l'apparenza, che volutamente ci dimentichiamo di andare a scovare la vera essenza delle persone... quello che non si vede...

"non si vede che con il vuore, l'essenziale è invisibile agli occhi..." ma noi siamo così abituati agli occhi...

chiara ha detto...

molto bella come riflessione... :-) penso di essere una di quelle persone che individua i ragazzi preziosi...sennò non avrei scelto il mio! :-)

Fra ha detto...

Se dovessi definirmi direi che sono un estroversa malinconica che per natura è attratta da quelle persone un po' silenziose, che se ne stanno in disparte con le mani in tasca appoggiati al muro e sembra che vivano tutto da lontano.
Ho avuto la fortuna di saper ascoltare e vedere al momento giusto , sono quasi sette anni che ogni giorno scopriamo qualcosa di nuovo l'uno dell'altro ed è bellissimo.
Ringrazio la mia stella per avermi dato la possibilità di conoscere una persona così grande.
Oggi sono sdolcinata ma è colpa del tuo post ;)
Un saluto Fra

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Bellissime parole. Riconciliano ogni persona con la propria umanità, il proprio bisogno d' amore, l'eterno desiderio di sentirsi accettati. In una società superficiale, e desiderosa di apparire, ci dimentichiamo che il sale della vita viene dal cuore. Inseguendo miti e stereotipi, siamo pressochè incapaci di immergerci nell'umiltà. Quella stessa umiltà, che dovrebbe riuscire a farci guardare gli altri come sono, e non come le nostre paure o insicurezze li vorrebbero.

Polpetta ha detto...

Gia'....sforzatevi a vedere....
Perchè la maggior parte delle volte guardiamo solamente,forse per superficialità o aridità, o forse piu' semplicemente per comodita'.....
Non bisogna solo vivere ma emozionarsi vivendo,solo cosi riscopriamo quanto è meravigliosa la semplicita'.

Anonimo ha detto...

"Perchè sono le primavere a Novembre."

che non esiste. sono stanco delle tue parole. dici di essere carcerato, credi di conoscere come va il mondo.
tutto queste cose che senti, non esistono veramente, anche quando sei un pub dallo stile irlandese.. quel posto non esiste...
esiste la vita, la mediocrità, la bellezza, i sentimenti, e i tuoi sentimenti non sono migliori di uno che lotta per una causa persa, come me.

NADIA ha detto...

Bello sai!!! Oggi mi hai stupito...con delicatezza e decisione hai espresso concetti chiari e veri, siamo legati ormai solo all'apparire...fichi si nasce e ci si diventa ormai......anche se a me la persona un pò in disparte e strana mi ha sempre attirato molto.......sono 21 anni che stiamo insieme.... niente male!!!!
un abbraccio!!!!!

il Russo ha detto...

Hai conquistato tutte le blogger che passavano di qua: sei un ruffiano vecchio incarcerato.. AH AH AH!

Anna ha detto...

Quello che hai scritto è ciò che dico sempre ai miei nipoti: non fermatevi alle apparenze, andate oltre,scavate, potreste trovare dei tesori. A me poi i belli sono stati sempre antipatici, parto con dei preconcetti nei loro confronti. Raramente sono stati smentiti questi preconcetti.

♥gabrybabelle♥♥ ha detto...

il tuo post è bellissimo e tu sai cme la penso,ma per un avolta rimango in tema di comemnto...
Gabriellinaaaa,hai ma tu come fai a sapere che cosi mi chiama la mia mamy??certo è legato a tempi antichi ma ogni tanto ancora gli capita(quando fa le fusa come i gatti...hi.hi.hi.)da cio my siter tiro fuori Lella lellina,che io aborrrrro,preferisco gabry,ma sentire Gabriellina mi ricorda cose piacevoli ,-);-)
ciao testina di vitello..o
gabrybabelle

Giuseppina ha detto...

Mi piacerebbe notare lo scroscio dolce e delicato di una fontana nel cuore della notte, insieme ad un uomo ... E raccontarci ... Ma i sogni non sempre si avverano ... Nessuno ha più la voglia ed il tempo di guardare dentro ed oltre quegli occhioni selvaggi, ma sempre più si trovano Lupi mannari di sentimenti e sempre più si guarda all'uomo con superficialità. Buona giornata

Vincenzo ha detto...

Bello spunto di riflessione Incarcerato nostro! Ogni volta scopro altri lati straordinari del tuo essere…ma forse ognuno di noi può esserlo…ciao testa di capra!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Non è mai stato l'apparire che mi colpisce in una donna ma altri particolari che arrivano alla testa ed al cuore. Concordo nell'insieme con il tuo post.

Concordo però con Alzata con pugno. Credo che ci siano donne e uomini che sono speciali senza essere sempre nascosti e senza però voler essere banalmente appariscenti ( le prime) e pieni di sè ( i secondi).

Ci sono... devono solo trovarsi.

Dama Verde ha detto...

Anche stavolta non posso fare a meno di ammirare quanto scrivi e di sentirmi coinvolta.
Sei un grande!

caramella-fondente ha detto...

Sono Uomini e Donne Vere, ma per saperle riconoscere bisogna saper vedere con l anima, occorre baciare l Anima e non è da tutti...

scrittrice75 ha detto...

io posso dire che come donna non mi fermo alle apparenze.. non guardo solo l'involucro esteriore.. per me ci sono cose che in un uomo mi devono colpire,, e non è l'aspetto fisico. Non dico che non debba piacermi fisicamente un uomo ma non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace

Donna Cannone ha detto...

Che post romantico, Incarcerato.
Hai trovato davvero delle belle parole - per cogliere i petali della diversità.

Speriamo il vento li porti dove più han bisogno di arrivare