lunedì 26 maggio 2008

Nel nome del padre

Ho sempre pensato che non è una regola che il figlio di un boss, di un delinquente o semplicemente di un uomo di potere, segua le orme del padre. Penso ai figli di famiglie mafiose che hanno sofferto come dei cani perchè non hanno voluto seguire il loro esempio, primo fra tutti un ragazzo come Peppino Impastato che aveva uno zio come Badalamenti.

E allora mi sono chiesto, ad esempio, di che pasta fosse fatto il figlio di Gelli. Mi sono commosso, care teste di capra. No, non sto fingendo! Perchè siete sempre così diffidenti? Possibile che dovete vedere il marciume in ogni angolo? Possibile che non vi fidate più di nessuno?
Mi sono commosso perchè Raffaele, il figlio di Gelli, ha un seggio all' ONU e fa parte di un organizzazione non governativa. Quella che si occupa dell'ambiente e che aiuta i paesi del terzo mondo. Un uomo di cuore Raffaele Gelli, pensate che si sta preoccupando di far costruire un impianto di acqua potabile per la popolazione del Kenya, e credetemi è una cosa che gli fa onore. Non è mica come il padre che si preoccupava dei Paesi , ad esempio sudamericani, solo per far instaurare dittature feroci di destra come quella di Videla e Massera! Mica è come il padre che si preoccupava di instaurare la strategia della tensione in Italia, per poter fermare la "minaccia comunista"!
Vero, a Raffaele Gelli non gli interessa tutto questo.

Purtroppo la mia commozione si è trasformata in delusione quando ho appreso chi fosse in realtà il figlio di Gelli.
Vi ricordate le porcherie di Vittorio Emanuele di Savoia? Ovviamente questo uomo iscritto alla P2 è ancora una volta libero, ancora l'ha passata franca! E poi noi pretendiamo la certezza della pena per i reati minori, mentre questi balordi nonostante uccidono le persone, nonostante fanno traffici schifosi, se ne stanno liberi a godere la loro meravigliosa vita!
In un intercettazione telefonica passata inosservata, Vittorio Emanuele parlava con una persona di traffici di medicinali scaduti verso i Paesi Africani. E questa persona era Raffaele Gelli, l'uomo dell' ONU.
Non si capisce per quale motivo non sono state fatte le indagini verso questa persona, non si capisce perchè non si è dato peso su questi traffici criminali.
Eppure scopro che Raffaele non è la prima volta che si dà a traffici strani. Ad aprile di due anni fa il pm barese Lorenzo Lorario lo iscrive nel registro degli indagati per contrabbando internazionale di sigarette con il Montenegro. Un’accusa che si perde poi nel porto delle nebbie. Il nome di Raffaello Gelli era rimbalzato anche tra le pagine del libro di Charles Duchaine, ex giudice istruttore nel Principato di Monaco (poi dislocato in alta Corsica, a Bastia, perché accusato di “lesa maestà”). Nel corso di un’inchiesta sul “blanchiment” dei capitali, Duchaine si era imbattuto in una nota riservata della Procura di Asti nella quale si spiegava che Daniel Ducruet – all’epoca marito della principessa Stephanie di Monaco – aveva creato un consorzio denominato Segetra, nel quale era presente anche Raffaello Gelli. L’inchiesta adombrava l’ipotesi che il consorzio fosse dedito al riciclaggio di capitali della mafia russa.

Insomma una bella persona, e se poi aggiungiamo che aveva avuto anche a che fare con il caso Telecom, visto che era amico di Cipriani (l'uomo spia), la delusione si trasforma in rabbia. Una rabbia perchè le trame occulte non si arrestano, e sono addirittura continuate dai figli dei figli. Quasi come se fosse un potere aristocratico dove tramandi l'eredità di padre in figlio.

Ma l'eredità continua, ora c'è anche il nipote Decio Gelli. "Adorabile" e "venerabile" persona anche lui.

E voi teste di capra? Siete i figli di chi?

32 commenti:

NADIA ha detto...

hola io sono figlia di un povero artigiano, .......e figlia di una casalinga che prende la reversabilità come pensione di circa 580 euro mensili, e paga circa 380 euro di affitto.........
sono fiera di aver avuto un padre operaio prima e piccolo artigiano dopo...... cammino a testa alta per ciò che mi ha insegnato e sono e sarò sempre fiera di lui.......
spero che gli altri possano dire altrettanto......................
Hasta sempre!!!!!!

gardiniablue ha detto...

Dalla notte dei tempi: homo homini lupus.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Io sono figlio di un operaio, che si è sempre guadagnato da vivere onestamente. Nonostante provenga da una famiglia non benestante, sono contento di aver fatto quel tipo di esperienze senza le quali, non sarei l' uomo che sono. Vale a dire, una persona che ha imparato a riflettere le cose guardandosi nel profondo e crede, ad altri valori oltre che hai soldi. Anzi, i soldi sono la rovina dell' uomo. Per dei fogli di carta, sacrifichiamo affetti e la nostra stessa vita.

Alzata con pugno ha detto...

Figlia di mio padre che ha fatto il geometra contabile nelle imprese di costruzione delle autostrade, e che quando trovava che c'era qualcosa di "strano" lo diceva a chi di dovere. Se non lo avesse fatto adesso avrebbe tutt'altra posizione, ma è rispettato ed è passato alla direzione lavori. Dopo 35 anni di lavoro. Normale carriera di un bravo geometra contabile: evidentemente erano pesci piccoli. E lui può camminare a testa alta, e anche io. Non è un eroe, è solo un uomo pulito.
Gelli...beh, con un padre simile che t'aspetti? L'acqua poi è importantissima per ricattare i governi in certe zone, mica scemo!

Fiordaliso ha detto...

Mio padre lavorava in banca (ma non faceva il banchiere!!!), ora è in pensione. Mio padre è pieno di difetti, come me. Una famiglia normale. Se ci vivessi ancora insieme credo che l'avrei strozzato in un raptus di follia ma fortunatamente ho la mia casetta, il mio amore, la mia vita e quando lo vedo lui è solo il mio papone. Ringrazio sempre mio padre e mia madre perchè mi hanno resa così come sono.
E magari anche Raffaele Gelli ringrazia suo padre per averlo fatto così scaltro e furbo e avergli insegnato i segreti del mestiere...

Saretta ha detto...

figlia di nessuno per la società di oggi.

POLPETTA ha detto...

Penso che siano pochi i figli che si ribellino alla disonestà, dopo che nelle loro case viene vista come normalita'.
Mio padre la persona piu umile che conosca, senza una lira ma ricco di generosita'.
Mio padre è mio padre se potessi gli darei 10 anni della mia vita.

davide ha detto...

io ?Di un'operaia e un impiegato.
Guarda appeno ho letto che lavora con L'Onu,ho subito capito che si trattava di una persona discutibile!
Mi rimane invece in mente, Edoardo Agnelli.Morto suicida e ispirato da un modello avverso rispetto a a quella della famiglia

bradipa ribelle ha detto...

sono figlia di un ferroviere e di un'infermiera... e devo dire che se non avessi avuto i genitori che ho, forse non sarei mai diventata quello che sono... devo dire che davvero mi hanno insegnato molto...

forse anche il figlio di gelli è contento del padre, perchè gli ha insegnato molto....

Nicole ha detto...

nel nome del padre mafioso, del figlio mafioso, e dello spirito mafioso...

scrittrice75 ha detto...

io sono figlia di un'operaio ed una casalinga,, certo che essere figlio di pinco o pallino può cambiarti la vita,, ciao da angela

sph ha detto...

questa è la cosa più bella che finora hai scritto.
grazie

Silvia ha detto...

Sono figlia di casalinga e impiegato dell'Ama, mio fratello impiegato in una ditta di informatica: persone oneste, lavoratrici, umili e di sani principi... Non avrei potuto chiedere di meglio! Ché sono questi i valori che contano e io ne vado assolutamente fiera!!!

"Una rabbia perchè le trame occulte non si arrestano, e sono addirittura continuate dai figli dei figli. Quasi come se fosse un potere aristocratico dove tramandi l'eredità di padre in figlio", come nelle migliori tradizioni, giusto??!!! No, le trame occulte difficilmente si arrestano: fanno troppo comodo ai criminali per natura e vocazione... specie laddove il terreno è spianato da un'esperianza vecchia di generazioni... E' triste, è deludente, è disgustoso questo sistema...

Vincenzo ha detto...

Caro Incarcerato ed io che mi credevo davvero che il figlio di Gelli fosse una brava persona. Però come appunto hai fatto notare nel post la storia ci insegna che non sempre chi è figlio di qualche pezzo grosso debba essere necessariamente una persona di malaffare. Giusto. Però in genere il proverbio non mente “tale padre tale figlio”….

NADIA ha detto...

hola e tu incarcerato se è lecito di chi sei figlio??????????????
hasta siempre!!!!!!!!!!!!

nespolina ha detto...

ma scusa Peppino Impastato anzitutto aveva un padre mafioso...Luigi Impastato...
Tano Badalamenti non penso fosse lo zio...cioè lo chiamavano "zio" Tano ma non era lo zio di Peppino, o sbaglio?

Vincenzo ha detto...

Incarcerato carissimo ti ringrazio di cuore per avermi avvisato tempestivamente dello slittamento della data e ti ringrazio per aver sottolineato l’importanza della diffusione di una cultura antirazzista. Il problema sai qual è? Che la società in cui viviamo è piena di questa gente che ci fa orrore. E il bello è che sembriamo noi a sembrare strani, ma sono fiero di poter condurre una vita dignitosa e di sbandierare le mie lotte senza alcun timore. Vaffanculo ai razzisti…bye bye

Donna Cannone ha detto...

Ciao. A proposito di padri, sentito il baldo siculo che ha attaccato il figlio gay?
Esempio scintillante, eh?

l'incarcerato ha detto...

Hai ragione Nespolina, il padre di Peppino era un affiliato al clan di Badalamenti. Chiedo scusa per la confusione, ma la sostanza del discorso non cambia. ;)

Anna ha detto...

Figlia di professori,mio padre era un vero intelletuale,io molto diversa da loro: conservatori,borghesi,inquadrati.
Comunque persone per bene che mi hanno inculcato il valore dell'onestà intellettuale e comportamentale.

P.S. Ho rettificato il post sulla manifestazione pro Rom

il Russo ha detto...

Io sono figlio di un ex bidello ora in pensione e di un'impiegata anch'essa in pensione.
Però i miei erano e sono ancor oggi ricchissimi: mio padre a 72 anni va tutte le settimane a sentire letture di Dante e la mia mamma a quasi 70 adora prendere, partire e girare con o senza quella palla al piede del mio babbo.
Grazie al cielo io ho ereditato se non tutto almeno buona parte della loro immensa fortuna, non traffico in medicinali scaduti ma ho ancora la curiosità di un bambino e questa ricchezza la devo a loro.

Demian ha detto...

Io figlio di padre e madre che hanno fatto errori, e io cerco di non ripeterli.
Comunque, testa di capra ci sarai tu.
;)

♥gabrybabelle♥♥ ha detto...

be genitori poco presenti nell'infazia(l'ho scritto da qualche parte,hanno preferito x me e le mie sorelle che a preoccuparsi di noi fossero i clericali x cio che concerneva l' educazione,loro artisti e impegnati (ingegnere mancato ma molto praticanete e lei pofessoressa finita al direttivo in regione ma molto artista e brava)quindi se è vero che le colpe dei padri cadono sui figli io sono "salita su" ribelle,molto ribelle,tanto che anche le suore alla fine desisttettero ,e poi con il liceo via,fuga da N.Y.Forse(ma solo forse) col senno di poi rifarei tutto ma con piu tempo,con calma,ma si sa la gioventu' ha la fregola addosso.Mi rimane un grande amore per l'arte in tutte le sue sfaccettature,la cultura ma di certo NON il loro pensiero politico che per fortuna condivido con alcuni dei miei fratelli NON tutti purtroppo,ma tantè se la viè certo che un Gelli cosi fa il Paio com Poggiolini di cui cotanto padre era amico,amicone!!ceffi da galera?ma no,brave persone ehhhhhhhh..se avessi avuto per le mani il Poggiolini so cosa gli avrei fatto(ricordi?il RAS dei medicinali e dello scandalo sul sangue infetto di epatite,x cui grazie a lui molti emofiliaci si aggravarono e morirono,talune famiglie dopo tantissimi anni aspettano ancora i rimborsi)
Di sicuro una bella trafusione glie la avrei fatta a MODO MIO
be meglio lasciar stare va la,io PREDICO SEMPRE LA PACE E LA FRATELLANZA,ma certi ricordi mi fan venire una rabbia.E' propio vero che questo è il paese del bengodi.
sgrunt!Gabrybabelle

lafatadelmare ha detto...

Io sono figlia della Giustizia e non ne posso più di vedere le galere pieni di rubagalline e i delinquenti "grossi" andare in giro indisturbati...ciao...

Anonimo ha detto...

http://blog.libero.it/BambinidiserieB Altrimenti prova con questo. Ciao

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Purtroppo nè di Gelli e neanche di Berlusconi altrimenti avrei già un editore importante o anzi meglio me lo sarei comprato....

Scusa questo sfogo amaro. Non ti abbattere, ci sono nella vita esempi di persone che ce la fanno e che operano per il bene e sono pulite.

Ci sono, davvero.

caramella-fondente ha detto...

Io sono figlia di una sarta e di un carrozziere...forse per questo mi è rimasta una dignità e l orgoglio di essere "sana"...davvero non sapevo nulla di Raffaele Gelli, come sempre i giornalisti e i media sono bravissimi e geniali nell occultare tutto...ma mi hai dato un occasione per navigare un po in internet...

caramella-fondente ha detto...

“Mio padre, la mia famiglia, il mio paese! Io voglio fottermene! Io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda! Io voglio urlare che mio padre è un leccaculo! Noi ci dobbiamo ribellare. Prima che sia troppo tardi! Prima di abituarci alle loro facce! Prima di non accorgerci più di niente!” (Peppino Impastato)

Liby ha detto...

@ Incarcerato

scusa per l'OT ... Dama tutto OK!! .. ha chiuso per scelta personale ... disgusto su quanto sta accadendo intorno a noi

Liby

l'incarcerato ha detto...

Grazie liby, senza ipocrisia ma ero veramente preoccupato. Non la conosco, ma leggendo quello che scriveva sul blog dimostra di essere una donna sensibile e veramente di cultura. E inevitabilmente rimane disgustata di tutto quello che sta succedendo, stiamo perdendo la ragione, il buon senso. Stiamo diventando egoisti, abbiamo abbandonato il senso della collettività, siamo diventati delle bestie.

Io spero che Dama ritorni, non è inutile quello che fa, non proprio adesso che spero che tutti noi, invisibili, riemergeremo! Tutti insieme.

Liby ha detto...

Ciao Incarcerato ... veramente anche io ero preoccupato, altro che ipocrisia, anche io spero ritorni, di persone come lei abbiamo tutti bisogno

Liby

Fra ha detto...

uffi non riesco a postare ;)
cmq io sono figlia di due ambulanti e nipote di due agricoltori e sono molto orgogliosa. Cmq grazie per avermi illuminato su tal signore, anche se devo ammettere che un pò me l'aspettavo partivo prevenuta.
Saluti fra