sabato 31 maggio 2008

Ho fatto un sogno

All'improvviso mi svegliai perchè avvertivo un'angoscia inquietante,mi ero subito lavato, vestito di fretta ed ero uscito fuori...La mia città, Roma, era stranamente vuota, silenzio assoluto, poca gente camminava lungo il marciapiede, l'incredibile è che fino a ieri i negozi erano affollati di gente, mi meravigliai perchè la poca gente che c'era era tutta italiana, pochi giovani e tanti anziani...La cosa strana era che, al palazzo di fronte al mio, non sentivo più il martellare dei pneumatici, l'impalcatura era vuota, c'era solo un muratore che imprecava...ed era l'unico italiano che ci lavorava. Mi era sorto un dubbio: "Possibile che non c'è nessun straniero?", trovai la conferma quando cercai di contattare una mia amica sudamericana tramite il cellulare: era sparita! Sudavo a freddo, gelavo di sconforto. I marocchini che di solito vendevano i cd e le borse erano incredibilmente scomparsi, presi la metro per andare al centro e, sul treno, cercavo inutilmente quei musicisti gitani che con la loro musica mi potevano tirare su di morale, niente! Sceso dalla metro mi imbattei in una manifestazione di estrema destra che suonavano a festa; per la rabbia mi era presa la fame, ma l'egiziano che faceva la pizza in maniera deliziosa non c'era più: sparito anche lui! All'edicola c'era il titolo del manifesto:"Disastro economico in italia,mancano gli stranieri", la Padania invece intitolava:"Finalmente solo italiani"...il terrore mi persuase, si alternavano tramite la radio notizie del tipo:"Centinaia di fabbriche chiudono per mancanza di manodopera", il mio pensiero andava agli imprenditori leghisti che di notte facevano le fiaccolate contro gli extracominitari, e di giorno li facevano lavorare come schiavi. "Agricoltura in crisi,poca produzione" "Non ci sono più soldi per pagare le pensioni" "Berlusconi vende il Milan a prezzo stracciato, ma perchè non ci sono più i giocatori stranieri per la sua squadra" "Licenziati centinaia di insegnanti, aule vuote". Notizie che sembravano bollettini di guerra, qualcuno aveva azzardato a dire:"Si ma almeno non c'è più la delinquenza", ma non aveva fatto in tempo a formulare la frase che alcuni gruppi di persone avevano organizzato bande per rapinare quel poco che era rimasto. Rischiavo veramente di impazzire care teste di capra. Ritornai a casa, e dall'appartamento affianco al mio sentivo piangere una signora con disperazione, poi mi ricordai che era quella signora anziana non autosufficiente che le faceva da badante una polacca, e ovviamente era rimasta sola!


Mi sveglio di soprassalto e mi accorgo che è stato tutto un sogno. Non voglio rimanere da solo.

22 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Mi dispiacerebbe per gli amici stranieri, ma forse, sarebbe giusto per questi italiani di cacca. Come ben sai, io sono del "ricco nord". Tanto ricco di ignoranza quanto di sottomissione ai datori di lavoro, ritenuti l'unica risorsa da preservare. Il dio a cui dare il culo per avere un lavoro decente. Quelli bravi, quelli che non hanno mai colpe perchè:" ti danno il lavoro". Gli stranieri invece li trovi al parco seduti sulle panchine. Poi, ti informi, e scopri che l' ambasciata polacca sta cercando connazionali scomparsi nelle campagne pugliesi, una donna sempre in Puglia, è stata costretta a lavorare nei campi all'ottavo mese di gravidanza, e ha perso il bambino, muoiono sempre il primo giorno di lavoro, forse perchè prima lavoravano in nero. Ecco l'Italia: per avere il posto fisso devi morire. Se poi sei straniero, hai diritto a dorminere in un capannone e magari con qualche legnata ogni tanto per aumentare il sonno.

NADIA ha detto...

sveglia cherido è stato solo un sogno!!!!!!
asta siempre!!!!!!!

mariad ha detto...

bè, cerca di mangiare più leggero la sera
:)))

bradipa ribelle ha detto...

sai incarcerato anche io ho avuto un incubo simile, che i sogni della lega possano diventare realtà e che possa davvero succedere quello che hai scritto... l'immigrato è comodo solo quando fa lo schiavo, al di là di quello non ha diritti e non è considerata una persona...

se pensiamo che adesso la clandestinità diventerà un reato...

quando mai capiremo che la differenza è una risorsa e non una minaccia?

scrittrice75 ha detto...

beh un bel quadro della situazione.. sicuramente gli stranieri servono... bisogna mandare via solo quelli che delinquono. un saluto da angela

spaccalegna ha detto...

Ad esempio, in Israele gli ortodossi ebrei arrivano anche a sputarti se non sei uno di loro. Ho letto in giro che sul documento di identità registrano se sei di religione ebrea, e ciò è un vantaggio nel mondo del lavoro. Questi sono gli effetti del nazionalismo esaperato. Alcuni si rifiutano di accettare la realtà, ovvero che siamo destinati alla multietnicità, una società aperta e globalizzata, dove l'identità culturale è un valore, motivo di rispetto e di tolleranza. nessuno è migliore di nessuno, stiamo tutti sulla stessa barca, conviene aiutarsi e essere riconoscenti e fare funzionare di più la testa che abbiamo sulle spalle.. e non quella che ci penzola tra le gambe..
ciao!
e grazie per la visita sul ilballodisanvito.com
insisto, insisto.. sei un pesce bello grosso, una bella penna e una bella testa!!!! e come te tanti altri che ti leggono (ultima frase aggiunta per non farti montare troppo la testa.. di capra!!!!! hehe)

Silvia ha detto...

Beh, sarebbe il tracollo dell'Italia uno scenario del genere. E per quei quattro sottosviluppati che inneggiano ai raid/ronde/manifestazioni razziste e pacchetti "sicurezza" sarebbe la realizzazione di un sogno! Bella roba: io glielo farei provare, a quella gente, tale scenario... non fosse altro per gustarmeli nel caos che loro stessi hanno contribuito ad instaurare! Certo, tutti bravi a fare i razzisti e ad additare gli stranieri come il SOLO male del Paese... ma, poi, come sono bravi ad impiegare i suddetti stranieri per tutti i lavori umili/sottopagati/in nero che arricchiscono così bene le tasche dei suddetti porci razzisti...

Sai la cosa peggiore? Che questo tuo sogno, se continuiamo così, si avvererà presto... e allora sarà un incubo. Un vero incubo.

La Donna Cannone ha detto...

Ciao Incarcerato.
Sembra uno dei vecchi sogni che faceva Paolo Rossi, ti ricordi?
Come va da sveglio?

luisa ha detto...

Ciao, ottimo scritto! Siamo entrati nell'era della dittatura, ed è spaventoso lo scenario che ci aspetta, sono appena all'inizio! Immagnino un italia senza straniera, lo scambio culturale, la manodopera............solo le persone che violentano e che abusano di questo paese, si è giusto allontanargli ma non come fossero peste, con rispetto comunque! Un ciao e grazie per la tua sensibilità!

luisa ha detto...

Se la badante polacca avesse avuto il permesso di lavoro e la fedina penale pilita la vecchietta
l' avrebbe ancora al suo fianco, a me più volte è stato richiesto il certificato carichi pendenti e sono Italiana, quindi cerchiamo di dare il giusto valore alle parole, anche Jak Folla a volte non mi è piaciuto!

davide ha detto...

ma se mandiamo via i delinquenti stranieri,perchè tenere quelli italiani?Si potrebbe sbarcarli tutti in albania dove apriremo le centrali nucleari..e poi delinquente chi?Visto che in galera più della metà aspettano il processo,quindi molti sono pure innocenti e intanto rimangono in cella.Bella questa italia di giustizialisti,bella davvero!

Noternicola Sante..Mi sa che ci scrivo un post,prima devo superare la chiusura di rock fm,radio libera e indipendente uccisa dal mercato capitalista!

Tuya ha detto...

sai ben sarebbe una giusta punizione... ovviamente in quel caso mi accoderò all'esodo ;)
Sai noi ciociari abbiamo conservate sempre le valigie di cartone dei nonni.

il Russo ha detto...

Sai che ti dico incarcerato? Mi piacerebbe proprio andasse così, sono d'accordo con schiavi o liberi.
Inizierei con tutti gli extracomunitari, poi con gli stranieri, poi qua al nord con tutti i meridionali e figli di meridionali, quando poi sta massa di coglioni razzisti restasse sola (ma togliendo molti meridionali di 2°generazione qua al nord già un pò di razzisti li avremmo esclusi, buffa la storia quando si dimentica eh?)io me ne starei lì in mezzo al tuo sogno a ridere come un animale alla faccia dei coglioni rimasti.

lafatadelmare ha detto...

L'ho pensato spesso anch'io che gli italiani si meriterebbero che tutti gli stranieri se ne andassero, vorrei vederli di nuovo piegati in due a lavorare dentro le serre per far crescere pomodori e fagioli, vorrei vederli fare le pulizie e badare ai loro vecchi...siamo un popolo vergognosamente assurdo...ciao...

l'incarcerato ha detto...

Cara Luisa, cosa vuol dire quello che hai detto? Che la badante di solito ha la fedina penale sporca? E il permesso di soggiorno? La conosci la Bossi-Fini? Perfino il ministro degli interni Maroni dice che vuole trovare una soluzione per le badanti non in regola, e tu mi vieni a dire che dovrei trovare un giusto valore alle parole quando anche ad un leghista xenofobo e razzista gli viene qualche scrupolo?

Caro spaccalegna, non mi monto la testa(di capra), non ti preoccupare ;)! E poi, credimi, qui ci sono persone che scrivono molto meglio di me!

Ti prometto che appena trovo un po di tempo, scriverò sul vostro blog collettivo! Ma poi il ballo di San Vito mi ricorda la canzone del grande Caposela! Un bel ballo liberatorio dovremmo farlo tutti prima o poi!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Difficile che succeda. Piuttosto il rischio è che invece vengano sempre più sfruttati o che si scateni una fase di grave tensione sociale come in Francia.

articolo21 ha detto...

E la peppa che sogno... svegliate aò :)

Alzata con pugno ha detto...

Fortunatamente è molto difficile che succeda una cosa simile (siamo in Europa, siamo in Europa!!!!!), però il racconto mi piace, perchè non lo mandi a seriallicker per farlo pubblicare su ilmattinodopo.blogspot.com? ciau

♥gabrybabelle♥♥ ha detto...

Che vuoi incarcerato ma questo non è mica un sogno o meglio ogni volta che ho sentito un leghista ,ma tranquillamente pacatamente anche i fascisti di ultima tacca gridare i loro slogan mi sono detta "ebbne,signori stranieri dategli una lezione"lavoro in Europa ce nè,fate come dite spesso quando vi intervistano[sono di passaggio voglio adare in Germani etc etc]insomma fate si che i leghisti rimangano fregati e tuti quelli che la pensano come loro.Troppe volte ho sentito dire [[qui nel nord est che se se ne vanno gli operai immigrati ,la maggior parte delle fabbriche vano a gambe all'aria]](visto che pochi italiani vogliono fare il loro lavoro)quindi se si mettessero tutti d'ccordo(una utopia) sai quanti pianti ,ovvio che quoto in pieno il commento di "schiavi o liberi"mentre a luisa(la seconda)dico che è vero che in alcuni lavori chiedono la fedina penale è ovvio,sono "certi lavori"se vuoi fare il polizziotto(in teoria ,perchè ricordo bene certi fatti...)DEVI presentare il certificato penale e come il poliziotto cosi tanti altri lavori,ma questo che vuol dire?
ciao testina di vitello ,e dormi la notte o meglio fai altro di piu pregnante...capisci a me!!
gabrybabelle :-)

Fiordaliso ha detto...

Non succederà perchè certi processi non possono essere gestiti come pensano loro. Innanzi tutto siamo in Europa, per fortuna, e poi se mi mandano via il mio amico kebabbaro mi incateno alle ruote dell'aereo!!! Venite con me?

Adriana ha detto...

Lette le dichiarazioni di Mahmud Ahmadinejad mi domando se spenderai due parole contro questo inno alla violenza, contro la quale quale urli il tuo dissenso. Vorrei capire se il tuo è un principio universale, o se è da applicare solo alla nazionalità di alcune persone e non ad altre. Saluti.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Quello che dice Mahmud Ahmadinejad, non è condivisibile nei modi, ma nei fatti, chi si indigna per il lento sterminio del popolo palestinese che si è visto occupare la sua terra? Indignamoci difronte a quelle parole ricordando però, da quale causa nascono. I nostri politici fanno pena! Non gli stringono la mano perchè è un dittatore, e poi la stringono a persone, anche peggiori, sotto le quali scelte aleggia sempre il profumo della morte.