sabato 5 aprile 2008

La paura (- 11 GIORNI ALL'EVASIONE)

Quando ti svegli la mattina e hai paura di affrontare la giornata. Quando hai paura di perdere il lavoro a cinquantanni. Quando hai paura di essere sgridato dal genitore, dall'insegnante, da un tuo superiore. Quando hai paura del veloce passar degli anni. Quando hai paura del buio. Quando hai paura del giorno e tutti ti guardano. Quando hai paura di essere ridicolo. Quando hai paura di non poter superare un ostacolo. Quando hai paura di sognare. Quando hai paura di non saper parlar bene. Quando hai paura di trovare difficoltà ad amare. Quando hai paura di ricominciare a bere. Quando hai paura di parlare con una ragazza. Quando hai paura di vederti troppo grassa. Quando hai paura di guardarti allo specchio. Quando hai paura di essere te stesso. Quando hai paura di perdere la poltrona. Quando hai paura del troppo progresso. Quando hai paura di essere scavalcato da un'altra persona. Quando hai paura di essere di essere sterile. Quando hai paura di amare lo stesso tuo sesso. Quando hai paura di non voler più vivere. Quando hai paura di chi ti dice se non ci sei fa lo stesso. Quando hai paura di non poter più vedere. Quando hai paura di un ennesimo fallimento. Quando hai paura di non essere più creduto. Quando hai paura di aver una vita troppo dura. Quando hai paura di essere per sempre mantenuto.
Ma soprattutto quando hai paura di aver paura.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Ci vuole un pò si sana autostima e la paura scompare...
francyxxxx

Anna ha detto...

Parli di paura esistenziale che a me piace vedere come un sentimento positivo di autodifesa e di stimolo.

Meno 11,bene, fammi un fischio se servono altre lenzuola e se la lima si fosse spuntata.

alicesu ha detto...

jack FOlla?

Tuya ha detto...

e chi non ha paura? Se non hai paura non sei vivo....

Ele ha detto...

Paura...chi non l'ha??fa parte di ognuno di noi, se non la provassimo non saremo vivi ne tanto meno individui, perchè anche la paura ci distingue l'uno dall'altro..

Future ha detto...

Quando hai una di queste paure non scappare, anzi, affronta ogni situazione perchè solo così non avrai rimpianti!

Pat pat ha detto...

Paura, spaventoso sentimento, delirante emozione, ma soprattutto la spinta adrenalinica alla reazione primaria di autodifesa rispetto al mondo.
Mi associo ad anna, se hai bisogno di lenzuola fà un fischio.
ciao

Anonimo ha detto...

Senza la paura...perché vivere?

Ada ha detto...

Tutti gli uomini hanno paura. Un infinito e macabro sentimento che perseguita le nostre esistenze. Noi siamo terrorizzati da tutto e da tutti, ma è la la paura che ci porta a sbagliare, a compiere gesti che non dovremmo compiere. E' lei che ci rende infelici e piccoli...siamo piccole creature in confronto al grande e meraviglioso universo che ci circonda. Ma noi non ce ne accorgiamo perchè siamo accecati dalla paura. La paura di vivere.
Affrontalela , annientatela dalla vostra esistenza e le cose andranno meglio...ve lo assicuro.

Vincenzo ha detto...

Weilà! Su con la vita eccheccacchio! Mi fai venire la pelle d'oca con tutte ste paure....tranquillo dai! Tanto il mondo fa schifo indipendentemente se hai paura o meno. Bisogna avere sempre tanta bella forze dentro per affrontare le nefandezze di uno Stato illiberale come il nostro. Oggi poi è domenica e qui a Bari c'è il sole....pensa a quanti bei fiori sbocceranno in questa primavera....ciao!
http://www.vincenzocaldarola.blogspot.com/

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

La Paura te la fanno venire. Cercano di minare le tue sicurezze le tue convinzioni; ti lavorano ai fianchi per farti credere che sei pazzo che sei l'unico a pensarla in un certo modo. Vogliono isolarti.

Ma noi non ascoltiamoli mai.

Donna Cannone ha detto...

Mi rifletto in molte delle paure che scrivi. E' confortante ammetterle, si gioca sempre ad essere forti e temerari..

Concordo con il Rockpoeta. Molte paure sono indotte - la cronaca nera urlata è un caso ecclatante.

Molte sono gonfiate.
I religiosi, per fare un esempio facile e banale, invece di insegnare alla persona a guardare in faccia la realtà, la schiaccia, ne concima i timori e li nutre, li gonfia, e poi ci pascola.

Bisognerebbe dirlo a chiare lettere che avere queste (ed altre) paure, è "normale", e si possono superare solo affrontandole, non ricacciandole via.

Donna Cannone ha detto...

Ciao. Stamattina in macchina ho ascoltato "In Fear of Fear" dei Bauhaus, e mi è venuto in mente questo tuo post.
Conosci la canzone?

Anonimo ha detto...

io sto perdendo l'amore mio per la paura di perderlo.